Sulla libertà di pe...
 
Notifiche
Cancella tutti

Sulla libertà di pensiero e di opinione...


Tao
 Tao
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 33516
Topic starter  

La domanda che rivolgo a voi, o lettori, questa mattina, è la seguente:
precisando che sono una filosofa, quindi che ho reso strutturale nei miei obiettivi di vita il tentativo di comprendere con la "mia" obiettività i significati di cio' che comporta il mio esistere e la valutazione del mio futuro "morire", ho la libertà di esprimere pareri sui "miti" del nostro tempo?
Sulle "miriadi di significati divini" cui, vivendo in questa società storicamente determinata mi è chiesto di aderire?

Ovvio che la mia risposta è sì. La vostra non lo so. E spiego subito la materia del contendere.
Le fosse Ardeatine. Una strage di 335 persone così ripartite: 30 appartenevano alle formazioni clandestine di tendenze monarchiche, circa 52 alle formazioni del Partito d’Azione e Giustizia e Libertà, circa 68 a Bandiera Rossa, un’organizzazione comunista trockijsta, e circa 75 erano ebrei. Gli altri erano detenuti comuni.Poi c'era un prete, Don Pappagallo e tre soldati tedeschi che si son rifiutati di eseguire l'ordine.

La strage fu eseguita a 24 ore di distanza dall'attentato di via Rasella contro un comando tedesco (il Bozen) in cui 18 kg di tritolo fece morire 33 doldati tedeschi e 7 civili italiani.

Mi permetto di giudicare che l'attentato di Via Rasella comportasse la prevedibilità di una rappresaglia tedesca, stabilita dalla convenzione dell'Aja (e successive) (1) sul trattamento delle spie e la cui proporzionalità (1:10)era consuetudinalmente applicata in questi termini (anche all'estero e anche dagli inglesi) fosse conosciuta dai combattenti gappisti, che hanno progettato e realizzato quell'attentato.

Altresì ritengo che non sia escludibile un'altra finalità di esso: la possibilità di eliminare i nemici politici. Mi rendo conto è una visione "complottista" che considererebbe l'ordine (da parte di Amendola) di mettere il tritolo in via Rasella, come scaturito da una gerarchia di stampo stalinista, nello stesso stile della dialettica violenta tra stalinismo e trozkismo (e anarchismo) che animò la guerra di Spagna.
Quand'anche non fosse così, penso che i combattenti dei gap siano corresponsabili sia dell'attentato che della rappresaglia ad esso seguente.

E' un mio giudizio storico su una cosa che ho approfondito e ritengo di avere tutto il diritto di pensarlo senza essere etichettata come "amica dei fucilatori".

Le cause remote della seconda guerra mondiale risiedono, come dice il Martinez, (2) in un sistema economico che si è cementato sulle conseguenze dell'instaurazione del sistema coloniale che si è evoluto nei termini del capitalismo imperialistico globalizzato cui assistiamo oggi.

Pertanto i significati di cio' che la resistenza italiana ha prodotto, non esauriscono l'assoluto dei miei metri di giudizio: è stata una guerra civile, con tutti i crismi del caso, prodotta da dirigenti vigliacchi e traditori che stavano in dialettica col sistema coloniale-borghese. La resistenza si è costituita in fattualità tipiche della guerra.
Cui non si possono applicare grossi giudizi di valore (giusta -non giusta) perchè la guerra, per essenza, si sottrae a questi parametri .
Punto.
Rivendico la mia libertà di pensiero, senza che debba incorrere in riprovazioni sociali o intellettuali (o di bassa maleducazione) (3)e al mio diritto di non assimilarmi alla polemica "sdogano-non sdogano". Non mi sembra di chiedere una grossa cosa...

Fonte: http://cloroalclero.blogspot.com/
Link: http://cloroalclero.blogspot.com/2007/06/sulla-libert-di-pensiero-e-di-opinione.html
21.06.07

Note

1) http://cronologia.leonardo.it/storia/a1945s.htm
2) http://kelebek.splinder.com/1168673380#10544296
3) http://www.verbavalent.com/index.php?q=node/144#comment


Citazione
psy
 psy
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 325
 

sono d'accordo.


RispondiCitazione
peppino78
Eminent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 22
 

Io No!


RispondiCitazione
Stopgun
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 920
 

I punti da me individuati sono:

1) I soldati morti con la divisa tedesca erano appartenenti al raggruppamento "Bozen" ed erano nati e cresciuti a Bozen (Bolzano, Italia); la caratteristica principale che avevano era quella di riuscire a cantare le canzoni tedesche e per tale motivo il comando tedesco li faceva marciare per Roma cantando in tedesco.
Ma erano altoatesini di Bolzano!

2) La dinamica dell'assalto consisteva in

a) uno scoppio di un carrettivo di spazzatura in testa alla colonna "tedesca"

b) uno scopiio di un ordigno di provenienza alleata in coda alla colonna "tedesca"

c) Una serie di mitragliamento sulla colonna dopo le 2 esplosioni.

E' mia personale opinione che un coordinamento alleato avesse pensato ad un'azione basata su

azione = Via Rasella

reazione= Rappresaglia tedesca

contr-reazione = Insorgenza popolare di Roma contro il Comando Tedesco

Soluzione = Liberazione di Roma senza spreco di militari alleati.

Se pensate che gli alleati erano fermi a Cassino e ad Anzio, questa ipotesi di interpretazione non è priva di significato.


RispondiCitazione
cloroalclero
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 443
 

x stopgun: azz la tua interpretazione rende ai partigiani di via rasella ancora meno onore che la bastardaggine di aver agito per levarsi di torno i nemici politici, alla fine.

Se avessi ragione tu, significherebbe che eravamo servi, ma di brutto e fin da allora...
Cloro


RispondiCitazione
Amir
 Amir
Active Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 18
 

Servi fin da allora?
ma va?
ma questo non è forse il paese di Franza o Spagna purché se magna?
e non è il paese di Maramaldo?

Comunque, a Clero al Cloro vorrei ricordare che all'epoca dei fatti, la questione delle Fosse Ardeatine fu sollevata soprattutto perché erano stati fucilati 332 ostaggi, due in più rispetto ai dieci per ogni tedesco ammazzato e che solo a partire dagli anni '60 è divenuta una faccenda shoà...


RispondiCitazione
Kartman
Active Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 18
 

Proprio non capisco cosa volete dire con questo post...
La vicenda della fosse Ardeatine è chiara è ben spiegata dalla "filosofa"... e con questo?

Son morti più di 100 comunisti (che allora sparavano al nemico in divisa... oggi si chiamano Brigate Rosse quelli con le armi e PRC e PdCI quelli senza...)
Protestano 100 ebrei (oggi finti e strumentalizzati dalle lobbies oligarchiche) per il 93enne che esce dal carcere in permesso e vanno sul TG1.... mah? Ma non vi puzza?

L'elite AngloAmericana con la scusa degli ebrei hanno fatto ciò che voleva di quasi uttto il pianeta... l'ebraismo è una cultura non un
popolo... Israele è un falso diplomatico...

di che cosa stiamo parlando?

Socialismo o muerte? ... allora io ci sto!


RispondiCitazione
cloroalclero
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 443
 

x Karman:sono d'accordo su tutto


RispondiCitazione
vraie
Eminent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 27
 

per chi è d'accordo con k. e per k:
sono d'accordo


RispondiCitazione
marko
Estimable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 224
 

Esercizio mentale: un commando di irakeni piazza una bomba ammazza 33 soldati americani che per rappresaglia cundannano a morte 335 prigionieri di varia estrazione. Mi chiedo quanti sarebbero in grado di ripetere frasi come:

"...stabilita dalla convenzione dell'Aja (e successive) (1) sul trattamento delle spie e la cui proporzionalità (1:10)era consuetudinalmente applicata in questi termini (anche all'estero e anche dagli inglesi)..."

E se non vi vanno bene gli irakeni, provate con le foibe. A regà, Priebke è uno stronzo, inutile girarci intorno.


RispondiCitazione
Stopgun
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 920
 

Kartman wrote:

L'elite AngloAmericana con la scusa degli ebrei hanno fatto ciò che voleva di quasi uttto il pianeta...

Appunto hanno fatto quello che volevano.

In Italia hanno iniziato il 10 Luglio 1943, con lo sbarco dei marines in Sicilia, le concessioni a Cuccia e a Sindona etc etc.

Tutto lì, niente di particolare.


RispondiCitazione
psy
 psy
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 325
 

Marko, ti ho risposto nel forum dedicato, perchè lo reputavo più appropriato. Quello con i commenti delle lettera di Mauro Manno.
Salut!


RispondiCitazione
Amir
 Amir
Active Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 18
 

😳 A Stopgun vorrei ricordare che tutto è incominciato in Sicilia, non 1l 10 luglio del '43, ma nel febbraio del '41, quando in una villa di Caposoprano a Gela, ospiti del colonnello del Sim Agrifoglio, incominciarono ad incontrarsi Umberto I di Savoia, i boss mafiosi e gli americani dell'Os per preparare lo sbarco. E il tutto accadeva mentro lo Stato Maggiore italiano si preparava a mandare l'Armir a morire in Russia... Capisco che l'unico trait d'union che tiene insieme lo Stato italiano sono i morti per la patria, motivo per cui si volle a tutti i costi entrare in guerra nel 1915, anche se l'Austria aveva dichiarato ai quattro venti che intendeva restituire le cosiddette terre irredente... ma...

In quanto a Cuccia e Sindona, da buoni ascari, ognuno dei due rappresentava un potere diverso e, chi abbia vinto o perso, lo dicono le cronache.

A Kartmann vorrei ricordare, in merito ai "100", che una trentina d'anni fa', 37 per l'esattezza, venne fuori anche il nome dell'infiltrato, appartenente ufficialmente alla Decima Mas di Valerio Borghese, che avrebbe compilato la lista dei fucilandi... Alla presa di Roma qualcuno che non sapeva del doppio ruolo cercò di fargliela pagare e fu scaraventato giù dal primo piano dello stabile dove aveva sede il comando. Storpio, ma vivo, si rifugiò in Sicilia, dove gli ascari non sono soliti porsi domande, ma obbedire. Il resto è cronaca. Nera. evidentemente...

A Kartmann


RispondiCitazione
Amir
 Amir
Active Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 18
 

😳 Il Savoia citato, ovviamente, era il re di maggio, Umberto Secondo e non il nonno...


RispondiCitazione
Kartman
Active Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 18
 

x Marko "Priebke è uno stronzo, inutile girarci intorno. " ... non ci piove, ma già si sapeva!

...

x Stopgun " In Italia hanno iniziato il 10 Luglio 1943, con lo sbarco dei marines in Sicilia, le concessioni a Cuccia e a Sindona etc etc.

Tutto lì, niente di particolare...."

Si in effetti queste guerre hanno sempre delle date iniziali, ma si portraggono all'infinito... facci caso, sono itineranti un po' quà un po' la.... Ora sono un po' più in la... tipo medio oriente....
Cuccia e Sindona sono morti ed ora c'è... vabbè lasciamo stare dovrei aprire un altro post...

....

x Amir

A Kartmann vorrei ricordare, in merito ai "100", che una trentina d'anni fa', 37 per l'esattezza, venne fuori anche il nome dell'infiltrato, appartenente ufficialmente alla Decima Mas di Valerio Borghese, che avrebbe compilato la lista dei fucilandi... Alla presa di Roma qualcuno che non sapeva del doppio ruolo cercò di fargliela pagare e fu scaraventato giù dal primo piano dello stabile dove aveva sede il comando. Storpio, ma vivo, si rifugiò in Sicilia, dove gli ascari non sono soliti porsi domande, ma obbedire. Il resto è cronaca. Nera. evidentemente... "

Si è vero... non ricordo però il nome dell'infiltrato... conta poco... !

Odio, le guerre le spie e tutti i mercenari che non lo fanno per fame o costrizione...
volevo solo aggiungere, e non per arruffianarmi qualcuno, che sopporto di più i fasci senz'armi che le alte sfere del clero, loro un'idea di società, pur sbagliata, almeno ce l'hanno!

socialismo o muerte


RispondiCitazione
Condividi: