Origini della SARS ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Origini della SARS e nuove foglie di fico psicopandemiche


GioCo
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1905
Topic starter  

Tutta la SARS è frutto di ricerche militari decennali. Le nuove tecniche di ingegneria genetica consentono lo sviluppo di armi biologiche in via estremamente semplificata rispetto il passato, praticamene con un taglia e cuci che la fa somigliare più a una sartoria degli orrori. I militari di almeno tre paesi, Stati Uniti, Franca e Cina, avevano trasformato l'intera Wuhan con tutti i laboratori biologici presenti in essa in un gigantesco centro di ricerca dei coronavirus operativo dai primi del duemila dove si allevavano apposta pipistrelli e pangolini.

Ma l'origine è "naturale".

Non c'è molto da aggiungere all'ingiustificabile ingenuità. Tranne che sta lentamente prendendo piede l'idea che "non può essere di origine militare" o che "non può essere stato fatto apposta".

D'altronde non ci sono le prove!

A parte che a me fa venire in mente i tempi dello stragismo, manco Ustica aveva "le prove", ma nessuno si è sognato di dire che non c'erano colpevoli!

Tuttavia qui abbiamo una MONTAGNA di evidenze, quindi, di quali ca%%o di prove c'è bisogno, una confessione pubblica di tutti i diretti coinvolti? Come se dicessimo che finché non ci sono mafiosi rei confessi allora la mafia non esiste... Eh, bei tempi quelli in cui non era ancora stato fatto il maxi processo!

Voglio dire, non esiste un solo dato che sia incoerente con l'ipotesi militare e con l'uso voluto e pianificato per questioni geopolitiche, quindi perché insistere che il virus "potrebbe..." o "non ci sono le prove"?

Come se non fosse evidentissimo il movente: c'è una guerra ideologica in corso, si vuole resettare lo stile di vita del liberismo e dei mercati 1.0 per poterne impiatare un altro (per salvare i capitalisti selvaggi dai loro stessi misfatti) che è però troppo differente dal vecchio ordine sociale per diventare di dominio pubblico in tempi accettabili, ci vuole una pesante opera di propaganda e una guerra ibrida asimmetrica che duri almeno un decennio per ottenerlo. Ma si può fare? Ci sono i mezzi, l'opportunità e la volontà?

Non mi sembra che la CIA abbia fatto altro in questi settantacinque anni o che l'America se la passi così bene da permettersi un altra soluzione. Quindi la risposta è SI ed è un obbiettivo evidentemente militare perché c'è di mezzo la sicurezza nazionale degli USA e dell'occidente più in generale.

La tesi critica all'idea dell'origine militare e stretegica, diciamo apertamente la foglia di fico, che si sta cercando di far passare usando i canali della falsa opposizione è che (cito) "se fosse un arma biologica sarebbe stata progettata per essere più letale", invece è poco più di un comune raffreddore.

Penso che la gente in buona fede che dica una FESSERIA di ste proporzioni, lo fa perché non ha alcuna idea di come funziona la stretegia militare moderna e sia rimasta alle guerre puniche. Oppure viene sedotta dall'idea molto americana che il cannone debba essere sparonebombone (per citare Rodari). Cioè più è grosso meglio é... Ma fuori dai fumetti poi c'è il Mondo che è un altra cosa.

Nel Mondo la strategia si è evoluta un tantino più di quella del passato e oggi non si combattono se non in casi molto rari guerre "convenzionali" con eserciti dispiegati sulla linea di un fronte. Non che non siano ancora fondamentali ma se le guerre non sono altro che un modo per proseguire le controversie politiche allora non fanno che seguire pedissequamente l'evoluzione della politica, passo dopo passo.

Fermo restando che (NON A CASO) le guerre convenzionali hanno i riflettori puntati e noi sappiamo bene quali di queste sono combattute di volta in volta, la stragrande maggioranza, diciamo pure la totalità di tutte le guerre in corso non avvengono muovendo eserciti. Non serve, banalmente.

Dai satelliti ai droni, dalle I.A. alle nuove armi "silenti", c'è un oceano di attività militare sommersa che purtroppo rimane non dichiarata, ma emerge coi morti e i feriti come tutte le guerre.

In questa nuova guerra gli eserciti sono coivolti come e più di prima. I soldati combattono ma non per morire direttamente. Gli eserciti sono "salvaguardati" perché la guerra rimanga silente. Le guerre quindi sono oggi ibride e asimmetriche e i teatri dove avvengono rimangono nascosti agli occhi dei più, così occhio non vede e cuore non duole e si può pure speculare sopra la pelle della gente coinvolta inconsapevolmente.

Sono nascosti nei vasti territori della biologia e dell'informatica dove ovviamente imperversano i virus, diciamo "le armi leggere" di questi ambienti per ciò le più comuni.

Un arma non deve necessariamente uccidere o fare a pezzi tutto, deve fornire un vantaggio in battaglia, aiutando gli amici e/o danneggiando i nemici. Vi sono armi che danneggiano entrambe le parti e altre che aiutano entrambe le parti e per capire la loro efficacia si fa una stima: se aiuta molto la mia causa e molto poco quella del mio nemico c'è comunque uno sbilancio a mio favore e quindi l'arma ha senso sia usata tatticamente.

Tutto ruota attorno all'obbiettivo che può essere di natura economica, territoriale, culturale o di qualsiasi altra funzionale al fine generale che nella maggioranza assoluta dei casi non vuole e non cerca la distruzione ma la capitolazione, la resa che deve avvenire ovviamente alle condizioni del vincitore. Per esempio in Grecia non si vuole la morte di tutti i greci ma che accettino di diventare una massa di straccioni silenziati, obbedienti e passivi totalmente dipendenti dalla carità degli estranei, in modo che i loro corpi siano LA merce per il "libero mercato". Come accade già in Africa o in Ucraina e come si pianifica anche per gran parte del resto di st'accidente di occidente.

Così si fa guerra economica e poi si piantano laboratori biotech, si sfruttano le madri surrogate, si passa all'allevamento intesivo e alla agricoltura OGM supervelenosi ed estremamente anti-ecologici imponendo l'ecologia di accatto alla gretina e si fa tutto l'impianto schifezza schivistico moderno che occorre per abusare delle neo-bestie antropoidi a piacere e di nascosto grazie a interdet, senza che si alzi una mosca a ribellarsi. Così trovi pure su Amazon la possibilità di avere un figlio biotech "soddisfatto o rimborsato": vuoi mettere il vantaggio? Certamente vale la pena... Per i neocapitalisti, o no?

Come ho già avuto modo di scrivere tante volte, il nostro corpo è diventato una merce a garanzia delle scommesse fatte col nostro culo che il globalismo fa sulla nostra pelle. Perché il capitalismo 2.0 o speculativo si fa così, si scommette sempre col culo degli altri ed è la seconda parte a rappresentare la novità, il nuovo ordine. Se no, se fosse fatta con i criteri del capitalismo 1.0, cioè anche col culo del capitalista, vi assicuro che sta merda finirebbe all'istante.

Lo dico in un altro modo: se voglio farti pulire le mie scarpe con la lingua non ti sparo in casa una bomba nucleare, ca%%o!!! Al massimo ti punterò un arma minacciandoti. Perché non ti voglio fisicamente morto ma spiritualmente alla mia mercee.

Il virus è stato esattamente questo, un arma leggera puntata alla nostra tempia per farci abbassare la testa e farci fare quello che voleva il nemico. Niente di più e niente di meno.

Per ciò dire che non può essere un arma perché altrimenti sarebbe stata progettata per essere più letale è una stronzata che deve finire.

Ma non basta. Bisogna andare fino in fondo a sto schifo! Il mio demone aveva ragione, non dovevo stare zitto. Perché insistere nel dire che non può essere un arma biologica militare e/o che non può essere stata usata apposta, nonostante le evidenze?

Perché se no cambia tutto! Un conto è dire che c'è una precisa responsabilità, un dolo provocato da un preciso crimine in cui c'era la volontà politica e c'è tutt'ora la speranza di portarla avanti, c'era il movente ed è evidentissimo, c'erano i mezzi e non si può più negarlo, un conto è appellarsi all'idea molto naif che siccome il mezzo non è adetuato al fine (?!?) allora non c'è un colpevole!!!

Se passa che il virus non è ingegnerizzato militarmente o se lo è che non è stato disperso apposta per provocare una crisi sociale a catena, paese per paese, per cambiare i nostri stili di vita e le nostre abitudini, coloro che stanno portando avanti l'agenda avranno le mani libere per continuare a fare quello che stanno facendo. Non con quel virus magari, ma chissene. Tanto finché l'intero castello di carte non crolla, morto un papa se ne fa un altro.

O no?

Questa argomento è stata modificata 2 settimane fa 12 volte da GioCo

Citazione
Condividi: