La fine del thatche...
 
Notifiche
Cancella tutti

La fine del thatcherismo


GioCo
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1900
Topic starter  

https://hips.hearstapps.com/hmg-prod.s3.amazonaws.com/images/regina-elisabetta-margareth-thatcher-1530030006.jpg?crop=1.00xw:0.860xh;0,0.108xh&resize=980:*

[Da: "Le nemiche amiche più storiche della royal family" - Articolo di elle.com QUI]

"There is no alternative", il famigerato TINA, è arrivato al capolinea e di questo si è anche beata la regina finché ha potuto. Era la base di un principio che è "nato" (se così vogliamo pensarla) alla caduta del muro di Berlino, quando una certa frangia di élite atlantista (non certo solo europea o anglosassone ma in maggioranza anglofona) e nemmeno tutta (Kissinger non è mai stato tra questi che invece seguivano di più la "dottrina" Brzezinski, come ho fatto notare tipo.... Sempre) ha preso di fatto il sopravvento in politica internazionale, riempiendo un vuoto che si era nel frattempo creato. I vari R. Kagan & mogliettina consegnabiscottini Nuland, Wolfowitz e tanti altri che non hanno fatto altro che ripetere il mantra della "fine della storia" (frase di Fukuyama, filosofo/economista/politologo o qualsiasi cosa questo mix di spazzatura voglia dire 😏 ) pensavano che "finalmente" il momento tanto atteso, pianificato, creduto e cercato dell'unipolarismo (che non è quello Americano, ma quello di un élite ristretta e selezionata rispetto le altre su scala globale) di questa specifica cricca fosse giunto.

Se ci aggiungiamo Schwab, dovrebbe essere chiaro che per quanto sia stata selezionata anche per intelletto secondo i parametri attuali che ci dicono "chi è più intelligente", non ha mai brillato per ingegno o creatività, ma per avidità e ossessione.

Il pensiero sottostante è di un piattume e di una banalità da far piangere un bonzo tibetano: "...se non noi, chi?!". E giù cataratte di stronzate (scritte, perché così acquistano "valore" implicito) sulla "inevitabilità storica" della presa di potere di un gruppo di ultra-falchi che il destino ha scelto per una nuova era in cui pochi comandano su tutti, perché la religione del mercato porta lì il pensiero, selettivamente e uniformemente, a creare sempre la piramide dove pochi al vertice (distaccati da tutto e tutti) hanno potere su tutti gli altri.

Peccato che la storia se ne fotta dei cretini e vada avanti per i fatti propri ignorandoli quando tentano di intralciare il suo corso. Questo non evita che i suddetti poi provochino ovunque disastri inenarrabili più che altro per debbenaggine e ignoranza e in questo caso pure su scala globale, tuttavia si tratta di un altra faccenda su cui sorvolo, se no mi dilungo troppo.

Purtroppo per noi questa specifica categoria di cretini una ragione ce l'ha per sbiellare in sto modo "altamente sborone" ed è tecnologica. Come dare in mano a un bamboccio (considerato "genio" dai genitori) il grilletto di un "giocattolo" in grado di spazzare via mezzo Mondo "ops" per sbaglio e poi lagnarsi perché non lo usa male... Peggio! Più o meno.

La tecnologia oggi da effettivamente quel potere, ma è un potere che proprio per questo da facilmente alla testa. Bisogna poi capire quindi se sei in grado di gestirlo "quel potere", perché la sua gestione non è banale: se hai i fucili al laser al posto delle mazze da baseball questo non ti da in automatico la vittoria. In specie se poi dall'altra parte ci sono invece persone che ragionano meglio di te, sia strategicamente che tatticamente.

Non perché siano "più intelligenti", ma banalmente perché misurano meglio sul campo le forze e quindi partono con il vantaggio di una visione delle cose più aderente alla realtà. Tutto qui.

Bene, il mio demone non mi forza più a continuare e quindi mi fermo. Mi pare più che sufficiente!


danone hanno apprezzato
Citazione
Condividi: