Ieri sono andata a ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Ieri sono andata a un funerale

Pagina 2 / 2

Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 30947
 

In nome di tutte queste cazzate si continua a giustificare l'uso, lo sfruttamento e l'uccisione degli altri animali.

Una cosa è certa e mi domando come si possa essere tanto accecati dalla fede da non capire che: il dolore, la sofferenza, la morte, la schiavitù, sono reali. Gli allevamenti, i mattatoi, i laboratori di vivisezione sono reali.

Che cavolo c'entra questo con quello che ha detto il prete?

Cosa c'entra ? ...Una ceppa !


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 1962
 

Ieri sei stata a un funerale per stare vicina ai parenti della giovane defunta, i quali credo siano d'accordo d'avere corpi viventi pari a quelli delle bestie.

Ma le bestie non parlano, non fanno messe e non commentano nemmeno la fede se non ce l'hanno. Perché capire quel che ha detto il prede è un atto di fede e non ricordo che vi sia in quella cattolica nulla sul maltrattamento delle bestie peggio di quella riservata agli uomini. Tuttavia oggi non è affatto la chiesa a maltrattare l'ambiente e la vita ma dall'industria che (l'ultima volta che ho controllato) mi pare sia un opera atea.

Tra l'altro, giusto per dirne un altra, San Francesco amava i Lupi che non sono esattamente la panacea per le pecorelle smarrite ma un buon esempio di vita selvatica e ci andava d'accordo. Non mi risulta che la vita cittadina ci consenta altrettanto. Qualcosa ha potuto la ricerca, anche se la vita selvatica ha le sue regole e non va sul sottile quando gli si va a rompere le scatole.

Forse dovremmo sapere che noi non abbiamo una "vita selvatica", perché siamo malati. Siamo tutti disabili gravissimi, in quando non solo non sopportiamo la vita selvatica, non solo non siamo in grado di comunicare o essere in accordo, ma la dobbiamo anche spazzare via per poter abitare al suo posto ... e la religione, credo proprio sia l'ultimo dei nostri problemi a proposto. L'essere troppo spesso cretini e dire cose capate in aria è già un problema più grave, avere poi a disposizione mezzi, come faccelibro o altri dissocial rete-di-ragno, dove spargere veleni solo perché possiamo, senza confrontarci (magari con il prete, no?) completa il quadro della demenza tecnofrenica globale.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Honorable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 544
 

perché siamo malati. Siamo tutti disabili gravissimi, in quando non solo non sopportiamo la vita selvatica, non solo non siamo in grado di comunicare o essere in accordo, come faccelibro o altri dissocial rete-di-ragno, dove spargere veleni solo perché possiamo, senza confrontarci (magari con il prete, no?) completa il quadro della demenza tecnofrenica globale.

Mah....io non ho FB,non ho social di nessun genere e specie adesso i boschi della zona li sto girando tutti.

Buon telefonino a tutti


RispondiCitazione
Pagina 2 / 2
Condividi: