Richiesta ai Cavali...
 
Notifiche
Cancella tutti

Richiesta ai Cavalieri Bianchi de Noatri


R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 83
Topic starter  

Signore e signori,
dato che ho rispetto del tempo altrui, per quanto seguirà mi sento in dovere di fare una premessa: si tratta di pippe mentali e io sono un coglione.
Detto questo, la responsabilità nel proseguire diventa affar vostro. 😉

Sempre meno di rado mi sto accorgendo che i termini controinformazione e informazione alternativa pian piano stanno abbandonando il significato a mo' di convenzione, ossia quella non-main-stream, per acquisirne uno più ampio di contrapposizione al “Male” e quindi di “Bene”.

Avendo anticipato di essere un coglione mi posso permettere tranquillamente di fare i nomi, almeno i principali, i quali avendo molti punti in comune possono essere racchiusi in un insieme, essi sono Blondet, Sacchetti, De Mari, Scardovelli, Viganò e per certi versi anche la Compagnia dei Fusari-Grimaldi & Co.
Non offendetevi se non siete tra i nominati, l'intenzione e quella di far comprendere lo stereotipo ai lettori, ma se proprio ci tenete tanto, scrivetemi, vi inserirò al prossimo giro.

Seppur le analisi da loro formulate possono risultare in parte condivisibili, la reazioni scaturite e la “soluzioni” offerte, almeno ai miei occhi, lo sono assai meno.

Dal momento che si pensa di essere e rappresentare il “Bene”, i toni cambiano radicalmente fino a volte stravolgerne l'intento e semmai, la realizzazione dello stesso.

Uno dei punti in comune di tale filone è la religiosità, in specifico il Cristianesimo.
Nonostante io sia enormemente attratto dalla Parola, più volte ho cercato di spiegare che ogni forma di religione, oltre a non aver niente a che fare con essa, è addirittura in contrapposizione ad essa.
Non voglio ora approfondire l'affermazione altrimenti la filippica non finirebbe più, in ogni modo non mi esimerò da qualsiasi domanda in merito.

Torniamo all'elemento che funge da roccia al filone, la religiosità.
Il barbatrucco, perché di questo si tratta, è quello di fare da prima un'analisi del sistema, in seguito leggerla tramite uno sorta di velo insindacabile e in infine vomitare assolutismi camuffati da bontà.
Da qui tutto diventa lecito e se per caso si dovesse andare a toccare il fulcro (l'essere il Bene), l'obiezione viene osteggiata nella stessa identica maniera che fanno open e BUTAC.

Nel pratico vediamo uno che ad un singolo dubbio ti risponde con insulti in stile “specchio riflesso” come un bimbetto dell'asilo, l'altro che blocca utenti e cancella i commenti, quella che si infuria come un drago sputafuoco e il più fantastico del gruppo che a 70anni suonati piagnucola per due like non ricevuti.
Fosse finita qui non sarebbe neanche tutto questo gran danno, affari loro si potrebbe dire, no?

Il problema è che la loro posizione viene assimilata esternamente e compaiono schiere che iniziano a rifiutare qualsiasi contraddittorio sentendosi Cavalieri Bianchi de 'sta minchia.
Nascono definizioni come l'Esercito della Luce e amenità varie.
(L'opportunità di sfruttare o meno l'effetto “coda di paglia” la si offre sempre a chiunque, quindi inseritevi o disinseritevi a vostra discrezione nel gruppo)

Il risultato complessivo va a distorcere un'analisi inizialmente passabile generando una soluzione che differisce da quella dei cattivoni soltanto per la forma, la sostanza è pressoché identica.
Despoti gli uni (il Male), despoti gli altri (il Bene).

Questo è quello che davvero si vuole?
Invertire le parti per ottenere qualche agevolazioncina materiale qua e là?

Ok, ci mancherebbe, pensavate stessi cercando di impostare una diversa modalità, assolutamente no.
Il mio intento lo metto in forma di richiesta: “gentilmente, o voi Esercito della Luce, potreste prima di ogni parola far sapere all'interlocutore che vi è davanti che siete interessati a cosette quali un potere d'acquisto maggiore senza nascondervi dietro ad alte frasi come “la realizzazione dell'essere”?

Avete visto che in alto ho fatto la premessa per non rubare tempo al prossimo?
Ecco, questo si chiede, non riducete l'altro a fare 1.000 domande per via delle dissonanze che emanate, tanto prima o poi vi sgama comunque, fategli risparmiare fiato, siate educati.

Non date per scontato che non ci possano essere altre diverse posizioni da quelle che riuscite a vedere.

Buon fine settimana! 😉

P.S.: quasi ogni volta che tento di fare una modifica al testo (in genere per correggere un errore) il post mi va in moderazione, è normale? Succede anche a voi?


arbaman, cedric, danone e 1 persone hanno apprezzato
Citazione
INTP
 INTP
Active Member
Registrato: 2 mesi fa
Post: 10
 

Ciao,
ho notato anch'io da tempo qualcosa del genere, e ci aggiungerei la banda di quelli che "visto che il sistema dominante è marcio, chi lo combatte è senz'altro meglio".
Cioè, oltre all'esercito della luce ci sono i cripto propagandisti, che vorrebbero farti credere che un posto come la cina. per fare un esempio, è senz'altro meglio.
Ultimamente mi limito quasi solo a leggere i titoli, pescando dalle varie fazioni, tanto per sapere cosa (forse) sta succedendo. Ma per l'analisi e approfondimento o ne cavo qualcosa da solo o amen.
Tutti tirano acqua al proprio mulino, che la pensino così spontaneamente o abbiano degli sponsor, e in effetti al massimo si salva solo la critica, i rimedi proprio no.


R66 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Rugge
Membro Admin
Registrato: 7 anni fa
Post: 81
 

Il potere d'acquisto è quello che interessa a tutti, sia quelli che fanno parte o non fanno parte della narrazione mainstream. Il mainstream parla a tutti, tutti sono il mainstream, anche quelli che sono "contro". L'anarchia è un'orizzonte.

Quelli che ti riferisci sono i "credenti". Se sono emersi è perchè sono fra i perdenti di questo sistema. Ne vorrebbero uno vecchio..un sistema di potere ormai sorpassato, sconfitto.

Io mi sento trafitto, come la canzone dei CCCP.

Fprse c'é da ricostruire qualcosa.


ducadiGrumello, danone e LuxIgnis hanno apprezzato
RispondiCitazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 83
Topic starter  

Continuo sul concetto iniziale con l'intento di espanderlo.
Visto che negli interventi tra metafore ed esempi ho quasi estinto flora e fauna, per non risultare ripetitivo questa sarà la volta di J.R.R. Tolkien, il quale lo ritengo fungere da ottimo spunto per quanto seguirà.

Il riferimento è principalmente al film, giusto perché credo l'abbiano visto più persone di quante non abbiano letto il libro, in ogni caso il concetto è all'incirca identico in entrambe le versioni.

Nel primo film della trilogia, Frodo offre l'anello a Gandalf e questo rifiuta replicando: "[...] Userei questo anello per il desiderio di fare del bene ma attraverso di me eserciterebbe un potere troppo grande e terribile da immaginare."

Alcuni pensano che il rifiuto sia dovuto all'incapacità di gestirlo, non è così e non si tratta di una mia opinione.
Gandalf è una persona saggia e anche molto potente, avrebbe potuto giostrarlo senza problemi, la spiegazione che lui da riguarda il desiderio di fare del bene, non l'impossibilità di adoperare l'oggetto.

Ma come?
Allora fai 'sto 'azzo bene, ammazza Sauron e vissero tutti felici e contenti, no?
No!

Nel libro si offre una spiegazione maggiore tramite Elrond, anche lui saggio e potente, condivide lo stesso pensiero dello stregone.

"“Non possiamo usare l'Anello del Potere. Ora lo sappiamo troppo bene. Appartiene a Sauron ed è stato creato da lui solo, ed è del tutto malvagio. La sua forza, Boromir, è troppo grande per chiunque perché possa essere imbrigliata a piacimento, salvo coloro che hanno già un grande potere proprio. Ma per essi dispone di un pericolo ancora più mortale. Il desiderio stesso corrompe il cuore. Considera Saruman. Se qualcuno dei Saggi dovesse rovesciare il Signore di Mordor con questo Anello, usando le sue stesse arti, si metterebbe sul trono di Sauron e avremmo un altro Signore Oscuro. E questa è un'altra ragione per cui l'Anello dovrebbe essere distrutto: finché si troverà al mondo sarà un pericolo anche per i Saggi. Perché nulla è male all'inizio. Anche Sauron non era così. Io stesso temo di disporre dell'Anello per nasconderlo. Non prenderò l'Anello per impugnarlo."

Un'altra persona che potrebbe brandirlo è Galandier, ma anche essa lo rifiuta.

Scardovelli e company invece a quest'ora sai che gran sfoggio di oreficeria!
Se gli si facesse notare che l'uomo è corruttibile e fallace, risponderebbero che questo Bene non deriva da loro, ma appunto da sfere più alte, lui lo appella come "amore cristico".

Questa neologismo dovrebbe e sottolineo dovrebbe riferirsi all'agàpe che significa amore disinteressato.
Il concetto però fa a pugni con l'intenzione di instaurare una struttura, qualsiasi essa sia.
Nella struttura è implicito l'obiettivo, che da sé manda in malora il principio disinteressato.

Spero di aver dato ulteriori spunti di riflessione.

 


RispondiCitazione
ducadiGrumello
Trusted Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 67
 

ciao R, bel post, ricco di spunti. Come spesso mi capita, non ho risposte o teorie originali da proporre; dico solo che concordo in toto con quanto da te espresso, tant'è che ormai bazzico solo su CDC e ogni tanto Simplicissimus, NoGeoIngegneria e Andrea Cecchi. Il manicheismo da te ben evidenziato mi ha stufato, e poi mi prostra psicologicamente, me ne sono accorto nelle ultime due settimane in cui ho ridotto di molto gli accessi al web causa carico di lavoro agghiacciante fra vigna (in sto periodo non sembra di stare in una vigna di Nebbiolo, ma in Vietnam, e non c'è Agent Orange a risolvere le cose), cantina e consegne di vino: a sera sono davvero stracco, ma ho la mente sgombra e riesco ancora a rapportarmi con i miei famigliari e con gli amici come un essere umano, senza piangermi addosso nè invocare il destino cinico e baro per il periodo storico - comunque orripilante, beninteso - che stiamo attraversando


R66 hanno apprezzato
RispondiCitazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 83
Topic starter  

@ducadiGrumello una risposta o una teoria a mo' di soluzione non c'è mica! 🙂
Sarebbe sufficiente un minimo di onestà intellettuale a risolvere la magagna.

Se si presentassero dicendo di avere un tale obiettivo e di ricercare il numero per realizzarlo, non ci sarebbe niente di sbagliato.
Sapendo però in anticipo che così facendo l'intenzione perderebbe di efficacia, la infarciscono di Bene e di Male, loro se ne tirano fuori.
Come dire: "Non è mia la proposta, anzi non c'è una proposta, si tratta dell'assoluto, il Bene, e io lo rappresento. Vieni con me o vuoi stare con il Male?"

Paraculi della peggior specie, Orwell gli ha dedicato un determinato animale in uno dei suoi libri! 😉
Addirittura ciò è un complimento, nel caso non se ne rendessero conto sarebbe ancor più grave la situazione.


ducadiGrumello hanno apprezzato
RispondiCitazione
Jocondor
Eminent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 27
 
Pubblicato da: @r66

Avendo anticipato di essere un coglione mi posso permettere tranquillamente di fare i nomi, almeno i principali, i quali avendo molti punti in comune possono essere racchiusi in un insieme, essi sono Blondet, Sacchetti, De Mari, Scardovelli, Viganò e per certi versi anche la Compagnia dei Fusari-Grimaldi & Co.
...........

Seppur le analisi da loro formulate possono risultare in parte condivisibili, la reazioni scaturite e la “soluzioni” offerte, almeno ai miei occhi, lo sono assai meno.

...........

Non date per scontato che non ci possano essere altre diverse posizioni da quelle che riuscite a vedere.

 

Beh, su gran parte dei nomi elencati sono molto d'accordo; da Sacchetti fino a Fusaro compreso, ma escluderei parzialmente Blondet e del tutto Fulvio Grimaldi, che effettivamente ha oltre 70 anni ma la mente lucida.

Detto questo, chi fa informazione ha un solo dovere, quello di informare; le analisi sono benvenute, perché è necessario unire i puntini per fare apparire il disegno, mentre proporre soluzioni è invece compito di chi fa politica.

E qui purtroppo casca l'asino, perché di persone con una visione sufficientemente ampia e profonda, e che non siano improvvisatori, ma che hanno un passato e spero anche un'avvenire, io ne vedo solo uno, Giorgio Bianchi. Il suo mestiere però è di fare foto e documentari, da presentare poi sui libri, parlando alle persone con una tenacia che rasenta l'eroismo; ma non credo intenda darsi alla politica.

La sua collaborazione con Visione Tv e con Toscano, quindi, che per me è stata magistrale, da parte di entrambi, cioè un esempio di giornalismo coi fiocchi, tale rimane. Il partito non c'è, e temo proprio che non nascerà.

Temo, e me ne rammarico


RispondiCitazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 83
Topic starter  

@Jocondor Blondet invece è uno tra i massimi esponenti dei concetti che sto cercando di esprimere e aggiungerei anche tra i più beceri, non soddisfatto della, a suo dire, posizione pro-Bene, infarcisce il tutto con macumbe e spiritismi che nulla hanno a che vedere con quello che vorrebbe farci credere.
"Recitiamo il rosario alle 15:26 UTC, tutti insieme sconfiggeremo il Male!" - nel mentre emana cattiveria da tutti i pori così come la socia urlatrice, anche lei sgranarosari.
Mazinga Z gli fa un baffo!
Inoltre pubblica fake a iosa; d'altra parte perché spendere 5 minuti per verificare?
No, non serve, è il Bene, lui! 😉

Fusaro e Grimaldi li metto in bilico, ma già lo avevo anticipato.
Anche loro si appoggiano al rituale Bene vs. Male seppur in forma minore, forse sono troppo impegnati a vantarsi chi del lessico e chi di imprese eroiche del secolo scorso per farlo alla grande come gli altri.

Quelli che sfuggono a tale trucco ancora stanno aspettando di sapere come si intendono le manfrine in senso pratico, su questo nessuna notizia è pervenuta, ci prendono per idioti, credono che basti il concetto manicheo per garantirsi l'appoggio.
Sono conscio che per una buona fetta ciò funzioni alla grande, esiste però un'altra parte che pensa e scrive thread come questo.

Prego i lettori di non fare uscite sterili del tipo: "allora, dato che sei più furbo, proponi tu!".
Nel caso devo rilevare che non ci stiamo capendo, io non sono uno accalappia adepti, perché mai dovrei compiere la stessa azione che sto contestando?
Sto semplicemente chiedendo una forma di educazione, ossia ottenere una premessa dai promotori* del metodo prima di ogni altissimo proclamo "benecentrico", così, giusto per non perdere tempo. 😉

* i nominati già si conoscono, su di loro ormai tutto è svelato, mi rivolgo ai seguaci che spesso incontro per strada, alle cene e in altre varie situazioni sociali

 


RispondiCitazione
Virgil Gheorghiu
New Member
Registrato: 4 settimane fa
Post: 2
 

Un'aggiunta alla lista dei paladini del Bene : taluno Stefano Scoglio, amante della censura e circondato da buttafuori presenti nella sua chat. 

Questo post è stato modificato 4 settimane fa da Virgil Gheorghiu

RispondiCitazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 83
Topic starter  

@Virgil Gheorghiu il personaggio da te citato non lo conosco tanto da poterlo inserire tra gli altri, comunque nel caso ci tenesse mi può scrivere senza problemi, si tratta di una lista inclusiva in linea con i tempi, non si applica nessuna selezione particolare per l'accesso.

Ritornando all'argomento, in un articolo in home un utente con il dono della sintesi è riuscito a racchiudere tutto il mio malloppone in poche righe.
Mi permetto di citare lui e una parte del commento, confido che non se la prenderà a male (minuscolo).

@absitiniuriaverbis
"Perplesso, sono perplesso.
Mi sembra che l’articolo riproponga il concetto oltremodo deprimente del ‘buono e del cattivo’ a parti invertite rispetto al cosiddetto main stream.
Poi mi viene in mente che ognuno tira l’acqua al suo mulino e tutto mi quadra.
Il punto in discussione rimane perciò la definizione di ‘suo mulino’."

Definizione che puntualmente manca all'appello in favore del "vs.".


RispondiCitazione
Jocondor
Eminent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 27
 
Blondet invece è uno tra i massimi esponenti dei concetti che sto cercando di esprimere e aggiungerei anche tra i più beceri, non soddisfatto della, a suo dire, posizione pro-Bene, infarcisce il tutto con macumbe e spiritismi che nulla hanno a che vedere con quello che vorrebbe farci credere.
"Recitiamo il rosario alle 15:26 UTC, tutti insieme sconfiggeremo il Male!" - nel mentre emana cattiveria da tutti i pori così come la socia urlatrice, anche lei sgranarosari.
Mazinga Z gli fa un baffo!
Inoltre pubblica fake a iosa; d'altra parte perché spendere 5 minuti per verificare?
No, non serve, è il Bene, lui!
Va bene, Blondet è un fanatico cattolico vetero-anticomunista, ma a te cosa importa? 
A me importa di sapere se le cose che scrive sono vere o no. Su quello che accade in Francia, militaria in specie,  Blondet ha informazioni interessanti che non trovo da altre parti. Ma non solo, ecco un esempio:
 
 
 
Per la questione Biden-laptop-riti satanici tra i dem USA, poi, è in anticipo e di parecchio rispetto a tante cose venute fuori dopo.
 
Questo a me basta, mica devo recitare il rosario, no?

 

 

Questo post è stato modificato 4 settimane fa da Jocondor

RispondiCitazione
R66
 R66
Trusted Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 83
Topic starter  

@Jocondor nel leggere le tue domande non resta che rendermi conto di aver espresso in maniera confusionaria il nocciolo della questione e di aver scritto pessimamente almeno 4 post su 5.
D'altra parte, scrivere non è il mio mestiere. 

In quello dove c'è la sintesi non mia però il concetto risulta cristallino.
Quel post non si merita la richiesta di una ulteriore delucidazione, tramite esso o si comprende il principio e gli si da importanza, oppure si decide di trattarlo marginalmente (o affatto) e quindi di passare oltre.
Decisione di ogni singolo, come sempre del resto.


RispondiCitazione
absitiniuriaverbis
Active Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 8
 

R66, grazie dell'invito, non se ne sa mai abbastanza. 

Non so se sarò in grado di contribuire alle vostre analisi: avevo letto tutta la Bibbia tanti, forse troppi, anni orsono (ne ho 72) perché ero curioso. Essendo però anche fautore del dubbio come strumento di ricerca ed un tecnico per formazione, ne ero rimasto alquanto deluso. Non capivo, non riuscivo a capire il molto mentre mi erano chiare solo poche cose che trovavo raccapriccianti.

Per esempio, la tua spiegazione del 'Pietro e su questa pietra...' la trovo lampante e chiara ed indipendente dall'avere fede o un credo.

Farò del mio meglio per contribuire ma credo di essere molto poco ferrato al vostro confronto. 

Questo post è stato modificato 4 settimane fa da absitiniuriaverbis

RispondiCitazione
Condividi: