il terrore porta a ...
 
Notifiche
Cancella tutti

il terrore porta a destra


paolodegregorio
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1630
Topic starter  

- il terrore porta a destra -
di Paolo De Gregorio, 28 luglio 2016

C’è qualcosa che non mi convince nella logica ispiratrice della ormai quotidiana scia di sangue di matrice islamica che attraversa l’Europa, soprattutto nel suo effetto principale che è quello di far avanzare la destra politica e xenofoba.

L’Isis o chi sta dietro la strisciante e continua invasione di migranti in Europa non ha interesse a promuovere una destra europea decisamente orientata a limitare drasticamente la presenza di immigrati e addirittura di cacciare gli islamici già radicati, e quindi la domanda è: cui prodest? A chi giova questa strategia del terrore, che tra l’altro non ha alcuna possibilità di vincere da un punto di vista militare?

Viene da pensare che queste piccole cellule o quei lupi solitari siano ben conosciuti dalle intelligence europee, ma lasciati fare perché creino le condizioni di un grande spostamento a destra con il consenso di grandi masse di proletariato urbano delle periferie, che da tempo è entrato in conflitto economico e culturale con la massiccia presenza di una immigrazione ostile e piena di odio verso gli ex colonialisti.

Conoscendo la cinica freddezza con cui i politici Bush e Blair fabbricarono insieme alla Cia le false prove che il dittatore irakeno Saddam possedeva armi di distruzione di massa per potergli muovere guerra e fregargli il petrolio, non meraviglierebbe scoprire che si lasciano fare questi attentati che fanno comodo alla destra politica e ai guerrafondai che non vedono l’ora di avere l’avallo per bombardare a tappeto ovunque l’Isis sia presente.

Se si vuole evitare una possibile catastrofe nella traballante Europa, la cui economia avanzata non ha affatto bisogno di manodopera non qualificata, bisogna assolutamente fermare questa invasione. Chiedere ai cittadini italiani con un referendum se desiderano che le cose continuino così, perché vogliamo goderci la nostra “crescita zero”, ottenuta con i presidi contraccettivi e con la laicità delle donne che ora decidono loro se e quando fare figli, che non significa decadimento, né creare un paese di vecchi, ma restare stabili, con due figli per coppia, visto che la nostra Italia è piccola e 60 milioni di abitanti sono anche troppi.
Non c’è persona che io incontri e con cui discuta di immigrazione, non una sola, che sia favorevole e quasi tutti sono pronti a dare il voto ad un partito che risolva questo problema, senza distinzione di colore politico.

Quanto al Califfato che aveva occupato porzioni di Siria, Iran, Iraq, sarebbe stato lungimirante evitare bombardamenti sia occidentali che russi che hanno portato alla dispersione verso l’Europa di parte di questi combattenti, mentre era più opportuno lasciarli concentrare in quella regione isolandoli e tagliandogli vie di rifornimento di armi, munizioni e viveri, arrivando a considerarli un soggetto politico con cui intavolare trattative.
Paolo De Gregorio


Citazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 4113
 

- Se si vuole evitare una possibile catastrofe nella traballante Europa, la cui economia avanzata non ha affatto bisogno di manodopera non qualificata, bisogna assolutamente fermare questa invasione. .
..............

Beh, ma questo è proprio quello che chiedono i partiti della destra "xenofoba e razzista". Vedo che il loro messaggio si fa strada.
La Merkel però non ne vuol sapere, l'invasione (le la chiamo il flusso dei richiedenti asilo) continuerà ha detto in una conferenza stampa.


RispondiCitazione
Jor-el
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 990
 

Merkel obbedisce alle corporazioni, che hanno un vitale bisogno di manodopera dequalificata per cambiare la composizione sociale del continente. Se ne fregano delle tensioni sociali, del terrorismo e dei morti, anzi, tutto fa brodo. Renzi obedisce a Merkel. Purtroppo in Italia non esiste un'opposizione organizzata che intenda contrastare questo progetto in ogni suo aspetto. La destra non osa andare oltre una generica propaganda anti-immigrati, la sinistra è più a destra della destra. Questo non vuol dire che le forze europeiste e corporative avranno successo, però è facile che il loro fallimento possa provocare il crollo rovinoso del sistema sociale che conosciamo, lasciando solo caos e rovine.


RispondiCitazione
makkia
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 755
 

suo effetto principale che è quello di far avanzare la destra politica e xenofoba.

Perché "principale"?
L'effetto principale dovrebbe essere quello che è "il piano" nella mente dei jihadisti o dei loro burattinai, non quello che ce ne cale a noi.

Mi spiego:
il progetto neocon è un bel TRE piccioni con una fava. [1]il jihadismo destabilizza intere aree e favorisce Israele (guardiano dell'area e "unico punto fermo"). Così facendo [2] crea masse di migranti che si sommano alla migrazione economica e vengono a indebolire l'Europa. La quale, lacerata al suo interno, non ha la possibilità di essere un partner dotato di volontà autonoma. In questo modo [3] l'Europa si presta anche alle autolesionistiche politiche di contenimento di Russia e Cina che sono invece l'interesse per gli USA.

Il progetto jihadista è molto meno raffinato: diffondere tramite il terrore una versione estremamente riduttiva dell'Islam che metta i suoi propugnatori come capi assoluti delle aree conquistate e schiacci qualsiasi dissenso sia politico che religioso/dottrinario (per capirci il modello di ispirazione è la monarchia saudita, le applicazioni concrete per ora sono solo l'Afganistan dei talebani e le brevi istanze di "governo" del Daesh in Siria e Iraq).

Il progetto saudita (e di quasi tutte le micro-nazioni sintetiche del Golfo), infine, non sanno neanche loro qual'è. Si limitano a finanziare il jihadismo e a fornire sponda religiosa, col wahabismo, a qualsiasi progetto di radicalizzazione dell'Islam (da Al Qaeda, a Daesh, ai Fratelli Musulmani). Stanno semplicemente tentando di giustificare la loro monarchia assoluta, che sarebbe anacronistica e inaccettabile se non ci fossero "altri" paesi che si allineano alla loro forma di governo

L'effetto collaterale che tutto ciò ha per noi è che, di fronte alla besuina acquiescenza degli imbelli governi europei, ampie masse di persone si sono rotte il cazzo (ma non solo dell'immigrazione: la situazione economica è la propulsione maggiore del malcontento) e politici astuti cavalcano l'onda.
A questo si aggiunge che Putin sta lì a dimostrare che stare immobili a prendere legnate non è "l'unica alternativa possibile" o una "disgraziata contingenza" della storia.
Ma questo effetto è appunto "collaterale". Non significa che sia "rilevante", per chi mette in atto il piano.

L’Isis o chi sta dietro la strisciante e continua invasione di migranti in Europa non ha interesse a promuovere una destra europea decisamente orientata a limitare drasticamente la presenza di immigrati

Daesh non si pone il problema.
Per loro gli attentati sono "pubblicità gratuita" presso le masse musulmane, bistrattate in vari modi dall'occidente e potenziali acquirenti della versione taroccata dell'Islam che Daesh&co. propongono.
Per loro "l'effetto collaterale" è il benvenuto: più gli occidentali si pongono in atteggiamento xenofobo e disponibile allo "scontro di civiltà" e meglio funziona la loro propaganda (visto? Gli occidentali ci vogliono tutti morti! Jihaaaad!!).

Per i neocon non solo non è un problema, è direttamente l'effetto voluto: casino in Europa, casino in medio-oriente, nessuno prende in considerazione la "terza via" proposta con forza da Putin (che molto in breve è: niente scontro di civiltà, lotta al terrorismo senza quartiere, niente ingerenze negli affari interni delle singole nazioni, che hanno interessi e politiche legittimamente differenti le une dalle altre).

cui prodest?

Agli architetti del piano, ai finanziatori e ai loro burattini. Nessuno di loro vive in Europa, quindi che jje frega?

Viene da pensare che queste piccole cellule o quei lupi solitari siano ben conosciuti dalle intelligence europee, ma lasciati fare perché creino le condizioni di un grande spostamento a destra

Continui a confondere gli obiettivi del piano con gli effetti collaterali.
E, per inciso, i servizi segreti che "contano" sono CIA, Mossad, un pochino meno l'Mi5. Gli altri sono inefficaci o asserviti. Persino il potente Deuxiéme Bureau (che sa anche quante foglie cadono dagli alberi nelle ex-colonie) è completamente infiltrato e risponde prima agli USA che al proprio governo.

non meraviglierebbe scoprire che si lasciano fare questi attentati che fanno comodo alla destra politica e ai guerrafondai che non vedono l’ora di avere l’avallo per bombardare a tappeto ovunque l’Isis sia presente.

Visione "di sinistra".
Ma la sinistra ha ben altre colpe che "non accorgersi" del piano neocon: sono felici complici della parte economica del progetto New World Order. Complici che però non vengono messi a parte del piano completo. In quanto utili idioti, possono essere esautorati inqualsiasi momento.
Di sicuro USA, Israele, wahabismo e varie sigle jihadiste non hanno alcuna paura delle destre euroatlantiche.
Quanto al "bombardare a tappeto" non farmi ridere: la Guerra Globale al Terrorismo va avanti dal 2001 e contro il terrorismo ha fatto di più Putin in 9 mesi che tutti i paesi occidentali messi assieme in 15 anni.
Noi si fa quel che dice Zio Sam. Punto. E a Zio Sam piace la guerra ininterrotta (a parte il viagra, producono solo armi).

Se si vuole evitare una possibile catastrofe nella traballante Europa, la cui economia avanzata non ha affatto bisogno di manodopera non qualificata, bisogna assolutamente fermare questa invasione.

L'invasione va fermata di pari passo alla stabilizzazione del medio-oriente. L'invasione era in atto anche prima della distruzione (le "primavere") delle nazioni arabe laiche.
Solo che PRIMA era controllabile e negoziabile.
Berlusconi e Geddafi avevano concordato e messo in atto uno stop a gran parte dell'emorragia di migranti.

Ma Assad aveva avvertito che la guerra ci avrebbe inondato (e Geddafi avvertiva che molti radicalizzati si sarebbero infiltrati fra i migranti). La radicalizzazione di Iraq, Egitto, Tunisia, Marocco, Turchia hanno avuto la conseguenza di minare quelle economie, creando masse di scontenti (e potenziali clienti dell'ideologia jihadista).

Quanto al Califfato che aveva occupato porzioni di Siria, Iran, Iraq, sarebbe stato lungimirante evitare bombardamenti sia occidentali che russi che hanno portato alla dispersione verso l’Europa di parte di questi combattenti, mentre era più opportuno lasciarli concentrare in quella regione isolandoli e tagliandogli vie di rifornimento di armi, munizioni e viveri, arrivando a considerarli un soggetto politico con cui intavolare trattative

Roba da matti! E perché non offrirgli un dolcetto a ogni attentato?
TRATTATIVE!?!?
Ma hai capito di chi stai parlando??

(fra parentesi: "porzioni di Iran"? Non risulta)


RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3055
 

- il terrore porta a destra -
di Paolo De Gregorio, 28 luglio 2016

C’è qualcosa che non mi convince nella logica ispiratrice della ormai quotidiana scia di sangue di matrice islamica che attraversa l’Europa, soprattutto nel suo effetto principale che è quello di far avanzare la destra politica e xenofoba.

C'e' qualcosa che non i convince nel sua perplessita'.
Infatti non ci sarebbe nessun bisogno di attentati per "limitare drasticamente la presenza di immigrati".

La propaganda lavora tenacemente a tamponare ogni reazione di rigetto dell'immigrazione di massa, no il contrario!
Non e' il popolo che invoca l'immigrazione di massa mentre "la destra" usa il terrore per attrarre la gente restia verso le sue posizioni

Le politiche immigrazioniste sono gia' impopolari e costano gia' consensi ai politici che (forse loro malgrado?) le portano avanti (vedi caso Merkel).

Se si vuole evitare una possibile catastrofe nella traballante Europa, la cui economia avanzata non ha affatto bisogno di manodopera non qualificata, bisogna assolutamente fermare questa invasione.

Ovvero fare quello che dice la "destra xenofoba" di cui sopra?

Chiedere ai cittadini italiani con un referendum se desiderano che le cose continuino così, perché vogliamo goderci la nostra “crescita zero”, ottenuta con i presidi contraccettivi e con la laicità delle donne che ora decidono loro se e quando fare figli, che non significa decadimento, né creare un paese di vecchi, ma restare stabili, con due figli per coppia, visto che la nostra Italia è piccola e 60 milioni di abitanti sono anche troppi.

"La laicita' delle donne"... ma che vuol dire?
A parte cio', vorrei rimarcare che il suo dato sui 2 figli per coppia, e' una scemenza. Attualmente sono circa 1.2, cioe' non "decadimento" come dice lei (senz'altro non stabilita') ma estinzione accelerata.
Non so se c'entri la "laicita'"

Quanto al Califfato che aveva occupato porzioni di Siria, Iran, Iraq, sarebbe stato lungimirante evitare bombardamenti sia occidentali che russi che hanno portato alla dispersione verso l’Europa di parte di questi combattenti, mentre era più opportuno lasciarli concentrare in quella regione isolandoli e tagliandogli vie di rifornimento di armi, munizioni e viveri, arrivando a considerarli un soggetto politico con cui intavolare trattative.
Paolo De Gregorio

Mah... secondo me non ha le idee molto chiare sull'ISIS (per non parlare dei misteriosi 'bombardamenti occidentali').

In conclusione: ne ha mancati tre su tre.


RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8326
 

Risposta veloce, domani mattina leggero' con attenzione il post.

Il terrore porta a destra ?

Puo darsi, ma soprattutto quando manca una sinistra.

E quando chi si definisce di sinistra si sdraia sulle posizioni della UE, come Luciana Castellina e tutti gli Tsipras italiani.


RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3055
 

Vedo che Makkia ha gia' messo una risposta piu' esaustiva


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 3 anni fa
Post: 10314
 

il nostro ancona, ultimamente, ha più concorrenti del solito

😉

è fantastico vedere che non ci si preoccupa affatto di chi oggi non lavora e che domani NON avrà una pensione, ci si preoccupa però di un ipotetico risveglio di forze politiche destrorse che non stanno da nessuna parte


RispondiCitazione
Condividi: