Un poco di Storia ‘...
 
Notifiche
Cancella tutti

Un poco di Storia ‘revisionista’ degli anni ’40 del secolo scorso


oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3203
Topic starter  

Posto qui questo saggio, anche se non è un vero e proprio libro tuttavia ha dimensioni ragguardevoli, sulla ‘mano invisibile’ che mosse a guerra Italia e Germania per renderle definitivamente nazioni vassalle dell’ Impero anglosionista, allora rappresentato formalmente e principalmente da UK ma sottilmente codeterminato dall’alta finanza e da una America in attesa di fare il ‘colpo grosso':

https://Antonioportobello.wordpress.com

Numerosi ed interessanti sono gli spunti che tentano di rovesciare la favola dell’ ‘uomo-che-decide-tutto-ma-è-pazzo’, curioso rovesciamento di prospettiva del culto della personalità allora vigente ed applicato solo ai perdenti, altro fatto assai curioso...

Tutti noi dobbiamo essere consapevoli che quanto sta accadendo oggi è la ripetizione ‘mutatis mutandis’ di quanto accadde ai nostri nonni e bisnonni ed alle loro famiglie in quel terribile ‘900. 

Non mi interessa stilare un ordine di responsabilità ma di invitare alla riflessione sul dolore tremendo che quei fatti storici ( su cui è bene dirlo esiste un segreto di stato centennale da parte di USA ed altri ) provocarono nel Continente europeo a Paesi e popoli interi e le cui conseguenze in termini di servitù possiamo ancora oggi osservare.

Conclusione: se speriamo di emanciparci dalla servitù geopolitica che ne derivò, male faremmo a crederlo possibile sia con la vittoria della Nato sia con la sua sconfitta. Se il corso degli avvenimenti che stiamo osservando e di cui siamo partecipi ( per ora latamente ma in via di continua intensificazione ) si presta a ‘ricorsi’ perenni fondati sull’ ‘onda lunga della Storia’, ebbene non è mai a ‘lieto fine’.

Immense distruzioni, smarrimento esistenziale, incapacità di procurarsi il desinare per sè e la propria famiglia, orrore su orrore mentre il sangue scorre senza requie dorebbero indurre a prudenza e consapevolezza dei propri limiti, di cui l’ Italia è gravata storicamente da tempo immemore.

Alle volte il ‘liberismo’ significa per il ‘politico’ buttarsi senza un vero ‘perchè' nel precipizio delle decisioni ‘ultime’: un atteggiamento velleitario e fallace dalle cui conseguenze non potremmo più risollevarci perchè fondato da un sentimento di ‘libertà’ accuratamente pianificato in ambito cabalistico insieme al suo infausto esito. 

Cave Sion.

 

 

 

Questa argomento è stata modificata 11 mesi fa da oriundo2006

Papaconscio hanno apprezzato
Citazione
Condividi: