Ucciderli da piccol...
 
Notifiche
Cancella tutti

Ucciderli da piccoli

Pagina 2 / 2

Melkitzedeq
Eminent Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 42
 

Si, si, bravi, bravi continuate a dare la caccia ai fantasmi, e mi raccomando andate a urlare e tirare sassi ai poliziotti (i veri proletari come li definiva Pasolini) cosi' si fa sicuramente la "rivoluzione".


RispondiCitazione
radisol
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 8261
 

Forse i poliziotti descritti da Pasolini nel 1968 ( un Pasolini che comunque tutto era meno un estimatore dell'ordine costituito, basti pensare agli innumerevoli processi per reati "di opinione" che dovette subire) erano veramente "proletari", quasi sempre di origine contadina e meridionale, spesso poco più che analfabeti, anche se questo non gli impediva di essere in gran parte sadici e di fatto fascisti.

Quelli di oggi decisamente no ... sono pressochè tutti diplomati e spesso pure laureati ... guadagnano di più dei mitici bancari ... hanno aspirazioni medio-borghesi .... l'unica cosa che hanno in comune con quelli del 1968 è il fatto di essere sadici e di fatto fascisti ... senza nemmeno la scusante dell'ignoranza ...

Sono di questi giorni la condanna per gli assassini di Federico Aldrovandi e la richiesta di 14 anni per l'uccisore di Gabriele Sandri ...

Peraltro tutti e due fatti "non politici", non nati in ambito di manifestazioni di piazza di alcun tipo ... Sandri era anche notoriamente un militante di destra .... ma vero e proprio sadismo e fascismo allo stato puro, esercitato da poliziotti in normale servizio di "routine" ...

E su sadismo e fascismo - e sul legame psicologico tra le due cose soprattutto quando si esercita un minimo potere e si indossa una qualsiasi divisa - Pasolini ha scritto ed anche filmato cose veramente illuminanti ....

Di Pasolini mica esiste solo la poesia su Valle Giulia che pure quella poi andrebbe letta per intero e non solo la strofa che vi fa comodo ... .... studiatevelo tutto prima di parlare a vanvera ...


RispondiCitazione
Pagina 2 / 2
Condividi: