ex gladiatore Arcon...
 
Notifiche
Cancella tutti

ex gladiatore Arconte:Rai ha distrutto prove su via Fani


helios
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

L’ex “gladiatore” Arconte e le prove sul caso Moro scomparse nelle stanze della Rai
Secondo l'ex 007 di Gladio «la Rai ha distrutto prove fondamentali e inconfutabili all'identificazione dei mandanti della strage di Via Fani»

Pubblicato il 16 gennaio 2015 da Lettera35 in Misteri italiani // Nessun commento

L’ex agente segreto e gladiatore, Antonino Arconte, ha annunciato sul suo profilo Facebook che il 16 gennaio si recherà presso la direzione generale della Rai per far eseguire la sentenza del tribunale di Oristano che obbliga la stessa azienda a restituire i documenti originali e le perizie sugli stessi che Arconte consegnò anni fa per un servizio di Rai 3 e che non gli sono più stati restituiti.

«Domani (oggi, ndr) – ha spiegato Arconte – sarò alla sede Rai di viale Mazzini e Saxa Rubra con l’ufficiale giudiziario a eseguire la sentenza che ho pubblicato sul blog. La Rai ha distrutto prove fondamentali e inconfutabili all’identificazione dei mandanti della strage di Via Fani, e del sequestro e omicidio dell’on. Moro. E’ stata condannata per questo ma nessuno dei media nazionali, nemmeno quelli della concorrenza Rai, ha dato la notizia che è pubblica e in giudicato dal 10 aprile 2013».

Si tratta solo di una nuova puntata della querelle tra lo Stato italiano e Nino Arconte, il gladiatore che sta combattendo quella che definisce «l’ultima missione» cioè far conoscere l’attività della Gladio militare, la struttura operativa almeno fino al 1986 quando l’ufficio da cui dipendevano i militari impegnati in missioni all’estero di intelligence, vere e proprie attività di spionaggio e di messa in sicurezza di personaggi o uomini importanti, venne improvvisamente cancellata.

Arconte ha reso pubblica una copiosa documentazione che è alla base di un libro, di un sito, di un cd-rom, di una serie di iniziative presso la Corte Europea, quella dei Diritti dell’uomo, presso la Corte dei Conti e presso diverse procure italiane. Il governo anni fa smentì l’autenticità, rispondendo ad una interrogazione di Giulio Andreotti, di uno dei molti documenti, forse il più clamoroso, resi noti da Arconte e cioè un ordine affidatogli a mano da consegnare a Beirut.

Quell’ordine arrivò a Arconte il 6 marzo 1978 da La Spezia in busta sigillata. Il gladiatore doveva partire per il Libano per consegnare un plico giallo contenente, come seppe più tardi, 5 passaporti italiani in bianco. Qualche giorno dopo, utilizzando la motonave Jumbo M. arrivò a Beirut dove consegnò il tutto a quello che, anni dopo, riconobbe essere il colonnello Mario Ferraro, futuro agente del Sismi morto suicida nel ’95.

La lettera conteneva un sollecito ai nostri servizi in Libano da parte del servizio informazione della Marina Militare ad attivarsi per ottenere dagli estremisti mediorientali la liberazione di Aldo Moro che, in effetti, non era stato ancora rapito. Mancavano circa una decina di giorni al 16 marzo 1978.

http://www.lettera35.it/arconte-prove-caso-moro-scomparse/


Citazione
Stodler
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3972
 

l’attività della Gladio militare, la struttura operativa almeno fino al 1986 quando l’ufficio da cui dipendevano i militari impegnati in missioni all’estero di intelligence, vere e proprie attività di spionaggio e di messa in sicurezza di personaggi o uomini importanti, venne improvvisamente cancellata.

Dismessa nel 1986? Che anima candida.....


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

l’attività della Gladio militare, la struttura operativa almeno fino al 1986 quando l’ufficio da cui dipendevano i militari impegnati in missioni all’estero di intelligence, vere e proprie attività di spionaggio e di messa in sicurezza di personaggi o uomini importanti, venne improvvisamente cancellata.

Dismessa nel 1986? Che anima candida.....

interessante notare che il topic parla dei documenti che la Rai ha distrutto e si va parare sull'anima candida (di chi non si sa).

Quando si dice restare in tema ❗


RispondiCitazione
Stodler
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3972
 

Dismessa nel 1986? Che anima candida.....

interessante notare che il topic parla dei documenti che la Rai ha distrutto e si va parare sull'anima candida (di chi non si sa).

Quando si dice restare in tema ❗

Volevo solo sottolineare il fatto che non credo affatto che Gladio sia stata dismessa nel 1986, il caso Alpi di qualche anno dopo dovrebbe far riflettere, la falange armata poi....

Per quanto riguarda il topic, questo tizio da le prove alla rai? Non poteva dare delle copie per denunciare pubblicamente la cose e riservare le prove vere per una eventuale inchiesta giudiziaria?


RispondiCitazione
Stodler
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3972
 

helios, che pungoloso che sei.


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

Stodler se rileggi bene :

Si tratta solo di una nuova puntata della querelle tra lo Stato italiano e Nino Arconte, il gladiatore che sta combattendo quella che definisce «l’ultima missione» cioè far conoscere l’attività della Gladio militare, la struttura operativa almeno fino al 1986 quando l’ufficio da cui dipendevano i militari impegnati in missioni all’estero di intelligence, vere e proprie attività di spionaggio e di messa in sicurezza di personaggi o uomini importanti, venne improvvisamente cancellata.

la struttura venne cancellata nel 1986 ... NON i MILITARI che ne facevano parte. Che cosa potevano fare se non fare quello che facevano prima?
E'il solito gioco delle tre carte, cancelli la struttura ma va avanti il tutto lo stesso con gli stessi uomini. Bisogna meravigliarsi ancora?

Per quanto riguarda il topic, questo tizio da le prove alla rai? Non poteva dare delle copie per denunciare pubblicamente la cose e riservare le prove vere per una eventuale inchiesta giudiziaria?

sempre dal topic:

Il governo anni fa smentì l’autenticità, rispondendo ad una interrogazione di Giulio Andreotti, di uno dei molti documenti, forse il più clamoroso, resi noti da Arconte e cioè un ordine affidatogli a mano da consegnare a Beirut.

è evidente che la Rai voleva gli originali se il governo aveva smentito l'autenticità di tali documenti come è evidente che la Rai aveva ricevuto ordini dal governo di non portare a conoscenza il pubblico riguardo i documenti di Arconte.
Pertanto le copie ci sono ma mancano gli originali che la Rai non ha restituito.


RispondiCitazione
Stodler
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3972
 

Stodler se rileggi bene :

Si tratta solo di una nuova puntata della querelle tra lo Stato italiano e Nino Arconte, il gladiatore che sta combattendo quella che definisce «l’ultima missione» cioè far conoscere l’attività della Gladio militare, la struttura operativa almeno fino al 1986 quando l’ufficio da cui dipendevano i militari impegnati in missioni all’estero di intelligence, vere e proprie attività di spionaggio e di messa in sicurezza di personaggi o uomini importanti, venne improvvisamente cancellata.

la struttura venne cancellata nel 1986 ... NON i MILITARI che ne facevano parte. Che cosa potevano fare se non fare quello che facevano prima?
E'il solito gioco delle tre carte, cancelli la struttura ma va avanti il tutto lo stesso con gli stessi uomini. Bisogna meravigliarsi ancora?

Per quanto riguarda il topic, questo tizio da le prove alla rai? Non poteva dare delle copie per denunciare pubblicamente la cose e riservare le prove vere per una eventuale inchiesta giudiziaria?

sempre dal topic:

Il governo anni fa smentì l’autenticità, rispondendo ad una interrogazione di Giulio Andreotti, di uno dei molti documenti, forse il più clamoroso, resi noti da Arconte e cioè un ordine affidatogli a mano da consegnare a Beirut.

è evidente che la Rai voleva gli originali se il governo aveva smentito l'autenticità di tali documenti come è evidente che la Rai aveva ricevuto ordini dal governo di non portare a conoscenza il pubblico riguardo i documenti di Arconte.
Pertanto le copie ci sono ma mancano gli originali che la Rai non ha restituito.

Appunto, su gladio non c'è scritto da arconte che i militari hanno continuato a fare quello che facevano prima. La mia era una osservazione, da quello che c'è scritto sembra che tutto si sia chiuso a quella data, comunque non cambia la sostanza.
Sul problema delle prove e della rai, ma se aveva fatto le perizie, alla rai non bastavano quelle? Quando ha consegnato le prove, non ha avuto dei dubbi visto che comunque la rai risponde a dei politici?
Comunque per carità vedremo in futuro...


RispondiCitazione
yakoviev
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1671
 

l’attività della Gladio militare, la struttura operativa almeno fino al 1986 quando l’ufficio da cui dipendevano i militari impegnati in missioni all’estero di intelligence, vere e proprie attività di spionaggio e di messa in sicurezza di personaggi o uomini importanti, venne improvvisamente cancellata.

Dismessa nel 1986? Che anima candida.....

Gli avranno cambiato nome, et voilà


RispondiCitazione
radisol
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 8261
 

Mah ... francamente Arconte non mi ha mai convinto ...

Sia perchè la cosa mi sembra assolutamente incredibile ... potevano pure richiedergli preventivamente i passaporti ma perchè mai dovevano pure rivelargli che Moro sarebbe stato rapito dieci giorni dopo ? Roba che nemmeno nei film ....

E comunque la fuga all'estero dopo le azioni non era certo nella logica brigatista di allora ... c'era da sviluppare l'organizzazione e, dopo Moro, le Br ebbero un allucinante boom di rischieste di arruolamento, lo stesso Moretti ammette che furono troppe ed assolutamente ingestibili al punto di rifiutarne parecchie .... e non sono mai risultati legami delle Br col Medio Oriente prima del 1979 e della famosa fornitura d'armi palestinese, peraltro concordata da Moretti a Parigi coi servizi dell' Est e non direttamente con l'Olp ... come del resto dimostra anche il tentativo di Santovito, fallito sul nascere, di mettere in piedi durante il sequestro una trattativa su Moro tramite i palestinesi ... che delle Br, in quel momento, non sapevano proprio nulla nè avevano il minimo contatto con queste ...

E comunque, eventuali "prove" casomai si consegnano alla magistratura e non a Rai3 ... non lo sa questo Arconte ?

Sul resto, non è che fino al 1986 esistesse solo Gladio ... c'erano tante "strutture segrete" di osservanza atlantica ... i Nuclei di Difesa di Amos Spiazzi ... c'era poi il "noto servizio" che pare rispondesse direttamente ad Andreotti anche nei periodi in cui costui non aveva incarichi di governo ... una specie di struttura personale ecc. ecc. ... c'erano poi strutture, sempre "atlantiche", ma più di osservanza "inglese" che non Usa come era invece Gladio ... tipo tutto quello che girava intorno ad Edgardo Sogno, Fumagalli ecc. ecc. ... ed anche il mitico Federico Umberto D'Amato, il "grande vecchio" di Romanzo Criminale che di fatto gestiva i servizi segreti civili, era più di osservanza "inglese" che non "amerikana" ....

Sinceramente, viste le sue particolarità "di massa" e molto legate alle vecchie logiche da "guerra fredda", io credo che Gladio sia effettivamente stata sciolta nel 1986 ... il che non vuol dire che non siano rimaste in piedi le altre strutture che dicevo ... o che la stessa Gladio, ridimensionata nei numeri e alleggerita da tanti "mangiastipendio" inutili ( anche lì corruzione e clientelismi imperavano), sia in qualche modo stata riciclata in altre forme ... certo, almeno in alcune vicende estere, tipo il caso di Ilaria Alpi ma forse anche l'uccisione di Calipari in Iraq, un qualcosa del genere credo si sia manifestato ...

Ma si tratta oggettivamente di "compiti" diversi rispetto al "fronte interno" che era stato affidato a Gladio nel dopoguerra ...


RispondiCitazione
Stopgun
Prominent Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 920
 

Mah ... francamente Arconte non mi ha mai convinto ...

c'erano poi strutture, sempre "atlantiche", ma più di osservanza "inglese" che non Usa come era invece Gladio ... tipo tutto quello che girava intorno ad Edgardo Sogno, Fumagalli ecc. ecc. ... ed anche il mitico Federico Umberto D'Amato, il "grande vecchio" di Romanzo Criminale che di fatto gestiva i servizi segreti civili, era più di osservanza "inglese" che non "amerikana" ....

.

Bravo Radisol, ti stai avvicinando...


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

Mah ... francamente Arconte non mi ha mai convinto ...

Sia perchè la cosa mi sembra assolutamente incredibile ... potevano pure richiedergli preventivamente i passaporti ma perchè mai dovevano pure rivelargli che Moro sarebbe stato rapito dieci giorni dopo ? Roba che nemmeno nei film ....

le cose incredibili nel caso Moro è solo questa?
Direi che ce ne sono molte ma molte altre prima, e infatti qui si parla di PRIMA del rapimento Moro.

Non si capisce come mai si pongano interrogativi tipo: potevano pure richiedergli preventivamente i passaporti ma perchè mai dovevano pure rivelargli che Moro sarebbe stato rapito dieci giorni dopo ?
mentre ci si dovrebbe chiedere come mai qualcuno sapeva del rapimento Moro diverso tempo prima e se solo questi sapevano del rapimento e non altri. Il che non è credibile visto che qualcuno si stava attivando all'estero per questo, che da solo fosse a conoscenza di questo.

Se non è nemmeno un film il caso Moro ha un copione scritto e se qualcuno ne rivela qualche particolare c'è sempre qualcun altro che non sa mettere unite le varie scene perciò le definisce incredibili.
D'altra parte il reality messo in scena è servito a nascondere i fatti veri.
Un bel doppione.

Nello specifico di questa vicenda, non si capisce perchè mai la Rai non vuole restituire i documenti originali ad Arconte.


RispondiCitazione
radisol
Illustrious Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 8261
 

1) Bisogna vedere se esistono veramente questi documenti e di cosa si tratta .... curioso che da una parte si vede Gladio all'origine di qualsiasi cosa sporca avvenuta in Italia ... quando invece, come dicevo, le "entità" che giocavano erano anche molte altre, svariate e multiformi .... e dall'altro si dia invece una enorme credibilità ai componenti di Gladio qualsiasi cosa dicono ... e se si trattasse invece dell' ennesimo depistaggio in materia ? Tutto sommato la "pista mediorientale" è un classico di tutti i depistaggi, basti vedere quanto si è tentato di inventare sulla strage di Bologna e poi è risultato una immensa "bufala" appunto depistante ...

2) Non escludo affatto, comunque, che se questi documenti esistono veramente e contengano altrettanto veramente elementi "sconvolgenti", qualche manina alla Rai li abbia fatti sparire ... e qui ripeto la domanda ... se questo Arconte non è l'ennesimo depistatore e/o "pataccaro" che si inserisce nella vicenda, perchè mai questi documenti, invece di darli alla Rai, non li ha consegnati alla magistratura ? e soprattutto perchè non ne ha conservata per se almeno una copia ?

3) Perchè anche questo Arconte, come tanti altri prima di lui, se ne esce solo 35 anni dopo ?


RispondiCitazione
Condividi: