La solita storia de...
 
Notifiche
Cancella tutti

La solita storia dei due €uro


PietroGE
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 4112
Topic starter  

http://www.huffingtonpost.it/2016/08/17/stiglitz-financial-times_n_11563638.html?utm_hp_ref=italy

Joseph Stiglitz sul Financial Times: "Per salvare l'Europa meglio dividere l'Euro in due"

L'Europa ha un solo modo per salvarsi: dividere in due la moneta unica. Un euro forte per i Paesi del Nord, e uno più debole a Sud. A scriverlo è il premio Nobel Joseph Stiglitz sul Financial Times, che definsce la valuta europea "difettosa fin dalla sua nascita". Secondo Stiglitz, l'unione monetaria "avrebbe dovuto portare ricchezza e rafforzare la solidarietà europea. Invece ha prodotto il risultato opposto, con Paesi che affrontano depressioni persino maggiori della Grande Depressione"

Il premio Nobel sottolinea come molti hanno abbiano puntato il dito contro una serie di politiche messe in atto dai governi europei, indicandoli come possibili responsabili del fallimento dell'Unione monetaria - come l'eccessiva austerity o la scarsa qualità delle riforme strutturali - ma, spiega - "ci sono problemi fondamentali sulla struttura dell'Eurozona, le regole e le istituzioni che la guidano. Problemi che potrebbero essere insormontabili, aprendo la strada alla possibilità di un più complessivo ripensamento della moneta unica, compreso lo scenario di una divisione".

Secondo l'economista "la fine della moneta unica non rappresenterebbe la fine del progetto europeo, visto che le altre istituzioni resterebbero, così come la libera circolazione delle merci e delle persone".

"È importante che ci sia una transizione morbida fuori dall'euro, con un divorzio amichevole, verso un sistema euro-flessibile, con un Euro forte del Nord e uno più debole del Sud. Certo non sarebbe semplice. Il problema più rilevante riguarderebbe l'eredità del debito. Il modo più semplice sarebbe ridenominare tutti i debiti europei in debiti dell'euro del Sud".

Secondo Stiglitz "la moneta unica doveva essere un mezzo per un fine, e invece è diventato un fine in sé stesso, in grado di mettere a repentaglio alcuni aspetti più importanti del progetto europeo, dal momento che alimenta divisioni anziché creare solidarietà. Un divorzio amichevole - prosegue Stiglitz - potrebbe riportare prosperità in Europa e consentire al continente di concentrarsi, con rinnovata solidarietà, sulle sfide più importanti che ha davanti. L'Europa - conclude l'economista - potrebbe dovere abbandonare l'euro per salvare l'Europa e il progetto europeo".


Citazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 4112
Topic starter  

L'Euro del Sud è una bufala grandiosa. L'euro ha senso come moneta forte, per i Paesi con una economia capace di sostenerlo, altrimenti è meglio la moneta nazionale. E anche per i Paesi con l'euro del Nord la cosa ha senso solo se c'è una spesa pubblica e un welfare in comune.


RispondiCitazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 3 anni fa
Post: 10314
 

già uno fa schifo, figuriamoci due...

la questione è un'altra, questi non sanno più che risposte dare a chi ne ha piene le palle...

un euro diverso NON E' POSSIBILE, loro lo sanno ma si guardano bene dal dirlo altrimenti potrebbe finire il miraggio


RispondiCitazione
annibale51
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 845
 

La parte più interessante è quella che riguarda di ridenominare tutto il debito europeo in euro del sud...non sta in piedi...verrebbe letto come euro-bidone. Devono tornare lentamente a monete nazionali, se vogliamo per zone economiche omogenee quindi l' Italia del nord (dall' Adige in su) con la moneta dell' Austria. Roma al Vaticano ed il sud ai Borboni. Ah...finalmente potrò andare a sud.


RispondiCitazione
makkia
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 755
 

Secondo l'economista "la fine della moneta unica non rappresenterebbe la fine del progetto europeo, visto che le altre istituzioni resterebbero, così come la libera circolazione delle merci e delle persone".

Libera 'sto cazzo!
Senza dazi e possibilità di aggiustamento delle bilance di pagamento, non cambierebbe una cippa.
I "surplussari" continuerebbero a massacrare i paesi attualmente importatori (chi è in surplus può fare dumping, almeno per un po'), i quali non avrebbero "fiato" industriale e finanziario per ridiventare competitivi.
Dopodik (mazziati e cornuti) li accuserebbero dicendogli che "è colpa loro se non esportano" (non hanno fatto Le Riforme! Non sono Produttivi!).

A proposito: merci e persone, OK, ma si dimentica che i pilastri della "libertà circolante" erano tre... Anche i capitali rimangono liberi di circolare, giusto? Ma questo è meglio "non ricordarlo", sennò si sente la puzza di fregatura.

l'eredità del debito. Il modo più semplice sarebbe ridenominare tutti i debiti europei in debiti dell'euro del Sud

Ahhhh... volevo ben dire che si dimenticava i "capitali"...
"ridenominare" significa che i Grandi Creditori accettano un "haircut" (che gentlemen, eh?) ma mantengono la posizione di legittimità del debito altrui.

Siccome siamo a un passo da una catena di default in cui i creditori se la prenderebbero in culo e basta, allora "ridenominiamo" ed evitiamogli di pagare il rischio connesso al prestare dissennatamente.
Prolunghiamo ad infinitum il debito, che non diventa affatto più sostenibile (anche se "nominalmente" è parecchio più basso).

Quando sono alla canna del gas e ho GIA' rinunciato a restituire il debito (fate del vostro peggio, tanto sono in bancarotta), è PROPRIO ALLORA che il creditore mi offre QUALSIASI sconto e dilazione pur di mantenere aperto un negoziato e recuperare il recuperabile.
Se accetto uno sconto, per quanto apparentemente generoso, senza rilanciare sono un fesso: accetterò solo quanto mi torna POSSIBILE pagare, e nulla di più oppure il creditore perde tutto e buonanotte ai suonatori. (E sono pure un Signore: ché se tiro fuori discorsi di "debito odioso" oltre a perdere tutto passa pure da "vulture").

A confronto di questo scenario, uno sconto non negoziato ma "stabilito" da "calcoli imparziali" diventa una scelta mooooolto migliore.


RispondiCitazione
Condividi: