Chi non Vota il Ref...
 
Notifiche
Cancella tutti

Chi non Vota il Referendum per la Riforma Costituzionale...

Pagina 1 / 2

Kovacs
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 463
Topic starter  

Perché CasaPound fa così paura alla Boschi?

mariaelenaboschi1Roma, 10 mag – L’idea fissa del ministro Maria Elena Boschi secondo cui chi non vota il referendum per la riforma costituzionale “vota come CasaPound” tradisce un nervosismo crescente, nel governo. L’accostamento, in effetti, è del tutto gratuito. Che Cpi dia indicazione di votare contro la riforma al referendum indetto da Renzi è probabile, ma di certo non è su questi temi che il movimento di via Napoleone III costruisce la sua linea politica e il suo consenso, minoritario ma, a quanto pare, crescente, a giudicare dal clamoroso risultato di Bolzano.

Perché, quindi, tirare in ballo quel movimento in un dibattito tutto interno al Pd, in cui i sodali di CasaPound dovrebbero addirittura essere i vari Cuperlo e compagnia sfigata? Sicuramente alla Boschi serviva un mostro, uno spauracchio, un paragone iperbolico e spiazzante per delegittimare gli avversari interni. Il ministro stava rispondendo a chi l’accusava di votare come Verdini. Ma il parallelo non regge: Renzi con Verdini ci governa davvero, Cpi con la minoranza Pd non prende neanche un caffè, con reciproca soddisfazione, peraltro. Ma la strategia retorica è comunque eloquente e testimonia, fra le altre cose, la penetrazione in profondità nell’immaginario collettivo del movimento di Gianluca Iannone. Si dirà che c’è modo e modo di entrare nell’immaginario: farlo nelle vesti di incarnazione del male assoluto può non essere considerato abbastanza chic da alcuni. Ma guai a sottovalutare quel verso di una vecchia canzone: “Se tutto questo è bene, noi siamo il male”. Far passare l’idea che essere contro Renzi significa votare per CasaPound potrebbe spingere più d’uno nelle braccia del movimento radicale, dato che il dissenso verso il governo sembra crescente nel Paese.

Ma la scelta dialettica della Boschi è anche eloquente perché fa capire dov’è che l’esecutivo individua il nemico, il totalmente altro da sé. Non tanto nel “fascista”, che sarebbe normale, quanto nell’avversario risoluto dell’immigrazione, in colui che scende in strada, che fa politica con azioni e militanza disinteressata. “Il risultato di CasaPound a Bolzano dimostra che bisogna lavorare sodo per sradicare xenofobia e populismo dal Paese”, ha twittato il redivivo Corrado Passera. Sono allarmismi di circostanza ma che delineano, persino inconsciamente, i temi caldi sul tavolo delle oligarchie, i cleavages, come dicono i politologi, ovvero le linee di frattura su cui si dividono oggi davvero gli schieramenti: non certo la riforma del Senato, ma la lotta all’immigrazione e la difesa del popolo dalle oligarchie e dalle lobby. Lì è la battaglia. Lì i Renzi, le Boschi, i Passera sono pronti a erigere barricate, ovviamente in difesa dell’immigrazione e contro il loro stesso popolo. Che tutti ne prendano coscienza e si regolino di conseguenza.

Adriano Scianca

Read more at http://www.ilprimatonazionale.it/politica/casapound-boschi-44749/#xVradzUPLzogFSur.99


Citazione
sotis
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 715
 

Tanto al referendum gli italiani voteranno SI salvo poi il giorno dopo ricominciare a lagnarsi sopratutto pechè la nazionale italiana calcio agli europei farà una figura di M.... unica cosa che gli interessa.


RispondiCitazione
sotis
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 715
 

Bisogna sempre fare il contrario di quello che suggerisce (impone) questo governo che ha connotati fascisti.


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3207
 

La Boschi uguaglia la Gelmini e altre sue colleghe nei ragionamenti 'politici' che dimenticano la logica. Il suo 'pensiero' è del tipo: tutti i cani sono animali, tutti i gatti sono animali dunque i cani ed i gatti sono uguali. Non si rende conto che il 'contenitore' votanti per il no è più ampio di votanti per ''Casa Pound' ... A questo fine cervello dobbiamo la riforma costituzionale. A questa sinistra dobbiamo il potere incontrastato dei 'poteri forti' nel nostro paese.
Terza media, ripetenti incorreggibili. Prima classe a sx, corridoio in fondo. Insieme al compagno di banco ' il bomba'...


RispondiCitazione
Cataldo
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 269
 

La dialettica di una marionetta come la Boschi non deve necessariamente generare troppe elucubrazioni, siamo ad un refrain antico, che su temi di vero interesse generale che possono unire le opposizioni genera una propaganda ad hoc.
In questi casi l'obiettivo primario della macchina propagandistica è screditare il contenuto dell'opposizione al governo, facendo leva sulla partecipazione nel fronte avverso delle ali estreme dello schieramento politico, nel tentativo di generare smarrimento in chi non si identifica in queste in alcun modo. E' un gioco antico, una volta si citavano come spauracchio le formazioni che non facevano parte dell'"arco costituzionale" oggi è casapound, ma la sostanza delle regole della propaganda è sempre quella, far leva sulle identità e le appartenenze per nascondere i contenuti.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 194
 

Bisogna sempre fare il contrario di quello che suggerisce (impone) questo governo che ha connotati fascisti.

No: per quanto deprecabile il fascismo riconosceva appieno la propria natura e la rendeva evidente, così che le sue vittime potessero almeno comprendere cosa si trovavano di fronte.
Inoltre il fascismo eseguì politiche a favore del lavoro e del sociale: l'istituzione delle pensioni di anzianità e vecchiaia e dell'Opera Nazionale Maternità e Infanzia; riconobbe di fatto il diritto all'abitazione mediante l'istituzione dell'Ina-casa, all'occupazione, con l'IRI, e alla salute.
Stabilì regole inerenti gli orari di lavoro e le retribuzioni e nella sua ultima fase, quella repubblicana, promulgò addirittura la socializzazione dei mezzi di produzione.
Tutti istituti che proprio il PD coi governi che controlla e con quelli cui ha dato sostegno ha fatto di tutto per smantellare. Eseguendo inoltre politiche di destra finanziaria dalla violenza inaudita prima ancora che totalmente incostituzionali, che hanno avuto per conseguenza una vera e propria macelleria sociale. Abbattutasi in primo luogo sui ceti bassi, che mediante tali politiche sono stati precarizzati, demansionati e sottoposti a una disoccupazione dilagante, stabilita per decreto nei documenti di programmazione economica e di legge finanziaria.
Il fascismo peraltro, sia pure con gli esiti comprovati dalla Storia, ha agito sempre con l'obiettivo di migliorare le condizioni dello Stato Italiano e di rafforzarne la sovranità, quando invece il PD di essa lo ha spossessato, a favore dei poteri extranazionali dei quali è mandatario.

In quanto tali dunque, le politiche eseguite dal PD lo rendono in concreto non solo enormemente più a destra e assolutamente non paragonabile al fascismo, sia pure quello della sua fase peggiore, proprio perché avulse da qualsiasi considerazione per il sociale e tendenti a ridurre il paese in condizioni neocoloniali, ma anche enormemente più dannoso.
Non a caso infatti, i fondamentali economici del paese sono attualmente proprio quelli conseguenti a una guerra perduta, sia pure senza che si sia sparato un solo colpo sul territorio nazionale.

La differenza fondamentale nei confronti del fascismo sta nel fatto che il PD maschera sé stesso e le sue politiche di devastazione dietro una parvenza di falsa democrazia, impedendo a gran parte delle sue vittime di riconoscerne la natura e la valenza.

Stando le cose in questo modo, se si paragona il PD al fascio si esibisce nei fatti una benevolenza persino eccessiva nei suoi confronti, di cui è del tutto immeritevole.

Dunque la Boschi, nella sua totale e definitiva insipienza, ha creduto con il suo paragone di esprimere chissà quale minaccia a livello politico e ideologico. Senza neppure comprendere, poveretta, che per quanto possa apparire inverosimile a uno sguardo superficiale, Casa Pound a confronto del PD rappresenta un esempio mirabile di democrazia, progressismo e attaccamento al paese e ai suoi destini.


RispondiCitazione
Cataldo
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 269
 

Si può condividire il senso generale dell'intervento di Pistone, considerazioni che attecchiscono anche perchè la violenza istituzionalizzata del fascismo oggi non riusciamo a comprenderla appieno, e ne facciamo sempre la tara, ma va detto anche che i paragoni con il passato sono sempre più sterili sul piano (in)formativo: il controllo ideologico che esercita oggi il potere costituito non ha precedenti storici in nessuna età umana, ed assume forme sempre più totalizzanti, molto oltre ogni sforzo distopico degli autori di fantascienza del secolo scorso.

Questa circostanza di base rende i paragoni con il passato privi di contenuti sostanziali, Mussolini si sognava la possibilità di controllo dell'opinione pubblica che hanno oggi i manovratori dei vari Renzi e Boschi.


RispondiCitazione
ws
 ws
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 551
 

Tanto al referendum gli italiani voteranno SI salvo poi il giorno dopo ricominciare a lagnarsi ...

e se voteranno NO il giorno dopo avranno un' altro NON ELETTO "salvatore della patria" ad implementare la macelleria sociale ordinata dalla TROIKA. 👿


RispondiCitazione
mda1
 mda1
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 341
 

like it


RispondiCitazione
reio
 reio
Prominent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 937
 

casa pound fa paura?

il giornalettino di simone di stefano potrebbe essere anche meno autoreferenziale


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 2 anni fa
Post: 10314
 

@mda1

prima di diventare ministra era più ...

😉

adesso è un po' ingrassata...

😕

però devo ammettere che rimane comunque un ottimo esemplare di Italiana

8)


RispondiCitazione
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2484
 

Articolo così così, commenti pregevoli.

Si tratta della solita operazione di reducto a, buona per alcune tipologie umane che in un paese a sovranità popolare non sarebbero muniti di certificato elettorale.


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4109
 

La Boschi, con il commento su Casa Pound vuole evitare che si discuta del merito della riforma. Un papocchio orrendo, con un Senato trasformato in dopolavoro e una legge elettorale tagliata su misura per la situazione attuale, cioè la vittoria di Renzi. Il quale, vincendo, potrà dominare la vita politica italiana per anni. Il problema però è : e se non vince?


RispondiCitazione
Kovacs
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 463
Topic starter  

No Maria Elena. Non scadere anche tu in questi paragoni stupidi. In questo blog ho speso parole lodevoli per il ministro Boschi, quando veniva attaccata solo per la sua indubbia avvenenza. Può una bella donna essere un ottimo ministro? Certo che può. Ma non è il caso della Boschi. Interfaccia gradevole del sempre più sgradito Renzi. E la bellezza non c’entra un tubo. Ha sbagliato chi la ha crocifissa preventivamente – chè coi tacchi non si sale a giurare al Quirinale (e sarà meglio andarci con le Birkenstock??!?) e sbagliano quelli che oggi la graziano (non si parla male delle donne!). La bellezza è una questione di geni, di dna. Banca Etruria invece è una questione di stupidi e di genitori imbarazzanti. Che, certo, in un qualche modo hanno sempre a che fare con il dna. Ma non solo. È la bella Maria Elena non può fare finta di nulla e nascondersi sotto al letto durante la tempesta.

Altra storia è Casapound. Perché oggi il nostro splendido e invidiato ministro ha sostenuto che dire no al referendum costituzionale significa “fare come Casapound”. Cioè come i fascisti (del terzo millennio). Fascisti che, peraltro, alle democratiche elezioni di Bolzano hanno preso il 6 per cento delle preferenze… Quindi, nonostante Guzzanti jr, non sono proprio dei marziani. E forse nemmeno dei fascisti. Ma lei, che doveva essere l’icona della sinistra rottamatrice, finisce comunque a pescare nello stagno dei luoghi comuni della sinistra più impolverata. Quelli di Casapound saranno anche brutti, sporchi e cattivi ma non hanno truffato nessuno e non hanno avuto alcun aiuto dalle alte sfere. Pound (Ezra) scriveva che l’usura è peggio della peste. E già si sente odore di banche. I suoi nipotini – non riconosciuti, non s’incazzi Mary de Rachewiltz – avranno tanti difetti e il peccato originale di essere i fascisti del terzo millennio, ma fino a prova contraria sono onesti. Tra il metodo Casapound e quello Banca Etruria io scelgo tutta la vita Casapound.

Il blog di Francesco Maria Del Vigo


RispondiCitazione
annibale51
Prominent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 845
 

Ecco...se pure la intelligente Boschi si mette contro i fascisti vuol dire che siamo arrivati alla frutta. La Repubblica Italiana non c'è più, indipendentemente dall' esito del referendum. Io a questo referendum ancora non so se andrò a votare. Le riforme proposte non le ho capite, dei politici dx-sx-ct non mi fido...dei giornalisti ancora meno, dei sindacalisti non ne parliamo...cosa devo fare? Chiedere al prete? Votare turandomi il naso? Probabilmente starò a casa. Ho il sospetto comunque che le suddette riforme siano a vantaggio diretto o indiretto delle solite multinazionali, delle banche (loro PRINCIPALI azionisti...direi Clero...dov'è mincuo?) e comunque al loro potere di lobbing (somiglia alla corruzione...), al loro bisogno di capitalismo esasperato con le LORO regole. Il solo pensiero che Monsanto, Google o perfino la BCC dietro casa mi dia la "multa" mi fa rabbrividire...uhm...tempi bui per il popolo!


RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: