Notifiche
Cancella tutti

Le principali testate giornalistiche stanno finalmente chiedendo agli Stati Uniti di ritirare le accuse contro Julian Assang

   RSS

1
Topic starter

 

https://news.antiwar.com/2022/11/28/major-news-organizations-finally-urge-us-to-drop-charges-against-julian-assange/

 
 
Il New York Times e altre quattro organizzazioni giornalistiche dicono al governo degli Stati Uniti che "l'editoria non è un crimine"
di Dave DeCamp, Anti-War, 28 novembre 2022
 
Cinque importanti organizzazioni giornalistiche occidentali hanno finalmente parlato a favore del fondatore di WikiLeaks Julian Assange e stanno chiedendo al governo degli Stati Uniti di ritirare le accuse contro di lui.

In una lettera al governo degli Stati Uniti, i redattori e gli editori di The New York Times , The Guardian, Le Monde, DER SPIEGEL e El País hanno affermato che "l'editoria non è un crimine" e che è tempo per gli Stati Uniti "di porre fine al processo contro Julian Assange per aver pubblicato segreti militari”.
 

I cinque organi di stampa hanno beneficiato notevolmente dei documenti rilasciati da WikiLeaks e hanno collaborato con l'organizzazione per pubblicare cablogrammi del Dipartimento di Stato in un comunicato noto come "Cable Gate". La lettera spiega che per aver ricevuto quelle fughe di notizie e i registri di guerra in Iraq e Afghanistan dall'informatore Chelsea Manning, Assange ha affrontato "le conseguenze più gravi".

Nella lettera si legge: “Il 12 aprile 2019, Assange è stato arrestato a Londra con un mandato d'arresto statunitense, e ora è detenuto da tre anni e mezzo in una prigione britannica di massima sicurezza solitamente utilizzata per terroristi e membri di gruppi di criminalità organizzata. "

Mentre era detenuto nella prigione di Belmarsh senza alcuna accusa, Assange è stato sottoposto a torture psicologiche, come ha stabilito un relatore speciale delle Nazioni Unite. 

https://www.ohchr.org/en/press-releases/2020/12/united-kingdom-un-expert-calls-immediate-release-assange-after-10-years

Se estradato negli Stati Uniti, rischia fino a 175 anni in un carcere di massima sicurezza.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha incriminato Assange ai sensi dell'Espionage Act, anche se ha utilizzato pratiche giornalistiche standard per ricevere le informazioni che ha pubblicato. La lettera spiega che l'amministrazione Obama si è astenuta dal chiedere l'incriminazione di Assange a causa del precedente che potrebbe creare e che l'amministrazione Trump ha deciso di portare avanti le accuse.

“Sotto Donald Trump, tuttavia, la posizione è cambiata. Il DOJ si basava su una vecchia legge, l'Espionage Act del 1917 (progettato per perseguire potenziali spie durante la prima guerra mondiale), che non è mai stato utilizzato per perseguire un editore o un'emittente televisiva", hanno affermato le testate giornalistiche.

La decisione dell'amministrazione Trump di incriminare Assange era probabilmente correlata alla pubblicazione da parte di WikiLeaks di documenti che dettagliavano gli strumenti di hacking della CIA, noti come Vault 7. Anche se non c'era nulla di illegale nel rilascio, e Assange è stato accusato di fughe di notizie non correlate, Vault 7 ha fatto infuriare il CIA e l'allora direttore Mike Pompeo.

L'anno scorso, in un rapporto bomba,  Yahoo News  ha rivelato  che la CIA sotto Pompeo ha complottato per rapire Assange e ne ha discusso l'assassinio per il rilascio di Vault 7.

https://uk.news.yahoo.com/kidnapping-assassination-and-a-london-shoot-out-inside-the-ci-as-secret-war-plans-against-wiki-leaks-090057786.html

Il rapporto è stato citato dal team legale di Assange per argomentare contro la decisione dell'ex ministro dell'Interno britannico di estradarlo negli Stati Uniti, attualmente oggetto di appello.

Questa argomento è stata modificata 2 settimane fa 2 volte da ekain3
4 risposte
0

Brutto segno, vuol dire che lo portano negli US e i giornali montano una campagna a favore di Assange per vendere e coinvolgere la plebe nella bagarre.

0
Topic starter

Primadellesabbie: può essere, sì, fino ad oggi si sono sempre schierati contro di lui...

0

Noto con disgusto che nessun giornale italiano si è unito a questo appello, neppure l'Espresso che aveva pubblicato documenti di wikileaks.

0

Assange purtroppo è divenuto un simbolo permanente usato dall'egemone, come Guantanamo e le prigioni irachene al tempo di quella guerra, e tante altri messaggi occasionali e non, in funzione di ammonizione a potenziali oppositori.

(Si può sospettare anche che Assange non fosse proprio "solo" nella sua missione, e quindi si aggiunga a quanto sopra il "dialogo" con l'altra entità).

Questo post è stato modificato 2 settimane fa da Primadellesabbie
Condividi: