comune di Roma , me...
 
Notifiche
Cancella tutti

comune di Roma , meno Caltagirone più francesi in ACE


Scifraroc
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 243
Topic starter  

Comune Roma, Virginia Raggi cambia interlocutore per rifiuti e acqua: meno Caltagirone, più francesi in Acea

Il costruttore romano cederà il 10,8% della società a Gdf-Suez che diventerà così il primo azionista privato della società. Da Parigi finora hanno sostenuto la strategia dell'ad Irace, mentre il Movimento 5 Stelle intende cambiare i vertici

di Fiorina Capozzi | 28 luglio 2016
Non sarà facile per Virginia Raggi cambiare le regole in Acea. D’ora in poi il sindaco di Roma dovrà vedersela con francesi diGdf-Suez diventati un socio ingombrante grazie ad una mossa a sorpresa di Francesco Gaetano Caltagirone. Il costruttore-editore romano cederà infatti al gruppo d’Oltralpe buona parte (il 10,8%) delle azioni (15,8%) detenute nella società controllata dal Campidoglio (51%). In cambio Caltagirone riceverà il 3,5% di Gdf-Suez nell’ambito di un’operazione dal valore di 293 milioni di euro.
Il costruttore-editore capitolino diventerà quindi il terzo socio del gruppo francese, mentre Gdf-Suez sarà il primo azionista privato della società romana dell’acqua e dell’elettricità con una quota del 23,3 per cento. “L’operazione sarà realizzata tramite emissione di nuove azioni (circa il 3,5% del capitale) nel quadro della rinegoziazione di un progetto di cooperazione industriale di lungo periodo in via di finalizzazione con Caltagirone”, hanno spiegato fonti Suez.
Con questa mossa, Caltagirone tiene fede alle promesse fatte già prima della vittoria del Movimento 5 Stelle al Campidoglio e mette in atto una strategia di internazionalizzazione grazie ai consolidati rapporti con i soci francesi di Acea. Alla giunta Raggi spetterà ora l’arduo compito di interloquire con l’azionista industriale transalpino che in passato ha sostenuto, assieme a Caltagirone, la nomina dell’attuale amministratore delegato di Acea, Alberto Irace. Proprio il rinnovo del consiglio di amministrazione di Acea, previsto a marzo 2017, potrebbero essere il primo banco di prova nei rapporti fra il Campidoglio e i soci d’Oltralpe.
Il sindaco di Roma non ha mai fatto mistero della volontà di cambiare i vertici di Acea. I francesi, invece, hanno finora sostenuto l’attuale strategia di Irace che conta sulla fine anticipata del suo mandato per intascare una consistente buonuscita. Difficile fare pronostici. Ma per ora da Parigi arriva un messaggio distensivo: “Roma ha grandi problemi con il trattamento dei rifiuti e un gruppo come il nostro può essere d’aiuto”, ha spiegato all’agenziaReuters il numero uno di Suez, Jean-Louis Chaussade, lasciando intendere l’intenzione del gruppo di sostenere Acea in un percorso di crescita di lungo periodo.
Ma non è tutto oro quel che luccica. Fra i motivi che hanno spinto Caltagirone a farsi da parte c’è infatti la difficoltà nel raggiungere un compromesso con il Movimento 5 Stelle sulla gestione dell’azienda. Difficoltà che non è detto siano superate con i soci francesi. Quindi se da un lato le banche d’investimento si felicitano per gli effetti positivi dell’operazione sul titolo Acea, dall’altro per l’azienda si apre una nuova era tutta da immaginare.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/28/comune-roma-virginia-raggi-cambia-interlocutore-per-rifiuti-e-acqua-meno-caltagirone-piu-francesi-acea/2939899/


Citazione
Eshin
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 3620
 

Un passo preparato da tempo.

ACEA, Suez primo azionista e Caltagirone entra nel capitale dei francesi

Si rafforzano i rapporti italo-francesi nell'energia. La compagnia Suez, attiva nella gestione dei rifiuti e dell'energia elettrica, ha acquistato una ulteriore quota di ACEA, passando dal 12,5% al 23,3% del capitale, mediante l'acquisto di azioni dell'impresa romana Caltagirone attualmente al 15,8%.

Suez diventa così il primo socio della municipalizzata capitolina, mentre la Caltagirone, in cambio, ha fatto ingresso nel capitale di Suez con una quota del 3,5% del capitale, valutato 293 milioni di euro, diventando il terzo maggior azionista del gruppo francese.

Il gruppo Caltagirone, cui fa capo anche la Cementir Holding, prosegue così un percorso di internazionalizzazione, dopo l'annuncio dell'acquisto delle attività di Heidelberg Cement in Belgio ad inizio settimana.

Intanto, le due società hanno reso noti oggi i risultati del semestre.

Suez chiude il periodo con un utile netto in crescita del 23,7% a 174 milioni di euro, sopra le attese, ed un fatturato in aumento del 2,2% a 7,45 miliardi di euro.

Acea ha chiuso il semestre con un utile netto di 149,5 milioni di euro (+50,6% rispetto all'analogo periodo del 2015) e ricavi in calo del 3,8%a 1.386,7 milioni.
ACE12,45+6,78%

http://www.teleborsa.it/News/2016/07/28/acea-suez-primo-azionista-e-caltagirone-entra-nel-capitale-dei-francesi-189.html

"L'aumento della quota azionaria di Acea in mano a una multinazionale straniera non è mai una buona notizia". Lo dichiara in una nota l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

"In tutte le grandi città italiane, in particolare in quelle che devono gestire servizi pubblici essenziali - continua Alemanno - è preferibile che la maggioranza delle azioni di questo tipo di aziende, sia pubblica che privata, resti saldamente in mani italiane. Durante il mio mandato da sindaco ho collaborato con i vertici di Gdf Suez, e rispetto questa grande realtà. Ma credo che in ogni caso - prosegue - la presenza dei capitali stranieri debba restare marginale in Acea. Per questo suggerisco al sindaco Raggi di proporre all'assemblea degli azionisti un aumento di capitale azionario - spiega Alemanno - puntando sull'azionariato popolare dei cittadini romani e dei dipendenti dell'azienda. In questo modo si potrà garantire il radicamento territoriale di una multiutility così importante"

https://it.notizie.yahoo.com/acea-alemanno-su-suez-suggerisco-raggi-azionariato-popolare-165917148.html


RispondiCitazione
Eshin
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 3620
 

Un passo preparato da tempo.Caltagirone entra nel capitale dei francesi .

ACEA, Suez primo azionista e Caltagirone entra nel capitale dei francesi

Si rafforzano i rapporti italo-francesi nell'energia. La compagnia Suez, attiva nella gestione dei rifiuti e dell'energia elettrica, ha acquistato una ulteriore quota di ACEA, passando dal 12,5% al 23,3% del capitale, mediante l'acquisto di azioni dell'impresa romana Caltagirone attualmente al 15,8%.

Suez diventa così il primo socio della municipalizzata capitolina, mentre la Caltagirone, in cambio, ha fatto ingresso nel capitale di Suez con una quota del 3,5% del capitale, valutato 293 milioni di euro, diventando il terzo maggior azionista del gruppo francese.

Il gruppo Caltagirone, cui fa capo anche la Cementir Holding, prosegue così un percorso di internazionalizzazione, dopo l'annuncio dell'acquisto delle attività di Heidelberg Cement in Belgio ad inizio settimana.

Intanto, le due società hanno reso noti oggi i risultati del semestre.

Suez chiude il periodo con un utile netto in crescita del 23,7% a 174 milioni di euro, sopra le attese, ed un fatturato in aumento del 2,2% a 7,45 miliardi di euro.

Acea ha chiuso il semestre con un utile netto di 149,5 milioni di euro (+50,6% rispetto all'analogo periodo del 2015) e ricavi in calo del 3,8%a 1.386,7 milioni.
ACE12,45+6,78%

http://www.teleborsa.it/News/2016/07/28/acea-suez-primo-azionista-e-caltagirone-entra-nel-capitale-dei-francesi-189.html

"L'aumento della quota azionaria di Acea in mano a una multinazionale straniera non è mai una buona notizia". Lo dichiara in una nota l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

"In tutte le grandi città italiane, in particolare in quelle che devono gestire servizi pubblici essenziali - continua Alemanno - è preferibile che la maggioranza delle azioni di questo tipo di aziende, sia pubblica che privata, resti saldamente in mani italiane. Durante il mio mandato da sindaco ho collaborato con i vertici di Gdf Suez, e rispetto questa grande realtà. Ma credo che in ogni caso - prosegue - la presenza dei capitali stranieri debba restare marginale in Acea. Per questo suggerisco al sindaco Raggi di proporre all'assemblea degli azionisti un aumento di capitale azionario - spiega Alemanno - puntando sull'azionariato popolare dei cittadini romani e dei dipendenti dell'azienda. In questo modo si potrà garantire il radicamento territoriale di una multiutility così importante"

https://it.notizie.yahoo.com/acea-alemanno-su-suez-suggerisco-raggi-azionariato-popolare-165917148.html


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 16537
 

"L'aumento della quota azionaria di Acea in mano a una multinazionale straniera non è mai una buona notizia". Lo dichiara in una nota l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Alemanno è stato sindaco di Roma..
Per cui qualcosa ne sa.

I grillini sono avvertiti.


RispondiCitazione
venezia63jr
Noble Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 1229
 

GDF suez e' padrona di tutta l'italia.


RispondiCitazione
Condividi: