Notifiche
Cancella tutti

GB: verso l'eugenetica


vic
 vic
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 6373
Topic starter  

Da:
http://www.gdp.ch/editoriali/embrioni-merce-laboratorio-id108725.html

Editoriali - Verso l'eugenetica
Embrioni, merce da laboratorio
L'editoriale di Gregorio Schira all'indomani del via libero in Gran Bretagna alla manipolazione genetica degli embrioni a scopo di ricerca. La pratica prevede l'uccisione di decine di vite, il cui dono pero' non dipende da noi.

di Gregorio Schira - 11 febbraio 2011

Il via libera britannico alla manipolazione genetica di embrioni a scopo di ricerca e' un vero e proprio pugno nello stomaco. Non del tutto inaspettato, a dire il vero (lo scorso anno la stessa notizia era gia' giunta dalla Cina, era inevitabile che prima o poi avvenisse anche da noi), ma non per questo meno violento. Anzitutto, prima ancora di qualsiasi riflessione sulla possibilita' di derive eugenetiche, per un fatto evidente: l'utilizzo di decine di embrioni per questo genere di esperimenti implica, come candidamente dichiarato dai ricercatori, la distruzione degli stessi alla fine del procedimento (al massimo sette giorni dopo la fecondazione). In parole semplici, tutto cio' porta all'uccisione di decine di vite (e tra parentesi, ricordiamo a chi pensa che si tratti di semplici "ammassi di poche cellule" che nessuna ricerca scientifica ha mai dimostrato che non si possa parlare - gia' a quei primissimi stadi - di vite umane a tutti gli effetti).

Gia' questo dovrebbe bastare per far saltare sulla sedia chiunque. Eppure cio' non avviene. Non piu'. Non in questa stanca societa', disorientata a tal punto da non comprendere nemmeno cio' che vi e' di piu' evidente. In fondo che c'e' da stupirsi? Se anche in Svizzera si e' pronti a distruggere decine di embrioni (ogni volta) per permettere la diagnosi preimpianto, perche' mai scandalizzarsi se una ricercatrice britannica chiede di poterne distruggere al massimo 120? In fondo e' per la ricerca, in fondo e' per salvare vite future (questo almeno e' lo scopo dichiarato). In fondo e' per compiere un passo avanti.

Ebbene, proprio qui sta il punto. Perche' a volte i "passi avanti" sono invece enormi passi indietro. Lo sono quando la tecnica, la scienza, la ricerca vengono usate - come ha recentemente denunciato il Papa - "in modo lesivo della dignita' umana" e guidate "unicamente da scopi industriali e commerciali"; quando si e' disposti a sfruttare una donna (e il suo utero) pur di avere un figlio; quando si e' pronti a sacrificare vite umane per rincorrere il desiderio (ritenuto a volte addirittura un diritto) di mettere al mondo un bambino sano. Quando si perde di vista la persona (e la sua difesa dal concepimento alla morte naturale) per seguire i nostri egoistici desideri.

Quando pretendiamo di farci padroni di qualcosa (il dono della vita) che invece non dipende da noi. E, a questo punto, dopo milioni di anni, dovremmo averlo capito.

Articoli correlati:

Cosi' la Gran Bretagna "modifica" gli embrioni:
http://www.gdp.ch/mondo/cosi-la-gran-bretagna-modifica-gli-embrioni-id108592.html

Il Papa: "Gli embrioni non sono materiale scartabile":
http://www.gdp.ch/catholica/gli-embrioni-non-sono-materiale-scartabile-id108073.html


Citazione
Black_Jack
Noble Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 1577
 

L'eugenetica è assolutamente inevitabile.
È ovvio che se esistono le condizioni tecnologiche per realizzarla chi avrà le disponibilità economiche lo farà. Oggi probabilmente siamo ancora lontani da una vera eugenetica tipo il film Gattaca o "A brave new world" di Huxley ma già si possono selezionare gli spermatozoi.
Fra pochissimo, potrebbe essere meno di dieci anni ma magari già adesso, si passerà alla costruzione di una umanità superiore.
Il che, questa è la cosa più importante, permetterà alle classi dominanti di separarsi definitivamente dalle classi subalterne nel senso che diventeranno non solo "classe superiore" ma "una specie diversa".

Precisamente questo - nelle medesime parole - era il vero piano di Kalergi nel suo "Praktischer Idealismus": non quella stupidaggine dei comolottisti del qeb che vanno dicendo che Kalergi voleva ibridare la pura razza del popolo europeo con gli immigrati africani in modo da indebolirla.
Kalergi il popolo non lo considera proprio e comunque ritiene che siano già dei meticci.
Quello che diceva era che voleva ibridare l'aristocrazia europea con gli ebrei in modo da generare una razza piu intelligente, piu forte di carattere, piu bella e piu vigorosa sessualmente.
Lo scopo finale lo enunciava lui stesso in tono trionfale: passare da una ingiusta diseguaglianza "naturale" a una ingiusta eguaglianza (quella a cui tendeva il socialismo che alla sua epoca era in forte ascesa) per arrivare a una GIUSTA DISEGUAGLIANZA fondata sulla selezione eugenetica

Alla eugenetica si arriverà comunque, bisogna vdere se sarà per tutta la comunità umana nel suo insieme p per una sua particolare classe che vuole in quel modo rinchiudersi definitivamente in un mondo di privilegio sostenuto dal monopolio della tecnologia e dal lavoro delle classi subalterne rese "finalmente" incapaci di qualsiasi ribellione...si "arriverà"? O ci siamo arrivati già da qualche decennio?


RispondiCitazione
olmo
 olmo
Estimable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 209
 

Anche io penso che l'eugenetica sia inevitabile, non perchè sia auspicabile, ma perchè si conforma alla società contemporanea.
Se ci pensate bene quando facciamo una amniocentesi o una ecografia al feto serve appunto a questo, verificare difetti e se confermati eliminare.
La pratica dell'aborto è essa stessa una pratica collocabile in quella sfera.
Conosco diverse persone che hanno praticato aborti e nessuna di queste aveva
"veri" problemi economici, semplicemente "selezionavano" un altro tempo più conforme alle esigenze personali rispetto alla nascita di un bambino.
E con questo mi guardo bene dall'esprimere giudizi sulle persone, che conosco e tutte ottime.
Quindi l'eugenetica oggi è probabilmente più praticata che non ai tempi del fuhrer, non per selezionare eletti ma cittadini conformi ai tempi della società,
di conseguenza quello che succederà ai piani alti sarà direttamente proporzionale agli interessi "alti".


RispondiCitazione
vic
 vic
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 6373
Topic starter  

Cavolo, se capisco bene aveva in mente di selezionare geneticamente le persone a seconda del loro compito nella societa':

- minatore: robusto, resistente, dall'ottima vista notturna, adatto a dormire sottoterra; muore appena le braccia diventano deboli, evita la luce del sole
- giocatore di pallacanestro: alto almeno 3 m, braccia lunghe da orango, muore a ca 40 anni, non essendo piu' utile
- illuminato: sistema immunitario potenziato cosi' non si ammala mai, non invecchia e vive fino a 8mila anni.
- politico: ha meta' cervello da canide, cosi' obbedisce meglio, vita breve

ecc.

Anche senza Kalergi, le forze del mercato a questo arriveranno.


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 4930
 

E poi si eliminano i rischi.

Come coi futures.


RispondiCitazione
haward
Honorable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 695
 

Mappare il DNA non significa, automaticamente, conoscere gli intimi meccanismi che regolano la vita e lo sviluppo degli esseri viventi. Al momento i miliardi di dollari e sterline investiti per avere un ritorno "pratico" nelle centinaia di aziende del settore genetico, sono finiti nel cesso. Con buona pace degli appassionati del genere.


RispondiCitazione
Condividi: