Notifiche
Cancella tutti

LA “FALSE FLAG” DI NETANYAHU È UN “COPIA E INCOLLA” DELLA SEGRETA “OPERAZIONE NORTHWOODS” (1962) DEL PENTAGONO DIRETTA CONTRO CUBA.

   RSS

1
Topic starter

La “False Flag” di Netanyahu è un “copia e incolla” della segreta “Operazione Northwoods” (1962) del Pentagono diretta contro Cuba. “Gli elenchi delle vittime causerebbero un’utile ondata di indignazione”

Il documento Operazione Northwoods del 1962 era intitolato “Giustificazione dell’intervento militare statunitense a Cuba”

MICHEL CHOSSUDOVSKY

13 ottobre 2023

https://michelchossudovsky.substack.com/p/netanyahu-false-flag-operation-northwoods-cuba?utm_source=profile&utm_medium=reader2

 

Nota introduttiva dell'autore

Sabato 7 ottobre 2023, Hamas ha lanciato l’“Operazione Al-Aqsa Storm”.  Lo stesso giorno Netanyahu ha confermato il cosiddetto "stato di preparazione alla guerra”. Il 9 ottobre 2023 è stato avviato un blocco totale sulla Striscia di Gaza consistente nell'impedire e ostacolare l’importazione di cibo, acqua, carburante e beni essenziali per 2,3 milioni di palestinesi. E' un vero e proprio crimine contro l'umanità. È un genocidio. 

L’“Operazione Al-Aqsa Storm” è stata un “attacco a sorpresa”? Si è trattato di un attacco “false flag” da parte di una fazione interna ad Hamas che intendeva giustificare la guerra totale di Netanyahu contro la Palestina?

Al momento abbiamo scarse prove su chi si nascondesse dietro l’attacco di Hamas. Le agende sotto false flag sono operazioni di intelligence attentamente pianificate.

L'articolo che segue, rilevante per l’attacco di Hamas Al Aqsa Storm, esamina la logica di un’“agenda false flag” formulata nel 1962 dai capi di stato maggiore congiunti degli Stati Uniti come mezzo per giustificare un’invasione e una guerra totale contro Cuba. 

La premessa fondamentale dell’operazione Northwoods era quella di provocare la morte di civili negli Stati Uniti come giustificazione per un intervento militare (“per motivi umanitari”). La stessa diabolica premessa di un “false flag” caratterizza in gran parte la guerra totale di Netanyahu contro la Palestina. 

L'operazione Northwoods era stata preparata dai capi di stato maggiore congiunti con il supporto dell'intelligence statunitense. La logica di questo piano false flag era “Uccidere persone innocenti e commettere atti di terrorismo nelle città degli Stati Uniti per creare un sostegno pubblico alla guerra contro Cuba”. “Gli elenchi delle vittime avrebbero causato un’utile ondata di indignazione”.

Il presidente John F. Kennedy si rifiutò di portare a termine l’“Operazione Northwoods”. Ciò accadde un anno prima del suo assassinio nel novembre 1963.

I documenti segreti relativi all'operazione Northwoods furono declassificati più di 15 anni fa. Leggeteli attentamente. La guerra di Netanyahu al popolo palestinese è un “copia e incolla” dell’“Operazione Northwoods”.

Sebbene l’attuazione dell’operazione Northwoods sia stata accantonata, la sua premessa fondamentale (diabolica) di utilizzare le morti civili (descritte dal Pentagono come un “evento che produce un enorme numero di vittime”) come giustificazione per l’intervento militare (“per motivi umanitari”) rimane della massima rilevanza.

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta nel 2016.

I nostri pensieri vanno al popolo palestinese e israeliano che sono le vittime dell'agenda criminale di Netanyahu. 

Michel Chossudovsky, 11 ottobre 2023

******

Secondo un segreto congiunto dei capi di stato maggiore statunitensi del 1962 intitolato Operazione Northwoods, i civili della comunità cubana a Miami dovevano essere uccisi come parte di un'operazione segreta. L'obiettivo era quello di innescare una “utile ondata di indignazione sui giornali americani”.

Gli omicidi e gli “atti di terrorismo” avrebbero dovuto perciò essere attribuiti al governo cubano di Fidel Castro.

L’obiettivo di questo piano sinistro – che il Segretario della Difesa Robert McNamara e il Presidente JF Kennedy – rifiutarono di realizzare, era quello di ottenere il sostegno pubblico per una guerra contro Cuba.

“All'inizio degli anni ’60, secondo quanto riferito, i massimi leader militari americani elaborarono piani per uccidere persone innocenti e commettere atti di terrorismo nelle città degli Stati Uniti per creare il sostegno pubblico a una guerra contro Cuba.  

Col nome in codice Operazione Northwoods, i piani secondo quanto riferito includevano il possibile assassinio di emigrati cubani, l'affondamento di barche di rifugiati cubani in alto mare, il dirottamento di aerei, l'esplosione di una nave americana e persino l'orchestrazione di un violento terrorismo nelle città degli Stati Uniti.

I piani furono sviluppati come un modo per ingannare il pubblico americano e la comunità internazionale inducendoli a sostenere una guerra per cacciare l'allora nuovo leader di Cuba, il comunista Fidel Castro.

I massimi vertici militari americani contemplarono addirittura l’idea di causare vittime militari americane scrivendo: “Potremmo far saltare in aria una nave americana a Guantanamo Bay e incolpare Cuba”, e “gli elenchi delle vittime sui giornali statunitensi causerebbero un’utile ondata di indignazione nazionale”.

…. I documenti mostrano che “i capi di stato maggiore congiunti hanno elaborato e approvato piani per quello che potrebbe essere il piano più corrotto mai creato dal governo degli Stati Uniti, scrive Bamford. (L'esercito americano voleva provocare una guerra con Cuba [1]) corsivo aggiunto su ABC News. Questo documento segreto del Pentagono è stato declassificato e può essere facilmente consultato (vedi Operazione Northwoods [2], vedi anche Archivio di sicurezza nazionale 30.aprile 2001 [3])

Si è trattato di un'operazione sotto falsa bandiera: uccidere civili nelle città degli Stati Uniti e incolpare il governo comunista di Fidel Castro con l'obiettivo di fornire un pretesto per invadere Cuba per motivi umanitari.

Gli attentati terroristici di Bruxelles e Parigi hanno una logica simile? La morte di civili è stata utilizzata per rafforzare il sostegno all’attuazione delle misure dello stato di polizia contro l’ISIS, un nemico illusorio con sede a Raqqa, nel nord della Siria?

Il documento di Northwoods del 1962 era intitolato “Giustificazione dell’intervento militare statunitense a Cuba”.

“Il memorandum Top Secret descrive i piani degli Stati Uniti per architettare segretamente vari pretesti che avrebbero giustificato un’invasione americana di Cuba.

Queste proposte – parte di un programma segreto anticastrista noto come Operazione Mongoose – includevano l’organizzazione dell’assassinio di cubani che vivevano negli Stati Uniti, sviluppando una falsa “campagna terroristica cubana comunista nell’area di Miami, in altre città della Florida e persino a Washington”, incluso “l’affondamento di una nave carica di rifugiati cubani (reali o simulati)”, fingere un attacco dell’aeronautica cubana contro un aereo di linea civile e inventare un incidente “Ricordate il Maine” facendo saltare in aria una nave americana nelle acque cubane per poi incolpare dell’incidente un sabotaggio cubano”.  (Archivi della sicurezza nazionale, pdf National Security Archives, pdf [4], corsivo aggiunto),

(Per accedere a tutti i documenti declassificati dell'Operazione Northwoods, clicca qui [5])

La premessa di fondo prevale ancora nella guerra al terrorismo sponsorizzata dagli Stati Uniti.

Mentre l’implementazione dell’Operazione Northwoods è stata accantonata, la sua premessa fondamentale (diabolica) di usare le morti di civili (descritte dal Pentagono come un “evento che produce enormi quantità di vittime”) come giustificazione per l’intervento militare (“per motivi umanitari”) o l’implementazione di misure di vasta portata da parte dello Stato di polizia sono ancora della massima importanza.

 

1. https://abcnews.go.com/US/story?id=92662

2. https://nsarchive2.gwu.edu/news/20010430/doc1.pdf

3. https://nsarchive2.gwu.edu/news/20010430/

4. https://nsarchive2.gwu.edu/news/20010430/doc1.pdf

5. https://nsarchive2.gwu.edu/news/20010430/doc1.pdf

 

Questa argomento è stata modificata 4 mesi fa da oldhunter

Potrà forse interessare il lettore il video dal titolo "STORIA DI ISRAELE E HAMAS "
https://www.youtube.com/watch?v=cv-z-EyVn50
che condivide il sospetto che Al Aqsa Storm sia una False Flag organizzata da Netanyahu per mezzo di Hamas

Grazie, oldhunter.
Confido che venga pubblicato.

2 risposte
0

Grazie, oldhunter.
Confido che venga pubblicato.

0

Cito: ''.. Al Aqsa Storm sia una False Flag organizzata da Netanyahu per mezzo di Hamas..''. Lo do per certo o quasi, dopo aver letto che militanti di Hamas hanno potuto esfiltrare da Gaza per addestrarsi altrove: senza che nessuno sapesse ? E le armi che dall' Ucraina, feudo nazisionista, misteriosamente appaiono in Palestina ? Poi se tu dici questo ti accusano di ogni possibile nefandezza perchè osi mettere in crisi il Mito.

Quello che mi sorprende è la totale acquiescenza politica e mediatica al 'vangelo' 'made in sion'. Da da riflettere sul come nell'epoca antica si sia potuto credere alla favolistica dei vangeli: gli è così ben riuscito che adesso replicano, prima con l' olodogma poi facendosi credere povere ed indifese vittime della brutalità altrui anche quando è evidente che fanno di tutto per attirare in una trappola i goy ... ma questi sono rimasti al piatto di lenticchie, pardon di ostie...Buoni ed inoffensivi come agnellini. Non sanno che poi toccherà a loro.

Condividi: