Italia: l'esempio c...
 
Notifiche
Cancella tutti

Italia: l'esempio che il Mondo saprà di non dover seguire


GioCo
Noble Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 1959
Topic starter  

Noi saremo il faro e la guida, certamente. Ma al rovescio. Il Drago, o potremmo dire il Draghignazzo (QUI) un demone dantesco dalla comicità (rara per il poeta) grottesca e il suo fido disperazione, ente immanente e pervasivo di tutto l'Inferno, non mollano di un millimetro sulle restrizioni e sono di fatto diventati lo zimbello dal Mondo nonché attenzionati speciali dell'opinionismo globale.

Sono riusciti a fare peggio in tutto (dichiarandosi i migliori e in effetti nel peggio lo sono) compreso le figure di merda e non fanno che tagliare traguardi su traguardi di oscenità e perversione senza posa e senza dignità, facendo strame di tutti i principi più basilari che siano mai stati introdotti sull'orbe terraqueo in tema di diritto da quando esiste il diritto. Come fossimo nel medioevo o in epoca parallela in cui il diritto non è mai esistito, rivogliono e riformano un eta oscura aggiungendoci del proprio per renderla ove possibile peggio, sempre peggio.

Eppure... C'è uno zoccolo duro nonché maggioritaria fetta di popolazione italica che gli riconosce questo potere e lo intenderebbe benefico addirittura, di fatto rimettendo a questi personaggi vomitati fuori dall'inferno un principio morale che non fanno che dimostrare di non possedere e sembrano pure divertirsi nell'esercizio della loro aperta disumanità. Una dissonanza cognitiva che a ogni giro diventa sempre più imbarazzante. Ma tanto i media nostrani non la mettono in evidenza e quindi "non c'è", magicamente sparisce. Anche grazie allo storico provincialismo nostrano.

Ora ci sono i prezzi del carburante che hanno fatto sorgere a qualcuno l'idea che forse a questo punto il Draghignazzo e la sua corte di ignavi avrà vita breve. Niente, prosegue asfaltando tutte le critiche come vivessimo in un altro Mondo, uno parallelo e virtuale, probabilmente immaginato da Colao (a picco - nomen omen). Continuando a vomitare leggi come la posseduta Regan nell'esorcista una schifezza verde dietro l'altra, in totale dissonanza con la realtà, in totale rigetto di ogni responsabilità che cala per ciò su tutti noi e in totale sprezzo di qualsiasi senso minimo umano. C'è veramente da chiedersi se ci sia un umano dentro quel corpo lì, perché la pervesione furba che esce da quella presenza pare infinita. Pare un oscurità demoniaca emersa dalla Bolgia a possedere quel corpo.

Il fatto che abbia "studiato dai Gesuiti" non depone a suo favore.

Il Mondo ci guarda adesso, si. Ma perché è sempre più chiaro che siamo il perfetto esempio da non seguire. Su di noi non potranno che calare strali sempre più oscuri. Tutto converge per una depressione economica perfetta, peggiore di quella che c'è stata in Grecia e sembra proprio che la guerra sia stata vista come un occasione da sfruttare per peggiorare le cose. Il semplice aver trascinato il paese entro uno dei conflitti più pericolosi di sempre ce lo dice, non bastasse da sola la foglia di fico della emergenza dichiarata, unico caso al Mondo, tra l'altro in totale sprezzo del buon senso più basilare, dato che se si voleva dare armi o anche solo beni di prima necessità agli ucraini, si poteva come abbiamo fatto sempre senza emergenza. Tant'è che quando abbiamo bombardato Belgrado (grazie anche a Figliuolo che fu protagonista di quegli eventi) non l'abbiamo dichiarata. Siamo andati lì a bombardare con la NATO e basta.

L'inghilterra ha chiarissimo il concetto che tutto quello che sta accadendo nel nostro paese, per ottenere gli obbiettivi del Great Reset è INUTILE. Perfettamente e totalmente INUTILE. E' unicamente un operazione di puro sadismo e sembra che agli italiani, almeno tanti, piace. Sembra. Ma forse le cose non stanno esattamente così...

Non serve nemmeno per spogliare gli Italiani di tutti i loro averi, anche se Draghignazzo è qui apposta SOLO per questo: farci a pezzi. Letteralmente. Destrutturare il paese in tutti i sensi, spezzare il nerbo della nostra società, della nostra cultura, della nostra economia, del nostro pensiero anche solo della nostra immagine di solidarietà. Tutto e solamente per puro sadismo. Perché non ha nessun altro significato possibile.

Non c'è davvero altro. Perché? Perché ottenere gli obbiettivi del WEF, cioé digitalizzare le informazioni che ci riguardano e fare datamining estraendo continuamente tutti i dati sensibili che ci riguardano e formare una nuova società del controllo, dove l'economia diventa un economia morale e a punti, tipo quella cinese, cioé una socio-tirannia digitale, senza la popolazione di riferimento (perché l'hai annichilita, destrutturando di fatto il senso del suo stesso esistere) significa rimanere con un pugno di mosche in mano. Ed è quello che accadrà.

Tutti gli altri paesi lo hanno capito. La popolazione degli altri paesi lo ha capito. Persino quella canadese. Noi no.

Anche perché, l'ho detto tante volte, l'operazione poteva funzionare se tutti erano d'accordo. Ma vediamo bene che metà del Mondo non ha seguito Schwab e non solo perché è un pervertito, ma perché dietro le sue idee c'è un agenzia come il DARPA e il complesso militare-industriale statunitense, non pizza e fichi, che segue un agenda utile a un solo attore globale e questo non può certo stare bene a tutti. Così da tempo il "poliziotto del Mondo" è messo in discussione, con suo sommo e perfido dispiacere, soprattutto perché viaggia su base paramafiosa e si sa che in questi contesti, tra criminali, non ci si può "fidare". Non esiste la "fiducia".

Certo che Putin è uno Zar e Xi una specie di nuovo imperatore cinese, è ovvio lo capiscono anche i poppanti. Ripeterlo è ridicolo, ma non è questo il punto. Se esistessero solo loro, nessuno farebbe fatica a vederli per ciò che sono, veri e propri mostri. Il problema nasce quando li confrontiamo con i nostri mostri, quelli che abbiamo in casa. La differenza è tale che fa "brillare" i primi come fossero statisti o grandi uomini della storia difensori dei diritti internazionali e dei principi fondanti dello stesso stato di diritto che st'accidente di occidente avrebbe pure inventato prima d'esserseli rimangiati. In particolare il diritto di autodeterminazione dei popoli e il diritto naturale dell'Uomo. Che non vige in Cina e in Russia, ma è assurdamente più tutelato che da noi per solo confronto.

Cosa diamine siamo diventati? Quale possessione demoniaca ha stravolto i più basilari principi conquistati in tanti secoli di lotte? Perché si spalanca davanti al nostro futuro un orrore dietro l'altro? Quale orda di demoni ci ha invaso DENTRO?

Ma peggio che peggio, cosa impedisce alla gente di notare lo sfacelo evidentissimo?

Molti anni fa dissi a un amico che il vero problema non era l'inferno scatanato in terra, ad esempio per l'arrivo dei cavalieri dell'Apocalisse, ma che tutti e di botto, a partire dalla famigerata casalinga di Voghera, avessero un salto di coscienza, come il budda. Perché a quel punto di botto gli sarebbe apparso ovvio che tutto il Mondo che ci circonda è un già un Inferno, così profondo, oscuro e orrendo che non se ne vede l'uscita.

Ora ho l'impressione NETTA che "la casalinga di Voghera" lo sappia. Qualcosa la sta costringendo, con un atto di crescente violenza, a vedere che è così e lei per tutta risposta e per non avere il cervello spappolato, con un atto di estrema disperazione sta cercando di far finta di niente.

Ecco perché la massa non reagisce.

Sta disperatamente cercando di fare finta di niente e per ciò, pur di non contemplare la realtà preferisce seguire Draghignazzo. Lui lo sa e ride e non vede l'ora di fare un altro editto che aumenti la tensione e la tortura generale... E' evidente per chi vuol vedere. Insopportabilmente evidente...

Tutto ciò che ne possiamo ricavare è che non potrà finire bene. Per nessuno, ma in specie per Draghignazzo. Lui lo sa e al segnale giusto, scapperà lasciando tutti col cerino in mano come ha già promesso, perché non è un ignavo è un pavido.


sarah e FrankDax hanno apprezzato
Citazione
FrankDax
Eminent Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 28
 

Buongiorno , l'esamina di GioCo non fà una piega... ma mette in sconcertante evidenza un concetto che esprimo da Molti anni , anche qui su CDC , "Il Grosso Problema della Democrazia"... La Democrazia ha senso , solo se esiste in una Grande Parte del Popolo , una buona Consapevolezza di quello gli succede intorno... In caso contrario diventa sinonimo della "Dittatura dei Deficienti" , a cui , per il mantra democratico della maggioranza , tutte le (altre) persone devono assoggettarsi... E qui si capisce il perchè dell'attacco da parte del Vero Potere alla scuola , alla creazione del informazione mediatica spazzatura , coadiviuta alla pubblicità di stili di vita e cibo malsani... nei quali la repubblica di Italioti è campione assoluta.


RispondiCitazione
Cachafaz
Eminent Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 24
 

Anche questo articolo di Gioco pur descrivendo efficacemente l'orrore infernale attuale,  e' positivo perche' ritiene che gli altri non seguiranno l'italia  e prima o poi finira'. Positivo per gli altri soprattutto,  e per chi sopravvivera' qui, ovviamente. Occorrera' anche molta fortuna, e' chiaro.


RispondiCitazione
orckrist
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 360
 

Questo pezzo di @GioCo mi fa sentire meno solo perchè conferma che ci sono altri che pensano quello che ho sempre pensato, che Draghi è qui per svolgere un incarico e che lo svolgerà fino in fondo con fredda determinazione e senza guardare in faccia a niente e nessuno perchè sa di essere al riparo da qualsiasi conseguenza.

Non so e non riesco ad immaginare quale sia l'incarico o chi siano i mandanti ma Draghi ha già dimostrato a chi di dovere di saper svolgere i compiti a lui affidati con l'ottusa ed inesorabile precisione di un freddo burocrate.

Pavido? Probabilmente.

Ma proprio per questo non si sarebbe mosso se non fosse più che sicuro di essere al riparo da qualsiasi conseguenza.

 

 

Questo post è stato modificato 9 mesi fa da orckrist

RispondiCitazione
arbaman
Trusted Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 76
 
Pubblicato da: @orckrist

Non so e non riesco ad immaginare quale sia l'incarico o chi siano i mandanti ma Draghi ha già dimostrato a chi di dovere di saper svolgere i compiti a lui affidati con l'ottusa ed inesorabile precisione di un freddo burocrate.

Monti o Draghi sono come Mr. Wolf in Pulp Fiction di Tarantino: "Sono il signor Wolf, risolvo problemi"

Sono la faccia pacata e feroce della cricca che domina l'occidente, arrivano puntualmente ogni x anni per riprendere con gli interessi le piccole concessioni che fanno i politici per avere voti e legittimazione, specie in paesi come Italia e Grecia, ormai in saldo, perlopiù a causa di popolazioni che si credono furbe ma  disunite e pavide. Il vecchio detto romano, "a chi giova ?", è l'indizio per riconoscere i mandanti.


RispondiCitazione
orckrist
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 360
 

Io cerco di capire ma quando penso "a chi giova?" me ne vengono in mente troppi e non riesco a distinguere tra i mandanti ed i semplici approfittatori che si sono accodati.

Questo post è stato modificato 9 mesi fa da orckrist

RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 1959
Topic starter  
Pubblicato da: @orckrist

Io cerco di capire ma quando penso "a chi giova?" me ne vengono in mente troppi e non riesco a distinguere tra i mandanti ed i semplici approfittatori che si sono accodati.

Mandanti e approfittatori non sono poi così tanti, per il semplice motivo che per esserlo devi aver capito bene il giochino e la maggioranza semplicemente accetta quel che gli viene detto (in certa misura, poi dipende da ognuno quanta) perché non ha fonti alternative a cui aggrapparsi e perché pur non avendo senso ciò che ascolta ritiene che non può essere "tutto sbagliato" e qualcosa di vero ci deve essere.

Insomma, la categoria di pensiero media è quella che abbiamo usato per tanti anni, anche prima della seconda repubblica e pace se viviamo ora in tempi in cui è un modello totalmente inadeguato, perché non tutti riescono a reinventarsi una modalità cognitiva differnete mentre si cerca di tirare avanti la carretta.

Personalmente non riesco a prendermela con nessuno tra coloro che hanno seguito e seguono meglio che possono le regole folli che sto governo partorisce come un cadavere i vermi. Fatico oggi a trovare gente che pensa che "tutto andrà bene" a prescindere e le manifestazioni di piazza per la pace che abbiamo visto, organizzate dai soliti furbacchioni, ci dicono più dell'irrequetudine di fondo che di una fede convinta in quel che la propaganda sostiene. Come ho detto spesso l'agenda WEF poteva funzionare se tutti si allineavano con i tempi giusti. Ma fin da principio non tutti hanno creduto nella bontà di quella agenda, tanti erano i dubbi e ora non è rimasto un gran che in piedi a sostenerla.

Ma l'Italia è come sempre un caso a sé, perché qui abbiamo la santa sede e un proliferare di mafie potenti, oltre che una serie di problemi politici storici irrisolti che rispetto le proporzioni del territorio e la densità demografica (uno sputo se messo a confronto con il piano globale) conserva un influenza spaventosa sulla geopolitica. L'Italia è da sempre il paese più ambito da controllare per le cleptocrazie globaliste. Una specie di "trono del Mondo". In effetti se ci pensi un attimo, dal punto di vista culturare è così: puoi dire quel che vuoi ma se parli di "occidente" parli di cultura latina e greca, quella che ovunque (anche in Cina) ha modellato il pensiero in maniera più prepontente di ogni altra e ha dato una precisa formazione all'idea stessa di "stare nel Mondo".

Il primo problema della sede italiota (per chi si vuole sedere sul suo trono) è che non è organica alla sua stessa cultura. Per paradosso e per assurdo a noi la nostra cultura (egemone assoluta) non ci piace. Siamo l'unico popolo al Mondo che riesce a disprezzarsi e se in questo gli influssi esteri (in specie dell'anglosfera) hanno una parte non piccola, la verità credo sia che è proprio l'italiano medio che non sopporta se stesso, da sempre. Queste forze non hanno fatto altro che sfruttare una tendenza che era propria della nostra terra, una tendenza suicida e divisiva che percorre tutto lo stivale, come se fosse una malattia endemica.

Detto in altre parole, qui ha sede il meglio e il peggio del Mondo, tutto concentrato. Per questo si sta meglio ovunque "spiritualmente" tranne qui. Per questo è stato così facile mandare in soffitta una religione d'accatto come quella nostrana proprio dove è nata e dove ha sede, una religione che rimane la prima nel Mondo tutt'ora. Per questo ogni espressione "italica" riflessa fuori dal paese è sfaccettata come è più di quella nazionale. Se un francese conosce un siciliano, un sardo e poi un lombardo, conosce tre culture differenti e in un paese che sulla carta è unito da 160 anni senza mai essere riuscito a "concepire" un unico popolo.

Questa operazione di Schwab è solo l'ultima in ordine di tempo che tenta di fare dell'Italia un unico Regno (del pensiero) perché simbolicamente se si unisce l'Italia con un solo pensiero si unisce il Mondo. Questo le proto-mafie internazionali lo capiscono bene, perché capiscono di simbologia (che possiamo tradurre in "psico-magia") e la sua importanza per governare meglio di noi. Il drago è un uomo di questa schiatta che è l'ultima generazione di chi tenta di fare quello che per migliaia di anni ha tentato questa stirpe, questa genia. Ricreare una sorta di Impero Romano, che poi in pratica non vuole dire riproporlo ex-novo com'era, ma solo avere un unica "mentalità" e un unico "modello" socio-psico-economico da esportare ovunque e di successo, come fece Roma antica, pianificando esattametne questo, unico esempio di tale portata a noi noto oggi. Da migliaia di anni l'Italia si dimostra allergica alla cura unificatrice della sua radice latina. Di riflesso il Mondo uguale.

Il drago quindi è solo l'ennesimo stanco tentativo di fare le stesse identiche vecchie politiche del medioevo, ma con mezzi nuovi che promettono (senza mantenerlo, basta guardare schermata-blu tirapacchi billo cancelli) di riuscire nell'impresa che farebbe di chiunque ci riesca un vero e proprio "imperatore del Mondo".

Putroppo questa generazione è quella che propina come soluzione quella econocentrica (invece che armonica) e nemmeno di una economia espansiva ma "della disperazione" (QUI). Per ciò ho postato in un altro mio invervento centrato su questa particolare economia anche se non sono d'accordo perché secondo me non c'è sufficiente base per comprendere cosa intendo, ma il demone me lo comanda e al solito obbedisco...


RispondiCitazione
Condividi: