Valerio Evangelisti...
 
Notifiche
Cancella tutti

Valerio Evangelisti - Compagni che sbagliano

Pagina 3 / 3

radisol
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 8261
 

Video della contestazione a Sansonetti e c.

Il video della contestazione:

http://www.youtube.com/watch?v=rondyCqAr2Q

13.05.2010 – Via Gregoriana 5 (Roma)

LO SMASCHERAMENTO CONTINUA

Finalmente oggi è il compleanno degli “Altri”, e gli antifascisti e le antifasciste di Roma hanno deciso di festeggiare con loro. Volevamo fargli una sorpresa, ma loro ci hanno regalato qualcosa di più grande. Volevamo chiedere a Sansonetti e ai suoi epigoni cosa ci fosse da festeggiare, dopo un anno di trasformismo e di comunanza e complicità con i fascisti del Terzo millennio. Carichi di sdegno siamo andati a rovinare la festa di chi voleva garantita la marcetta del Blocco studentesco lo scorso 7 maggio, di chi li vede volentieri come ospiti.
Volevamo fargli un regalo, insomma. Ma la redazione degli “Altri” ci ha fatto un dono “Migliore” dell'ineffabile Gennaro Migliore, ex dirigente di Rifondazione ora approdato a Sinistra Ecologia e Libertà, pure lui presente al festino: erano presenti ai festeggiamenti, infatti, la neo-governatrice del Lazio Renata Polverini, ospite d’Onore del settimanale, che appena ci ha visti ha scelto, come è tradizione dalle sue parti, la via della fuga, e la deputata del Partito democratico Paola Concia, già nota per la sua visita a Casa Pound, che si è lasciata andare ad un “Bella ciao” poco credibile e ad atteggiamenti provocatori tipici di chi non sa cosa dire.
Lo sdegno è diventato rabbia. Vi abbiamo smascherati. Abbiamo visto i vostri sorrisi tramutarsi in vergogna. Il re è nudo. Volevate ridere e festeggiare. Ma il vostro brindisi è stato amaro. Sarà la nostra risata che vi seppellirà. E chi brinda coi fascisti se strozza!

Antifascisti e antifasciste di Roma


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 30947
 

Per chi cita Costanzo Preve a sproposito e maliziosamente. Il sig. Truman me ne darà atto, insieme a Paola Pisi che anche su CDC io mi sono rammaricato che la sinistra non ha sempre trattato bene Costanzo Preve. Io mi onoro di essere un suo allievo. Credo di aver letto quasi tutto, forse mi è macata la lista della spesa. Ma non solo "letto" vorrei dire abbeverato, interrogato, anche personalmente. Ho imparato molto, quasi tutto dalla lettura dei suoi testi in cui riconoscevo come miei, ma meglio scritti e svolti, tanti dubbi, tanti scricchiolii della vulgata marxista che anche io sentivo. Decisivo fu "La teoria in pezzi" Dedalo editore. Quel libro, e non solo per me , ha segnato uno spartiacqua, un prima ed un dopo. La sua è una riflessione profonda, per favore non banalizziamola facendolo quasi diventare un nazimaoista. Ha ragione Truman che lo vede talvolta rancoroso e reagente ad un isolamento piombatogli addosso dai "Militonti". Quindi non mettiamolo in mezzo alla polemica spicciola. Per esempio in un intervista recentissima, una autopresentazione, lui si definisce "Un allievo fedele, tuttora e malgrado quello che è successo, di Karl Marx" Ed ancora riguardo all'antifascismo Lui dice testualmente :"...la componente della nuova legittimazione formale della Prima Repubblica (1946 - 1992) e cioè l'antifascismo in assenza totale, palese e conclamata di fascismo (intendo fascismo come alternativa politica globale praticabile, non come SETTARISMO CATACOMBALE E MERCENARIO A DISPOSIZIONE DEI SERVIZI SEGRETI NATO ED USA)...tratto da "Considerazione su unio scritto di Cesare ALLARA" Costanzo Preve -Torino 12 Dicembre 2009. Che significa? Che Preve considera il facismo ed i fascisti, nazimaoisti o come accidenti oggi si dipingono, dei "settaristi catacombali e mercenari a disposizione dei servizi segreti Nato ed Usa". Un giudizio definitivo che definisce precisamente gruppetti come Casa Pound, Forza Nuova e soci. Signor Melkisedek lei o ha letto male o non c'ha capito un accidenti, io credo ambedue, di quello che dice Preve. Siccome non c'ha capito una mazza le perdono anche la maliziosa citazione, che farebbe credere un arruolamento nel nazimaoismo di Costanzo Preve. La cui riflessione con voi, fascisti riverniciati e seguaci della destra ariana e razzista made in USA con in cuore, vero signori Dranken ed Eresiarca, le milizie ariane del Montana, non c'entra niente. è invece tutta interna allo schieramento anticapitalista e si distingue in maniera netta dal fascismo o nazimaoismo definendo questi fenomeni "residui, poltiglia, mercenariato". Io, glielo ho detto personalmente qui in Umbria al "Campo antimperialista" che si il fascimo è morto, ma i fascisti non lo sanno e parasafrando il prode Anselmo "erano morti, ma andavano ancofra provocando non essendonsene ancora accorti". Insomma sia corretto ed non imbrogli.


RispondiCitazione
radisol
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 8261
 

Insomma ... in tutta franchezza il percorso di Preve - anche se mi rendo conto che in questa discussione Preve c'entra assai poco e ci è stato tirato dentro strumentalmente per i capelli da qualche fascistoide - non mi sembra, caro Cesare, così lineare come dici ....

A differenza tua, di Preve non ho letto moltissimo ... ho certamente un buon ricordo dei suoi scritti sulla rivista "Politica e Classe", se ben ricordo roba di fine anni ottanta .... ma poi è passato a scrivere su "Indipendenza", periodico creato da alcuni "rifarditi" provenienti da Terza Posizione ed almeno in un caso, mi sembra si chiamasse Tomaselli, pure dai Nar di Fioravanti ...

Ed anche l'operazione "rosso/bruna" messa in piedi nel 2003 intorno al Campo Antimperialista di Pasquinelli con dentro fascisti vari, dagli ex sempre di Terza Posizione autodenominatisi "Socialismo e Liberazione" ( sic !) fino pure a vecchi arnesi della strategia della tensione a libro paga Cia come Claudio Mutti ( gruppo Zorzi, impicciati in Piazza Fontana e Piazza della Loggia) o provenienti dal giro dei sanbabilini milanesi come Maurizio Murelli, aveva visto Preve come principale "nume intellettuale" ....

Può darsi pure, come spesso capita ad intellettuali un pò tronfi ed autoreferenziali, che Preve di tutto questo non si sia nemmeno reso conto fino in fondo ? Può anche essere ... ho già detto che rispetto ad altri più ineffabili personaggi interni a quella operazione trasformista, primo fra tutti il La Grassa che ora lo attacca ferocemente, Preve non è mai arrivato al punto di tessere l'elogio del Berlusca "antimperialista" o "sostenitore degli interessi nazionali" .... e di addirittura paragonare il Cavaliere a Mattei o ad Allende ...

Però .....


RispondiCitazione
Melkitzedeq
Eminent Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 42
 

tratto da "Considerazione su unio scritto di Cesare ALLARA" Costanzo Preve -Torino 12 Dicembre 2009. Che significa? Che Preve considera il facismo ed i fascisti, nazimaoisti o come accidenti oggi si dipingono, dei "settaristi catacombali e mercenari a disposizione dei servizi segreti Nato ed Usa". Un giudizio definitivo che definisce precisamente gruppetti come Casa Pound, Forza Nuova e soci. Signor Melkisedek lei o ha letto male o non c'ha capito un accidenti, io credo ambedue, di quello che dice Preve. Siccome non c'ha capito una mazza le perdono anche la maliziosa citazione, che farebbe credere un arruolamento nel nazimaoismo di Costanzo Preve. La cui riflessione con voi, fascisti riverniciati e seguaci della destra ariana e razzista made in USA con in cuore, vero signori Dranken ed Eresiarca, le milizie ariane del Montana, non c'entra niente. è invece tutta interna allo schieramento anticapitalista e si distingue in maniera netta dal fascismo o nazimaoismo definendo questi fenomeni "residui, poltiglia, mercenariato". Io, glielo ho detto personalmente qui in Umbria al "Campo antimperialista" che si il fascimo è morto, ma i fascisti non lo sanno e parasafrando il prode Anselmo "erano morti, ma andavano ancofra provocando non essendonsene ancora accorti". Insomma sia corretto ed non imbrogli.

Caro cesare52 con questa risposta dimostra di essere non in malafede ma soltanto un povero cretino. Forse di Preve dovrebbe leggere anche cosa dice al riguardo degli antifascisti post 1945 e della "sinistra radicale" attuale, le consiglio di leggersi anche i suoi articoli pubblicati su Eurasia (rivista fascista o nazimaosta?) e i suoi libri pubblicati da Settimo Sigillo e Insegna del Veltro (che in quanto sporchi fascisti lei non avra' ovviamente letto), da uno di questi libri ho preso la citazione di cui sopra.

Riguardo il contenuto della sua citazione da me quotata mi dispiace signor cesare52 ma ha fallito il bersaglio non essendo io ne' di FN ne' di Casapound e non riconoscendomi nel cosiddetto "neofascismo" sul cui giudizio sono abbastanza d'accordo con Preve, ma non totalmente perche' sarebbe folle affermare che tutti i militanti neofascisti dal 45 ad oggi siano agenti della CIA o della NATO, come sarebbe folle dire che tutti i brigadisti rossi fossero agenti del mossad (e ci sono libri su libri che parlano di questi legami). Tra l'altro Preve stesso collabora con alcuni di questi "ex neofascisti catacombali" quindi non mi pare che la definizione di Preve vada interpretata in senso discriminatorio e totalizzante. Spiacente quindi ma rispedisco al mittente le accuse e gli insulti dato che non mi definisco "fascista" ma soltanto anti-antifascista.


RispondiCitazione
radisol
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 8261
 

"Eurasia" , "Settimo Sigillo", "Il Veltro" ... tutta paccottiglia neo fascista e neonazista .... sia pure presentata in senso "sociale", "no global"ed "antiamericano" .... cosa che non ha poi impedito, ad alcuni dei personaggi che le animano, tipo Maurizio Murelli, quello delle bombe a mano dell'aprile 1973 a Milano che uccisero Marino, di tornare di fatto sotto l'ala protettrice prima di AN ( tramite l'amico Guaglianone, ex "tesoriere" dei Nar di Fioravanti ) e poi del PdL ...

Ma il fatto che Preve con gente simile ci collabori è comunque indicativo del suo percorso "poco lineare" di cui parlavo prima riferendomi all'amico Cesare .....

Che poi, intendiamoci, Preve abbia ragione da vendere quando illustra l'innegabile "miseria" politica, teorica ed anche umana della cosiddetta "sinistra radicale", non ho un dubbio al mondo ... ma questo è tutto un altro discorso ....

Pure Valerio Morucci ha secondo me ragione da vendere quando critica non solo le BR di cui faceva parte ( che comunque non erano espressione nè del Mossad nè di qualunque altro "servizio" ...) ma anche certa impresentabilità dei "sinistri istituzionali", anche sedicenti "radicali" ... ma per me, dopo che è andato a raccontare cazzate miste pure a qualche innegabile verità in quel di Casa Pound, Morucci è morto e sepolto .... così come Sansonetti, Pace, Concia ... e bene hanno fatto i ragazzi di "Militant" ad andargli l'altro giorno a rovinare l'indegna festa con la Polverini ....

La posizione di Preve è certo più dignitosa, anche i fascistoidi che frequenta sono intellettualmente più rispettabili dei decerebrati usi alla "cighiamattanza" di Casa Pound, per non parlare dei bigottoni trogloditi di Forza Nuova ... almeno è gente che ha dimestichezza con la lingua italiana e che ha letto, e pure fatto circolare, qualche libro ...

Però, c'è sempre il però di prima ....


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 30947
 

@Melkitzedeq. Vede io non la ho apostrofata con "povero cretino", penso che lei sia un ragazzino presuntuoso e social confuso ma come vede non non glielo dico. Ci sono due ragioni per cui non mi adiro con lei e non le rispondo per le rime: la prima è che lei non ha capito niente ( si dico proprio così, non uso la formula "mi sono spiegato male", lei non ha proprio capito, nè la citazione nè Preve. La seconda è che comunque lei, anche non capendo comunque Preve lo legge. Chissà se leggendo, leggendo un domani.... Insomma la citazione è chiara ma lei da quell'orecchio non ci vuole proprio sentire. Come tutti i fascisti consapevoli o no, stravolge e si appropria. Del resto ci sono precedenti storici, prendiamo ad esempio "Fronte della Gioventù" tristementre famoso per essere stata negli anni '70 la federazione giovanile del MSI, era in origine, all'inizio del '900 la Federazione giovanile comunista, fondata da un certo Gramsci. O come "Ordine nuovo" tristemente famoso per le bombe sui treni negli anni '70, in origine era un giornale torinese, fondato da Gramsci che diresse nel 1921 l'occupazione della Fiat. Insomma lei non è originale neanche in questo. Le volevo risparmiare ulteriori citazioni ma lei mi costringe :" A pagina 10 del libro da lei citato alla riga 24 Preve scrive : "...sono diventato antifascista a 18 anni circa, lo sono tuttora..." Costanzo Preve è nato nel 1943. Il libro in questione è uscito a maggio 2008. Che forse posteriormente Preve ha aderito a Casa Pound o Forza Nuova o similaria? Mi deve essere sfuggito. Se ciò fosse successo sicuramente, come la mia precedente citazione dimostra, la conversione alla croce celtica di Preve che si è sempre dichiarato "Allievo fedele, malgrado tutto a Marx" deve essere avvenuta dopo il 12 Dicembre 2009. Ma siccome a me i saccenti parolai mi divertono, ne ho visti di "estremisti" che credevano di aver capito tutto e quando li "verificavi" venifa fuori che, scrostata la vernice delle proprie chiacchiere autoreferenziali, dietro c'era solo un pallone gonfiato, parolaio e basta, che invece di riflettere, appunto chiaccherava a sproposito, ecco una altra citazione :" Ma questa processo di neutralizzazione ritualistica della sinistra ( Preve parla di riti al posto di azioni che ha finito per prosciugare il suo prcedente, della sinistra, antimperialismo ed anticapitalismo originale .NDR) un tempo anticolonialista ed antimperialista ed oggi belante, ostensiva e pecoresca...fa si che ho ritenuto personalmente del tutto inutile e psicologicamente frustante proporre questo mio saggio senza pretese a case editrici di "sinistra" italiane (Feltrinelli, manifestolibri, Editori Riuniti eccetera. Aspettare mesi per poi avere (nella migliore delle ipotesi) una distratta telefonata di rifiuto unità o meno ad una gelida letterina di "non siamo interessati in questo momento, eccetera" non mi è proprio sembrato il caso. E' così ho scelto intenzionalmente un casa editrice "maledetta" e "targata", per cui quanto scrivo - che un tempo sarebbe stato etichettato come di "ESTREMA SINISTRA" (non le fischiano le orecchie caro il mio incauto citatore di cose mal capite e peggio digerite? NDR) - verrà annegato nel gossip malevolo dell'irresponsabile diffamazione internettara e non potrà automaticamente essere recensito, se non attraverso il modesto tam-tam che per fortuna la censura non può abolire. Niente di male ovviamente. Le lamentazioni non fanno bene a nessuno e colpiscono soprattutto i lamentatori. E tuttavia mi sia concesso ripetere che tutto questo è almeno paradossale . Se infatti il progetto di edificazione di un impero geopolitico mondiale americano è qualcosa di storicamente inedito (questo in realtà è la tesi del libro di Preve. Ndr) la quasi virtuale mancanza di opposizione politica (Preve quindi sostiene che non solo la sinistra ma neanche questo nuovo populismo di destra di cui lei, cosciente o meno, mi pare far mostra ed ostentare e neanche la proposizione europea delle tesi delle milizie ariane del Montana siano una reale opposizione, credo di potere dire neanche Casa Pound e Forza Nuova. E scusate se mi scappa da ridere. Insomma il "quasi" non mi pare includente lei ed i suoi amichetti con cui cinguetta tronfio e giulivo. Ndr) da parte di chi (riferito alla sinistra. Ndr) per più di un secolo aveva imbonito le masse con le sue denunce contro il colonialismo e l'imperialismo è certo qualcosa di disgustoso, ma anche di paradossale..."pagina 13 del libro citato dalla riga 15 fino alla riga 8 della pagina 14. La introduzione che inizia a pagina 15 ha come intestazione :"La fine dell'URSS, la più grande tragedia storica del XX Secolo." Mi pare difficile anche da questo inizio deell'introduzione, ascrivere Preve a qualsiasi gruppetto catacombale e mercenario di fascisti od a qualsiasi versione di nazimaoisti. La riflessione di preve, per quanto esasperata come io la trovo, è tutta interna allo schieramento anticapitalista ed imperialista, di chi rimprovera alla sinistra di aver perso la sua iniziale ispirazione. Con chi aspetta che Obama cada e così il nazismo europeo esca dalle catacombe perchè l'antigfascismo è la lingua dei vincitori, non c'entra un cazzo, per dirla in francese. E chi lo sostiene mente per la gola. E' un bugiardo ed un falsificatore. Le basta? Altrimenti continuo. Insomma il signore è servito di barba e capelli. Vuole anche la manicure? Della serie " Ma dove ti avventuri?" Oppure "Vacce a provà sul 64, che da ste pari nun ce scagli niente"


RispondiCitazione
Pagina 3 / 3
Condividi: