Città demoniache e ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Città demoniache e del male - Serie oro


yahuwah
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1142
Topic starter  

Gerusalemme

Fattori chiave Località:
31 ° 47 'N, 35 ° 13' E
Nome Originale:
UrShalim
Anno di fondazione:
1550 aC
Fondatori:
i Sacerdoti provenienti da Ugarit
Funzione della località:
Piccolo Tempio e comunità sacerdote, presidio in seguito amministrativo e città commerciale.
Etimologia Ur = città, Shalim - Ugarit divinità della morte / crepuscolo
Cambia Nome in Urušalimum nel 1300a.C
Cambia Gruppo sotto l'Impero egiziano

Gerusalemme è situata sullo sperone meridionale di un altopiano nelle montagne della Giudea, che comprendono il Monte degli Ulivi (Est) e il Monte Scopus (Nord Est). L'elevazione della Città Vecchia si trova a circa 760 m (2,500 ft). E 'la capitale di Israele e la sua città più grande inpopolazione e superficie. Gerusalemme è anche considerata come una delle città più sacre della storia.

L'origine di Gerusalemme, chi la ha fondato e perché, tra il 1 ° "re" per tenere la città è avvolta nel mito, disinformazione e superstizione. Esiste un'ampio reperto archeologico nonchè testimonianza storica per capire la probabile storia della città.

La città dei morti

Anche all'interno della cultura satanica dei Fenici e Ugariti esistevano anche gli estremisti. Un tale culto erano i sacerdoti di Shalim che apertamente adoravano la morte come una divinità in sé. Mentre il sacrificio umano in molte cerimonie come a Baal Hammon, Cibele, la dea frigia facevano parte dei rituali antichi per la rinascita e il rinnovamento, la prova di questo estremo culto suggerisce che adorarono la venuta di un apocalisse del mondo e gioivano al momento della morte, la miseria e la distruzione .

Intorno al 1590-1550 a.C questi sacerdoti del culto e dei loro seguaci sono stati banditi da Ugarit e fondarono una nuova città che chiamavano Urshalim (Gerusalemme), che significa "Città dei morti / crepuscolo" o semplicemente "Città della Morte".

Il forte di Urušalimum

Da 1350 aC al 1400 aC, Urshalim divenne nota come una piccola guarnigione militare sotto il nome Urušalimum dell'impero egiziano, che controllava la regione in quel momento. Contrariamente alla disinformazione storica, gli egiziani erano tradizionalmente superstiziosi e ossessionati in rituali di morte (anche se non il culto della morte come una divinità, come i sacerdoti di Shalim / Salem). E 'quasi certo che coesistevano in questo periodo senza incidenti di rilievo.

Durante questo periodo, il sito quasi certamente aveva una popolazione prevalentemente militare e sacerdotale dai 1.000 a 3.000.

Akhenaton e i superstiti della peste a Urušalimum

Nel 1337 aC l'Egitto era in completo subbuglio, come decine di migliaia di persone cominciarono a morire di peste. Il Faraone Akhenaton (su cui si basa il personaggio biblico) ha organizzato una mossa storica, ordinando al suo esercito e comandò Paatenemheb (Horemheb) per identificare in primo luogo le case degli appestati dipingendo le porte delle case infette e poi per rimuovere le vittime della peste di notte nel corso di un spazio di un paio di giorni in modo da non creare panico o disordini.

In una mossa senza precedenti che ha cambiato il corso della storia, il Faraone Akhenaton ha scelto di accompagnare le vittime della peste nel Sinai - forse perché aveva anche contratto la peste in una forma lieve - come le leggende dicono che il faraone indossava un velo per il resto della la sua vita per coprire il volto.

Tuttavia, come i sopravvissuti della prima grande epidemia di peste bubbonica registrata nella storia, il faraone Akhenaton e diverse migliaia di sopravvissuti. Oggi, abbiamo la prova genetica della autenticità di questo evento sia della peste (la peste bubbonica dovrebbe essere datata a circa lo stesso periodo provocata dai ratti del fiume Nilo ) e l'immunità dei sopravvissuti (attraverso la deformità del recettore CCR5 trovato in una minoranza di popolazione in Irlanda , Europa e Asia che possono far risalire la loro ascendenza a questo momento).

Nel 1336 aC il faraone Akhenaton temporaneamente ha reso la città di guarnigione di Urušalimum sua capitale portando con sé il sua regale scettro (personale di Mosè) e la sua Ark Royal (Arca dell'Alleanza). Tutti i faraoni Hyksos seguivano come loro stendardo reale un "arca" nella parte anteriore del loro esercito, come lo spirito vivente di Amon-Ra. Si può ancora vedere un'autentica Arca dell'Alleanza oggi nel Museo Egizio del Cairo del figlio di Akhenaton - Tutankhamon.

Il Faraone Akhenaton ha lasciato Urušalimum (Gerusalemme) entro il 1323 aC, a causa del suo attacco e la cattura di Ugarit, rendendo la sua nuova capitale. Tuttavia, la storia suggerisce che ha scelto di mantenere la sua Arca e lo Scettro Reale a Urušalimum con un numero di sopravvissuti dalla peste che hanno scelto di stabilirsi in questo presidio fortificato, annunciando ora un luogo sacro per la nuova religione monoteistica di Akhenaton. Questi unici sopravvissuti della peste divennero noti come gli Israeliti - un termine egizio che significa "l'impuro".

I sacerdoti Ugariti in esilio del culto di Shalim (Salem / Sem) alla fine hanno preso il controllo dei seguaci del monoteismo di Akhenaton - in gran parte facendo finta di crederci. Tuttavia, la storia ha dimostrato che questi sacerdoti pionieristici in doppiezza pia non hanno mai perso la loro devozione al dio della morte, né al culto di distruzione, miseria e pregando per la fine del mondo.

1 Re di Gerusalemme

Contrariamente alla mitologia biblica, la 1 ° registrazione accurata di un re di Gerusalemme è Jeroboam circa 965 aC che conquistò la città e ha creato un regno unito.

Nel 861, il Sommo Sacerdote di Yeb (Elefantina), il cui nome era Elia prese l'Arca e lo Scettro di Akhenaten lontano dal re Acab di Gerusalemme tornando cosi in Egitto per un tempio appositamente costruito. Le dimensioni del Tempio sono quelle scritte nella Bibbia e si può vedere con Google Earth il sito per vedere che sono esattamente le stesse dimensioni visibili oggi.

Quando gli Assiri conquistarono il regno settentrionale di Israele nel 722 aC, i re di Gerusalemme, hanno conservato la loro forza, accettando di essere vassalli degli Assiri.

Il "Messia" Re di Gerusalemme hja mantenuto potere fino al 596 aC, quando l'esercito persiano sotto Nabucodonosor conquistò la città, distruggendo il tempio principale (nello stesso anno) e giustiziato il re Sedechia e tutta la sua famiglia tranne una - la Principessa Tamar Tephi.

E 'stato il sommo sacerdote Geremia di Yeb (Elefantina), l'autore dei primi libri della Bibbia che hanno preso la principessa Tamar Tephi, la Pietra Bethel del Re e lo stendardo reale di Gerusalemme (il leone rosso rampante su sfondo giallo) al Cuilliaéan in Irlanda entro e non oltre il 593 aC.

Il Re-sacerdote Eochaid del Cuilliaéan (Druidi) ha sposato Tephi, ha adottato lo stendardo di Gerusalemme, come i colori del nuovo Impero Celtico comprese le scritture di Geremia. E 'solo attraverso la Cuilliaéan che il Leone di Giuda, la linea di sangue del Messia Re sopravvisse e tornò verso il Medio Oriente 600 anni dopo.

Gerusalemme non è mai recuperato il suo stendardo. Oggi, è correttamente volato come lo stendardo della Scozia e volutamente in modo errato in retromarcia dal Regno di Inghilterra.

Nel 538 aC, dopo 50 anni di prigionia babilonese, il re persiano Ciro il Grande invitò gli ebrei a tornare in Giudea per ricostruire Gerusalemme ed il Tempio.

La costruzione del Secondo Tempio fu completato nel 516 aC, durante il regno di Dario il Grande, 70 anni dopo la distruzione del Primo Tempio. Gerusalemme ha ripreso il suo
ruolo di capitale di Giuda e il centro di culto ebraico.

Alessandro Magno e Gerusalemme

Quando il macedone Alessandro Magno conquistò l'impero persiano, Gerusalemme e la Giudea caddero sotto il controllo macedone, cadendo infine alla dinastia tolemaica sotto Tolomeo I. Nel 198 aC, Tolomeo V perduta Gerusalemme e la Giudea ai Seleucidi sotto Antioco III.

Il tentativo seleucide a rifondare Gerusalemme come una città ellenizzato raggiunse il culmine nel 168 aC con la rivolta dei Maccabei con il successo di Mattatia il sommo sacerdote ei suoi cinque figli contro Antioco Epifane, e l'istituzione del regno Unito degli Asmonei nel 152 aC con Gerusalemme di nuovo come la sua capitale.

Come Roma divenne più forte, ha installato Erode come un re cliente ebraico. Erode il Grande, come era noto, si dedicò allo sviluppo e abbellire la città.

Ha costruito mura, torri e palazzi, e ampliato il Monte del Tempio, puntellando il cortile con blocchi di pietra che pesano fino a 100 tonnellate.

Sotto Erode, la zona del Monte del Tempio fu raddoppiata. Nel 6 CE, la città, così come gran parte della zona circostante, passò sotto il dominio romano diretto come la Provincia della Iudaea e i discendenti di Erode Agrippa II si sono mantenute attraverso i re clientelari della Giudea fino al 96 CE.

Distruzione del Tempio di Erode

Dopo l'assassinio del principe Giacomo il Giusto, il fratello di sangue di Gesù, Principe e capo della amata Setta Nazarena da Paolo di Tarso e dei suoi sostenitori nel 62 , nell'intera regione sono scoppiati in una guerra civile che si conclude con la conquista di Gerusalemme da parte del leader Nazareno Zelota Simon bar Jonah (San Pietro) e Giovanni di Gischala (San Giovanni di Patmos).

L'assedio fu lungo e sanguinoso che si conclude con la deliberata distruzione del Tempio di Erode da parte dei Nazareni proprio nello stesso giorno dell'anno che i persiani distrussero il primo Tempio esattamente 666 anni prima. Giovanni ha incluso questo fatto nei suoi scritti, alcuni anni dopo (Apocalisse di Giovanni).

Simon bar Jonah non sopravvisse all'assedio e fu crocifisso a testa in giù sul Monte degli Ulivi. Tuttavia Giovanni di Gischala essendo un cittadino romano fu mandato in esilio all'isola di Patmos.

Dominazione romana di Gerusalemme e di Aelia Capitolina

Nel 115 , Lucius bar Giuseppe Flavio (S. Lucio di Cirene) se stesso il nuovo Messia ha dichiarato e ha proceduto a radunare un esercito di ebrei in ribellione contro il dominio romano in tutto il Nord Africa. Centinaia di migliaia sono stati abbattuti. La ribellione è stato messa giù nel 117.

Nel 130 l'imperatore romano Adriano fece una feroce contrapposizione della religione gnostica dei Nazareni, come insegnato da Valentino, divenne il primo imperatore seduto a visitare Gerusalemme. Fortemente influenzato dal credo gnostico contro il male e il sacrificio umano, Adriano proclamò il nuovo nome di Gerusalemme per essere Aelia Capitolina e bandito tutti gli ebrei dalla città.

Nel 131 il rabbino ebreo Simone figlio di Gamaliele II che si fa chiamare Simon bar Kokhba ha lanciato un assalto a sorpresa di guerriglia contro i romani e per breve tempo conquistò Gerusalemme. La rivolta fu finì brutalmente quando la fortezza di Betar è caduta. Oltre mezzo milione di vite sono state perse in soli quattro anni.

Di conseguenza, l'intera linea sacerdote di Hillel fu braccata in tutto l'Impero, la posizione di Nasci e del Sinedrio si sciolse e la colonia Yavne distrutta. Come punizione, Adriano ordinò che a nessun Ebreo Rabbinico è stato permesso di vivere o viaggiare in Iudaea, né nella Provincia Syria Palaestina. Questa legge non si applica ai Sarmati, che non sono mai stati considerati la stessa setta religiosa. Quindi, questo periodo ha visto l'inizio del sorgere del Sarmati fino alla loro eventuale distruzione nel 532.

Gerusalemme e la formazione del cristianesimo nel 326

L'applicazione del divieto agli ebrei di entrare nella Aelia Capitolina (Gerusalemme) continuò fino al 7 ° secolo dC, dal 326 e la formazione ufficiale della religione che oggi conosciamo come il cristianesimo.

Nel corso del 4 ° secolo, l'imperatore romano Costantino I ha costruito i luoghi cristiani di Gerusalemme, come la Chiesa del Santo Sepolcro.

Seguendo la precoce spinta del sasanide Cosroe II nel VII secolo in bizantinia, ed avanzando attraverso la Siria, i Generali sassanidi Shahrbaraz e Shahin attaccarono la città bizantina controllata da Gerusalemme.

Nell'assedio di Gerusalemme (614), dopo 21 giorni di incessante guerra d'assedio, Gerusalemme fu catturata e la vittoria persiana ha provocato l'annessione territoriale di Gerusalemme.

Dopo che l'esercito sassanide entrò a Gerusalemme, la falsificazione nota come la santa "Vera Croce" è stato rubata e rispedita nella capitale sassanide come una sacra reliquia catturata in battaglia. Si sostiene che i Persiani massacrarono migliaia di cristiani, ma non vi è alcuna prova credibile di questo. La città conquistata e la Santa Croce resterebbero in mano sassanide per circa quindici anni fino a quando l'imperatore bizantino Eraclio li ha recuperato nel 629.

Gerusalemme è considerata terza città santa dell'Islam dopo la Mecca e Medina. Tra i musulmani di un'epoca precedente, è stata indicata come al-Bayt al-Muqaddas, poi, divenne noto come al-Quds al-Sharif.

Nel 638, il califfato islamico estese il suo dominio a Gerusalemme. Con la conquista araba, gli ebrei potevano tornare in città per la prima volta dopo il 130.

Umar è stato portato alla fondazione della prima pietra nel Monte del Tempio, che si schiarì dei rifiuti, in preparazione per la costruzione di una moschea. Secondo il vescovo Gaullic Arculfo, che visse a Gerusalemme nel 679-688, la Moschea di Umar era una struttura rettangolare in legno costruita sopra le rovine che potrebbero ospitare circa 3.000 fedeli.

Il califfo omayyade Abd al-Malik ha commissionato la costruzione della Cupola della Roccia nella fine del 7 ° secolo. Lo storico del 10 ° secolo al-Muqaddasi scrive che Abd al-Malik ha costruito il santuario, al fine di competere in grandiosità delle chiese monumentali di Gerusalemme. Nel corso dei prossimi 400 anni, la prominenza di Gerusalemme è diminuita come potenze arabe nella regione nella gara per conquistarsi un controllo.

Il massacro dell' antipapa Urbano

L'anno 1099 è considerato come uno degli anni più terribili della storia di Gerusalemme, come l'anno in cui i Crociati del Culto Romano con a capo l'antipapa Urbano presero la città e macellati ogni anima vivente tra cui cristiani, musulmani, ebrei e bestiame. Oltre 90.000 persone innocenti sono state assassinate in uno dei bagni di sangue più scioccanti della storia di questo satanico antipapa.

In un contrasto raccontato tra i leader del Culto parassitario romano e leader musulmani del tempo, quando il generale musulmano Saladino riconquistò Gerusalemme nel 1187, ha proibito le stragi di vendetta - ritornando alla città di un luogo di pellegrinaggio di pace per tutti i cristiani, musulmani ed ebrei.

Nel 1244, Gerusalemme fu saccheggiata dai Tartari Kharezmiani, che decimarono la popolazione cristiana della città e cacciarono gli ebrei. I tartari Khwarezmiani furono cacciati dagli egiziani nel 1247. Dal 1250-1517, Gerusalemme era governato dai Mamelucchi, durante questo periodo di tempo molti scontri avvenuti tra i Mamelucchi da un lato e dei crociati e dei mongoli dall'altra parte. L'area ha anche sofferto di numerosi terremoti e peste nera.

Nel 1517, Gerusalemme e dintorni cadde ai turchi ottomani, che in genere è rimasta sotto il loro controllo fino al 1917.

Con l'annessione di Gerusalemme da parte di Muhammad Ali d'Egitto nel 1831, missioni e consolati stranieri cominciarono a stabilire un punto d'ap
poggio in città. Nel 1836, Ibrahim Pasha ha permesso ai residenti ebrei di Gerusalemme per ripristinare quattro grandi sinagoghe, tra cui la Hurva.

Il dominio turco è stato reintegrato nel 1840, ma molti musulmani egiziani rimasero a Gerusalemme. Ebrei di Algeri e del Nord Africa hanno cominciato a stabilirsi in città in numero crescente.

Negli anni 1840 e 1850, le potenze internazionali hanno iniziato un tiro alla guerra in Palestina come hanno cercato di estendere la loro protezione di minoranze religiose del Paese, una lotta condotta principalmente attraverso rappresentanti consolari a Gerusalemme.

Secondo il console prussiano, la popolazione nel 1845 era di 16.410, con 7.120 ebrei, 5000 musulmani, 3.390 cristiani, 800 soldati turchi e 100 europei.

Nel 1917, dopo la battaglia di Gerusalemme, l'esercito britannico, guidato dal generale Edmund Allenby, ha catturato la città, e nel 1922, la Società delle Nazioni alla Conferenza di Losanna ha affidato il Regno Unito di amministrare il Mandato per la Palestina.

Dal 1922 al 1948, il totale della popolazione della città è passato da 52.000 a 165.000, con i due terzi degli ebrei e un terzo di arabi (musulmani e cristiani).

La situazione tra arabi ed ebrei in Palestina non era tranquilla. A Gerusalemme, in particolare rivolte si son verificate nel 1920 e nel 1929. Sotto gli inglesi, i nuovi sobborghi giardino furono costruiti nella parte occidentale e settentrionale della città e le istituzioni di istruzione superiore, quali l'Università Ebraica sono state fondate.

Rifiuto di Gerusalemme come città internazionale nel 1948

Come il Mandato Britannico per la Palestina era in scadenza, il piano di spartizione dell'ONU del 1947 raccomanda "la creazione di un regime internazionale speciale nella città di Gerusalemme, che costituiscono come un corpus separatum sotto l'amministrazione delle Nazioni Unite." Il regime internazionale (che comprendeva anche la città di Betlemme), doveva rimanere in vigore per un periodo di dieci anni, dopo di che un referendum doveva tenersi in cui i residenti sono stati per decidere il futuro regime della loro città. Tuttavia, questo piano non è stato attuato, come la guerra del 1948 scoppiò, mentre gli inglesi si ritirarono dalla Palestina e Israele dichiarò la propria indipendenza.

Gli Accordi di Armistizio 1949 avevano stabilito una linea di cessate il fuoco che ha tagliato attraverso il centro della città e ha lasciato Monte Scopus come enclave israeliano. Filo spinato e barriere di cemento hanno separato Gerusalemme Est e Ovest, e scaramucce militari spesso minacciato il cessate il fuoco. Dopo la fondazione dello Stato di Israele, Gerusalemme è stata dichiarata la sua capitale.

La Giordania ha formalmente annesso Gerusalemme Est nel 1950, assoggettandolo alla legge giordana.

Nel corso del 1967, durante la Guerra dei Sei Giorni, Israele conquistò Gerusalemme Est e ha affermato la sovranità su tutta la città.

Tratto e tradotto da:
http://one-evil.org/content/entities_locations_jerusalem.html


Citazione
Servus
Prominent Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 873
 

Come nome di sito da cui ricavare queste informazioni deviate non c'è male: one-evil.org ovvero organizzazione del primo demone (satana?).

Non aggiungo altro commento.


RispondiCitazione
yahuwah
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1142
Topic starter  

Shalem a Shahar: i precursori di Gerusalemme
post pubblicato in damnatio memoriae, il 2 ottobre 2010

La città ora conosciuta come Yerushalayim, Gerusalemme, ha conosciuto molte guerre e aveva diversi periodi di occupazione nella sua lunga storia.

Genesi 14:18
Allora Melchizedek, re di Salem, portò pane e vino. Egli era sacerdote del Dio Altissimo

Cita la città chiamata Salem/Shalem, governata dal re Melchizedek, che significa un "sacerdote di Dio",
Secondo una tradizione ebraica segnalato dal midrash, è stata fondata da antenati di Abramo Shem e Éber, e nel midrash Melchizedek è assimilato con Shem, con giusta causa e senza ombra di dubbio che debunca il mito cristiano su un tal re di nome Melchizedek, in quanto è un titolo e non un nome di persona e spiegato in un anteiore articolo sul sito.

Il problema di questo errore costrutito a proprio vantaggio ed interesse riguardo Gerusalemme, sorge proprio qui:

Le lettere di Amarna contengono corrispondenza da Abdi-Heba, re di Urusalim, il nome di Yerushalayim/Gerusalemme nel tardo bronzo.
Ur, per la città assiria di Ur: altura e Salim: pieno/intero, da Shalem.

Verso la fine del II millennio a.C. gli Egiziani cominciano a dimostrare un certo interesse per questa zona, e non a caso il primo scritto in cui compare il nome della città è una tavoletta egiziana, con su scritto la parola RUSHALIM che deriva dall'antica lingua cananaaica URUSHALIMI, che potrebbe derivare da ur, altura e shlm, pace.

Bisogna ricordare che nell'antica regione di Canaan si venerevano molti dèi, ma ogni città-stato aveva una sua preferenza. Per quanto riguarda la città di Gerusalemme la gente raccontava di aver assistito all'apparizione del dio Shalem sul monte Zion, parola caanaanita che significa "collina" o "altezza", su cui sorge ora il primo nucleo dell'abitato.
I Gebusiti avevano costruito una fortezza, "Zion/Sion", a Shalem, poi nota come G/Jebus, e molti aspetti della religione e della cultura canaanita successivamente sono stati presi in prestito dagli israeliti.

La stessa Bibbia lo dice:

Genesi 22:14
E Abrahamo chiamò quel luogo " YHWH - Yireh ".............

Tradotto vuol dire: dove si vede Dio, dunque aggiungendo la parola Yireh alla parola Shalem:
Yirehshalem = Yerushalayim = Gerusalemme

Il dio Shalem è un dio di origine siriana.
La tradizione vuole che EL (pronuncia il), il capo di tutti gli dei (una sorta di Giove) avesse avuto una figlia di nome Ashtar, che a sua volta per immacolata concezione del padre stesso, ha avuto due gemelli Shalem a Shahar.
Shalem darà quindi il nome alla città di Yeru-shalayim di Abrahamo, e ricerche storiche accreditate dimostrano che Shalem è all'origine della parola Shalom (shalem in ebraico vuol dire pieno/intero ed e' anche usata per indicare soddisfazione, non e' all origine della parola shalom ma con questa ne condivide la radice) in ebraico e della sua variante araba Salaam che significa appunto pace ed è diventata la forma di saluto attualmente diffusa.
La città rimase occupata dal clan amorrita dei Gebusei (1000 a.C. circa) fino alla conquista di David, il quale fece di Gerusalemme la capitale del suo regno.
Dal XVII secolo A.C., i cananaaniti avevano costruito muri massicci con massi di 4 e 5 tonnellate , 26 metri di altitudine, nella parte orientale di Shalem per proteggere il loro sistema di acquedotti.
Secondo per i libri di Samuele, il Gebusiti erano riuscito a resistere ai tentativi Israeliti di catturare la città.

Ci fu un altro re di Gerusalemme, Arauna, durante e possibilmente prima, controllo di David della città, secondo la narrazione biblica, che probabilmente era il re Gebuseo di Gerusalemme.
La città, secondo il racconto biblico, fu ampliata a sud e dichiarata da David ad essere la capitale del Regno d'Israele.
David anche, secondo per la documentazione di Samuel, aveva costruito un altare nella medesima posizione che egli aveva acquistato da Arauna, una parte degli studiosi biblici visualizzano questo come un tentativo di dare un fondamento di Israelita ad un santuario preesistente, dunque, in disaccordo dalla favolesca narrativa che conosciamo oggi.

http://criticatestuale.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=114849&yy=2010&mm=10&p=38


RispondiCitazione
Condividi: