TI: alleanza Lega-U...
 
Notifiche
Cancella tutti

TI: alleanza Lega-UDC


vic
 vic
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 6373
Topic starter  

Da:
http://www.caffe.ch/stories/politica/51253_fra_la_lega_e_ludc_un_progetto_comune/

Un'alleanza non solo elettorale per leghisti e democentristi
Fra la Lega e l'Udc un progetto comune

di Clemente Mazzetta - 19 luglio 2015

Bastera' lo spirito antieuropeo, la ticinesita' "dei prima i nostri" a far da collante alla "grande destra", Udc e Lega, che s'annuncia per le elezioni di ottobre? Per ora hanno subordinato le loro diversita', piu' sociale la Lega, piu' rigorosa sui conti dello Stato l'Udc, alla "convenienza" elettorale: rieleggere i tre deputati a Berna, Pierre Rusconi (Udc), Lorenzo Quadri e Roberta Pantani (Lega). Con quel pragmatismo che manca alla sinistra, presenteranno liste congiunte per le elezioni federali. Con un candidato d'area per gli Stati, Battista Ghiggia, avvocato, ex ppd, destinato proprio a suggellare l'anima antieuropeista di un partito e d'un movimento che fino ad aprile s'erano detestati. Tanto da porre, da parte della Lega, dei veti sui candidati dell'Udc. C'e' voluta tutta la pazienza di Gabriele Pinoja e Pierre Rusconi, presidente e consigliere nazionale dell'Udc, per far rientrare i diktat di via Monte Boglia contro Marco Chiesa, uno dei candidati piu' votati anche da parte dei leghisti.

L'adesione ad un unico candidato d'area per gli Stati (*) ha sancito una ritrovata intesa che dovrebbe avere una coda anche alle prossime elezioni comunali con liste unitarie. Forse anche alle cantonali del 2019. Uniti dall'idea di un Ticino con meno tasse. Ma se a livello federale i punti programmatici sono pressoche' identici, rimane forte la divisione a livello cantonale, sia sulla politica sociale, sia su quella economico-finanziaria. La rigorosa politica di bilancio dell'Udc mal si concilia con le posizioni piu' "sociali" della Lega.

Chiesa, deputato Udc
"Li voglio con noi sull'iniziativa Prima i nostri"

"Punto ad avere la Lega con noi sull'iniziativa prima i nostri". Marco Chiesa, 40 anni, deputato udc, guarda con ottimismo alla convergenza elettorale per il voto di ottobre.

Sosterrete con la Lega l'ex ppd Battista Ghiggia come candidato d'area per gli Stati. Un sostegno che potra' avere sviluppi futuri?
"Per noi dell'Udc e' estremamente facile sostenere Ghiggia che ha un chiaro profilo antieuropeo. Porta avanti i nostri stessi temi contro l'adesione strisciante all'Ue, con l'obiettivo di 'restare liberi' nella nostra patria. Nel rispetto dell'autonomia reciproca, per quanto riguarda le dinamiche elettorali comunali, anche solo per affinita' saremo molto propensi a fare delle liste con la Lega".

Una qualita' della destra in Ticino?
"Penso che la destra possa dare una lezione di compattezza alla sinistra, perche' lavorando con l'obiettivo di restare liberi in casa propria, ha saputo superare le divergenze passate".

Un progetto dell'Udc per il Ticino del futuro?
"Prima di tutto occorre capire su quale strada indirizzare lo sviluppo del cantone e investirci con determinazione. Poi dobbiamo mettere a posto i conti, risanare le finanze pubbliche, rivedere i compiti dello Stato. Non possiamo piu' vivere con la carta di credito delle generazione future".

La differenza politica tra voi e la Lega?
"Rispetto a loro abbiamo un'impostazione piu' liberale in economia. Noi portiamo avanti le ricette dell'Udc nazionale per la liberta' di commercio e per un maggior rigore finanziario. Con la Lega ci troviamo in piena sintonia nella lotta contro l'immigrazione, l'eccesso di lavoratori frontalieri, la questione fiscale".

Si rischia un'uniformita' politica?
"E' la politica che va in questa direzione. Molti temi che prima erano di nostro esclusivo appannaggio sono ora diventate le bandiere di tutti".

Cosa contesta alla Lega?
"Niente. Quando sono stato in disaccordo l'ho detto chiaramente. Nutro invece la speranza che la Lega riesca a risolvere alcuni problemi del Ticino. E spero di averli con noi sull'iniziativa Prima i nostri".

Lorenzo Quadri, consigliere nazionale della Lega
"Assieme al voto, ma non siamo due fotocopie"

Lorenzo Quadri, 40 anni, consigliere nazionale della Lega, si augura che la convergenza elettorale con l'Udc per le elezioni federali d'autunno, porti ad un'intesa a tutto campo anche in futuro: "Il senso e' unire le forze, invece di disperderle".

L'ex ppd Battista Ghiggia sara' il vostro il candidato unico per gli Stati, sostenuto anche dall'Udc, continuerete in questa direzione?
"L'intenzione e' di collaborare dove e' possibile in funzione elettorale. Ma siamo due partiti diversi e ognuno ha una sua identita', non siamo delle fotocopie. Considerato, pero', che abbiamo molti punti in comune, dobbiamo far fruttare questa convergenza per le elezioni federali, che sono uno dei terreni piu' fertili. C'e' gia' una collaborazione che funziona, noi deputati leghisti siamo nel gruppo dell'Udc. Insomma, c'e' motivo di continuare."

Quale sara' il futuro della destra in Ticino?
"Ricordo che la Lega non e' solo di destra, ma ha una componente sociale, di sinistra come si dice spesso. Mi e' pertanto difficile immaginare un partito unico: Lega e udc sono due entita' diverse, con una loro storia e una loro specificita'. Ma sicuramente si potra' intensificare la collaborazione fra di noi. Oltre alla congiunzione per le federali, si puo' pensare a liste comuni per le elezioni comunali. Gia' ce ne sono. Per le cantonali potrebbe essere immaginabile una lista comune per il Consiglio di Stato (*). O accordi di desistenza. Dal punto di vista operativo bisognera' poi andare d'accordo"

Come Lega quale progetto di sviluppo avete per il Ticino?
"Noi vogliamo che i ticinesi tornino ad avere la priorita' nelle assunzioni. Si' ad un maggior controllo dell'immigrazione, non solo per l'occupazione, ma anche per la sicurezza. Vogliamo un Ticino fiscalmente attrattivo, in grado di finanziare la socialita' e la sicurezza, capace di attrare industrie e ricchi contribuenti. Insomma, non dobbiamo trasformarci in un inferno fiscale".

Cosa vi divide dall'Udc?
"Entrambi diamo priorita' ai residenti, prima i nostri. Su altri temi sociali, come la cassa malati unica, si evidenzia invece l'anima piu' sociale, piu' a sinistra della Lega".

Si va verso un'omogeneizzazione politica?
"Immagino che non sia interesse di nessuno diventare la fotocopia dell'altro".

Cosa rimprovera alla Udc?
"Che nell'ultima elezione non e' stato particolarmente piacevole sentire esponenti democentristi 'sparare' su candidati leghisti, considerato che siamo nella stessa area".

--
(*) il Consiglio degli Stati e' il senato svizzero, vi siedono due deputati per Cantone


Citazione
Condividi: