Nel '68, un brivido...
 
Notifiche
Cancella tutti

Nel '68, un brivido che oggi si è materializzato, allora avrebbe potuto far riflettere.


Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 4832
Topic starter  

...termineremo con una testimonianza significativa di un autore americano tutt'altro che banale, James Burnham (in The Struggle for the World): "Nella vita americana vi sono tratti di una nuda brutalità. Questi tratti si rivelano tanto nei linciaggi e nel gangsterismo in patria quanto nella presunzione e nella ribalderia dei soldati e dei turisti all'estero. Il provincialismo della mentalità americana si esprime in una mancanza di comprensione per ogni altro popolo e ogni altra cultura. C'è, in molti Americani, un contadinesco disprezzo per le idee, per le tradizioni, per la storia, congiunto all'orgoglio per le piccole cose legate al progresso materiale. Chi, dopo aver ascoltato una radio americana, può reprimere un brivido al pensiero che il prezzo del sopravvivere [di una società non comunista] sarebbe l'americanizzazione del mondo?" Come purtroppo, in una certa misura, sta già succedendo. ...

(J. Burnham, citato da J. Evola, L'Arco e la Clava, Mediterranee 1968, p. 45-46)

 


arbaman e ducadiGrumello hanno apprezzato
Citazione
ducadiGrumello
Trusted Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 58
 

bel passaggio, profetico. L'americanizzazione del mondo in effetti è proprio quello che è accaduto, e non mi pare sia stato un grande affare.


RispondiCitazione
arbaman
Trusted Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 75
 

Temo che con un colpo di coda li stiamo sorpassando, cinquemila anni di civiltà buttati nel cesso con la pressione di un tasto di sciacquone, per vile denaro e sete sconfinata di potere.


RispondiCitazione
Condividi: