Firenze, bimbo maln...
 
Notifiche
Cancella tutti

Firenze, bimbo malnutrito. Ma il veganesimo non c’entra


Tao
 Tao
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 33516
Topic starter  


A Firenze un bambino di nemmeno un anno è stato ricoverato perché gravemente malnutrito, sotto accusa le scelte vegane dei genitori

Non si sa molto della brutta storia che ha portato al ricovero un bimbo di 11 mesi per malesseri attribuiti dalle analisi del sangue a carenze nutritive (il piccolo non era sottopeso). La cosa certa è che i genitori sono vegani e la rete – nella dura guerra ideologica che oggi oppone i carnivori ai non carnivori – ha preso al balzo la notizia per attaccare le scelte alimentari di chi evita di mangiare carne e/o pesce e/o derivati.

Eppure, da quel che si sa al momento, il veganesimo c’entra poco con i problemi di questa coppia di Pontedera a crescere un figlio. Prima di tutto, a quanto pare, non si sa se il piccolo sia mai stato seguito da un pediatra. Lo stile di vita alimentare dei due, e la loro scelta di imporlo al figlio, può certamente essere discussa, ma non pare il problema centrale di un bimbo che definirei semplicemente trascurato. La dieta vegana è apprezzata da molti esperti, anche per i bambini, e anche da giudici che in passato hanno già sentenziato sulla legittimità di nutrire un figlio secondo quei criteri. Ovviamente con le dovute cautele e seguendo precisi criteri, specie per bimbi così piccoli.

Se infatti recentemente un giudice ha imposto la carne al figlio di una madre macrobiotica, in altre occasioni, qui descritte, è successo il contrario, e un giudice ha stabilito la libertà di dieta vegana per una bimba di 5 anni. Come mi confermò allora Lucilla Titta, nutrizionista e ricercatrice dello Ieo (nient’affatto vegana), e consulente scientifica di quel giudice, “la dieta vegana, vegetariana o macrobiotica può essere tranquillamente una dieta buona ed equilibrata, e anzi, in genere è più facile che sia ben nutrito il figlio di vegani, che non il figlio di genitori ‘tradizionali’, spesso poco interessati a quel che si mangia e alla sua qualità e a volte da questo dipende il nostro 30% di bambini sovrappeso che ci pone tra i peggiori in Europa”.

A Milano per esempio, tra genitori vegani, macrobiotici e vegetariani, si va da un pediatra molto famoso, Leonardo Pinelli, vegano, e medico di una nutrita schiera di bambini sani e vigorosi, e come lui ce ne sono molti altri. È certamente fondamentale essere aiutati da un esperto, come detto specie se si tratta di bambini, perché la dieta senza carne o senza carne e derivati deve essere per forza riequilibrata aggiungendo altri e specifici alimenti. Ma che le diete vegane o vegetariane siano pericolose tout court, o che i “veggie” siano pazzi scatenati pronti a tutti pur di salvare gli animali, sono idee sbagliate e odiose, che non fanno altro che creare confusione sulle legittime scelte di una minoranza in crescita, anche in Italia.

Michela Dell’Amico
Fonte: www.wired.it
Link: http://www.wired.it/lifestyle/food/2015/07/03/firenze-bimbo-malnutrito-veganesimo-non-centra/
3.07.2015


Citazione
Luca Martinelli
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1984
 

miei cari, questa diatriba non finirà mai. Io so solo che la natura ha previsto il latte come unico alimento per i cuccioli anche umani. Ognuno tragga le sue conclusioni. Comunque a me interessa solo che i bambini vengano risparmiati da queste storie. Le persone civili farebbero in modo che fossero loro stessi a scegliere, una volta diventati grandi.


RispondiCitazione
Teopratico
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 262
 

L'articolo afferma che probabilmente la dieta imposta al bimbo in questione non c'entra nulla senza portare alcuna prova, lo stabilisce perché esistono altri bambini che seguono la dieta vegana e sono sanissimi. E sono sani perché seguiti da eminenti medici, altrimenti, ammette l'articolista, sarebbero guai per loro. Ora, io dico, nemmeno gli istinti più radicati nell'essere umano possono essere semplicemente soddisfatti, nossignore, l'alimentazione é qualcosa di talmente complesse che per ogni bambino ci vuole un pediatra, un dietologo, uno psicologo, un sessuologo etc. Se la crisi economica non avanzerà ulteriormente mi attendo ulteriori degenerazioni, che so? Magari qualcuno se ne uscirà che non bisogna respirare semplicemente, che bisogna insegnare ai bambini a respirare col ventre, senza gonfiare il petto, oppure che bisogna respirare con delle mascherine sul viso per evitare di uccidere insetti e moscerini. O tempora, o mores...


RispondiCitazione
patrocloo
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 567
 

No dico, ma avete letto da dove è stato ripreso l'articolo?
Da wired, uno dei massimi dispensatori di cazzate di inizio millennio.
Quindi, con tutta probabilità, il veganismo c'entra eccome con la malnutrizione di quel povero bimbo.


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 30947
 

Articolo di propaganda con tanto di spot finale a favore del pediatra vegan di riferimento nella Milano che conta.......patetico.

Io guardo i centenari sardi e mi accorgo che essi mangiano poca carne di qualità........mio nonno, sardo, invece era un vegetariano ante litteram (sopranominato il "verdura" per la sua bizzarra scelta di vita) ed è morto a 72 anni. Nulla di evidente dal punto di vista statistico, anche perché è morto 35 anni fa......ma i suoi amici onnivori sono comunque vissuti più a lungo.


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1029
 

No dico, ma avete letto da dove è stato ripreso l'articolo?
Da wired, uno dei massimi dispensatori di cazzate di inizio millennio.
Quindi, con tutta probabilità, il veganismo c'entra eccome con la malnutrizione di quel povero bimbo.

l'ennesimo giornale - spazzatura...


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 30947
 

No dico, ma avete letto da dove è stato ripreso l'articolo?
Da wired, uno dei massimi dispensatori di cazzate di inizio millennio.
Quindi, con tutta probabilità, il veganismo c'entra eccome con la malnutrizione di quel povero bimbo.

Sicuramente!

Sull'argomento segnalo il mio sito preferito sul tema dieta:

http://sanipersempre.com/?s=vegani&submit=Cerca


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 30947
 

il veganesimo c’entra poco con i problemi di questa coppia di Pontedera a crescere un figlio. Prima di tutto, a quanto pare, non si sa se il piccolo sia mai stato seguito da un pediatra. Lo stile di vita alimentare dei due, e la loro scelta di imporlo al figlio, può certamente essere discussa, ma non pare il problema centrale
3.07.2015

e invece lo è, perchè spesso e volentieri i vegani non si limitano a pensare"PER ME la carne e il latte e derivati fanno male, IO non la mangio", ma pensano che chi la mangia è un criminale, che il pediatra che la dà ai bambini è pagato dai produttori di carne, e via andando. Da qui a dire "io mio figlio da un pediatra che dice di mangiar carne non ce lo porto, tanto so che il vegan fa bene, e quindi non ce n'è nessun bisogno" il passo è brevissimo..


RispondiCitazione
Tao
 Tao
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 33516
Topic starter  

Queste notizie sono sempre sconcertanti. Prima di accusare i genitori che possono essere anche responsabili, è necessario capire quanto siano stati assistiti da pediatri, oppure se come spesso succede, abbandonati al proprio destino.

In Italia oggi esistono 5 milioni di vegetariani con i vegani sono in continua crescita.
L'alimentazione vegetariana, anche vegana, è ritenuta dalla comunità scientifica (Accademia Americana di Nutrizione e Accademia Americana di Pediatria) sicura, SE BEN PIANIFICATA, in tutte le fasi della vita dell'uomo: gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia, adolescenza, adulto e addirittura atleta.
Il problema è che in Italia, come in altre nazioni, le Facoltà di Medicina, non prevedono un esame di dietetica e nutrizione, quando il 90% delle malattie gravi dipende da errori nutrizionali.

I medici, anche pediatri, in presenza di una famiglia vegana, che richiede un divezzamento vegano, lo sconsigliano fortemente, perché ritenuto rischioso, creando inutili allarmismi. Quando invece, i bambini divezzati con una alimentazione vegana ben pianificata da pediatri esperti, crescono in modo ideale (stessa altezza e minor massa grassa degli onnivori) e soprattutto con difese immunitarie molto più sviluppate, in quanto il 75% degli anticorpi viene prodotto da batteri probiotici nell'intestino, che crescono e si mantengono in un ambiente a loro favorevole: presenza di fibra e assenza di proteine animali acidificanti.

Pochi minuti fa ho risposto ad un'intervista di una giornalista de La Nazione di Firenze, chiarendo che nella mia esperienza professionale, la responsabilità dei genitori che affrontano la scelta vegana per i loro figli con il "fai da te" è dovuta alla scarsa competenza pediatrica in questo settore.
Per fortuna che in alcune Regioni i pediatri hanno chiesto alle rispettive ASL corsi di formazione, sul divezzamento vegetariano-vegano, perché consapevoli del numero crescente delle richieste da parte dei genitori e della loro inadeguatezza in questo ambito.

Leonardo Pinelli (Pediatra ed Endocrinlogo vegano, vicepresidente SSNV, spiega in che misura l'alimentazione vegana si addice perfettamente alle fasi della vita, compresi la gravidanza, la prima e seconda infanzia)
Fonte: https://www.facebook.com/leonardo.pinelli.96?fref=t
2.07.2015


RispondiCitazione
Teopratico
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 262
 

Genitori "abbandonati a se stessi". Continuo a rimanere esterrefatto, se una mamma non è in grado di svezzare il proprio bimbo, se una mamma non sa nutrire un neonato, se una mamma per adempiere al suo ruolo primario deve obbligatoriamente essere assistita dalla medicina e dagli scienziati siamo condannati all'estinzione.


RispondiCitazione
Condividi: