Un commento troppo ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Un commento troppo lungo (Georgia Guidestones)


Raymond
New Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 1
Topic starter  

Sotto questo articolo si è sviluppata un'accesa discussione sulle Georgia Guidestones, recentemente semi-distrutte da un'esplosione. Non credo si possano giudicare i punti elencati singolarmente, senza tenere conto anche degli altri, per cui volevo esprimere qui una mia interpretazione, per quanto possibile obiettiva, basandomi esclusivamente sul contenuto del testo. Questo non significa che non ci sia spazio per altre interpretazioni (e lo specifico più volte nel seguito), ma che una qualsiasi interpretazione dovrebbe tenere conto di tutti i punti insieme. Credo che a prescindere dall'applicabilità di tali punti e dallo scopo per cui siano stati stilati, alcuni offrano interessanti spunti di riflessione.

 

1) "Mantieni l’Umanità sotto i 500.000.000 in perenne equilibrio con la natura"

Mantenere un tale livello di popolazione non significa implicitamente che bisogna sterminare il resto (ovviamente si può discutere sul numero, sarebbe assurdo se così non fosse: perchè 500 milioni e non 501 milioni o 1 miliardo? Ci sarebbe molto da discutere su questo: una limitazione del genere deve tenere conto di talmente tanti parametri, che forse può essere applicabile più a contesti locali, e solo indirettamente a livello globale). Semplicemente ti dice "non potete figliare come conigli", e questo è ovvio. Ed è ovvio semplicemente perchè "in medio stat virtus": limitandosi all'aspetto "maschile", non bisogna nè annodarsi la propria virilità, nè portarla a pascolare senza ritegno. In poche parole, questo primo punto, oltre a parlare di popolazione, ti dice anche che ci vuole equilibrio in quello che si fa, e vale sia per la singola persona che per un intero popolo. Inoltre, non a caso è il primo punto della lista, infatti i punti seguenti hanno proprio come base l'equilibrio. Qualche giorno fa commentavo da qualche altra parte dicendo che uno dei motivi dei tanti disagi che viviamo oggi è il divario fra la maturità sociale e quella necessaria per avere il controllo del livello tecnologico raggiunto. Ecco: non ci può essere equilibrio fra maturità sociale e progresso tecnologico se la società incrementa i propri componenti in modo esponenziale, perchè inevitabilmente avrà bisogno di un rapido progresso tecnologico per autosostentarsi (sempre che si voglia vivere agiatamente). Ed infatti il punto successivo cosa dice?

2) "Guida saggiamente la riproduzione, migliorando salute e diversità"

L'interpretazione di questo punto è già contenuta in quello precedente.

 

 

Proseguendo con gli altri punti, a me pare chiaro il ruolo dell'equilibrio in ognuno di essi.

3) "Unisci l'Umanità con una nuova lingua viva"

E' ovvio che la comunicazione fra diverse nazioni e società può essere migliore se basata su una lingua comune. Ma occhio che il punto 4) e 6), impediscono di sacrificare la lingua delle singole nazioni per la "nuova lingua viva". La lingua di uno stato è cultura, la cultura è tradizione, religione, storia di uno stato. Tradizione e religione vanno controllate con sobria ragione (punto 4). La ragione per essere sobria deve avere dei riferimenti, che gli vengono da tradizioni e religione stesse. Che quindi non si sottomettono alla ragione in realtà. E se la lingua è cultura di una nazione, e la cultura non viene sacrificata sull'altare della ragione, la lingua è protetta "dall'interno". Se a questo si aggiunge "lascia che tutte le nazioni si governino internamente" (punto 6), la lingua è anche protetta "dall'esterno", perchè nessuno deve azzardarsi a influenzare la lingua di una nazione. In conclusione, la "nuova lingua viva", se si vuole rimanere consistenti coi punti successivi, non è fatta per soppiantare quelle nazionali nel tempo. Anche il fatto che debba essere "nuova" suggerisce questo: non deve essere una lingua viva già esistente, come l'inglese o il francese. Infine, il fatto che debba essere una "lingua viva" dice semplicemente che non deve essere morta, cioè la nuova lingua non può essere una lingua "riesumata", non può essere, ad esempio, il latino (lingua morta). Questo perchè la nuova lingua che si richiede è qualcosa di mai visto prima. Il latino non era pensato per essere utilizzato da tutte le popolazioni del mondo dell'epoca, ma piuttosto si è imposto conseguentemente al dominio culturale romano. In questo caso, è richiesto qualcosa di totalmente nuovo, che vada bene per tutti, ma senza obbligare nessuno, rispettando la cultura degli altri (altrimenti si contraddice il punto 6)

 

4) "Domina passione, fede, tradizione e tutte le cose con la sobria ragione"

In altre parole, se ai tempi dell'inquisizione la "sobria ragione" fosse stata maggiormente diffusa, forse l'inquisizione stessa non ci sarebbe mai stata, dato che rappresenta un eccesso verso la "dominance" della fede rispetto alla ragione. Ovviamente il carattere di "domatore" è dato alla ragione perchè tradizione e fede, com'è noto, non presentano carattere razionale in tutti i loro aspetti. Ed è quindi ovvio che se ci si lasciasse guidare troppo da fede o tradizione, potremmo scadere facilmente nell'irrazionale (vedi inquisizione). Inoltre notare il sobria ragione, ovvero moderata ragione. Sostanzialmente non solo la ragione deve dominare le possibili irrazionalità di fede e tradizione, ma anche se stessa! perchè come fai a usare una "sobria ragione" se non sfruttando la ragione stessa e la tua cultura/tradizione/religione? Come fai a valutare se la tua ragione è sobria o no? Chi ti da i criteri? la commistione fra la tua ragione, religione e tradizione. In poche parole, la tua cultura. Quindi è vero che la ragione deve dominare tradizione e religione, ma dato che il modo in cui utilizzi la ragione dipende da religione e tradizione, devi sfruttare queste ultime per trovare un punto di equilibrio fra il dominio della ragione e di tradizione e religione.

 

5) "Proteggi popoli e nazioni con giuste leggi e tribunali imparziali"

Direi che questa è un'ovvietà. Ma è un punto un po' vago, e c'è ampio margine all'interpretazione. Per "giuste leggi", in teoria si dovrebbe intendere "giuste per quel popolo/nazione". Questa interpretazione infatti sarebbe consistente con il punto successivo ("Lascia che tutte le nazioni si governino internamente, e risolvi le dispute esterne in un tribunale mondiale"). Se una nazione è libera di autogovernarsi, ha la possibilità di emanare leggi giuste per il proprio popolo senza che qualche organismo sovranazionale faccia i capricci.

 

6) "Lascia che tutte le nazioni si governino internamente, e risolvi le dispute esterne in un tribunale mondiale"

In parte l'interpretazione si incrocia con quella del punto precedente, ma è interessante notare che qua distingue fra due piani: quello nazionale e quello sovranazionale. Che sono distinti e separati. Se la nazione si governa internamente in modo libero infatti, il tribunale mondiale si esprime caso per caso, e mai detta la linea, ad esempio, economica o sanitaria, ad uno degli stati coinvolti in una disputa. In altre parole, il fatto che si debba lasciare che le nazioni si governino internamente, impone un limite al tribunale mondiale stesso. Così come il governo nazionale non può pretendere di fare ciò che vuole indiscriminatamente, essendo parte di un tutto composto anche da altri stati. Ed il tribunale si pone a garanzia dei "confini virtuali" fra le varie nazioni.

 

7) "Evita leggi poco importanti e funzionari inutili"

Questo probabilmente potrebbe unirsi al punto 4, quindi non c'è molto altro da commentare. Ovvero: "proteggi popoli e nazioni con tribunali imparziali e giuste leggi, evitando leggi poco importanti e funzionari inutili". E' ovvio che una macchina governativa più snella, con meno leggi ed i giusti funzionari, rende tutto più efficiente economicamente e meno stressante per chi governa e chi è governato.

 

8) "Bilancia i diritti personali con i doveri sociali"

Qui secondo me casca l'asino. Questo punto è in totale contraddizione con la narrativa pandemica degli ultimi anni. Anzi, in qualche modo può essere visto come un messaggio chiaro: "queste linee guida appoggiano lo stato di diritto". Non esiste che si sacrifichino totalmente i diritti personali per gli altri. Deve esserci un bilanciamento. In altre parole, la tua libertà finisce dove comincia quella degli altri, ma dato che ciò vale per tutti, anche la libertà degli altri finisce dove comincia la tua. Non si può imporre un dovere sociale che calpesti indiscriminatamente i diritti personali. E' palese che tutto ciò che stiamo vivendo da due anni (e forse anche più tempo) sia in contrasto con questo principio.

 

9) "Apprezza verità, bellezza e amore, ricercando l'armonia con l'infinito"

Questa pare presa da uno di quei gruppi facebook che pubblica frasi ad effetto o di filosofi più o meno sconosciuti.
La prima parte si può discutere ma "ricercando l'armonia con l'infinito" non ha nessun senso logico. Cos'è l'infinito? In che senso "armonia con l'infinito"? Quindi qui un'interpretazione vale l'altra, dal momento che un pezzo della frase non permette di determinare dei criteri anche un minimo obiettivi di ragionamento. Inoltre se si rispettano i punti precedenti, si sta già di fatto apprezzando verità (punto 5), bellezza (punti 2, 3, 4) e amore (punti 1, 2, 4). Forse solo su quest'ultimo termine si può dire qualcosa. Perchè i punti 1 e 2 potrebbero far passare in secondo piano il ruolo dell'amore in un rapporto di coppia. Quindi, se vogliamo, il punto 9), dicendo di apprezzare l'amore, potrebbe essere considerato come un limite (anche se un po' blando, per come è espressa la parte finale del punto 9) all'azione necessaria per perseguire i punti 1 e 2.

 

10) "Non essere un cancro sulla terra, lascia spazio alla natura, lascia spazio alla natura"

Questo mi pare più uno sfogo. Evitabile. Tutti i punti precedenti concorrono a far rispettare quest'ultimo punto, che quindi mi pare inutile.

 

In conclusione: di "interpretazioni di comodo" dei vari punti se ne possono fare, e i punti possono essere anche associati ai più beceri obbiettivi. Ogni cosa può essere usata a fini diversi se interpretata sotto la luce che conviene. Ma se ci si attiene il più possibile obbiettivamente al testo, non ci leggo "cercate di sterminare tutti e riducete ad una massa di amebe i sopravvissuti". E mi pare palese soprattutto dai punti 4, 6 e 8. Anche se il "come" mantenere la popolazione entro certi limiti non è specificato, ma è ovvio che non lo sia, perchè come dicevo all'inizio, un limite del genere dipende da tante variabili, quindi non può esserci un unico modo per mantenerlo valido per ogni stato. Questo inoltre rispetterebbe anche il punto 6.

 

 


Citazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 2720
 

Dunque, a voler cercare di interpretare quanto Raymond segnala, la giustezza delle asserzioni delle 'guidestones' parrebbe in conflitto con la loro distruzione violenta.

In altri termini, sono asserzioni condivisibili quantomeno in 'fieri', in quanto il problema si porrebbe con la loro pratica applicazione successiva.

Innanzitutto occorre chiedersi a quale 'futuro' le Guidestones alludano: prima o dopo quali avvenimenti ?

Infatti la loro distruzione può essere analizzata in due modi specularmente differenti, come spesso accade nei fatti 'socio-politici': distruzione perchè originate dalla 'road map' del complesso NWO dunque dovuta ai 'nemici' tipo Trump, oppure distruzione perchè troppo timide nell'indicare le modalità di implementazione, oggi superate dallo stato comatoso della Terra...

Perchè il dato di fatto per mia personale convinzione è che la Terra stia morendo e quanto accada a livello di mutazioni climatiche sia il segnale dell'agonia del nostro Pianeta.

In ogni caso, il numero di 500.000 NON sarebbe congruo con i restanti punti, in quanto sarebbe necessaria oggi una riduzione ben più drammatica della popolazione per salvare il Pianeta. Drammatica e rapidissima.

E' quanto ho pensato subito: sono state distrutte perchè non più attuali OGGI...e di qui nuovi lati di spiegazione.

Primo: la riduzione ha da essere di molto superiore. Tenendo fermo il numero sopracitato, nel giro di qualche secolo ( o decennio ) torneremmo infatti rapidamente ad avere problemi come quelli attuali: le regole 'buoniste' paiono insufficienti al contenimento della popolazione, che prevede un assenso e consenso che confligge con la 'libertà' umana, data per scontata soprattutto nell' ideologia 'americana' 'positivista' con cui le Guidestone paiono essere assai in sintonia...anche troppo.

Conseguenza: il Piano è stato cambiato in quanto la Terra non è più 'salvabile' 'ceteris paribus', ovvero con i mezzi attualmente presenti tutt' al più implementati con 'rilascio' di tecnologia 'green'.

Fine: quale sarà la nuova 'road map' ? Questa è una domanda fondamentale, sapendo che prima di implementarla praticamente chi di dovere ha l' obbligo di rendere palese lo svolgersi della stessa ( non mi chiedete perchè è così: è un sapere personale 'esoterico' suffragato da molti indizi ). 

In sintesi, limitata, gli estensori delle Guidestones hanno semplicemente cambiato Piano, in quanto questo non era più coerente sia con la salvezza del Pianeta OPPURE anche DEGLI ESSERI UMANI ATTUALMENTE PRESENTI.

Chi siano gli estensori a questo punto è evidente, almeno a me.

Cosa si intenda per 'salvezza' degli esseri umani lo stesso.

Come questa possa essere resa coerente con la 'salvezza' del Pianeta a questo punto passa in secondo piano: ma è fondamentale per tutto il discorso: la non-coerenza motiva la rapidità degli avvenimenti attuali.

Chi ha fatto il disastro o lo ha PERMESSO, DEVE RISPONDERNE davanti a Dio ed agli uomini: con o senza astronavi a supporto.


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3871
 

Innanzitutto sarebbe da chiarire chi ha scritto questi 'comandamenti laici' e perché. Secondo Wikipedia :

Nel giugno del 1979 uno sconosciuto sotto lo pseudonimo di R.C. Christian ingaggiò la ditta Elberton Granite Finishing Company per realizzare la struttura.[3] Un'ipotesi popolare è che lo pseudonimo sia stato un tributo al leggendario fondatore del rosacrocianesimo, Christian Rosenkreuz, del XIV secolo... All'inaugurazione del monumento, un sacerdote locale ha proclamato che il monumento è «per le cerimonie degli adoratori del Sole, per il culto del diavolo».[4] Alcuni gruppi cristiani hanno parlato dell'opera di un satanista mentre altri legano lo pseudonimo R.C. Christian al movimento dei Rosacroce.

Per quanto riguarda la loro distruzione, secondo il Washington Post https://www.washingtonpost.com/nation/2022/07/07/georgia-guidestones-blown-up-explosion/
dietro la distruzione delle steli ci sarebbe l'estrema destra americana che le ha sempre considerate opera del NWO, promotrici della globalizzazione , del governo mondiale, e 'sataniche'.

Nel merito delle regole : alcune sono banali altre presuppongono chiaramente un governo mondiale e sono contro la sovranità delle nazioni. Quella sul controllo della popolazione mondiale è invece interessante. Al tempo della costruzione di quest'opera c'erano almeno 4 miliardi di persone sulla Terra. "Mantieni l'Umanità sotto i 500.000.000 in perenne equilibrio con la natura." voleva die far fuori la grande maggioranza della popolazione mondiale. E chi volevano far scomparire? Volevano un 'haircut' omogeneo su tutti i popoli e continenti oppure far fuori popoli specifici in regioni specifiche?
"Unisci l'Umanità con una nuova lingua viva" è secondo me la più grave di tutte queste regole perché implica la distruzione delle identità dei popoli e quindi la formazione di un 'gregge' sotto controllo massonico. La 'lingua viva' (mediatica) significa la subcultura con la quale manipolare le masse


RispondiCitazione
cedric
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1697
 

La cosa interessante non è quello che è scritto, tutto sommato banale, ma le lingue usate. Per il testo è stato usato l'inglese, lo spagnolo, lo swahili, l'hindi, l'ebraico, l'arabo, il cinese e il russo. Quando un americano medio (non che molti europei siano meglio) che coltiva granturco e guarda foxnews avrà visto quei segni misteriosi (arabo, hanzi cinesi, cirillico e denavagari) avrà subito pensato a chissà quali sette alchimistiche e pure demoniache e magari anche sataniche. Quando poi ha visto i simboli dell'alfabeto ebraico (gli unici che forse conosceva) avrà dato di matto gridando contro le congiure giudaico-cabalistiche-rettiliane degne di Shylock e compagni.

Ma il meglio della faccenda sta nelle quattro lingue morte in cui è scritto l'ammonimento sconosciuto: il greco antico, il babilonese cuneiforme, il sanscrito e addirittura il geroglifico egiziano. Quando è uscito il film Stargate tutti quelli della zona avranno cominciato a cercare il portale che puo' fare entrare i rettiliani nelle chiese evangeliche. Di sicuro quei segni erano indicazioni stradali(!) per gli invasori dallo spazio.

In realtà il finanziatore della struttura avrà voluto costruirsi una normalissima, anche se sofisticata e megalitica, meridiana, purtroppo ha avuto la malaugurata idea di metterci delle scritte fricchettone e newage (per di più  dieci come i comandamenti divini) e peggio ancora ha avuto la pessima idea di usare caratteri sicuramente satanici diversi dal buon alfabeto latino.

Molti se lo ricorderanno di quel tale arrestato in volo su un aereo  perchè una donnetta delle praterie si è allarmata vedendolo scrivere  le istruzioni per una bomba scritte in caratteri satanici. Peccato che il tizio fosse un normalissimo professore di matematica che stava correggendo i compiti di geometria differenziale del  suo corso.

Se qualcuno sa dove trovare le foto con le incisioni nelle otto lingue farà cosa gradita ad indicarlo.

Questo post è stato modificato 2 mesi fa da cedric

RispondiCitazione
Condividi: