Come un sacrificio ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Come un sacrificio di "innocenza" di Moll


yahuwah
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 1142
Topic starter  

Come un sacrificio di "innocenza" :"figli da amare". Pedofilia

Molestie del bambino ("Molestarli." conosciuto anche come pedofilia) è quando un adulto si impegna in intimo contatto sessualmente correlato con un bambino di età generalmente accettata prima del completamento della pubertà. È anche uno dei più antichi e più sacri rituali del culto romano dal XIV secolo: il "sacrificio d'innocenza" dei bambini a Moloch senza dover uccidere fisicamente, come era stata la tradizione sotto il culto di Cibele e Moloch.

Etimologia della parola "Molestia"
Le parole di Molestazione/Molestia provengono dal XIV secolo dal termine religioso "Mollista" creato da Moll (dal latino Mollis che significa "morbido, debole, giovane bambino/ragazzo) e Ista (latino suffisso utilizzato per indicare l'aderenza a una certa dottrina o personalizzata).
Il significato originale ufficiale e religioso di Molest (Mollista) è " l'aderenza alle dottrine e tradizioni " del Culto Romano, riguardanti i figli/ragazzi morbidi, deboli e giovani a Moloch da sacerdoti e dal clero.
Le definizioni comuni attribuiscono a "molestarli" — dal significato molestus tardo latino
"fastidioso, sgradevole, fastidioso" è deliberatamente fuorviante e progettati per nascondere l'origine religiosa e il significato religioso della parola.
Ad esempio, le parole latine laedo/ledo che significa "sciopero, colpire, ferire, danni, offendere, infastidire, violare" erano in uso storico per centinaia di anni per definire l'esatto stesso con che ha affermato significati di molestus, sfidando una spiegazione razionale, perché era necessaria una nuova parola come "mollista" (molestus), a meno che non fosse un diverso significato implicito.
Per aggiungere la confusione, la parola Molestia è stata alterata nuovamente nel suo apparente significato "comune" da essere introdotto nel diritto scozzese nel 1456, significa "il molesto di una persona in suo possesso o l'occupazione delle terre" come pure nella legge dei comuni inglesi come "pregiudizio inflitto a un'altra."

Come un sacrificio di "innocenza" di Moll (moloch)

In dispetto degli sforzi deliberati a confondere sia l'origine e la chiave originale del significato religioso della parola "Molest", esiste una prova evidente di un secondo importante significato della parola in relazione al significato comune di Moll nel XIV secolo in poi.
In Inghilterra, la parola Moll dal XVI secolo divenne un eufemismo comune per "criminale" e le prostitute divennero note comunemente come "Donne" — il credito è una versione ridotta di Maria, come una diversione ridicola.
Tuttavia, prima che la parola Moll diventasse associata apertamente alla nozione di criminale, sembra che la parola è stata utilizzata almeno dal XIII secolo come una versione abbreviata del nome di Moloch e azioni intraprese in nome di Moloch, o "Donne".
Questo ci dà quindi un secondo significato religioso importante e credibile associato alla parola "Molest" essere "l'aderenza alle dottrine e tradizioni del Culto Romano riguardanti i morbidi, deboli e giovani bambini/ragazzi e un sacrificio a Moloch.

L'espressione clinica della moderna pedofilia

Il termine pedofilia (prima registrato nel 1951) è un termine moderno, creato da parole greche (generazione paidos) "bambino" (vedi pedo-) + philos "amare".

Contrariamente all'opinione pubblica, il termine pedofilia ha il significato letterale infelice di "figli da amare", che l'azione penale dell' abuso. Mentre pedofilia non ha assolutamente alcun significato religioso come una parola, il suo uso continuato come termine per descrivere la molestia e pedofilia è fuorviante — che implica quelli marchiati come "pedofili" hanno alcuna emotiva empatia verso loro vittime (implicito da philes/philos-amore).

La storia religiosa e sistematica di abuso di bambini

Finora, il culto romano, altrimenti noto come il Vaticano è l'unica organizzazione nella storia, di orchestrare come una cerimonia religiosa "sacra" l'incoraggiamento sistematico e diffuso del suo clero all'abuso di bambini dalla fine del XIV secolo.
L'abuso fisico e mentale di decine di milioni di bambini per 700 anni da parte del clero del Vaticano è il più grande ed ininterrotto "anello di abuso di bambino" di tutti i tempi, ancora in completa operazione tutto suo al sacerdozio di oggi.
La motivazione di tale male rimane la dedizione dell'innocenza dei bambini di Dio al demone del sacrificio Moloch consciamente o inconsciamente dal clero Cattolico e da alcuni del clero cristiano.
A causa di mancanza di comprensione dei termini religiosi e il vero significato delle parole, alcuni genitori con figli sotto la cura di clero credono erroneamente che il culto romano del Vaticano hanno apertamente ripudiato l "atto sacro" di molestia, è un falso assunto.
Il Vaticano – sempre preciso con le loro parole — ha condannato la pedofilia che è un termine moderno, che non ha assolutamente nulla a che fare con il culto antico di Moloch, né il termine religioso molestarli/molestie.
Nessun genitore, che i valori della santità dell'innocenza dei loro figli dovrà mai credere che i loro bambini sono sicuri nelle mani del clero Cattolico fino a quando il culto romano e il Vaticano sarà sciolto.
Fino a quel giorno, tutti i bambini a cura del clero Cattolico rimangono a rischio estremo in tutto il mondo da tali molestie è in corso.


Citazione
volturno
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 149
 

Animali, molestia è parola latina classica.


RispondiCitazione
Condividi: