nuve energie: e se ...
 
Notifiche
Cancella tutti

nuve energie: e se l'idrino fosse materia di Rydberg?


vic
 vic
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 6373
Topic starter  

La cosiddetta materia di Rydberg e' uno stato particolare della materia, poco noto al pubblico.
Vedere le pagine di wikipedia:
https://it.wikipedia.org/wiki/Materia_di_Rydberg
https://it.wikipedia.org/wiki/Atomo_di_Rydberg

Forse e' meglio leggere quelle in inglese, piu' esaustive:
https://en.wikipedia.org/wiki/Rydberg_matter
https://en.wikipedia.org/wiki/Rydberg_atom

Questo stato della materia venne ipotizzato e confermato in ambito astrofisico.

Metto qui sotto un'osservazione di un lettore del blog di Peter Gluck sulle LENR.
Vi si accenna alla possibilita' che il famoso idrino, uno stato dell'atomo dell'idrogeno ipotizzato da Randell Mills, ma mai osservato da nessun altro, sia semplicemente un atomo d'idrogeno nello stato di atomo di Rydberg. Mills e' l'inventore della SunCell, un aggeggio che partendo da scariche elettriche nel gas d'idrogeno, genera una luce abbagliante come 200 soli, da cui viene estratta elettricita' tramite apposite cellule fotovoltaiche e altre misure ingegneristiche collaudate. Mills si rifiuta di catalogare cio' che avviene nella SunCell come processo di tipo LENR.

--
da:
http://egooutpeters.blogspot.ch/2016/12/dec-20-2016-lenr-miracles-list-still.html

MARC ELLENBROEK'S OPINION:

The link between LENR and Hydrino.

I am not sure that Mills agrees with the suggestion that the hydrino might be single hydrogen atom Rydberg matter. Rydberg matter (RM) can be formed using photons. Once the first (RM) is being formed using high currents, the generated photons may induce further forming of RM thus causing Self sustained Mode (SSM) as Mills claims. The energy of the hydrino's may be high enough to cause fusion with neighbouring atoms (Ni, H, Li, Al). That looks like LENR. The question is: What process generates most of the energy, fusion (LENR) or the forming of the hydrino? Forming hydrino's KeV energy excess levels are approached, LENR (H-7Li fusion, Be splitting ->He) generates MeV energies. Rossi was asked if he thought RM plays a role in LENR, but his answer was 'No'. Nevertheless also in LENR SSM can take place, which may be the same as Mills has observed. Time will tell whether or not there is a link between the hydrino and LENR.


Citazione
vic
 vic
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 6373
Topic starter  

Con tutta la buona volonta' non riesco a capire cosa sia un atomo di idrogeno di Rydberg, in quanto l'idrogeno ha un solo elettrone. Non ci sono elettroni interni di valenza. Detto altrimenti, se si ionizza l'idrogeno resta il nucleo, cioe' un protone, tutto nudo. Comunque sia, l'idrogeno "in stato idrinico" di Mills non e' un atomo singolo, bensi' un plasma. Percio' non stupirebbe piu' di tanto se entrano in azione effetti quantistici di tipo collettivo.

Utilizzando scariche indotte in una miscela di gas nobili da lui brevettata, il compianto Joseph Papp realizzo' un motore a pistoni totalmente chiuso, cioe' senza valvole d'entrata ne' d'uscita. Per farlo funzionare induceva delle scariche applicando un forte impulso magnetico dall'esterno. Come potenza, a parita' di cilindrata, il motore Papp equivaleva suppergiu' ad un diesel. Con le differenza di non richiedere carburante! La miscela di gas nobili nel cilindro era sempre quella. Per qualche mese almeno. L'unica spiegazione che viene in mente e' che Papp si sia confrontato con reazioni di tipo LENR.


RispondiCitazione
vic
 vic
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 6373
Topic starter  

Forse ci sono: se si sottopone l'atomo d'idrogeno ad un forte campo elettrico, l'elettrone comincia ad assumere un'orbita molto simile a quella di un atomo di Rydberg, cioe' assai allungata. In questo senso forse si puo' parlare di idrogeno di Rydberg.

Mi sa che se Mills sfrutta davvero atomi di Rydberg, questi non sono di idrogeno. E il pensiero torna a Papp.


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4075
 

Vic, l'atomo di Rydberg è caratterizzato da un elettrone molto distante dal nucleo, vicino al continuo perché il numero degli stati aumenta e la distanza tra due stati adiacenti diminuisce quando l'elettrone è eccitato a livelli di energia molto alti. Inutile dire che allora molto facile strapparlo dall'orbita e creare uno ione. L'hydrino di Mills invece ha uno stato al di sotto dell'orbita minima dell'elettrone.
Per il principio di corrispondenza l'atomo di Rydberg può essere considerato come un atomo classico con un potenziale che va come 1/r. Nota che non c'è bisogno che sia un atomo di H, anche atomi con numero atomico alto possono essere atomi di Rydberg, l'elettrone esterno, quello eccitato a livelli vicini al continuo 'vede' un nucleo effettivo composto da A- (A-1) cariche e quindi, a tutti gli effetti è come se fosse un atomo di H.


RispondiCitazione
vic
 vic
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 6373
Topic starter  

Mi par di capire che le proprieta' peculiari della materia di Rydberg scaturiscano dal momento angolare e dalle interazioni e-e. Sul fatto che l'elettrone piu' esterno di un atomo di Rydberg "veda" un nucleo simil-idrogeno, e' cosa di cui si tiene conto fin dai tempi di Fermi, col potenziale di Thomas-Fermi. Il quale serve proprio per far i calcoli dei livelli energetici di un atomo in generale.

E' che faccio fatica a collegare l'idea di idrino e quella di atomo di Rydberg.
Perche' l'idea dell'idrino si focalizza sul livello energetico minimo, mentre in un atomo di Rydberg, si parla di energie vicine all'energia di ionizzazione.

Staremo a vedere. La SunCell a quanto pare funziona. Percio' un motivo deve esserci. Se sia davvero l'idrino il demone nascosto ce lo dira' il futuro.


RispondiCitazione
Condividi: