NATO vs Russia : du...
 
Notifiche
Cancella tutti

NATO vs Russia : dubbi


ballam
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 114
Topic starter  

Sono oramai mesi che circolano articoli ed avvertimenti sul possibile scontro tra NATO e Russia. Considero il problema serio e rilevante, ma non è nella possibilità che risiede il mio dubbio, bensì nella capacità difensiva della Russia.
Da Saker ad Escobar, passando per Paul Craig fino anche a fonti militari occidentali, sono mesi che non si fa altro che denigrare le capacità offensive NATO ed esaltare quelle difensive russe.
Allora sulla situazione reale delle forze in campo, situazione che sola può portare allo scatenare della miccia, secondo me c'è molta confusione e disinformazione.
Veniamo ai fatti :
- la NATO sta circondando la Russia con dispositivi difensivi/offensivi missilistici (azione aggressiva)
- la NATO compie sempre più esercitazioni ai confini della Russia (azione aggressiva)
- la NATO sta rinforzando la presenza militare lungo tutti i confini della Russia
- gli USA stanno predisponendo un insieme di strutture/navi/accordi locali per creare uno scudo contro la forza militare cinese nel Pacifico

A questo si risponde con il fatto che la Russia è buona e non reagisce, ma si difende, che ha fatto vedere al mondo di cosa è capace in Siria e che ha armi formidabili.
Questa storiella può stare in piedi solo se si pensa che al pentagono ci siano solo una manica di idioti...
Ok i neocon, ok pure per Stoltenberg, ma tutto l'apparato NATO sarebbe in preda alla follia ?

Oppure la realtà è un'altra, ovvero che il first global strike contro la Russia sia realmente possibile, che tutti i Satan, Kalibr, su-xx, s-300/400/500 ecc. ecc. Siano armi ottime e potenti ma inutili e superate nel confronto con quelle che la NATO scatenerebbe contro la Russia ?
Non è una questione di tifo, odio la guerra e non me ne frega una cippa di chi vince un confronto dove moriranno milioni di persone, semplicemente mi interessa sciogliere questo dubbio perché se la realtà fosse coincidente con l'ultima ipotesi, allora nulla fermerà i dott.Stranamore di oggi nell'andare al loro scontro.

Cataldo, tu che dici ? Non ti sembra anche a te che tutta questa esaltazione del sistema difensivo russo vada a cocciare contro l'indubbia azione aggressiva della nato ?

Grazie !


Citazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1816
 

Mah....se questo non è un post pro Nato, io sono Napoleone.. 😯 😈


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 30947
 

Mah....se questo non è un post pro Nato, io sono Napoleone.. 😯 😈

E io sono Paperinik !


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4074
 

Tutte queste storie sulla imminente guerra nucleare, secondo me, sono bufale. Chi crede che sia possibile fare un attacco nucleare di sorpresa (first strike) e poi evitare il contrattacco è un idiota pericoloso, sia che l'attacco sia diretto contro la Russia che contro gli USA o la Cina. Ci si dimentica sempre dei sommergibili, i quali non sono individuabili ( o lo sono molto difficilmente) e hanno abbastanza testate nucleari da distruggere un continente.

Quanto a Putin, non credo proprio che non abbia previsto questi sviluppi della NATO quando ha annesso la Crimea e sostenuto i russi nel Donbass. Se non lo ha fatto vuol dire che come leader non vale un gran ché. Io credo invece che abbia colto l'occasione per rimodernare il sistema missilistico nucleare russo, con la scusa della NATO ai suoi confini occidentali, e che i suoi missili non sono tutti diretti verso gli USA o la NATO.


RispondiCitazione
kenobi
Active Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 11
 

Ciao a tutti 🙂 Quello che poi non capisco... perché fare di tutto per rafforzare i russi!? Sono energeticamente indipendenti, sono intelligenti, gli fai un mare di provocazioni e di riflesso quelli si ingegnano e lavorano ancora di più. Vedi il pak-fa che sembrava avere problemi irrisolvibili -mi pare, no?- ora vien fuori che è a posto. Sarò forse un "fantasista", ma ho l'impressione che USA e UK abbiano qualche strategia che noi non conosciamo, qualcosa su cui sono assolutamente sicuri dell'efficacia. Hanno fatto vedere quel cannone a rotaia, una stronzata pazzesca. No hanno qualcosa di grosso e non sappiamo cosa, secondo me. Che sia proprio Aegis? Che roba è il Muos? Perché spendono tutti quei soldi per spargere roba in cielo, dappertutto, tutti i giorni? Boh. Oppure invece è tutta zolfa e io me la bevo 🙂
saluti.


RispondiCitazione
Cataldo
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 269
 

Ballam giustamente ricorda implicitamente che bisogna fare la tara alle fonti, nel caso sono fonti "pro russe" ma inserite sempre nel nostro contesto mediatico, sono quindi da utilizzare sempre con pinza lunga, specie sui temi militari.
Non si può contestare invece la prova di efficacia del dispositivo militare Russo in Siria, pur con le limitazioni politiche che lo hanno contraddistinto, ad iniziare dalle ambiguità del rapporto con Israele. E' stato intanto spezzato il monopolio USA sull'utilizzo di missili da crociera a lungo raggio su rotte multinazionali, ad esempio, cosi come hanno dimostrato di poter utilizzare sommergibili per lo strike profondo.

L'ultima megaesercitazione NATO alle frontiere russe, come si ricordava in un post qualche giorno addietro, ha un nome particolare, Anakonda, i generaloni USA non nominano a cavolo queste cose, perchè hanno una valenza dialettica notevole, nel caso si richiama il piano di guerra unionista che vedeva lo strangolamento dei confederati, il saggio piano di Scott messo in opera quando svani l'illusione della guerra breve; il contenuto primario dell'esercitazione era la completa integrazione della Polonia nel dispositivo militare NATO, propedeutico ad una serie di abilitazioni sul suolo polacco per i sistemi di guerra più avanzati, rientra quindi nell'indicazione simbolica del nome.

Come sempre accade la propaganda militare è tenuta alta in questa fase perchè si stanno muovendo molte pedine sottotraccia, tentativi di destabilizzazione ulteriore nello stesso perimetro europeo, in Macedonia, ad esempio, è necessaria quindi una "fog of war" per supportare le vere azioni concrete in atto, che non prevedono carri armati o aerei, e questo senza parlare dei dossier di guerra concreta in Siria, in Libia, in Ucraina.... La tensione sembra non bastare mai, e non ci sono segnali di rientro, se non i primi sforzi di ridurre le spese per le basi all'estero nel bilancio di previsione DoD, che fa presagire che inizino forse a mollare qualche osso spolpato.

C'è anche da aggiungere che la NATO è attiva in questa fase anche per sancire la subordinazione al trattato di paesi che vedono i loro interessi vitali minacciati dalle politiche USA, tipo le sanzioni alla Russia, è normale che si attivino gli ingranaggi NATO e si tengano ben oliati quando ci sono forti movimenti di opinione che premono per politiche europee meno autolesionistiche.

Sul piano più generale delle modificazioni dei rapporti di forza militare che possano realmente incidere sul piano geopolitico, alterando in modo strutturale la MAD non è materia comprimibile in sintesi da post.
Ho raccolto diverso materiale sull'evoluzione della produzione di componenti dual use in Russia ed in Cina, cosi come si è avverata l'indicazione fatta ormai un paio di anni addietro sul progetto SU-35 con una cooperazione strategica Russo-CInese, che si è concretizzata anche sull' S-400, spero di poter a breve pubblicare un contributo più articolato.


RispondiCitazione
clausneghe
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1251
 

Penso anche io che la Nato abbia una arma segreta. Altrimenti si spiegherebbe solo con la follia idiota il suo comportamento, aggressivo al limite dell'impensabile- contro Russia e Cina.
Hanno una arma segreta e come dice Kenobi, non è estranea la manipolazione dei cieli e dell'etere. 😕
Anche Adolfo pensava di avere l'arma segreta e sappiamo come andò a finire.
Se nessuno ferma i lucidi folli signori della guerra sarà a rischio l'intero Creato.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1816
 

Ballam giustamente ricorda implicitamente che bisogna fare la tara alle fonti, nel caso sono fonti "pro russe" ma inserite sempre nel nostro contesto mediatico, sono quindi da utilizzare sempre con pinza lunga, specie sui temi militari.
Non si può contestare invece la prova di efficacia del dispositivo militare Russo in Siria, pur con le limitazioni politiche che lo hanno contraddistinto, ad iniziare dalle ambiguità del rapporto con Israele. E' stato intanto spezzato il monopolio USA sull'utilizzo di missili da crociera a lungo raggio su rotte multinazionali, ad esempio, cosi come hanno dimostrato di poter utilizzare sommergibili per lo strike profondo.

L'ultima megaesercitazione NATO alle frontiere russe, come si ricordava in un post qualche giorno addietro, ha un nome particolare, Anakonda, i generaloni USA non nominano a cavolo queste cose, perchè hanno una valenza dialettica notevole, nel caso si richiama il piano di guerra unionista che vedeva lo strangolamento dei confederati, il saggio piano di Scott messo in opera quando svani l'illusione della guerra breve; il contenuto primario dell'esercitazione era la completa integrazione della Polonia nel dispositivo militare NATO, propedeutico ad una serie di abilitazioni sul suolo polacco per i sistemi di guerra più avanzati, rientra quindi nell'indicazione simbolica del nome.

Come sempre accade la propaganda militare è tenuta alta in questa fase perchè si stanno muovendo molte pedine sottotraccia, tentativi di destabilizzazione ulteriore nello stesso perimetro europeo, in Macedonia, ad esempio, è necessaria quindi una "fog of war" per supportare le vere azioni concrete in atto, che non prevedono carri armati o aerei, e questo senza parlare dei dossier di guerra concreta in Siria, in Libia, in Ucraina.... La tensione sembra non bastare mai, e non ci sono segnali di rientro, se non i primi sforzi di ridurre le spese per le basi all'estero nel bilancio di previsione DoD, che fa presagire che inizino forse a mollare qualche osso spolpato.

C'è anche da aggiungere che la NATO è attiva in questa fase anche per sancire la subordinazione al trattato di paesi che vedono i loro interessi vitali minacciati dalle politiche USA, tipo le sanzioni alla Russia, è normale che si attivino gli ingranaggi NATO e si tengano ben oliati quando ci sono forti movimenti di opinione che premono per politiche europee meno autolesionistiche.

Sul piano più generale delle modificazioni dei rapporti di forza militare che possano realmente incidere sul piano geopolitico, alterando in modo strutturale la MAD non è materia comprimibile in sintesi da post.
Ho raccolto diverso materiale sull'evoluzione della produzione di componenti dual use in Russia ed in Cina, cosi come si è avverata l'indicazione fatta ormai un paio di anni addietro sul progetto SU-35 con una cooperazione strategica Russo-CInese, che si è concretizzata anche sull' S-400, spero di poter a breve pubblicare un contributo più articolato.

Sempre un piacere leggerti 🙂

Per tua informazione, anche perché il mainstream italiano sta zitto, sabato viene qui (in Cina) in visita ufficiale Putin, invitato da Xi per discutere di strategie, economico, politico e militari....


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1816
 

Ballam giustamente ricorda implicitamente che bisogna fare la tara alle fonti, nel caso sono fonti "pro russe" ma inserite sempre nel nostro contesto mediatico, sono quindi da utilizzare sempre con pinza lunga, specie sui temi militari.
Non si può contestare invece la prova di efficacia del dispositivo militare Russo in Siria, pur con le limitazioni politiche che lo hanno contraddistinto, ad iniziare dalle ambiguità del rapporto con Israele. E' stato intanto spezzato il monopolio USA sull'utilizzo di missili da crociera a lungo raggio su rotte multinazionali, ad esempio, cosi come hanno dimostrato di poter utilizzare sommergibili per lo strike profondo.

L'ultima megaesercitazione NATO alle frontiere russe, come si ricordava in un post qualche giorno addietro, ha un nome particolare, Anakonda, i generaloni USA non nominano a cavolo queste cose, perchè hanno una valenza dialettica notevole, nel caso si richiama il piano di guerra unionista che vedeva lo strangolamento dei confederati, il saggio piano di Scott messo in opera quando svani l'illusione della guerra breve; il contenuto primario dell'esercitazione era la completa integrazione della Polonia nel dispositivo militare NATO, propedeutico ad una serie di abilitazioni sul suolo polacco per i sistemi di guerra più avanzati, rientra quindi nell'indicazione simbolica del nome.

Come sempre accade la propaganda militare è tenuta alta in questa fase perchè si stanno muovendo molte pedine sottotraccia, tentativi di destabilizzazione ulteriore nello stesso perimetro europeo, in Macedonia, ad esempio, è necessaria quindi una "fog of war" per supportare le vere azioni concrete in atto, che non prevedono carri armati o aerei, e questo senza parlare dei dossier di guerra concreta in Siria, in Libia, in Ucraina.... La tensione sembra non bastare mai, e non ci sono segnali di rientro, se non i primi sforzi di ridurre le spese per le basi all'estero nel bilancio di previsione DoD, che fa presagire che inizino forse a mollare qualche osso spolpato.

C'è anche da aggiungere che la NATO è attiva in questa fase anche per sancire la subordinazione al trattato di paesi che vedono i loro interessi vitali minacciati dalle politiche USA, tipo le sanzioni alla Russia, è normale che si attivino gli ingranaggi NATO e si tengano ben oliati quando ci sono forti movimenti di opinione che premono per politiche europee meno autolesionistiche.

Sul piano più generale delle modificazioni dei rapporti di forza militare che possano realmente incidere sul piano geopolitico, alterando in modo strutturale la MAD non è materia comprimibile in sintesi da post.
Ho raccolto diverso materiale sull'evoluzione della produzione di componenti dual use in Russia ed in Cina, cosi come si è avverata l'indicazione fatta ormai un paio di anni addietro sul progetto SU-35 con una cooperazione strategica Russo-CInese, che si è concretizzata anche sull' S-400, spero di poter a breve pubblicare un contributo più articolato.

Sempre un piacere leggerti 🙂

Per tua informazione, anche perché il mainstream italiano sta zitto, sabato viene qui (in Cina) in visita ufficiale Putin, invitato da Xi per discutere di strategie, economico, politico e militari....


RispondiCitazione
ballam
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 114
Topic starter  

@Cataldo : grazie, attendo con interesse una tua analisi sul s-400

@temuchindallaCina, @kefos93 : sbagliate alla grande, non è un post pro Nato, nè pro Russia, pro Cina, pro minchiam. E' solo un post pro-NOI per cercare di comprendere l'evoluzione geopolitica mondiale ed i veri rischi di guerra o di sbilanciamento delle forze in campo, mi spiego perché ho l'impressione che qualcuno non riesca a comprenderlo : tifare per l'uno o per l'altro è stupido, un confronto, che lo vinca nessuno o uno dei due comunque comporta la nostra eliminazione...
Tra l'altro sono uno dei firmatari dell'uscita dell'Italia dalla Nato, (elenco pubblico), fate un pò voi quanto sono pro-nato !!!

Ho solo cercato di mettere in risalto la distanza tra certa propaganda pro-struttura militare russa con le azioni messe realmente in campo.
Sì, Cataldo, ci sono le azioni in Macedonia, come le tensioni nella parte russa della Moldavia (la Transdnistria), le braci comunque ardenti in Georgia, gli equilibri delicatissimi in asia centrale... insomma, mi sembra proprio che come il nome Anakonda indica, si tenti di strangolare l'orso e qui ritorna il mio dubbio.
Se uno mette alla corda l'altro ci sono solo 4 ipotesi :
a) è un pazzo perché lo spinge ad un confronto dove nessuno può vincere
b) è un pazzo bastardo perché lo spinge ad un confronto sapendo di poter vincere anche se a prezzo di milioni di vite (e magari quel prezzo è pure un effetto secondario voluto...)
c) è un pazzo fiducioso che essendo garantita la reciproca distruzione, ha fiducia che l'Orso non reagirà mai e continua sul filo di lana, sperando di non superarlo mai
d) è sanissimo ed è d'accordo con l'Orso, sono solo tutte scene

Vista la situazione tenderei ad escludere le ultime due, in quanto sono stati aperti così tanti fronti che la miccia può esplodere ovunque e diventare difficilmente controllabile una volta accesa (ricordiamo il panico generato con l'abbattimento di un caccia russo ad opera dei turchi).
Dubito anche della opzione a) in quanto è difficile che la struttura militare usa sia permeata unicamente da pazzi intenti al suicidio collettivo, mi pare una opzione poco credibile.

Quindi non rimane che la b). Se fosse questa, la mia preoccupazione è ancora maggiore, perché sarebbe un treno già lanciato che difficilmente noi, carne da macello, possiamo fermare.

ciao !


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3104
 

L' 'arma segreta' sono per caso i 'rapporti speciali' che da tempo gli USA hanno con 'entità' 'extra' ( http://www.hackthematrix.it/?p=8487 ) con ampia cessione di tecnologia aliena come già documentato da personale militare in congedo ?
In tal caso la III G.M. si manifesta come una ulteriore ( anche la II lo era ) guerra con fondamenti 'esoterici'.
Gli ebrei, con la loro 'superquabbalah' se ne sono accorti e stanno convergendo verso il fronte 'NO-USA': di 'dio' ne hanno già uno solo ( quel 'dio' famoso che vuole solo loro ) e non ne vogliono di altri...
Se questo ( para ) ragionamento regge anche solo per ipotesi, e gli indizi sono documentabili ( http://www.ecplanet.com/node/4585; http://segnidalcielo.it/il-presidente-obama-al-jimmy-kimmel-live-gli-alieni-controllano-il-governo-degli-stati-uniti/; http://corrieredelmattino.altervista.org/obama-discorso-shock-nazione-conferma-presenza-alieni-nellarea-51/ ), allora lo scontro non è evitabile.
Il possesso del mondo garantisce il possesso dell'Universo. Gli umani sono solo pedine: sacrificabili sempre a piacere...


RispondiCitazione
ballam
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 114
Topic starter  

per esempio, ecco ciò che dice sputniknews oggi

http://it.sputniknews.com/mondo/20160622/2945207/putin-sistema-sicurezza-collettiva.html

metto il virgolettato :
"È necessario creare un sistema di sicurezza collettiva non allineato, uguale per tutti gli Stati — ha detto Putin —. La Russia è pronta a discutere di questo importante argomento e ha più volte dichiarato la sua disponibilità ad avviare un dialogo", ha detto Putin alla Camera bassa del Parlamento russo.

Cosa vuol dire ? cos'è un sistema di sicurezza collettiva non allineato ?
Cerco di interpretare, vuol dire mettere in piedi uno strumento legislativo automatico simile a quello dell'ONU (capitolo VII della Carta delle Nazioni Unite)
Questo vuol dire che il consiglio di difesa russo, accertando e valutando una violazione della pace od un tentativo di aggressione, può decidere un intervento per una "missione di pace" od un altro tipo di intervento.
Si tratta secondo gli esperti che ne sanno più di me, di uno strumento legislativo che Putin vuole avere dalla camera per poter avere maggior mano libera per gli interventi (per la Siria ci sono stati, se non ricordo male, più passaggi parlamentari), oppure è anche rivolto agli altri paesi con cui c'è una partnership militare ? (penso a Bielorussia e Kazakistan per esempio)


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1697
 

L' 'arma segreta' sono per caso i 'rapporti speciali' che da tempo gli USA hanno con 'entità' 'extra' .... allora lo scontro non è evitabile.
Il possesso del mondo garantisce il possesso dell'Universo. Gli umani sono solo pedine: sacrificabili sempre a piacere...

Come dire che i terrestri stanno facendo la parte dei talebani organizzati dagli americani per combattere i russi in afganistan ai tempi di Breznev, ed effettivamente i terrestri come mentalità assomigliano molto ai pastori di capre che si fanno fregare con le perline colorate regalate dagli alieni...

Fra quelli di Aldebaran e quelli di Betelgeuse chissà chi si porterà via tutto il pesce....


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 16537
 

L' 'arma segreta' sono per caso i 'rapporti speciali' che da tempo gli USA hanno con 'entità' 'extra' .... allora lo scontro non è evitabile.
Il possesso del mondo garantisce il possesso dell'Universo. Gli umani sono solo pedine: sacrificabili sempre a piacere...

Come dire che i terrestri stanno facendo la parte dei talebani organizzati dagli americani per combattere i russi in afganistan ai tempi di Breznev, ed effettivamente i terrestri come mentalità assomigliano molto ai pastori di capre che si fanno fregare con le perline colorate regalate dagli alieni...

Fra quelli di Aldebaran e quelli di Betelgeuse chissà chi si porterà via tutto il pesce....

Non e che ci stiano raccontando invece tante di quelle palle e noi gli corriamo dietro?

Da quando hanno incominciato con la prima e stato tutto un susseguirsi di puttanate da quattro soldi.
Guardate che loro, finche hanno seguaci, continuano

8) 8)


RispondiCitazione
Condividi: