Notifiche
Cancella tutti

tasse

Pagina 1 / 2

[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3719
Topic starter  

E' proprio vero che debba pagare le tasse per ricevere i servizi dallo stato?
Oppure no?

E' nato prima l'uovo o la gallina?


Citazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3053
 

E' proprio vero che debba pagare le tasse per ricevere i servizi dallo stato?
Oppure no?

E' nato prima l'uovo o la gallina?

Secondo me e' nato prima il fattore.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 2066
 

E' nato prima l'uovo o la gallina?

Che domande... Ma ovviamente la gallina!


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3719
Topic starter  

E' proprio vero che debba pagare le tasse per ricevere i servizi dallo stato?
Oppure no?

E' nato prima l'uovo o la gallina?

Secondo me e' nato prima il fattore.

Mi è impossibile concedere credibilità a chi pensa di fermare un treno con uno sputo.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3719
Topic starter  

E' nato prima l'uovo o la gallina?

Che domande... Ma ovviamente la gallina!

Mi risponde alla domanda retorica e non a quella che la intriga maggiormente?
Lei è un assiduo frequentatore dei post economico/finanziari, quindi dovrebbe sviluppare la mia provocazione, perché io sono convinta che le tasse non servono affatto a sovvenzionare i servizi che lo stato mette a mia disposizione.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 2066
 

E' nato prima l'uovo o la gallina?

Che domande... Ma ovviamente la gallina!

Mi risponde alla domanda retorica e non a quella che la intriga maggiormente?
Lei è un assiduo frequentatore dei post economico/finanziari, quindi dovrebbe sviluppare la mia provocazione, perché io sono convinta che le tasse non servono affatto a sovvenzionare i servizi che lo stato mette a mia disposizione.

Dimostralo, ti leggo.


RispondiCitazione
Stodler
Famed Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3972
 

Nat ha una visione neoliberista.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3719
Topic starter  

La massa monetaria attualmente in Italia è di circa 9500 mld di €, quindi con un prelievo annuo del 8% circa si ottengono circa 760 mld di €.
Il prelievo serve a far rientrare il reddito d'esistenza distribuito universalmente dallo stato ad ogni cittadino, se non si operasse in tal senso, la massa monetaria aumenterebbe a dismisura.
760 mld sono circa l'ammontare di tutte le tasse che lo stato incassa.
Il reddito d'esistenza dovrebbe corrispondere a 500€ mensili ad ogni italiano, quindi per 12 mesi sono 6.000 € che per 6o mil. di persone fanno un ammontare complessivo di 360 mld., Sono ancora disponibili 400 mld € per le spese di gestione dello stato. Il tutto alla luce attuale delle cose, perché nel divenire necessiteranno degli aggiustamenti.
Quindi togliendo il 50% circa di tassazione, in essere attualmente, il potere reale d'acquisto del reddito d'esistenza raddoppierà, c'è chi sostiene che il prelievo sia superiore al 50% ed arrivi al 78%, quindi si deduce facilmente che la capacità di spesa possa essere ancora maggiore.
Ma datando la moneta, cioè rendendola valida solamente per l'anno solare in corso, si eliminano tutti gli altri balzelli e spese di gestione contabile di ogni attività, con l'ovvia eliminazione del ministero delle finanze e relativa burocrazia, non essendoci più alcun bisogno di contabilità, di fatture, ricevute, scontrini fiscali ed orpelli vari.
Perché ogni reddito esorbitante quello di esistenza, dovrà sottostare alla tagliola della datazione di fine anno, quindi chi vorrà spendere il denaro guadagnato ad ogni titolo: malavita, prostituzione e quant'altro (mi spiace per i commercialisti anche qui presenti) non denunciandolo equivarrà a carta straccia.
Così facendo si accontenteranno anche i fautori della decrescita felice.
Resto a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 2066
 

Nat ha una visione neoliberista.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 2066
 

Resto a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Dunque Gaia, io credo che ci sia stato un equivoco. Io pensavo che mi avresti illustrato "a che cosa servono e dove finiscono le tasse” dato che “le tasse non servono affatto a sovvenzionare i servizi che lo stato mette a mia disposizione.”

Lei è un assiduo frequentatore [...] perché io sono convinta che le tasse non servono affatto a sovvenzionare i servizi che lo stato mette a mia disposizione.

Cioè, apprezzo il tuo tentativo di abbozzare una riforma del sistema monetario, del sistema previdenziale e di chissà cos’altro ma siamo off topic. Non eri partita da qui?

E' proprio vero che debba pagare le tasse per ricevere i servizi dallo stato? Oppure no?

A mio avviso tutti questi contenuti semmai potevano essere la degna conclusione del tuo thread ma così non mi pare che funzioni.

P.s.: Credo che uno dei tuoi autori preferiti abbia centrifugato (fan così bene le centrifughe!) qualche pagina di Gesell con un paio di righe di Barnard (ME-MMT), e dopo aver aggiunto un pizzico di Georgescu-Roegen e innaffiato il tutto con un goccio di Latouche, si sia fatto prendere la mano (o il gomito).


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3719
Topic starter  

Resto a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

Dunque Gaia, io credo che ci sia stato un equivoco. Io pensavo che mi avresti illustrato "a che cosa servono e dove finiscono le tasse” dato che “le tasse non servono affatto a sovvenzionare i servizi che lo stato mette a mia disposizione.”

Lei è un assiduo frequentatore [...] perché io sono convinta che le tasse non servono affatto a sovvenzionare i servizi che lo stato mette a mia disposizione.

Cioè, apprezzo il tuo tentativo di abbozzare una riforma del sistema monetario, del sistema previdenziale e di chissà cos’altro ma siamo off topic. Non eri partita da qui?

E' proprio vero che debba pagare le tasse per ricevere i servizi dallo stato? Oppure no?

Tutti questi contenuti semmai potevano essere la degna conclusione del tuo thread ma così non funziona.

P.s.: Credo che uno dei tuoi autori preferiti abbia centrifugato (fan così bene le centrifughe!) qualche pagina di Gesell con un paio di righe di Barnard (ME-MMT), e dopo aver aggiunto un pizzico di Georgescu-Roegen e innaffiato il tutto con un goccio di Latouche si sia fatto prendere la mano (o il gomito).

Cosa c'entrino Gesell, P. Barnrd o Georgescu-Rogen, solo lei lo sa, l'unico che poteva, a giusta ragione citare, era Esiodo, nato qualche millennio prima di questi signori, e mi scusi se è poco.
Per il resto vale quello che le ho già scritto, non mi abbindola con qualche citazione, tantomeno può nascondere il vuoto che impera dentro di lei. Uno che pervicacemente pubblica vignette è sostanzialmente una vignetta.
Come ho scommesso, vincendo, lei di suo non ha argomenti, deve vivere di riflesso. Zompetta negli articoli postati nel forum con la speranza di ammantarsi di nota.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 2066
 

Io non voglio abbindolarti, cerco solo di venirti appresso. Ora, se hai cambiato idea e preferisci scrivere di altro a me sta bene, ma non capisco il perché di tanta scortesia (mi riferisco al tuo pm). Boh.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3719
Topic starter  

Io non voglio abbindolarti, cerco solo di venirti appresso. Ora, se hai cambiato idea e preferisci scrivere di altro a me sta bene, ma non capisco il perché di tanta scortesia (mi riferisco al tuo pm). Boh.

I messaggi privati sono una lama a doppio taglio. E' certo che i suoi messaggi privati siano rimasti tali? I ricevitori certamente in pubblico le avranno testimoniata un'iperbolica bonomia, ma in privato esiste anche il lato B. Specialmente in questi momenti che è nella bocca, e non solo, di tutti. Vede la quasi totalità degli internauti è maschile e quindi naturalmente dotata, poi che funzioni o no è un altro paio di maniche, di glande, glande che è attirato dai buchi, senza distinzione.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Noble Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 2066
 

Visto che non capisco una parola di ciò che dici, per fugare ogni dubbio su chi sia dotato o meno, pubblica il nostro scambio privato di questa mattina. Ok? Come ti ho già detto se vuoi tornare sul pezzo bene, se no bene lo stesso. Ti ho risposto solo perché invitato, non volevo sembrare scortese, malgrado la cosa non mi intrigasse per niente.


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 1870
 

Un post di Gaia?! 😯 😳 🙄
Beh, allora ne aprofitto per la simpatia che mi ispira. Mai semplice, mai sottovalutabile.
Poi devo dire che sta cosa della moneta a scadenza mi fa venire in mente qualche barlume di conoscenza che non individuo e mi fa anche pensare.

Perché il circolante è senza scadenza? Mi verrebbe da dire che oggi non sarebbe possibile dotarlo di una scadenza, perché se l'informazione equivale a un numero, non ha attributi e quindi può essere creato con più agilità "dal niente". Così come oggi fanno d'abitudine gli istituti di credito (privatissimi).
Il denaro prestato virtuale ha di per se una propria scadenza, quella della restituzione che però non è certa ne completa, dato che poi su quel denaro (se anche restituito) annullato dalla sua propria inesistenza al saldo, va calcolato l'interesse, di per sé oggettivamente inesigibile.

Se per circolante intendiamo poi la massa monetaria cartacea e metallica insieme, dovremmo in realtà parlare di qualcosa che non interessa direttamente le tasse, o almeno non interessa le tasse dirette, dato che Gaia mi pare abbia a priori escluso quelle indirette. Che poi sono la massa reale dell'introito statale, che (ricordo) NON E' STATALE, dato che lo stato prende in prestito il denaro che distribuisce, quindi per definizione "formale" il circolante (da noi usato) è frutto di emissioni private, non dissimili da quelle che faceva il Re o lo strozzino di turno in più datate ere geoeconomiche, non meno disgustose, ma almeno più evidenti (e capaci di suscitare di tanto in tanto la giusta reazione irata degli strozzinati).

Tuttavia se premettiamo che non è discussione (almeno nell'immediato) una totale remissione del cartaceo, nella maggior parte degli stati del mondo, e che lo stato torni ad essere prestatore di ultima istanza (cosa che attualmente non è) o nel caso dell'italia che si risolva il conflitto UE-Stati Nazione, oltre a permettere e incentivare il localismo monetaristico (ad esempio emettendo moneta di corso legale regionale diretamente statale ed anche senza copertura, avendo cioé lo Stato come unico garante della validità formale dell'emissione) un reddito tassato su un emesso avrebbe senso contributivo e darebbe slancio concreto economico al paese.
Non sarebbero però risolte una serie di problematiche politiche interne ed estere. Interne riguardo l'uso drogato dell'attuale circuito demoniocratico del circolante, dipendente per lo più dagli scambi sotterranei e molto poco puliti, pilotati da volontà del tutto o in parte illegali. Estere, in quanto un rilancio della economia italica (per ora) non fa comodo a nessun partner scelto dalla politica contingente. Farebbe molto comodo a Russia e Cina, ma è abbastanza evidente che la nostra gravità politica è colta da differenti magnetismi, non solo per costituzione di qualità miope ma proprio fellona nei confronti del proprio dovere politico, sociale e anche solo meramente individuale e dei diretti interessati politici, votati al puro suicidio, come i topi del pifferaio. Ma differente politica avrebbe bisogno dei coglioni che mancano nel concreto.


RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: