Gli ultimi giorni d...
 
Notifiche
Cancella tutti

Gli ultimi giorni di Bruxelles. Mmmmm

Pagina 3 / 6

istwine
Prominent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 824
 

-Ma il QE di Draghi non doveva ovviare alla mancanza di liquidità costringendo le banche a investire in espansione economica? Perché funziona, se funziona, così al rallentatore e con così poco effetto?

Pietro,

Bé no, non è pensato per quello, come anche quello della FED. è pensato per alzare i prezzi degli asset. Per l'erogazione del credito le banche non hanno bisogno di QE, è una roba che ripetono quotidianamente ma non funziona così, tecnicamente il QE è uno scambio di titoli (vari) contro base monetaria. Le banche non prestano base monetaria, quindi non c'è particolare correlazione fra le due cose, anzi, non ce n'è nessuna. C'è però con l'inflazione di altre classi di asset finanziari, lì si vede.

Volendo trovi anche dichiarazioni ufficiali che lo dicono quasi esplicitamente.


RispondiCitazione
sankara
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 546
 

Volendo trovi anche dichiarazioni ufficiali che lo dicono quasi esplicitamente.

Potresti linkarne qualcuna? Grazie


RispondiCitazione
istwine
Prominent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 824
 

Volendo trovi anche dichiarazioni ufficiali che lo dicono quasi esplicitamente.

Potresti linkarne qualcuna? Grazie

La prima che mi viene in mente è questa:

Brian Sack, Executive vice president FED NY

http://www.newyorkfed.org/newsevents/speeches/2010/sac101004.html

"My own perspective is aligned with the view expressed by Chairman Bernanke in Jackson Hole—that the effects arise primarily through a portfolio balance channel.2 Under that view, our asset holdings keep longer-term interest rates lower than otherwise by reducing the aggregate amount of risk that the private markets have to bear. In particular, by purchasing longer-term securities, the Federal Reserve removes duration risk from the market, which should help to reduce the term premium that investors demand for holding longer-term securities. That effect should in turn boost other asset prices, as those investors displaced by the Fed’s purchases would likely seek to hold alternative types of securities."

Ma anche Vitor Constancio, vice presidente BCE sembra capire più della media degli accademici e dei giornalisti:

https://www.ecb.europa.eu/press/inter/date/2015/html/sp150504.en.html

E nota anche che dice:

“Even though some critics said that quantitative easing would be less effective here than in the United States, because much of the financing is provided by banks. They forget that banks are listed on the stock exchange too.”

Più esplicito non può essere!

Ma ne trovi altre tranquillamente.


RispondiCitazione
cdcuser
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 555
 

Una soluzione "creativa" (ce ne sono anche altre) potrebbe essere questa:
ci sono multinazionali (US) che hanno una liquidità enorme (solo 5 o 6 del settore informatico fanno 5-600 mld). Ora tutto questo cash (profitti) se lo distribuiscono agli shareholders (USA) il trattamento fiscale per loro è pari al 35%.
Diciamo all'ingrosso 200mld
Dato che il debito Greco è sui 300 mld si potrebbe ottenere un accordo per cui queste società invece rimborsano 200mld di debito Greco e trasferiscono i profitti esenti in USA.
In cambio ottengono per tot anni esenzioni fiscali sui profitti futuri se operano in territorio Greco che diventa quindi per quel comparto un polo (sviluppo economia) e anche una sorta di paradiso fiscale a beneficio ulteriore di questi potentati.
Gli USA e l'EU potrebbero studiare questa formula.

... CUT ...

una soluzione piú o meno simile fú adottata in Irlanda o sbaglio?

oltre a questo, posso chiederti, quanta di quella enorme liquiditá sta essendo utilizzata per fare "Buyback"?


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 30947
 

Ma il problema no è solo economico. Accordi e strattagemmi finanziari sono ancora possibili, come dice mincuo, ma non si troveranno, perchè il problema è soprattutto politico.

Se Tsipras e Varoufakis riuscissero a spuntarla, si innescherebbe una reazione a catena a favore delle forze "europeiste", cioè quelle a favore di una riforma dell'euro e dei trattati della UE, ma contro un loro abbattimento e il ritorno alle monete nazionali. Si indebolirebbe il ruolo della Germania. Il modello di Syriza e Podemos sarebbe vincente.

Tutto questo è inaccettabile per molti, sia per gli interessi del capitale internazionale (industriale e finanziario) e i suoi lacché politici come il PD, la Merkel e compagnia cantante (notate che li metto tutti sullo stesso piano, sono alleati, non nemici come molti credono), sia per tutte quelle forze che fanno dell'uscita dalla UE e dall'Euro la loro bandiera, a cominciare dal FN della Le Pen, la Lega di Salvini, il M5S (anche se questo è talmente ondivago che troverebbe subito il modo di salire sul carro dei vincitori al grido di "l'avevamo sempre detto noi"...), il Fidesz di Orbán, l'UKIP (guarda caso quasi tutte forze di estrema destra nazionalista) ma non solo forze politiche, pensate a tutti i gruppi sociali che spalleggiano questa o quell'altra posizione: (pseudo)intellettuali alla Bagnai, giornalisti, opinionisti, peones parlamentari, speculatori finanziari...

Per motivi diversi, quasi nessuno vuole un accordo che salvi la Grecia, quindi la fine è nota.


RispondiCitazione
Jor-el
Prominent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 990
 

Ma il problema no è solo economico. Accordi e strattagemmi finanziari sono ancora possibili, come dice mincuo, ma non si troveranno, perchè il problema è soprattutto politico.

Se Tsipras e Varoufakis riuscissero a spuntarla, si innescherebbe una reazione a catena a favore delle forze "europeiste", cioè quelle a favore di una riforma dell'euro e dei trattati della UE, ma contro un loro abbattimento e il ritorno alle monete nazionali. Si indebolirebbe il ruolo della Germania. Il modello di Syriza e Podemos sarebbe vincente.

1) Scusa ma non capisco questo passaggio. Se si trovasse una soluzione di tipo finanziario-fiscale, perché mai si dovrebbe innescare una reazione a catena per una riforma dell'Euro e dei trattati?

2) E quale riforma sarebbe? E chi la porterebbe avanti, per esempio, in Italia? SEL? Ross@? La Lista Tsipras? La sinistra del PD? E in Francia?


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 30947
 

1) Scusa ma non capisco questo passaggio. Se si trovasse una soluzione di tipo finanziario-fiscale, perché mai si dovrebbe innescare una reazione a catena per una riforma dell'Euro e dei trattati?

Non ho detto che si innescherebbe una riforma reale, ma solo che il credito politico delle forze che la propongono aumenterebbe enormemente, a scapito di quelli che sostengono che l'unica soluzione è che muoia Sansone con tutti i Filistei.

Non so se mi spiego.


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4099
 

Ma il problema no è solo economico. Accordi e strattagemmi finanziari sono ancora possibili, come dice mincuo, ma non si troveranno, perchè il problema è soprattutto politico.

Se Tsipras e Varoufakis riuscissero a spuntarla, si innescherebbe una reazione a catena a favore delle forze "europeiste", cioè quelle a favore di una riforma dell'euro e dei trattati della UE, ma contro un loro abbattimento e il ritorno alle monete nazionali. Si indebolirebbe il ruolo della Germania. Il modello di Syriza e Podemos sarebbe vincente.

Giusto, il problema è politico. I Paesi del Nord, non solo la Germania, non si fidano di come vengono spesi i soldi nei Paesi mediterranei. I programmi di Siryza sono, dal loro punto di vista, la conferma che i loro sospetti erano giusti.
Avere una sola moneta e 19 stati, formalmente ancora indipendenti, che decidono come viene usata la moneta comune nei loro rispettivi Paesi, beh questo è il problema politico.

"Se Tsipras e Varoufakis riuscissero a spuntarla" molto probabilmente l'euro si dividerebbe in due : un euro di serie A per il Nord e Centro Europa e uno di serie B (che finirebbe subito) per i PIIGS.

La Germania ha delle clausole di tipo costituzionale che impediscono una unione monetaria solidaristica, anche se (cosa impossibile) le forze politiche fossero d'accordo. Per questo la Merkel non potrà mai accettare gli eurobond o dei trasferimenti automatici di denaro a sostegno di altri stati.
I paragoni con gli USA non valgono, quello è uno stato federale, la zona euro è, appunto, una zona.

Le forze che vogliono l'uscita dall'euro sono quelle che hanno capito che esistono differenze enormi di struttura nelle economie dei diversi gruppi di stati della zona euro e che pensano che sia impossibile omogeneizzare queste economie nel breve o medio periodo. Non sono i soliti nazionalisti, razzisti, nazisti ecc. come credi tu.


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1029
 

no mincuo
se si stampano soldi ogni giorno e noi diventiamo sempre più poveri, paghiamo più tasse e ci tolgono sempre più diritti significa che la finanza ci fotte
PUNTO
non c'è altro da capire o da studiare

No, c'è altro da capire e da studiare. Esempio :

-Si dice sempre usciamo dall'euro, svalutiamo la nuova lira, facciamo una politica monetaria espansiva e l'economia riparte. Bene, negli ultimi mesi c'è stata un svalutazione dell'euro rispetto al dollaro del 30% (e forse più), una politica espansiva della BCE come non mai, eppure l'economia italiana non riparte e quella degli altri europei arranca. Come mai?
- Qualcuno crede davvero che se passiamo alla liretta non dovremo fare riforme tipo diminuzione della spesa pubblica, razionalizzazione della PA, riforme istituzionali per ridurre i centri di spesa, ammodernamento dell'apparato produttivo, lotta alla criminalità organizzata ecc. ecc.?
-Anche se usciamo dall'euro avremmo sempre bisogno di un sistema tipo serpente monetario per almeno cercare di smorzare le ondate speculative che userebbero la nuova moneta come una palla da gioco.

dove la vedi questa politica espansiva?
si sono stampati soldi (come al solito) per le banche ma sostegni all'economia reale ZERO (o in infima parte)

per me benessere o crescita non ha nulla a che fare con i grafici di chi gioca in borsa


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1029
 

non è un ragionamento semplicistico ma solo pragmatico perché alla fine tu parli e parli e le soluzioni dove sono?
stringi stringi anche tu arrivi a misure draconiane o manovre antisociali per cui la tua cultura non ti porta ad essere diverso da un qualsiasi tizio del pd o cose simili

Quali sono "le misure draconiane" e "antisociali" di Mincuo?

Guarda che non si possono fare affermazioni a casaccio sulle persone, attribuendogli cose mai dette.

Intanto te lo dico così, educatamente. Intanto.

P.S.
L'unica ricetta "antisociale" che io ho proposto è quella dell'ossobuco alla Milanese.

in qualche post fa tu stesso dici che la Grecia in caso di uscita o permanenza sarà sempre e comunque oggetto di manovre lacrime e sangue

ok, su questo non vi è ombra di dubbio ma con una classe politica degna di tale nome (semmai ci fosse) allora le cose andrebbero in maniera molto diversa


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 4099
 

dove la vedi questa politica espansiva?
si sono stampati soldi (come al solito) per le banche ma sostegni all'economia reale ZERO (o in infima parte)

per me benessere o crescita non ha nulla a che fare con i grafici di chi gioca in borsa

Cosa dovrebbe fare secondo te la BCE, fondare aziende, introdurre sussidi, aumentare le pensioni? L'unica cosa che può fare è aumentare la liquidità e impedire con i tassi di interesse che le banche nazionali parcheggino i soldi in bonds. È quello che ha fatto.
I governi, la politica di austerità miope a livello europeo e, nel caso italiano, un fisco che sta strangolando l'economia si sono messi di traverso.

Un Paese con una economia sana, dopo 4 anni di recessione e una politica monetaria espansiva come quella attuale dovrebbe crescere del 2 - 3%. Se non lo fa ci sono altre cose che non funzionano.


RispondiCitazione
pippo74
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 403
 

@Mincuo

tu scrivi che con il 4% di surplus/PIL la minaccia di default sarebbe stata credibile e gestibile 4 mesi fa, ora con surplus a 0 ciò non è più possibile. A parte che questo surplus (primario, immagino) fosse più ipotetico che reale anche 4 mesi fa, almeno credo, ma cmq parliamo di 7/8 mld di euro che sarebbero stati sufficienti per pagar un mese di spese statali, e poi? Senza finanziamenti esteri non credo che la Grecia avrebbe potuto cmq farcela, o no?
Ma anche dando per buono il tuo ragionamento, una minaccia di default oggi cosa cambierebbe per la Grecia? Che dovrebbe trovare qualcuno che la finanzi per coprire questi 7/8 mld, giusto? Dove sbaglio?


RispondiCitazione
Jor-el
Prominent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 990
 

1) Scusa ma non capisco questo passaggio. Se si trovasse una soluzione di tipo finanziario-fiscale, perché mai si dovrebbe innescare una reazione a catena per una riforma dell'Euro e dei trattati?

Non ho detto che si innescherebbe una riforma reale, ma solo che il credito politico delle forze che la propongono aumenterebbe enormemente, a scapito di quelli che sostengono che l'unica soluzione è che muoia Sansone con tutti i Filistei.

Non so se mi spiego.

Forse sono io che sono gnucco (e non dico per scherzo), ma non riesco a cogliere il nesso fra "accordi e stratagemmi finanziari" e "reazione a catena a favore delle forze "europeiste" (parole tue). Significa che forze "europeiste" pretenderebbero nei loro paesi gli stessi "accordi e stratagemmi finanziari eventualmente stretti per la Grecia"? Cioè che Podemos si darebbe alla finanza creativa? Perché non mi pare che gli esempi di "finanza creativa" fatti da mincuo siano "riforme dell'Euro e dei Trattati".

E' che mi sfugge proprio il nesso. Vince Syriza e quindi i popoli europei insorgono?... Dipende cosa vince. Perché, alla fine dei giochi, TUTTI canteranno vittoria, Tsipras per primo.


RispondiCitazione
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2484
 

Io non capisco alcune cose. I greci hanno un territorio. Cosa gli manca? Possono produrre ciò che mangiano? Hanno degli insegnanti per far funzionare scuole e università? Hanno medici e infermieri? Hanno i muratori, i carpentieri per le loro opere? Se non hanno farmaceutiche possono nel 2015 metterne in piedi una? Se manca energia possono commerciare,vendere il loro surplus per esempio ai russi o ad altri e acquistare ciò che manca?
Che mandino tutti a casa loro, o a farsi rompere il culo, sequestrino tutto per pubblica utilità, e i loro gladio come chi non è d'accordo e chi deve avere di più, venga spellato vivo in piazza e cosparso di sale.


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1029
 

dove la vedi questa politica espansiva?
si sono stampati soldi (come al solito) per le banche ma sostegni all'economia reale ZERO (o in infima parte)

per me benessere o crescita non ha nulla a che fare con i grafici di chi gioca in borsa

Cosa dovrebbe fare secondo te la BCE, fondare aziende, introdurre sussidi, aumentare le pensioni? L'unica cosa che può fare è aumentare la liquidità e impedire con i tassi di interesse che le banche nazionali parcheggino i soldi in bonds. È quello che ha fatto.
I governi, la politica di austerità miope a livello europeo e, nel caso italiano, un fisco che sta strangolando l'economia si sono messi di traverso.

Un Paese con una economia sana, dopo 4 anni di recessione e una politica monetaria espansiva come quella attuale dovrebbe crescere del 2 - 3%. Se non lo fa ci sono altre cose che non funzionano.

io per politica espansiva intendo proprio finanziare lo stato sociale e investimenti pubblici
il qe non fa altro che aumentare l'attività dello sciacallaggio internazionale per cui anche nell'eventualità della crescita di un pil che da qualche tempo prevede anche le produzione estera, sai che cazzo me ne frega?

una banca centrale è degna di tal nome se sostiene lo Stato e non le banche private ed i loro loschi affari
di fatto la bce NON è una banca centrale
se speri che tale organo sia dalla nostra parte sei completamente fuori strada
esattamente come coloro che hanno fiducia in papa ciccio


RispondiCitazione
Pagina 3 / 6
Condividi: