Notifiche
Cancella tutti

IL PARLAMENTO AMAZZONICO


mystes
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1425
Topic starter  

Lula, Macron, Maduro e altri dittatori all'assalto dell'Amazzonia

 

Il presidente Luiz Inácio Lula da Silva è intervenuto sabato scorso alla chiusura dell'Incontro tecnico-scientifico dell'Amazzonia, nella città amazzonica di Leticia, in Colombia.

L'evento è stato organizzato dal governo colombiano del presidente Gustavo Petro.

La città di Leticia confina con Tabatinga, nell'estremo ovest di Amazonas, nella triplice regione di confine tra Colombia, Brasile e Perù.

L'incontro bilaterale tra i due leader precede di un mese il Vertice dell'Amazzonia, in programma per il prossimo agosto a Belém nel nord del Brasile. In questa occasione, la capitale del Pará ospiterà i leader di Brasile, Bolivia, Colombia, Ecuador, Guyana, Perù, Suriname e infine del Venezuela.

Oltre a questi capi di Stato, è stato invitato anche il Presidente della Francia, Emanuele Macron, in rappresentanza della Guyana francese, un territorio d'oltremare del Paese europeo in Sud America, che detiene anche porzioni della Foresta Amazzonica.

Infine, si prevede che saranno invitati anche i presidenti di altri Paesi della foresta pluviale, come il Congo e l'Indonesia.

In una dichiarazione, Lula ha elencato una serie di proposte e aspettative sul rafforzamento della cooperazione tra i Paesi amazzonici, tra cui la creazione di un Forum delle città amazzoniche e un controverso e strano "Parlamento amazzonico".

"È necessario valorizzare il ruolo di sindaci, governatori e parlamentari. Non c'è politica pubblica senza la partecipazione di chi conosce il territorio. A tal fine, vogliamo formalizzare il Forum delle città amazzoniche e il Parlamento amazzonico", ha dichiarato Lula.

In un altro punto del suo discorso, Lula ha detto che la COP30 (Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico), che si terrà a Belem tra due anni, sarà un'opportunità per il mondo di conoscere la vera Amazzonia.

Sembra che per merito della COP30 le porte dell'Amazzonia si apriranno al mondo...

Per avere un'idea di quale sarà il “ clima” del “Parlamento Amazzonico” è sufficiente ricordare la dichiarazione del  ministro francese del Commercio estero, Franck Riester, il quale tempo fa aveva affermato  che l'Amazzonia non appartiene solo ai brasiliani.

Per lui, Brasilia non mostra ancora il necessario impegno e "fa il contrario di ciò che deve fare" sulle questioni ambientali: secondo il francese "il necessario impegno" sarebbe dimostrato quando le Nazioni che governano il territorio della foresta amazzonica permettano a tutti i paesi del mondo di disporne a piacimento secondo le note litanie degli ambientalisti. Il ministro francese aveva pronunciato queste parole quando era presidente del Brasile Jair Bolsonaro, ma adesso riceverà da Lula "il necessario impegno" per la lottizzazione mondialista della più grande foresta del mondo!

Con questi antefatti si prevede che il prossimo incontro si svolgerà all’insegna del grande saccheggio del tesoro ambientale più grande del mondo. Ma poiché il saccheggio e la spartizione avranno come protagonisti la sinistra globalista e globalizzata, nessuno dirà una parola.

 

Fonte: https://www.jornaldacidadeonline.com.br/noticias/49826/macron-maduro-e-outros-ditadores-virao-a-amazonia-e-lula-propoe-a-criacao-de-equotparlamento-amazonicoequot

 

 

Questa argomento è stata modificata 7 mesi fa 3 volte da mystes

Citazione
Condividi: