Notifiche
Cancella tutti

Interpretazione cabalistica della 'misericordia'


oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3169
Topic starter  

https://twitter.com/Silvia00072/status/1745899511887581599

L' intervista conterrebbe una ammissione in-cre-di-bi-le:

''.." Abbiamo assassinato 11.000 bambini perché i palestinesi abbiano un futuro migliore, vivendo in pace e armonia con gli israeliani " ha detto il difensore del genocidio alla Corte internazionale di giustizia Becker, con un discorso insultante, sostiene che i crimini di guerra in corso a Gaza e in Cisgiordania sono un trampolino di lancio per una vita migliore e prospera..''.

In questo breve flash di agenzia, alcune cose essenziali fra le tante, semprechè il testo rifletta esattamente le parole e queste corrispondano alle intenzioni.

La prima: conferma che i sionisti sanno perfettamente CHI e COME UCCIDERE. Sono obiettivi mirati, non sono 'danni collaterali' non voluti, sono espressamente cercati ed eseguiti con finalità omicide. Verso bambini. Verso neonati. Specialmente loro e specialmente con 'combustione' dovuta ad armi speciali proibite da leggi internazionali e specie nei loro provvisori e disperati rifugi.

La seconda: conoscono evidentemente la metempsicosi: la prossima vita di questi infelici sarà migliore perchè ( aggiungo io ) chi viene assassinato gode di una speciale predilezione da parte del Signore, che gli riserva delle speciali 'benedizioni' alla rinascita. Se i conto però pende a suo favore...In ogni caso il 'sistema' non prevede che il Signore possa dire la sua sull'assassinio in quanto tale: dopo tutto è un 'favore' che gli 'eletti' riservano a tali miserevoli 'vite'. Va dunque a favore degli 'eletti' tale 'misericordia', di cui i bambini farebbero volentieri a mano e aggiungo sempre io, pure l' Altissimo.

La terza. Ammettendo che questo discorso non riguardi i morti ma i vivi, tale Jewish che difende l' indifendibile, estende in ogni caso al futuro, ritenuto completamente in mano loro tanto da farne esempio per i posteri, la sorte dei palestinesi tutti: costoro vivranno in pace ed armonia ... con chi ha assassinato i loro fratelli. Non si capisce dove, visto che la loro terra è occupata e quando non lo è ancora viene costantemente erosa o bombardata da misericordievoli ordigni di tsahal.

La quarta. Qui ( https://www.rainews.it/articoli/ultimora/-Israele-da-Sudafrica-quadro-distorto---9c35c2d0-05ff-44de-9258-f5baf3003a92.html; come anche qui: https://www.avvenire.it/mondo/pagine/il-conflittomedioriental-7efde42ba01b4cdd932df85b737e75d5 ) la stampa italiana è prodiga di 'simpatia' malcelata verso lo stato terrorista e genocida: molto viene taciuto, molto minimizzato, molto deformato, quando invece a livello internazionale si da ampio risalto alla posizione indifendibile dei giudei in Terrasanta: è una difesa d'ufficio dello stato ebraico in quanto tale che prescinde da ogni altra cosa. Se domani decidessero di distruggere Roma, sono sicuro che taluni anzi parecchi si spingerebbero a giustificarlo ed anzi applaudirlo. 

Da tale laido, osceno ed offensivo 'endorsement' della stampa italiana al gran completo ( anche del Manifesto ad esempio: dx e sx finalmente uniti ... ) non ne verrà alcun bene per tutti noi. 

Pietà per il genere umano e dolore verso quanto accade ci devono guidare, perchè, notazione mia finale, l'entità degli assassini nasconde la loro vera natura, che non è strettamente militare ma esoterica, di un esoterismo deviato dalle sue basi metafisiche 'alte' ed riassegnato ad un messianesimo 'politico' che nella sua origine non ha nulla a che fare con quanto avviene. 

 

 


ducadiGrumello e BrunoWald hanno apprezzato
Citazione
Tag argomenti
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4099
 

chi viene assassinato gode di una speciale predilezione da parte del Signore, che gli riserva delle speciali 'benedizioni' alla rinascita.

Beh, allora, per coerenza, dovrebbero ringraziare i nazisti. Come succede spesso in questi casi, il complesso di superiorità di chi si crede 'eletto da Dio' lo porta a considerare i 'non eletti'  degni solo di una presa per il c*lo. Lo si è visto, ad esempio, in moltissime 'testimonianze' riguardanti il cosiddetto 'olocausto'. Certamente , con il dominio dei mezzi di comunicazione, si sentono abbastanza forti da poter navigare nella tempesta senza troppi danni, ma il danno mediatico di questo processo, a pochi giorni dal giorno della memoria, è gigantesco. Voglio proprio vedere cosa diranno i media, sono sicuro che cercheranno di far dimenticare Gaza il più possibile spostando i riflettori (se ne discuterà anche in UE)  sul saluto romano ad Acca Larentia, come se le cose fossero paragonabili. Il silenzio del Papa e della curia, per rispetto dei cosiddetti 'fratelli maggiori', è ,se possibile, ancora più assordante di quello dei 'rappresentanti' del popolo italiano e degli scribacchini di regime.


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3169
Topic starter  

Lo fanno, lo fanno dicendo che la creazione dell’israele odierno è dovuta al ‘sacrificio del sangue’ compiuto nella II GM: la Germania ne è stata ‘coautrice’, come ‘stranamente’ ha sottolineato la Merkel tempo addietro. Terribile perché fa capire come la cosa abbia avuto più ideatori anche se si appunta oggi l’attenzione solo agli esecutori.


RispondiCitazione
Detrollatore II
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 454
 

Oriundo, sono alle prese con qualche amico che studia la Cabala da qualche anno, il quale precisa che la Cabala non ha a che fare con questa violenza. Anzi, è un insegnamento spirituale, di pace amore e conoscenza. Tant'è che non è mai venuto a conoscenza di questi aspetti orribili dell'ebraismo. Riconduce la guerra e la prepotenza di Israele alla sua conduzione politica, facendo il paragone con l'Italia, dove noi cittadini non coincidiamo perfettamente con chi ci rappresenta politicamente, ma mai il tutto è analizzato sulla base della Cabala, come fosse il principio di ogni efferatezza sionista. Non conosce il talmud babilonese, perché il Talmud che studiano loro è di altro tipo, non ricordo esattamente.

Si tratta di persone che non appartengono a ceti ricchi (e nemmeno medi, direi), quindi se cercano di ingannarmi e nascondermi qualcosa, lo fanno soltanto perché vittime di manipolazione. Non studiano la Cabala perché facenti parte di una certa élite insomma, o di un certo entourage...

Qualcuno saprebbe dirmi se esistono delle Cabale per così dire depurate dalle connotazioni negative che caratterizzano quelle che sono discusse dalla controinformazione su internet?


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3169
Topic starter  

Si, l' unica è quella del grande Avraham Abulafia perchè è quella 'estatica', che situa l' optimum dell'esperienza umana 'spirituale' nel contatto diretto col Divino attraverso le Lettere Sacre ( ed altro ) e non quella 'teurgica': quest' ultima è quella 'segreta' che non viene divulgata che da maestro ad allievo in ambito ebraico stretto ed è quella che può consentire ampio potere 'mondano', ed è stata perseguita dai successori di Abulafia, anche in terra italica: oggi è patrimonio come 'Super-Quabbalah' dal rabbinato di Gerusalemme...ed è quella che 'orienta' gli avvenimenti per fa sì che succedano nel senso voluto. Almeno in linea potenziale...ma c'è molto di più.

Tieni anche presente che, come ho già detto, quella odierna a livello filosofico-politico che viene seguita dai più, specie ex Schneerson, è quella successiva post-medievale, quella luriana 'frankista', molto importante per le connessioni 'settarie' che presenta nell'ebraismo odierno e per i suoi aspetti teorici, del tutto trascurati da versanti occidentali ( come quasi tutto che non è 'europeo cristiano' o greco-latino ).

C'è molto da imparare e molto da dire su questi argomenti.

Moshè Idel ha scritto testi illuminanti su questi argomenti. Certo, in questo lascito sapienziale, la cui origine prima si vuol far risalire ad Abramo ( correttamente: col Sefer Yetzirah ) occorre immergersene senza pregiudizi e senza opporre impedimenti, lasciando fluire liberamente la coscienza interiore, come Guida alla Sapienza Divina.

Dopo, solo dopo, si potrà capire molto del mondo che ci circonda...

E' un 'capire' che è un immergersi in certi aspetti coscienziali non occulti ma occultati e negletti completamente in occidente anche da parte di tanti 'ebrei', attenti molto di più ai propri interessi materiali che volti alla comprensione del lascito intellettuale immenso dei loro antenati.

Tieni conto oltretutto che tanta parte di queste speculazioni 'mistiche', tali non sono e non sono 'personali' che in parte.

Costituiscono una 'modalità' per far 'discendere' le Benedizioni divine sull'Umanità, specialmente concesse per favore Divino sull' Israele Eterno, e specialmente rivolte a questi in quanto 'eletti' ( cioè 'scelti' ) attraverso 'preghiere' e 'ritualità' apposite.

Oggi quando esponenti politici israeliani si autodefiniscono come esponenti 'umanitari', nonostante quanto accade per loro colpa ad esempio in Gaza, fanno riferimento a tali pratiche e tali invocazioni ed evocazioni, molto efficaci, nonchè ad altro che non ti svelo.

Ahinoi, sono talmente umanitari costoro che preferiremmo non averli più tra noi e per le preghiere e le benedizioni 'speciali' occorre saper capire l' origine esatta da cui provengono: non tutto quello che gratifica è buono, non tutto è da seguire, non tutto ci è lecito fare. 

 

 


ducadiGrumello e BrunoWald hanno apprezzato
RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3169
Topic starter  

Ah, dimenticavo. Questi scritti sono la parte 'eterna', il 'guscio esterno' del sapere esoterico degli ebrei 'scelti': pochi, anzi pochissimi. Dentro questi scritti, come 'invito al Sapere, e dietro di loro, come espressione delle modalità attraverso cui si svolge la vera Vita della Terra, vi sono le sorgenti sapienziali più nascoste: queste sono davvero occultate ai più e che forniscono le Regole Segrete di cui si parla oggi nella politica USA.

Il vero Sapere è composto da una immensa libreria solo in minima parte decrittata 'pubblicamente', sia presso i giudei come presso gli Indù come anche nei sacelli scritturali tibetani.

Quando penso che esistono simili immensi tesori, questi immensi lasciti intellettuali del passato e gli umani di oggi si interessano solo ed esclusivamente al calcio, alla faiga e poco più, mi chiedo che senso abbia la nostra vita collettiva sulla Terra in qualità di esseri senzienti.

Un giorno, se vi sarà questo giorno, la vita di oggi sarà odiata e disprezzata completamente.

Ma così non deve essere. La gnosi, cioè il sapere, deve essere sempre accompagnato dalla compassione, ovvero dal rispetto e dalla fruttuosa intelligenza resa comune a tutti, almeno nelle cose fondamentali.

Questo è il lascito imperituro del buddismo attraverso il Sutra del Loto: non disprezzare mai la vita sulla terra, mondo di Saha, e gli uomini empirici, figli del Buddha, perchè sono preda di ogni male possibile ed immaginabile, primo dei quali è l' Ignoranza.

 


ducadiGrumello hanno apprezzato
RispondiCitazione
sarah
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 519
 

@ Detrollatore II. Innumerevoli crimini sono stati commessi in nome di presunti precetti o insegnamenti contenuti nei testi sacri di varie religioni. Crimini sono stati commessi dalla chiesa con l'evangelizzazione "violenta" perpetrata nei confronti di certi popoli conquistati o durante le persecuzioni degli eretici. Quella lunga fase storica è oggi del tutto condannata e le relative colpe attribuite unicamente alle brame di potere terreno del clero anche se il recupero integrale del messaggio cristiano come insegnamento di amore non è stato per nulla semplice, né si sono mai colmate le distanze con chi, per evidenti motivi, ancora attribuisce un peso notevole a quelle pagine di storia. Direi anche che la formulazione dell'idea di "messaggio universale d'amore" è una creazione piuttosto recente della chiesa post conciliare, ma sarebbe un discorso lungo che esula da quello che volevo dire. C'è anche l'esempio dell'islam: "sottomissione", nel suo significato originale ma sottomissione in che senso? Nel senso pacifico, e forse più autentico, "sottomissione" a Dio come ammissione implicita dell'incapacità umana di controllare determinati eventi e impossibilità di porsi al di sopra dei propri limiti, come la morte. Oppure, in un'accezione più "militante" attribuita alla parte più integralista, sottomissione di tutti quelli che non credono alle rigide leggi della sharia. C'è una bella differenza che probabilmente ancora oggi divide gli stessi credenti. Se ci si pensa però, l'ebraismo è sempre stato relativamente immune da qualsiasi critica o accusa di abuso degli insegnamenti religiosi per scopi non leciti o "non morali". Perché? Con ingenuità, si potrebbe rispondere che tale religione non ha mai presentato frange di violenza o che il suo messaggio è perfetto così. Eh, ma purtroppo ciò non è affatto vero. E' che semplicemente non si può dire, né pensare, né approfondire. Solo alcuni studiosi, essi stessi di religione ebraica, hanno mosso critiche anche sostanziose all'atteggiamento oltranzista di certi gruppi. Ed hanno fatto un lavoro lodevole, senza dubbio, ma mai e poi mai ci si potrebbe aspettare che determinati aspetti di tale religione siano sottoposti a vaglio critico da parte di chi eb. reo non è. Il mondo, da questo punto di vista, è fermo dalla fine della seconda guerra mondiale, bloccato in uno schema ideologico che vede altre "realtà culturali" in una posizione del tutto subalterna all'eb. raismo. Ecco perché mi pare riduttivo affermare che l'attuale delirio di violenza in atto in Medio Oriente ( e non solo ) sia solo il frutto della cecità politica di un leader. Non si arriverebbe a tanto solo con l'ambizione personale e senza un retroterra di convinzioni etiche e morali non proprio "all'acqua di rose". Fatta ovviamente salva l'assoluta buona fede di chi, da qualsiasi posizione o credo religioso, afferma di essere tradito da questi tiranni e prende le distanze dalle loro abominevoli azioni.


ducadiGrumello e oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Detrollatore II
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 454
 

Grazie delle spiegazioni molto esaustive Oriundo, ma in parole povere, questo tipo di Cabala per le masse, diciamo, quella di Abulafia, rappresenta veramente, come ostenta il mio amico (se si tratta della stessa Cabala), tutta questa Sapienza e amore, oppure trattasi di mere e inutili astrazioni, visto che sembrano solo una setta che non riesce a far capire l'utilità concreta dei suoi insegnamenti, né in una lezione né in diverse lezioni, tranne appunto le solite astrazioni su quanto sono sapienti, su quanto la sanno lunga e sulla loro imperturbabilità d'animo, così artefatta, per quel che mi pare di capire e per quel che mi sembra?


RispondiCitazione
Detrollatore II
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 454
 

Sarah, sono ormai anni che presto un pò di attenzione alle pubblicazioni su internet sul revisionismo e riabilitazione del cristianesimo. In questo percorso ho capito che ogni male addebitato ai cristiani è accaduto e accade per colpa degli ebrei...
Non sono religioso e ho una leggera predilezione per il cristianesimo, partendo da posizioni fortemente anti cristiane nel mio passato, e non metterei anche il cristianesimo nel calderone delle 'religioni cattive'
Ne avrai sentito parlare anche tu. Approfondiremo con dei post ad hoc...


RispondiCitazione
Condividi: