Notifiche
Cancella tutti

BlackRock: come un software può comandare investiment


dana74
Illustrious Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 14009
Topic starter  

BlackRock: come un software può comandare il mondo degli investimenti
Scritto il 24 marzo 2014 alle 16:00 da Danilo DT
Si tratta di Aladdin (Asset liability and debt derivatives investment network), un’intelligenza artificiale che ha trasformato il mercato in un mostro unidirezionale guidato dalla volatilità.

Nei giorni scorsi vi ho parlato molto spesso di BlackRock e della sua particolare affezione al mercato azionario italiano degli ultimi mesi. Tanto che in molti si sono chiesti perché proprio ora accade questo scenario di interesse.

A metà febbraio ha attirato i riflettori di Piazza Affari diventando il secondo maggiore azionista di Intesa Sanpaolo con una quota poco superiore al 5%. Qualche mese prima aveva fatto scalpore la sua crescita nel capitale di Telecom Italia, ora già ridotta. Oggi spunta una quota del 5,748% in Banca Mps. Ma queste sono solo le punte di un iceberg più grande. Molto più grande. Il fondo americano BlackRock, il maggiore gestore del risparmio al mondo, tra fine febbraio e marzo ha infatti continuato a comprare azioni di un po’ tutte le banche italiane. (…) BlackRock ha infatti in gestione ben 4mila miliardi di dollari (oltre due volte il Pil italiano): ha quindi disponibilità così elevate da potersi permettere di essere tra i principali azionisti di quasi tutte le maggiori società del mondo. (…) Piazza Affari è sempre più terreno fertile per i grandi investitori. Il che è positivo, ma anche un’arma a doppio taglio: questi investitori, se la loro fiducia non è ben ripagata, come vengono poi se ne vanno. (IlSole24Ore)

Sarà perchè il mercato è ritenuto interessante? Oppure perché è rimasto indietro rispetto ai competitor? O ancora perché potrebbe diventare terra di conquista? O ancora perché questa società vuole comprare tutto per comandare?

Calma e sangue freddo.
Nei vari post che ho scritto, già vi ho anticipato che BlackRock NON viene in Italia ad investire con ottica di lungo periodo e tantomeno con l’intenzione di comandare o dirigere delle aziende.
BlackRock investe sul mercato azionario italiano solo perché vuole guadagnare soldi.
Punto.
Piazza Affari vista come area di conquista a livello di raid finanziario.
Nulla di costruttivo. Solo una missione speculativa.
E BlackRock questo se lo può permettere. Infatti la casa d’investimento USA guidata da Laurence Fink gestisce qualcosa come 4.300 miliardi di USD: una cifra immane che BlackRock muove sui mercati tramite soprattutto….un software. Ebbene si, avete capito bene, un software che guida, comanda, pilota e decide come e dove investire. Siete sorpresi?
Ora andiamo nel dettaglio.
La collega di Piano Inclinato , la giornalistaCamilla Conti ha recentemente ben descritto cosa è questo software indiavolato e potentissimo.

Il mercato italiano è considerato appetibile per l’alta propensione delle famiglie a risparmiare e a non indebitarsi. (…) spesso a supportare le scelte di investimento è un computer. O meglio, una piattaforma tecnologica che si trova a East Wenatchee, sulle colline dello Stato di Washington, e si chiama: Aladdin.
Nome curioso che è l’acronimo di “Asset liability and debt derivatives investment network”. Il sistemone rumina dati per tradurli nelle scelte di investimento di 170 fondi pensione di tutto il pianeta, più fondi sovrani e banche. In sostanza Aladdin tiene sott’occhio 15 mila miliardi di dollari, cioè il 7% degli asset globali, calcolando l’impatto di vicende monetarie e politiche sulla sicurezza degli investimenti. Secondo l’Economist, Blackrock è “colpevole” di aver creato una sorta di “pensiero unico” sui mercati che può condizionare i mercati finanziari con un impatto indiretto anche sulla politica dei singoli Stati. Di certo si tratta un sistema di tecnologia avanzata sviluppato in casa da Blackrock per ottimizzare l’analisi del rischio e la creazione dei portafogli. (…) Ecco quindi chi è entrato nei salotti della finanza italiana: non un monolite radioattivo, non un cavaliere oscuro. Ma il genio della lampada. (Fatto Quotidiano)

Ora capite perché da tempo vi parlo di volatilità e di mercato unidirezionale.

Il sistema degli investimenti globali è drammaticamente collegato da una serie di reti neurali che operano passivamente. Un sistema informatico che è “tarato” fondamentalmente sullavolatilità (non è un caso che il fondo “total return” più grande al mondo è proprio di BlackRock) e su altri elementi che tengono conto di indici di diverso tipo. Analisi quantitative, qualitative, statistica e quant’altro.
Una serie di calcoli complicatissimi che ha portato i flussi finanziari (eccoli qui, vi ricordate i danni che hanno fatto quando se ne sono andati dai mercati emergenti?) nel Bel Paese, prima comprando copiosamente BTP ed ora facendo incetta di azioni.
Leggete cosa dice a proposito di Aladdin il Managing Director Thomas Fortin:

“Aladdin allows us to accomplish as much of our business as possible on one platform, which means we’re all looking at the same information globally,” (GW)

Sissignori, avete letto bene: Aladdin è strutturato per poter dare a tutte le cas di gestione una view il più possibile unidirezionale. Il tutto guidato da questa mente algoritmica che ovviamente è tarata sugli eventi.

Capita un qualcosa di imprevisto o sistemico che porta ad un improvviso aumento di volatilità? Aladdin non guarda in faccia nessuno e parte con una progressiva diminuzione del rischio, vendendo asset in particolar modo in quelle aree che sono considerate più vulnerabili. Ripeto, la lezione vista don i paesi emergenti nell’ultimo anno è ancora ben chiara a tutti, credo, vero?
MA attenzione, BlackRock ha fatto quello che in pochi avrebbero mai pensato.

Hai già visto TRENDS? Corri a vederlo!

Aladdin: software esclusivo che diventa business e ne aumenta il potere
BlackRock il software non lo tiene solo per se, ma lo vende a terze parti: cosa ne ottiene?
Una valanga di soldi per la concessione del software e, cosa importantissima, con la cessione crea progressivamente quello che da mesi andiamo descrivendo: un mercato unidirezionale.
Per farla breve, Aladdin ha il potere di decidere come dove quando far scoppiare la bolla della liquidità, anche perchè tengo a precisare quanto già scritto 1000 volte: se prendiamo la crescita di PIL, l’espansione USA è la più debole dai tempi della seconda guerra mondiale con un tasso inflattivo decisamente sotto al target FED. E se la macroeconomia non entusiasma, il mercato non se ne cura, con una percezione del rischio finanziario assolutamente minima.
Lo avreste mai detto che il futuro dei mercati finanziari è in mano ad un computer?
E visto il potere di BlackRock, qualcuno potrebbe utilizzarlo per fini ben diversi

Un ultima nota: oltre a questa che non è una teoria ma è matematica realtà, non possiamo anche scartare un altro importante elemento che sta uscendo fuori nelle ultime ore. Sembra infatti che, leggendo alcune fonti ben informate, BlackRock sia diventato anche strumento e mezzo (visto il suo incredibile potere grazie alla sua “bocca di fuoco”) per bloccare l’accesso (leggasi investimenti mirati a prendere potere) di capitali stranieri (arabi, rubli e cinesi) NON graditi agli USA, in particolar modo in paesi considerati strategici (nella fattispecie la oggi DEBOLE Italia).

Tutto può essere. l’Unica certezza che ne deriva è che, in un modo o nell’altro, siamo burattini in un sistema ed in un mercato che è sempre più computerizzato.

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!)
STAY TUNED!

http://intermarketandmore.finanza.com/blackrock-come-un-software-puo-comandare-il-mondo-degli-investimenti-62057.html?utm_medium=r
eferral&utm_source=pulsenews

Blackrock, chi sono i nuovi padroni d’Italia

#Blackrock Il gigante d’investimento #USA – il più grande fondo#finanziario del mondo – prepara l’assalto alle medie#imprese #italiane. Perciò sale in tutte le banche.

- di Francesco De Dominicis -

L’appetito vien mangiando e il boccone Mps, dopo Intesa Sanpaolo eUnicredit, non ha saziato la fame di Blackrock per i«prodotti » made in Italy. Il gigante d’investimento americano - il più grande fondo finanziario del mondo - sta preparando l’assalto alle medie imprese italiane. Il colosso USA venerdì è salito al 5,75% del Monte dei Paschi di Siena e ora è il secondo socio della banca presieduta da Alessandro Profumo dopo la Fondazione di palazzo Sansedoni, scesa al 15%.
Un’operazione che conferma il vivo interesse per le banche della Penisola (secondo azionista sia di Unicredit col 5,2% sia di Intesa col 5%, è poco sotto il 5% in Ubibanca) e, in generale, per il listino di piazza Affari: Blackrock ha infatti una posizione di primo piano inTelecom (attorno al 5%), Generali (3%), Fiat Industrial (4%), Mediaset(2%) e ha circa il 5% di Atlantia, Azimut e Prysmian.
Lo shopping sul listino milanese non si è certamente esaurito venerdì con l’ingresso nel capitale di Rocca Salimbeni. Del resto, le scelte vengono dettate da un algoritmo e per ora l’Italia è tra le mete preferite, tenuto conto che Brasile e Russia sono da poco finite nella lista nera di Blackrock.
Sta di fatto il colosso guidato da Larry Fink - ebreo della California che in 20 anni ha creato un colosso da 4.300 miliardi di dollari di investimenti su scala globale - potrebbe far scattare l’operazione «PMI».
Il progetto, per ora a livelli embrionali, è allo studio con i vertici della CDP (Cassa depositi e prestiti). Pochi giorni fa, secondo indiscrezioni, emissari di Blackrockarrivati dalla sede di Londra hanno incontrato a Roma Bernardo Bini Smaghi, responsabile progetti speciali di CDP. Sul tavolo, la creazione di un «fondo dei fondi» volto a incentivare il mercato deimini bond. Si tratta di strumenti di indebitamento, sostenuti,ma senza successo, dal decreto «Destinazione Italia» varato a febbraio dal governo di Enrico Letta.
La CDP sta passando al setaccio varie soluzioni volte ad aiutare le aziende per utilizzare queste speciali obbligazioni che hanno l’obiettivo di aggirare il credit crunch. I prestiti bancari ormai vengono sistematicamente negati e servono alternative per finanziare lo sviluppo delle imprese. La Cassa vuole sfruttarel’enorme liquidità inutilizzata di Blackrock e dare così un nuovo sostegno alle medie aziende del Belpaese.
Il piano sembra trovare il gradimento del colosso USA che, proprio per studiare a fondo l’economia italiana, ha intensificato le visite dentro i nostri confini: dal quartier generale londinese, i «pellegrinaggi» di manager Blackrock in Italia si sarebbero intensificati da inizio anno. D’altra parte, per comprare un titolo sul listino di piazza Affari bastano grafici e slide, mentre per investire nella cosiddetta economia reale serve una conoscenza diretta del territorio. E forse non è un caso che quest’anno la convention dei 150 top manager Blackrock si terrà in Italia, a Milano.
Comunque, non sarebbero solo i soldi dello «zio Sam» ad alimentare il fondo disegnato dalla CDP. I soldi americani potrebbero essere accompagnati da altre fonti di liquidità: la Cassa intenderebbe coinvolgere nel progetto enti di previdenza e fondi pensione.
Alcuni approfondimenti su questa opzione dovrebbero essere al centro di una riunione, in programma l’1 aprile, tra l’alta dirigenza della CDP e i rappresentanti della COVIP, l’autorità di vigilanza sulla previdenza complementare. Il tutto sotto l’attenta regia del presidente della spa controllata dal Tesoro, Franco Bassanini. Che sta progressivamente mutando la natura della CDP. Senza dimenticare, che lo stesso esecutivo di Matteo Renzi scommette sulla Cassa per sbloccare definitivamente il pagamento dello stock di debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese. La crescita del PIL italiano, insomma, passa da via Goito.
Fonte: www.liberoquotidiano.it

http://www.informarexresistere.fr/2014/03/24/blackrock-chi-sono-i-nuovi-padroni-ditalia/?utm_medium=referral&utm_source=pulsenews


Citazione
Condividi: