Notifiche
Cancella tutti

Battaglione Monaco


Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 4882
Topic starter  

«Il Battaglione Monaco»: oligarchi e deputati ucraini in Riviera anziché al fronte

desc img

Igor Abramovich, Kostyantyn Zhivago, Ihor Surkis

DALLA NOSTRA INVIATA
KIEV — Li hanno ribattezzati, in segno di spregio, il battaglione Monaco. Ma sono tutt’altro che soldati disposti a morire per la patria gli 84 deputati e oligarchi ucraini su cui l’Sbu, l’intelligence di Kiev, ha aperto un fascicolo di indagine. Uomini che, mentre il loro Paese finiva sotto i colpi di Mosca, facevano i bagagli e si rifugiavano a Monaco, Monte Carlo e Nizza.
A darne conto con un’inchiesta pubblicata il 17 agosto poco prima del giorno dell’Indipendenza è stata l’Ukrayinska Pravda. Uno scoop che ha indignato l’intero Paese provato dai sei mesi di conflitto sollevando temi importanti già noti al pubblico ucraino, dalla corruzione delle élite politiche e finanziarie fino alle disparità sociali, messi in secondo piano dalla guerra.

Yacht, auto di lusso, giornate trascorse nell’ozio tra lo shopping e i bagni in mare, tutto documentato dai filmati e dalle immagini pubblicate dal media ufficiale di Kiev. Tra i nomi celebri che appaiono nell’elenco, il deputato ucraino Ihor Abramovich e Serhiy Vyazmikin, ex direttore ad interim del Dipartimento per la protezione economica della polizia nazionale ucraina, avvistati a passeggiare a Cap Ferrat. Poi uomini d’affari come Kostyantyn Zhivago, quarto uomo più ricco di Ucraina, ex proprietario della banca JSC, sospettato di appropriazione indebita per 113 milioni di dollari. Il suo yacht, lo Z (ironia della sorte come la lettera con simbolo usata in guerra dai russi) è ancorato al largo di Monaco. Ma anche Ihor Surkis, oligarca noto per essere proprietario e presidente della Dynamo Kyiv dal 2002, noto habitué del casinò di Montecarlo con il fratello, l’ex deputato Hryhoriy Surkis ed ex capo della Federcalcio ucraina. Entrambi «residenti» per il momento in un appartamento in affitto il cui canone si aggira intorno ai due milioni l’anno.

 

Da qui:

https://www.corriere.it/esteri/22_agosto_27/01-esteri-azero1corriere-web-sezioni-f831b012-263a-11ed-a1c0-67f68f2a84fa.shtml

 

Battaglione Monaco, i politici ucraini in Riviera anziché al fronte

Ago 28, 2022 15:29 Europe/Rome
  • Battaglione Monaco, i politici ucraini in Riviera anziché al fronte

KIEV - Yacht, casin, ville: sdegno per i i potenti fuggiti del regime ucraino a Montecarlo e a Nizza aggirando la legge che proibisce agli uomini sotto i 60 anni di lasciare il Paese in guerra.

Li hanno ribattezzati, in segno di spregio, il battaglione Monaco. Ma sono tutt’altro che soldati disposti a morire per la patria gli 84 deputati e oligarchi ucraini su cui l’Sbu, l’intelligence di Kiev, ha aperto un fascicolo di indagine. Uomini che, mentre il loro Paese finiva sotto i colpi di Mosca, facevano i bagagli e si rifugiavano a Monaco, Monte Carlo e Nizza.A darne conto con un’inchiesta pubblicata il 17 agosto poco prima del giorno dell’Indipendenza stata l’Ukrayinska Pravda. Uno scoop che ha indignato l’intero Paese provato dai sei mesi di conflitto sollevando temi importanti gi noti al pubblico ucraino, dalla corruzione delle lite politiche e finanziarie fino alle disparit sociali, messi in secondo piano dalla guerra.


Citazione
Condividi: