Notifiche
Cancella tutti

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA BRASILIANO DICHIARA CHE L’EUROPA STA DIVENTANDO IRRILEVANTE


mystes
Prominent Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 858
Topic starter  

Il ministro dell'economia brasiliano, considerato un super-ministro per i risultati positivi che è riuscito a propiziare a vantaggio del Brasile con le riforme e i provvedimenti da lui proposti soprattutto durante il drammatico periodo della pandemia, e di cui si parla già di un futuro e probabile candidato al premio Nobel, ha partecipato ieri ad un importante convegno dell’Associazione brasiliana della ristorazione.

Ad un pubblico composto soprattutto da uomini d'affari del settore, il ministro ha parlato degli sforzi del governo per mantenere aperte tutte le attività commerciali durante la pandemia, nonostante le politiche di lockdown imposte nel mondo intero.

Ma le dichiarazioni più importanti del Ministro sono state quelle sulle relazioni del Brasile con l'Europa, in particolare con la Francia. Paolo Guedes (il nome del Ministro) ha riferito che, in una conversazione con il ministro francese, ha confrontato gli incendi in Amazzonia con l'incendio della cattedrale di Notre Dame a Parigi.

“Un ministro francese una volta mi ha detto: ‘Stai bruciando la foresta”. Ed io ho risposto: "E tu stai bruciando Notre Dame". “Che accusa idiota! Notre Dame non sta bruciando, è un blocco che non si può evitare di bruciare.”

“E la foresta amazzonica ha un'area più grande dell'Europa pertanto non può bruciare”, ha risposto.

Ma il punto più importante del suo discorso, è quando il ministro ha parlato delle relazioni commerciali dell'Europa con il Brasile:

“Il nostro commercio con l’Europa era di 2 miliardi di dollari all'inizio del secolo, l'anno 2000.

Anche con la Cina i valori erano gli stessi: 2 miliardi di dollari. Oggi gli scambi commerciali con l’Europa si aggirano sui 7 miliardi di dollari mentre con la Cina raggiungono i 120 miliardi di dollari. L’Europa per noi sta diventando irrilevante, mentre gli scambi con i paesi del BRICS stanno migliorando a vista d’occhio. Guedes ha garantito ancora una volta che il Brasile, nonostante la pessima congiuntura internazionale, registrerà una crescita quest'anno e l’anno prossimo. “L'inflazione sta scendendo, quest’anno stiamo crescendo molto e l'anno prossimo continueremo a crescere; molti programmi di investimento entreranno in una fase nuova, soprattutto nell’area dell’energia e della tecnologia. Quindi, il Brasile è pronto per iniziare un lungo ciclo di crescita.”.

Questa argomento è stata modificata 1 mese fa da mystes

Citazione
Condividi: