Quatar(filoIraniano...
 
Notifiche
Cancella tutti

Quatar(filoIraniano) isolato dai paesi arabi

Pagina 1 / 2

adestil
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

http://www.ilpost.it/2017/06/05/qatar-isolato/


Citazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4108
 

La scusa sarebbe che sponsorizza i terrorismo. In realtà tutti gli stati arabi chi più chi meno sponsorizzano il terrorismo. Il Qatar inoltre finanzia la costruzione di moschee in Europa così come l'Arabia Saudita, la Turchia ecc. ecc. Il terrorismo contro gli infedeli poi è giustificato dal Corano.
L'esclusione del Qatar non ha niente a che fare con il terrorismo, è solo uno scontro di potere all'interno del mondo islamico.


RispondiCitazione
yakoviev
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1671
 

Qatar filo-iraniano? Ma se in Siria si stanno combattendo all'ultimo sangue! Hezbollah e milizie volontarie iraniane (dirette da ufficiali iraniani) a fianco dell'esercito siriano contro jihadisti di tutti i tipi e tendenze, di cui il Qatar è uno dei primi sponsor


RispondiCitazione
Tibidabo
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1331

RispondiCitazione
comedonchisciotte
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 634
 

Per quel che posso capire dai lanci di stampa, sono solo pretesti. L'Arabia Saudita che critica il Qatar per il terrorismo è proprio il classico bue che dà del cornuto all'asino.
I vari giornali sembrano accennare a equilibri spostati da dichiarazioni di Trump o dell'emiro del Qatar, ma a me sembra aria fritta. C'è qualcosa di più grosso che non conosciamo. Non so se possa fare parte di una strategia contro Trump, creandogli difficoltà in Medio Oriente.


RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3055
 

Evidentemente quella parentesi nel titolo ("filoiraniano") e' fantascientifica.
Ha sostanzialente ragione yakoviev su questo.
Il Qatar ha fatto solo, per ragioni diplomatiche, qualche dichiarazione apparentemente distensiva verso l'Iran. Questo, peraltro, dopo aver finanziato per anni una parte della guerriglia siriana contro Assad, Hezbollah e, dunque, l'Iran. Probabilmente hanno tirato qualche somma di fronte ai recenti successi della coalizione siro-russo-iraniana.
La comicita' delle dichiarazioni saudite sul sostegno del terrorismo e' naturalmente inarrivabile. O meglio, e' pura chutzpah ebraica.


RispondiCitazione
Tibidabo
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1331
 

Per quel che posso capire dai lanci di stampa, sono solo pretesti. L'Arabia Saudita che critica il Qatar per il terrorismo è proprio il classico bue che dà del cornuto all'asino.
I vari giornali sembrano accennare a equilibri spostati da dichiarazioni di Trump o dell'emiro del Qatar, ma a me sembra aria fritta. C'è qualcosa di più grosso che non conosciamo. Non so se possa fare parte di una strategia contro Trump, creandogli difficoltà in Medio Oriente.

Qui wikipedia sulle relazioni Qatar Iran.

https://en.wikipedia.org/wiki/Iran%E2%80%93Qatar_relations

Chi è stato in medioriente almeno qualche volta sa che i rapporti interni a quella koinè sono complicati in una maniera incomprensibile per un occidentale.

Qui le dichiarazioni di Al Thani sull'Iran

http://www.haaretz.com/middle-east-news/1.792993

Ma qui sembra esserci una smentita

http://www.thenational.ae/world/middle-east/qatar-claims-emirs-iran-comments-had-been-faked


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4108
 

Il Qatar è a religione sunnita di tipo wahabita, per quanto ne so io. Non credo proprio che sia filoiraniano, la frattura tra sciiti e sunniti è troppo profonda.


RispondiCitazione
SeveroMagiusto
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 241
 

In realtà probabilmente la spiegazione di questo attacco al Qatar è molto meno legata a motivi religiosi di quello che (come sempre, quando si tratta di Medio Oriente) vogliono farci credere. O meglio, evidentemente quando adori Mammona, anche Allah (sia benedetto il suo nome) deve farsi da parte. Insomma, come dicono anche dalle nostre parti, “pecunia non olet”.
Quindi parliamo di vil denaro: da una parte i Qatarioti ne hanno buttato a palate nel calderone siriano, senza ottenerne un ritorno. Quando hanno finanziato assieme ai Sauditi il tentativo di rovesciare Assad, pensavano che la cosa si sarebbe risolta in tempi brevi, come le altre “primavere” arabe. Ma hanno sbagliato i conti. E non di poco. Credevano di poter costruire il loro gasdotto con sbocco sulle coste siriane di lì a poco, e invece sono passati sei anni e oltretutto sembra che i macellai che hanno a libro paga le stiano prendendo di santa ragione.
La variabile che gli emiri non avevano considerato e che sta mandando a carte quarantotto i loro progetti, ha un nome: Vladimir Putin. Il quale però ha dato ai Qatarioti una seconda chance: quella di partecipare alla “madre di tutte le privatizzazioni russe”, cioè la vendita di una bella fetta di “Rosneft”, il gigante del petrolio russo. E’ di pochi mesi fa la notizia dell’acquisizione da parte del fondo sovrano del Qatar e della anglo-svizzera Glencore del 19,5% del capitale della società russa ( http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2016-12-08/rosneft-festeggia-vendita-195percento-fondo-qatar-e-glencore-101551.shtml?uuid=ADrFnv9B).
Secondo voi, il buon Vladimir avrà chiesto all’emiro qualcosa in cambio, prima di avallare la vendita? Io ho idea che in Qatar abbiano colto la palla al balzo e abbiano deciso di entrare nell’affare Rosneft e smettere di buttare via quattrini nella faccenda siriana, tirando i remi in barca come chiesto loro da Putin. Certo i loro ex alleati non l’hanno presa molto bene, ma stranamente sembra che adesso stia sbocciando una storia d’amore con gli Iraniani. Che volubili sti emiri…o c’è dell’altro business in vista anche con loro?


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3203
 

E' possibile che dopo il viaggio, Trump ( sempre più incomprensibile ed allucinatorio nelle sue prese estemporanee di posizione ) , abbia dato mandato di 'supervisione' all'Arabia Saudita per il Golfo ed all'Egitto per l'altro lato del Mar Rosso. E' possibile che il Quatar non abbia gradito questo privilegio e abbia cercato di riposizionarsi accanto all'Iran proprio per salvaguardare la propria autonomia politica, smentendo precedenti affiliazioni. E' possibile però che il 'mondo' stia perdendo quel poco di razionalità cui noi siamo solito attribuirgli se non altro per consumare le nostre dita sulla tastiera. E' possibile, è possibile...e questa è la cosa più preoccupante: che abbiamo a che fare con emozioni, sentimenti, allucinazioni, menzogne palesi, avvenimenti assolutamente slegati da ogni contesto conosciuto e non con la razionalità: e questi e altri recenti avvenimenti mi fanno credere che davvero come nel passato la caduta della ratio preluda allo scatenarsi delle pulsioni, quelle più forti, che sono sempre le stesse... prima di tutte la cieca aggressività.


RispondiCitazione
pingus
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 297
 

mi sembra tanto come quando spinsero l'Iraq ad aggredire il Qwait, per poi usarlo come pretesto per papparsi l'Iraq stesso...


RispondiCitazione
Cataldo
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 269
 

Il Qatar va messo sotto tutela perchè ha iniziato un percorso di realismo, dopo la sconfitta in Siria è evidente che i piani Usraeliani-Sauditi stanno cambiando verso un conflitto con l'Iran, il Qatar in questa prospettiva è destinato all'irrilevanza, o peggio, pertanto sta provando a tessere una rete di rapporti con Russi e Cinesi che possa garantirlo, ma è un percorso molto, molto difficile.


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

io ho citato un articolo non ho detto che sono d'accordo..anche perchè l'argomento è molto complesso e non può essere trattato come fatto nei vostri interventi..che vi impedirebbe anche di capire perchè dopo due giorni dall'annuncio dell'isolamento del Quatar che rimane senza scalo aereo e l'Iran gli dato il suo(se fossero nemici religiosi come dite voi ,non gli avrebbe dato lo scalo)ed ecco che gli è costato il primo attentato dagli anni 80 con l'attacco al parlamento e 12 morti...come avviso di ulteriori attacchi...
ecco col vostro intervento tutto questo non si capirebbe..
ed è infatti miope e meglio per la vostra comprensione se lo ampliate..

solo cataldo e SeveroMaGiusto hanno capito eppure qui dentro non ci dovrebbe essere necessità di fare premesse e state diventando un pò duri di comprendonio in questa fase diconfusione ci cascate con tutti i piedi:


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

se infatti non l'avete capito ,in medioriente è un continuo riposizionamento...per interessi economici e politici...
quindi il nemico di ieri può diventare l'alleato di oggi...è vitale..
ammeno di nemici insormontabili(ce ne sono?) tutto si può fare...
ed anche se non amici,almeno non nemici..
non è un caso che l'Iran nemico di tutti dagli anni 80 non ha un attentato..
oggi si è dimostrato che possono farglielo in ogni momento al cuore della nazione ed organizzandolo con poco tempo...
quindi non è una questione di nemici o alleati come la mettete voi..
in guerra è tutto fluido e ci sono rapporti di vario grado di alleanza dichiarata,alleanza forzata(vedi quellaq tra ue e USA o tra italia ed USA siamo costretti ad essere alleati),non belligeranza(ossia ci si sopporta),belligeranza dichiarata..se si ripercorrono solo le ultime guerre si vede come nazioni che si fanno la guerra nel primo conflitto come Italia e Germania si alleano nella seconda per poi separarsi alla fine.. ed il tutto il pochi anni..
idem se si va indietro di qualche decina di anni nelle guerre dell'800

E che dire del colmo dei colmi?
Ma gli estremisti musulmani come i wahabiti non dovrebbero essere amici giurati degli ebrei e di Israele?A me risulta di si..ed allora perchè non vi è stato un solo attentato ad Israele?Perchè i due governi sono in un accordo mai visto?
Semplice,entrambi sono interessati alla spartizione della Siria...
ed Israele vede bene gli attentati all'Europa per poter dirle ''vedete come è quando i terroristi li avete in casa'' in modo che prima o poi potrà definitivamente cancellare la Palestina..

quindi come vedete si può andare d'amore e d'accordo anche tra religione opposte che si combattono da secoli se il punto di incontro è l'interesse economico come è quello saudita o israeliano...

lo stesso dicasi degli stati occidentali che vendono armi a sauditi tipo l'italia,la francia,la germania,gli USA,gli uk..armi che poi magari riutilizzano in yemen,siria o in ue

Lo capite che esiste un dio più alto,il dio denaro..il potere...
che scavalca tutto guerre passate ma anche attuali ci si riposiziona in un battibaleno...se fa gioco al proprio interesse..


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

capisco che non riuscite a stargli dietro ma fate un piccolo sforzo non ragionate in funzione di idee cristalizzate che come tutti i cristalli sono fragili e deboli..

E' un continuo riposizionamento..
c'è chi insiste anche davanti alla sconfitta(quella USA e saudita in Siria)
da parte di Iran-Russia e fornisce 300miliardi di dollari di armi ai sauditi..che dopo aver pagato e comprato titoli USA si sente legittimata a fare quel che vuole anche scatenare un conflitto di proporzioni immani..

d'altronde se ragionate come fate voi ossia dicendo che Quatar e Iran non si possono alleare commettete un errore...
intanto non tutti i wahabbiti sono estremisti come i sauditi(che lo sono in funzione geostrategica ossia non è un fatto di religione ma di conquista ,usano la religione come pretesto di invasioni armate,vedi Yemen!!) e non tutti gli sciiti sono compatti fra di loro e nemici giurati dei wahabbiti cosi' come cristiani ortodossi e cristiani cattolici se entrassero in guerra solo un fesso potrebbe credere che dipenda da motivi religiosi visto che nè ai popoli(noi in questo caso e diciamo i russi)gliene frega niente nè a nessun altro..ma sarebbe una scusa come un 'altra come avvenne in passato per molto meno per una semplice eresia ...magari ricordiamoci delle guerre sanguinosissime tra cattolici spagnoli e scismatici inglesi o tra cattolici e cattolici protestanti(calvinisti) quindi tutte guerre in seno alla stessa religione ma che usa la religione come scusa per uscire dalla sottomissione papale e avere un proprio territorio di dominio da parte della nuova borghesia nord europea...

Il Quatar non è stato mai il mandante del terrorismo nel senso che Al Thani è semplicemente un fantoccio degli USA che di fatto hanno posto sopra un emirato dove esiste uno dei più grandi giacimenti di gas al mondo (proprietà dei rockfeller)una delle più grandi basi USA al mondo...
quindi di fatto armi,addestramento,eplosivi,mercenari venivano dalla base USA del Quatar non si vede che razza di ruolo potesse avere l'emiro...
di fatto sono gli USA ad usare il Quatar..

E da quando Al Thani ha adottato un atteggiamento diverso da quelli che gli usa vogliono nei confronti degli sciiti ,come si fosse svegliato ecco che la condanna arriva immediata...da parte degli USA che li additano come mandanti del terrorismo...(non è un caso che additino anche l'iran ma non i sauditi).
Gli USA non stanno più a loro agio..come non lo sono nei confronti di Erdogan quando si avvicina a Putin non è un caso che hanno provato ad eliminarlo e sono un avviso di 20minuti prima da parte dei servizi russi riesce a salvarlo...
ma nonostante questo ancora oggi oscilla tra alleanza russa o USA..
lo capite che non funziona come dite voi?

L'unica cosa che apparentemente non quadra è l'Egitto che appoggia questo isolamento del Quatar.....ma solo apparentemente infatti il Quatar,ma non solo e non tanto Al Thani,ma soprattutto gli USA che lo controllano,appoggiarono i fratelli Musulmani in Egitto(appoggiati e finanziati dal fratello di Obama)


RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: