Ventotene e terremo...
 
Notifiche
Cancella tutti

Ventotene e terremoto!

Pagina 2 / 2

ballam
Estimable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 114
 

sei imbarazzante
io non sono un troll
imbarazzante e pericoloso perché poi ci sono pure persone che ti credono perché di ignoranza ce n'è molta e troppa

delle persone che conosci tu al gran sasso od dove minchia vuoi non me ne frega nulla, non conta niente il fatto che tu dica che conosci persone o che hai persone perse, non conta nulla perché visto le minchiate che spari, potrebbe essere tutto falso, e se invece le conosci davvero allora :
a) mi dispiace per le persone che hai perso e ti offro le mie condoglianze
b) le stai insultando, vergognati

Non ti faccio l'elenco delle persone che conosco io, non è una gara.
Le tue argomentazioni non stanno in piedi, nè scientificamente, nè logicamente
e con questo chiudo la mia partecipazione a questo assurdo e vomitevole thread


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

tra l'altro è pure ovvio che una assicurazione non paghi una casa che crolla con sisma 5.0 o 4.0 perchè vuol dire che era costruita male..
ma una volta deciso il limite ossia 6.
poi cazzo devi pagare anche se sfora di 1/10 ossia 6.1
e non smentire tutto il mondo(che dichiara 6.2 o 6.1) pur di non pagare..chi si è assicurato prima casa(cmq ha diritto a un premio assicurativo anche se gliela ripagasse lo stato per intero),seconda casa,capannone(lo stato in via generale paga solo prima casa no seconda casa o capannoni,tranne deroghe quindi ovvio che i cittadini si vogliano cmq tutelare o cmq anche se hanno solo prima casa ricevere subito i denari e non aspettare le lungaggini dello stato) ha diritto ad essere pagato e non vedere inchiodato i sismografi dell'ingv ogni volta a 5.9 6.0...

se no fate prima a non assicurarla tanto non verrete pagati..

PS
tutto il mondo è paese..e nonostante nel campo assicurazioni gli USA
sono seri,con Katrina uragano i poveri non vennero pagati..o liquidati con 4 soldi(accettati da poveri senza pi casa lavoro ed 1 dollaro in tasca!)
adducendo scuse di case costruite male e troppo vicino al fiume..
i ricchi,pochissimi in quelle zone, che si potevano pagare un serio avvocato
si fecero pagare fino all'ultimo centesimo!
Sono vecchi trucchi...ed anche li le assicurazioni usarono in maniera distorta alcuni dati dell'uragano che alcuni enti statali modificarono ad hoc sottostimandolo ma solo dopo che si erano visti i danni ingenti ed impagabili da alcuna assicurazione per quanto potente(da potenza 5 a potenza 4 ossia tempesta tropicale)e che quindi li manlevava dal risarcimento totale del danno...
siccome però i dati erano discordi tra i vari enti
i migliori avvocati riuscino a spuntarla e farsi pagare gli altri presero poco o niente..
imparate gente..


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 16537
 

per clausneghe
non è chiaro se il crollo di parte del corno piccolo sia avvenuto prima o concomitante al sisma..

No adestil questo è chiarissimo.

Il rifugio Franchetti ha dichiarato sulla pagina fb che alle ore 3.30 c è stato il distaccamento della parte est del piccolo corno.
Non hanno potuto andare a controllare causa nebbia.
Hanno scoperto il mattino successivo che di erano staccati dei bassi,ma poca cosa,rispetto quanto pensavano.

Il sisma nei paesi è avvenuto alle 3.36.

Il rifugio Franchetti nel dare la notizia del distaccamento ha anche aggiunto... Torna l incubo .

Già postato il tutto in altri topic.


RispondiCitazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 16537
 

@Adestil
Da stamattina sto girando esattamente intorno allo stesso tuo ragionamento: per me, dopo le troppo strane coincidenze dell'Aquila, e pur non essendo in alcun modo verificabile, la tua ipotesi ha un senso...

Credo che ci sia di mezzo il GranSasso, Per cui arriveranno in molti a dire che siamo fuori di testa.
Questo è scontato.


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

helios,si lo sapevo,ma magari si sono sbagliati
si tratta di minuti(6) non ci sono altri riscontri ufficiali eppure i satelliti dovrebbero avere registrato tutto,anche i minuti precisi
ma nessuno dice nulla,tutto tace..

anche perchè Franchetti s'è mezzo rimangiato tutto
alla fine finisce per dire ''frane qui se ne vedono spesso qui,preoccupatevi di salvare quelli che sono sotto le macerie''
sembra da come parla abbia subito pressioni e intende spostare l'attenzione dalla sua affermazione sul crollo
anche perchè da li di strane luci nel tempo deve averne viste parecchie
comprese le famose esercitazioni Nato di cui nessuno al parmanento risponde..

d'altronde tutti qui da noi sono convinti o hanno capito che il corno piccoli sia franato dopo il sisma ,quindi una conseguenza dello stesso
se avvenuto prima invece il crollo del corno piccolo sarebbe parte della causa
che ha scatenato il sisma e sarebbe da ricercare proprio li sotto al gran sasso

ma d'altro canto penso non ci sia modo di appurare se si sia staccato prima o dopo il sisma se non fidandosi delle prime dichiarazioni di Franchetti..

e se ci fidiamo delle dichiarazioni
allora un pezzo di corno piccolo che si stacca..
allora viene normale pensare che qualsosa sotto al Gran Sasso
sia la causa di quanto avvenuto dopo(ossia il sisma)e non l'effetto..

approfitto per pubblicare un intervento di Lannes che si è da molti anni occupato del Laboratorio del Gran Sasso

''nel 2011, quando ero sotto scorta della Polizia di Stato, a seguito di alcuni attentati, mi sono arrampicato su quella grandiosa montagna(il Gran Sasso) ed ho scoperto un’attività militare della Nato, non registrata da nessuna parte. Sono state presentate interrogazioni sul caso, ma ben tre governi fino ad oggi non hanno risposto. In uno Stato di diritto contano le domande mentre sono eloquenti i silenzi e le menzogne istituzionali. Ergo: non mi esprimo per “sentito dire”, ma per cognizione diretta.
INFN – LNGS ovvero Laboratori Nazionali del Gran Sasso, dove esistono settori preclusi. A120 chilometri da Roma, c’è un enorme accesso blindato sotto un tunnel della Roma-L’Aquila, nel cuore del gigante di roccia che dopo il terremoto ha perso uno sperone del suo Corno Piccolo.
Ad un soffio da L’Aquila, ad un passo da Amatrice e da Rieti, nelle viscere dell’Appennino, proprio dentro il sistema geologico più delicato in assoluto di tutta la dorsale italica. In loco le zolle tettoniche sono instabili come in nessun altro luogo del belpaese. Lì, dove oscillano i neutrini, il regno della Fisica delle Particelle, dove stanno conducendo in questo momento esperimenti sulle esplosioni delle Supernovae, lì dove quantità abnormi di energia vengono convogliate in condotte progettate per studiare l’infinitamente piccolo della materia e ciò che si nasconde tra etere e le conosciute quattro dimensioni dello Spazio/Tempo. Lì dove torturano Madre Terra, punzecchiandone il sistema nervoso… Lì dove la scienza crede di poter dominare la Forza del l’universo. Proprio lì, in corrispondenza degli epicentri dei più disastrosi terremoti recenti italiani. Lì dove ceti omuncoli in camice bianco e divisa d’ordinanza si credono “dei”.''

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/05/terremoto-in-abruzzo-segreto-di-stato.html

in altro intervento Lannes dice le stesse cose dette da me..
ossia che il sisma è un'arma di ricatto politico
qui sembra dire che è un effetto collaterale di esperimenti fuori controllo..

a me pare più verosimile la prima versione..
in ogni caso il Gran Sasso è al centro di un sistema di faglie delicatissime
e standoci sopra a 1400metri di profondità con a disposizione ogni sorta di carica esplosiva,un pò mi fa pensare che possa essere da li che innescano i sismi più che effetti collaterali..
anche perchè i sismi a bassa profondità sono abbastanza rari
ed invece da noi avvengono da un pò di tempo di regola sotto i 10km
addirittura 4km addirittura alcune replice importanti ad 1km di profondità...

Lannes ha anche riportato degli studi del professor Guerra che lavorava per il CNR in cui usavano esplosivi per innescare reazioni della faglia..
ma senza mai avvisare la popolazione..

segno che già a 150metri di profondità stipando esplosivo a colonna si riesce ad avere una reazione secondaria(all'esplosione)ossia l'attivazione della faglia.. il prof guerra dice che i sismi artificiali vengono provocati a iosa a scopo di ricerca e minerario..(prima si usavano mezzi rudimentali oggi sofisticati)

dire che è da incoscenti è poco..

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/01/terremoti-naturali-e-terremoti.html


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

tornando al discorso parallelo sui dati della magnitudo,nel caso del sisma dell'Aquila i dati che furono presi dalle varie stazioni
riportavano intensità anche superiore a 7 o 3 volte l'accelerazione che in quel punto una magnitudo di 5.9 doveva implicare..

dall'integrazione della forma d'onda si ricavano dopo numerosi passaggi la magnitudo complessiva..
ma i conti non tornavano
c'era troppa differenza tra una stazione accelerometrica e l'altra
quindi si iniziò a dire che il terremoto aveva danneggiato alcune stazioni perchè registravano accelerazioni troppo alte.. eppure i danni nei dintorni delle stazioni ed i fenomeni (anche quando si trovavano in campagna)erano evidenti fuori scala ossia confermavano i dati degli accelerometri ma non congruenti con in conteggi dell'INGV di 5.9

Quindi per far tornare i conti si epurarono ,come si fa nel calcolo statistico
i risultati degli accelerometri che avevano riportato accelerazioni troppo elevate
Ma i conti non tornavano ancora..
Fu allora che qualcuno tirò fuori il coniglio dal cilindro ed introdusse i fenomeni di sito..
si iniziò a dire che l'Aquila è una conca alluvionale e quindi anche se globalmente la magnitudo rimaneva 5.9,ci potevano essere delle linee direzionali in cui il substrato(depositi alluvionali)creavano amplificazioni locali..
ma anche li queste linee erano abbastanza numerose da alzare troppo la magnitudo come minimo a 6.3(dato dell'USGS)
Quindi ok amplificazioni locali ma non tali da stravolgere l'energia complessiva rilasciata..

alla fine ci si arrese..
rimase l'incongruenza per quante stazioni accelerometriche si considerassero sballate e si espungessero le misurazioni dal conteggio complessivo
quindi dato ufficiale INGV 5.9
dato rilevato USGS 6.3-6.4
e dal sito INGV venivano di continuo cambiati i dati....
L'ingv aveva all'inizio riportato correttamente 6.3
chi salvò la pagina la postò
ma come accaduto anche stavolta(misurazione iniziale 6.2 6.4)
L'ingv dice che è una prima misurazione che poi va corretta..
ma solo INGV lo fa,gli altri enti lasciano quella..
perchè?
Siamo talmente primitivi ed approssimativi che diamo misure sbagliate iniziale e poi le correggiamo,ma guardacaso sempre in difetto?

bah


RispondiCitazione
Jor-el
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 990
 

Da una rapida ricerca mi risulta questo:

La questione magnitudo riguarda un articolo del decreto-legge n.59 del 15 maggio 2012 poi convertito nella legge n.100 del 12 luglio 2012, quello di riordino della Protezione civile. Quell'articolo, che prevedeva l'assicurazione privata per i rischi derivanti da calamità naturali, fu soppresso al momento della conversione. Nessun limite risulta da nessuna parte del testo (approvato pochi giorni prima del terremoto che colpì l'Emilia-Romagna) e in ogni caso i risarcimenti vengono calcolati sulla base di un'altra scala, la Mercalli-Cancani-Sieberg, che valuta l'intensità del sisma in termini di danni prodotti sul territorio e non in base alla magnitudo della scala Richter.

Varrebbe la pena verificare? Direi di sì.

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_prov.wp?contentId=LEG34388

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/view_prov.wp?contentId=LEG34883

@adestil, a te cosa risulta?


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

è cosi' per il risarcimento pubblico,corretto,scala mercalli(anche se per esempio nel mio paese vicino l'Aquila,non c'erano danni gravi ,case ben costruire,quindi basso valore scala mercalli ma si è deciso ci considerare le accelerazioni al suolo,che cmq erano alte,paragonabili ad altri paesi sempre dell'Aquila con case distrutte quindi elevato grado Mercalli ma eguale accelerazione al suolo che poi è legata alla scala richter della magnitudo)!
ma non per la assicurazioni private che si interessano solo della reale intensità del sisma,ossia i dati INGV(scala richter) e non i dati di osservazioni danni,scala Mercalli.
Quindi lo stano è tenuto a ricostruire/riparare danni nel cratere sismico che ha danni più o meno evidenti(quindi le lesioni semplici ci rientrano nella scala grado VI mercalli)però può farci rientrare(ma il mio comune ha avuto 2 contenziosi Tar,consiglio di stato,con la protezione civile che alla fine ha vinto,che non voleva farci rientrare proprio perchè la scala Mercalli era inferiore a 6 ma le accelerazioni superiori o uguali a paesi con indice di Mercalli superiore a 6 ed analoghe accelerazioni al suolo).
QUindi alla fine lo stato(mediante i suoi organi giuridici)ammette una deroga

........


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

non è un caso che le assicurazioni si siano rifatte sotto coi loro lobbisti
e già si inizia a dire che siamo i meno assicurati contro il terremoto etc.. etc..

cacciata dalla porta sembra rientrare dalla finestra..
l'aveva proposta Monti,poi il decreto fu cancellato..(come hai giustamente detto)
ma ora riciccia..ma siamo sicuri che se avverrà solo il referendum o le elezioni

che in zona sismica (tipo Abruzzo)secondo l'esperto ANIA intervistato
potrebbe costare per una casa di 100-120mq anche 1000euro l'anno(perchè viene ripagato il costo di ricostruzione non il valore della casa)

200euro in zona non sismica(dicono Milano come esempio)

quindi un nuovo megabalzello (abruzzesi,umbri ,laziali,marchigiani) cornuti e mazziati

ma esperti di contrattualista avvisano che l'assicurazione potrebbe non pagare se la casa non è antisismica,quindi obbligatoria ed inutile..
http://www.laleggepertutti.it/130357_assicurazione-immobile-contro-terremoto

quindi si sarebbe costretti per non buttare 1000 euro l'anno
a rendere antisismica la casa..altro obbligo
ma con quali denari?

Il fatto propone l'obbligo dell'assicurazione per obbligare i cittadini a ristrutturare in maniera antisismica ..ed i denari?
Il solito 65% di detrazione in 20anni..
ossia solo chi hai i soldi può farlo
ed il resto?
Mutuo!
ma d'altronde si saluta come successo il fatto che il governo permetta di andare prima in pensione prendendo un mutuo!
Ormai questa è la solfa..

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/...atoria/2994386/

se poi aggiungiamo che vediamo case crollare e magare l'INGV
dichiara sisma 4 o sisma 5 o 5.9 6.0 come avesse i sismografi inchiodati ...
ovvio che l'assicurazione avrà ragione di dire..''ehi,ma che vuoi che ripaghi una casa che viene giù con una spintarella?''
chi potrebbe dargli torto?
Ed avrebbe vita facile in qualsiasi contenzioso in quanto le norme prevedono che con un sisma 6 la casa non crolli(se ben costruita)
e poco conta se il progetto risulta antisismico..

sopra a 6 di magnitudo si tratta di calamità e quindi la casa può avere seri danni(questo è riconosciuto dai tecnici e dai vari studi internazionali,quindi
le assicurazioni lo sanno e pagano per non impelagarsi in cause che potrebbero perdere facilmente)

gli diranno pure ''cosi' impari a costruire bene,cretino,oppure impari a costruire in zone dove ci sono amplificazioni da detriti alluvionali''

facendo cosi' un favore a banche ed assicurazioni che sono coloro che comandano il mondo e l'italia stessa..

che se potessero,se ci fossero gli strumenti per creare un sisma artificiale per spingere ad assicurarsi ed alzare le polizze nelle zone sismiche,non esiterebbero ad usarle
se esistessero,s'intende..


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

quindi pur essendo convinto che la faglia attiva sia stata sollecitata ad hoc a reagire(gli strumenti ci sono da anni!)
le motivazioni possono essere tante..
io avevo ipotizzato che alcune elite vogliono punire per l'affondamento del TTIP
(fatto da francia e germania)
il fatto che l'Italia,con renzi, si sia recato un pò troppo spesso da Putin
ma tuttosommato esegue gli ordini degli USA alla lettera
e sul TTIP si mette in coda (anche se questo potrebbe bastare!)

ma ci potrebbero essere anche altre motivazioni..

se si rende obbligatoria una assicurazione di 1000euro in zone sismiche(ossia 20milioni di persone vivono in zone sismiche in Italia si stimano circa 10mlioni di edifici quindi 10miliardi di euro l'anno,se si aggiungono edifici e capannoni si arriva senza problemi a 30miliardi se si aggiungono anche szone non sismiche a 200 euro l'anno arriviamo a 40-50miliardi l'anno )

si tratta di 50miliardi di euro l'anno(che per sempre che entrerebbero nelle casse delle assicurazioni che poi potendo contare sul fatto che le case non sono antisismiche pagherebbero solo in pochi casi e in maniera molto ridotta..)
ma anche pagare quelle antisismiche è un miraggio..
infatti intanto ci vorranno anni prima di completare i lavori(ma cmq paghi lo stesso)
e poi se controlli l'ingv che ogni volta sottostima l'evento
ecco che le assicurazioni prenderebbero soldi senza pagare mai l'intera somma..perchè l'evento non è considerato distruttivo...

quindi considerato che banche e assicurazioni italiane sono in buona parte sotto controllo di Jp Morgan e gruppo Rotschild
ecco che a guadagnarci sarebbero principalmente loro (che poi sono gli unici che possono aver accesso a strumenti militari per provocare i sismi,d'altronde sono sempre loro a decidere le guerre ossia mandare i militari in un dato paese per appropriarsi dei loro giacimenti e delle loro finanze cosi' fanno per l'Italia in cui si usano altre armi ,mica possono mandare gli aerei con le bombe!)

ci potrebbe essere anche un'altra ipotesi quello del test di queste armi in zone molto sismiche,d'altronde in iraq testarono armi al fosforo,alle nanotecnologie del carbonio,e forse anche armi a fissione che come innesco usavano fusione fredda,ossia mini bombe atomiche.

o magari come avviene nei grandi eventi erano tutti interessi convergenti..
utile e dilettevole(per loro)uniti

vediamo come finisce con l'obbligo assicurativo(sicuramente dopo il referendum o le elezioni!)altrimenti sarebbe fatale a renzi..


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2314
Topic starter  

però tra le varie motivazioni alla base di questo sisma

1)non può essere un caso che dal 1977 esistono armi simili ed esiste un trattato ENMOD per evitare la proliferazioni di armi che una commissione internazionali giudicò capaci di creare tsunami e terremoti e nessuno dice nulla ,nessuno ne parla manco del trattato..
( ecco il testo firmato : Understanding Relating to Article II

''It is the understanding of the Committee that the following examples are illustrative of phenomena that could be caused by the use of environmental modification techniques as defined in Article II of the Convention: earthquakes, tsunamis....'' https://en.wikisource.org/wiki/Environmental_Modification_Convention )

quindi depongo a favore dell'uso di queste armi più che di tempeste solari..

2)capire se le assicurazioni abbiano preso la balla al balzo(ed il motivo del sisma sia geopolitico ) per introdurre l'obbligo dell'assicurazione e salvare le banche decotte o che invece il motivo del sisma indotto sia proprio questo ossia un modo ingegnoso per salvare le banche decotte MPS,Unicredit,Intesa
non è chiaro.
Però se pensiamo che le banche decotte come MPS o Unicredit o Intesa (che rappresentano oltre la metà della raccolta risparmi ormai bruciati e che posseggono il 15% della BCE) in Italia fanno capo a Jp Morgan e gruppo Rotschild ossia coloro che detengono le azioni della FED decidono le guerre di rapina del governo USA potendo usare tutto l'apparato militare del Pentagono,mi viene il dubbio che non sia cosi difficile che sia partito come idea principale.
Vedremo che fa il governo renzi dopo il referendum che farà con questo obbligo assicurativo..se lascia o raddoppia..e li capiremo..
Se lo fa prima perde il referendum ma ai padroni del vapore potrebbe anche non interessare che renzi perda il referendum...
Tanto manco se ne va più ha detto..e Bersani lo approva col tutto il PD..

D'altronde io non ci vedo molta differenza di distruggere paesi e fare vittime per motivi economico-finanziari..e si usano armi all'uopo..
D'altronde in Iraq si sono uccisi 1.5milioni di persone(sempre su commissione Jp Morgan Rotschild and company) per truffare il petrolio e soprattutto mantenere la convertibilità petrolio-cartastracciadollaro..che Saddam non voleva garantire più come d'altronde non voleva fare l'emiro del Kwait,l'Iran,La Siria,Gheddafi,quindi anche li per motivi finanziari quindi banche ed assicurazioni..ma li non siamo alleati con loro,sono considerati primitivi
li si può uccidere con le bombe..
da noi le bombe magari nel nascondono ,le mettono nella faglia..
Cambia poco e quindi non mi sorprenderebbe affatto..

3)esperimento di armi sismiche?
Esperimento di creazione di caos?
Si può essere però mi pare un pò troppo..ma vista la scarsa considerazione che costoro hanno degli umani,non interessa lo se siano iracheni o italiani,invece noi pensiamo che a loro interessi..

4)magari tutti questi fattori insieme..

questo lo sapremo solo in futuro,forse..


RispondiCitazione
Jor-el
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 990
 

@adestil

grazie per le precisazioni!


RispondiCitazione
Pagina 2 / 2
Condividi: