Notifiche
Cancella tutti

Perché il drago è un assoluto IMBECILLE!!!!


GioCo
Noble Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 1842
Topic starter  

Bastava questo, persino un paese rigido come l'Austria lo ha capito:

https://scenarieconomici.it/anche-laustria-si-arrende-a-omicron-tamponi-fai-da-te/

Si sarebbero adeguati tutti e nessuno avrebbe fatto storie. Avremmo tutti il GP e staremmo adesso a discutere d'altro nella dittatura di fatto, arrivata in guanti di velluto e senza sminchiare tutto. Invece si è squalificato perché al solto sta gente troppo marcia dentro esagera e se adesso insiste, sarà anche peggio (per lui e per chi gli va dietro).

Un piccolo suggerimento da un miserabile cretino: sia scaricato in fretta, lui è il suo spettrale compare disperazione.

Prima si farà, meglio sarà per tutti.


sarah e oriundo2006 hanno apprezzato
Citazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 270
 

Veramente non è che l'Austria sia meglio visto che hanno praticamente approvato la legge per la vaccinazione obbligatoria per tutti con multe fino a 3600 euro.
Avranno pure i tamponi fai da te ma...
https://www.rt.com/news/546694-vaccine-mandate-bill-passes/


RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 794
 

Non è un imbecille, è molto peggio, è un criminale di guerra  che andrebbe processato da un tribunale internazionale sul tipo di Norimberga


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 1842
Topic starter  
Pubblicato da: @luxignis

Veramente non è che l'Austria sia meglio visto che hanno praticamente approvato la legge per la vaccinazione obbligatoria per tutti con multe fino a 3600 euro.
Avranno pure i tamponi fai da te ma...
https://www.rt.com/news/546694-vaccine-mandate-bill-passes/

Veramente... Non c'è scritto questo, cioè non c'è scritto che "l'Austria è meglio", nemmeno nel titolo.

L'hai dedotto tu caro. Ho solo scritto che strategicamente l'attuale novello caudillo italico sta pisciando fuori dal vaso, manco fosse una riedizione del piccolo diavolo di Benigni.

E' continua, continua... Quando ho scrivo da mesi che era un governo di pavidi e sadomasochisti, ovviamente come sempre inascoltato fino a quando "ci si sveglia" all'improvviso e tutti sono concordi che è sempre stato così e che era sempre stato scontato, non mi riferivo a qualcosa di simbolico, ma letterale.

Questi hanno problemi psicologici di sadomasichismo (e non solo) gravi. Ma è evidente, basta Brunetta esaltato a renderlo chiaro: il padre padrone attira sempre a sé il suo simile! Sono in fregola, come uno che per anni ha cercato il godimento massimo e il giorno che l'ha trovato "dovrebbe" interromperlo. Ma perché? Non può!

Draghi è da TRENT'ANNI che ha votato la sua intera vita e carriera a questo giorno e mentre sta per ottenere la distruzione del paese, finalmente, come coronamento della sua carriera alla fine della sua esistenza, dovrebbe smettere?

Ripeto: ma perchééé?! Solo un pazzo potrebbe pensare che il drago può ravvedersi. Oppure uno che dorme e la sveglia da noi è già mo anni che suona peggio che le sirene antiaree. Ma come sempre, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire o peggio cieco di di chi non vuol vedere.

L'incompetenza di questo governo è SOLARE. Chiunque abbia 2 neuroni in testa che funzionano può vederlo. Ma non solo incompetente per governare un paese, che è già solo GRAVISSIMO, e nemmeno politicamente che è ABOMINEVOLE, ma è anche proprio la persona sbagliata al posto sbagliato per chi ce l'ha messo!
 
Il drago premier è un CAPOLAVORO di incompetenza tecnica, ma proprio militare intendo, cioè strategico e da ogni singolo punto di vista per chiunque e sotto ogni profilo. Una caporetto annunciata, come ho già scritto. Come Badoglio, si dovrà prima o poi tutti tirare le somme e metterlo da parte ognuno SCONTENTO DI QUELLO CHE E' STATO OTTENUTO (l'ho scritto infinite volte) e finché questo non avviene a lui non rimane che insistere e peggiorare ogni cosa, la sua situazione inclusa. Non può più fare altro, si è messo da solo in una situazione da cui non può più uscire e diventa ogni giorno che passa un pericolo direttamente per chi l'ha eletto... Non noi ovviamente.
 
Di nuovo, so che lo scrivo e nessuno comprende se non superficialmente, ma ci sono abituato e ormai l'ho do per scontato.

RispondiCitazione
LuxIgnis
Reputable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 270
 

Guarda che lo so quello che hai scritto. Io ho solo ribadito che anche l'Austria ha i suoi "Draghi da pelare" e sono anche peggio dei nostri.
Per il resto è così come dici. Anche se, se un Drago si  è fatto avanti è perché ci sono state tante lucertole che lo hanno permesso.


Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 1842
Topic starter  
Pubblicato da: @mystes

Non è un imbecille, è molto peggio, è un criminale di guerra  che andrebbe processato da un tribunale internazionale sul tipo di Norimberga

Si, ed è già partito (QUI). Certo, in "trial", nel senso che probabilmente data l'entità devastante della posta in @GioCo e il numero di persone coinvolte, sarà complicato dargli un seguito concreto in caso di condanne.

Ma basta e avanza la condanna formale, lo abbiamo già visto in SudAfrica con l'Apartheid, a tappare la bocca a quanti insistono che sia una campagna per combattere l'epidemia e soprattutto a levare definitivamente dalle mente delle persone l'idea che ci sia qualsivoglia di buono in questo genere di politiche e in specifico che servano ad affrontare urgenze o emergenze di qualunque tipo.

Dico questo "di qualunque tipo", per dire quello che al solito non verrà compreso. Ma è pacifico, non accuso nessuno e non sto dicendo che "sono migliore", tutt'altro mi considero un miserable per come uso questo dono e il semplice fatto che il buon Dio o chi per esso mi ha dato gli occhi per vedere, cioè un metodo, non mi da diritto ad avere nessuna pretesa, tanto meno di verità.

E' chiaro che passata sta emergenza ci sarà adesso la fretta di inventarne un altra, che sarà più grottesca ancora. Informatica? Economica? Ecologica? Chissà! Il piano B secondo Yeadon sarebbe economico, ma sta gente ne ha sempre almeno 3 o 4 di piani B e vai tu a sapere quale psicofollia prevarrà: quel che deve FINIRE è l'invenzione di assurde emergenze e la richiesta che sia il governo a gestirle, va ripristinata in fretta la fiducia con il cittadino o perderemo molto più che la libertà di espressione con sti imbecilli di psicotici quasi "ex-nerd" d'élite alla guida della carretta!!!

Fuellmich fa bene a partire sotto-tono, senza pretendere condanne materiali. Per uscirne e iniziare ad affrontare L'EMERGENZA CONCRETA (no inventata) che è la bio-guerra in corso, è necessario voltare pagina e iniziare a mettere da parte i disturbi. Come Gates, come Fauci, come il drago (che qui tra cancelli, mandibole e animali fantastici alla Henry Potter, sembra più un Dungeon che la realtà).

Prima volteremo pagina, prima si inizierà con le cose serie. Ma so che al solito anticipo quello che ancora non è di dominio pubblico.


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
Simsim
Estimable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 194
 

Io credo che bisognerebbe definire  il punto di partenza. Incompetente é una persona messa in un ruolo per un motivo, dalla quale ti aspetti conoscenza del tema e da cui ti aspetti dei risultati.

Draghi é incompetente  se si pensa sia stato messo a fare gli interessi del paese. Nel momento in cui si prende atto che é lí solo a completare l´opera (come tu dici), esce fuori chiaramente che invece sta facendo  egregiamente il suo lavoro. Ha portato caos nel paese, incertezza giuridica, disastrato la costituzione, spinto i partiti a votare l´imponderabile e dunque ha separato in maniera definitiva la sfera politica dal supporto popolare. Sta mettendo il paese in mano agli aguzzini e sta per svendere gli ultimi pezzi (la ex Alitalia ad esempio) dopo aver operato quelle trasformazioni indicategli  dagli acquirenti (la  Germania e Lufthansa) come condizioni per  l´acquisto.

Sul suo vero mandato non ha fallito un colpo. Il resto é roba che non gli interessa e che, almeno nella sua  testa, non lo riguarda.


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 1842
Topic starter  
Pubblicato da: @simsim

[...]

Draghi é incompetente  se si pensa sia stato messo a fare gli interessi del paese. [...]

Sul suo vero mandato non ha fallito un colpo. Il resto é roba che non gli interessa e che, almeno nella sua  testa, non lo riguarda.

In generale è corretto quel che dici, tuttavia quando scrivo che è incompetente non mi riferisco agli obbiettivi presunti o dichiarati per renderlo accettabile agli occhi della massa, ma proprio agli obbiettivi dell'agenda di Davos.

Certamente la demolizione economia di questo paese è parte dell'agenda che è a guida cattogiudaica oltre ogni evidenza evidente e si sposa con interessi geopolitici, transumanisti e finanziari.

Tuttavia se voleva ottenere questi obbiettivi (cioè l'adesione a una futuro transumanista ad esempio e di reddito sociale) la cattiveria pura che sta mettendo in atto, quel Male che pare alieno da quanto è alimentanto da se stesso, è andato ben oltre ogni limite utile ai fini di quel risultato e questo sta rendendo consapevole un massa crescente di persone in tutto il mondo.

Considera ad esempio questo video QUI, o la storia della ragazza in cinta che è morta perché gli ospedali si sono rifiutati di curarla dato che non era vaccinata.

Siamo ancora in inverno, non è neppure primavera e già i toni sono straordinariamente aggressivi verso le politiche governative, se si pensa alla acquiescenza di solo 6 mesi fa.

Sono tempi strani, particolarmente turbolenti e le opinioni cambiano con velocità straordinaria in tutte le direzioni: veri convinti della bontà della campagna di governo ora vacillano e si arrabbiano, si sentono traditi, mentre spavaldi della prim'ora vacillano uguale ma in senso opposto perché si sono sgolati per negare evidenze (tipo "non esiste il virus") e poi magari si sono beccati la malattia e adesso si sentono in colpa. Come ho detto tante volte, il caos domina. Oggi ci sono due temi in cima alla lista delle priorità in politica sanitaria internazionale (tra gli ambienti militari) osservabili in traslucido: se il farmaco genico ha un impatto circa l'immunodeficienza acquisita e (soprattutto) se questa è reversibile e che senso ha una politica centrata sulla campagna di immunizzazione di un prodotto che immunizza poco o per niente e necessita di ripetuti richiami ravvicinati che aumentano il rischio di effetti avversi. Questa doppia defiance della contro arma occidentale al bioattacco cinese della guerra che non è guerra sta di fatto dando uno STOP alla politica della cinesizzazione anche se c'è sotto un altro motivo che dirò dopo e che si somma.

Sai come verranno risolti (secondo me)? Non è difficile indovinarlo. L'immunodeficienza cronica acquisita verrà attribuita a una variante o a un effetto imprevisto del patogeno (fuso con l'HIV con un aiutino?) e il problema della scarsa o nulla immunogenicità del preparato verrà superata proponendone una altro "certamente funzionante", che potrebbe o non potrebbe essere meglio, ma di base sarà credo sempre un preparato sperimentale e genico. Tanto la strada è tracciata.

Tutto sta se ce la faranno, è una corsa contro il tempo e nulla è sicuro o facile per nessuno.

Il problema è anche il confronto con la politica Russa che ha deciso di seguire una "cinesizzazione morbida". Cioé furba, no modello "ruspa" burina alla drago e fido spettro disperazione. Per poter combattere con la propaganda la Russia bisogna dire che Putin è uno spietato Zar e sicuramente lo è, non ci sono dubbi.

Ma non puoi dire che lui è un despota se poi in casa tua fai di peggio, è ridicolo, ti rendi ridicolo di fronte alla tua stessa gente. Come alla giornata della memoria, puoi sputare veleno finché ti pare contro i dissenzienti che ti fanno notare che il GP è un discrimene e soprattutto adesso che sappiamo che il farmaco genico non immunizza, ma non puoi sfuggire allo sputtanemento ne alle iene che odorano subito la debolezza di una mossa politica del genere!!!

E' come servire i coglioni su un piatto d'argento a Putin. Una mossa clamorosamente fallimentare. Per ciò vedremo un temporaneo riassetto della politica fino a nuovo ordine, che penso sarà con la nuova ondata. Una spece di ritiro per riorganizzare le truppe (e le idee) che vedrà sicuramente, come ho già previsto, la caduta di qualche testa utile a funzionare da capro espiatorio e tirare avanti, prendere tempo.

 


RispondiCitazione
Simsim
Estimable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 194
 

Io credo che questa volta avremo risposte sul perché abbiano avuto  tanta fretta. Perché l´aver spinto  troppo sull´acceleratore deriva da quella e nient´ altro.  Poi resta da dire che noi eravamo come stato nel loro mirino  da tempo per  altre ragioni. Il raderci al suolo é  funzionale su molteplici piani purtroppo


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 1842
Topic starter  
Pubblicato da: @simsim

Io credo che questa volta avremo risposte sul perché abbiano avuto  tanta fretta. Perché l´aver spinto  troppo sull´acceleratore deriva da quella e nient´ altro.  Poi resta da dire che noi eravamo come stato nel loro mirino  da tempo per  altre ragioni. Il raderci al suolo é  funzionale su molteplici piani purtroppo

Come ho scritto tante volte, ma come ripeto so che non è possibile capire cosa significa concretamente fin ché ciò che deve accadere poi non accade, nessuno verrà accontentato. Tutti ne usciranno con un compromesso di fatto perché i limiti sono stati superati ed è questo che accade quando i limiti vengono superati.

Ma c'è un ma di cui forse parlerò. Per ora il mio demone non pretende e quindi preferisco limitarmi all'accenno: chi di spada ferisce... E non varrà solo per il drago.

 


RispondiCitazione
sarah
Estimable Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 107
 
Pubblicato da: @gioco
Pubblicato da: @simsim

Io credo che questa volta avremo risposte sul perché abbiano avuto  tanta fretta. Perché l´aver spinto  troppo sull´acceleratore deriva da quella e nient´ altro.  Poi resta da dire che noi eravamo come stato nel loro mirino  da tempo per  altre ragioni. Il raderci al suolo é  funzionale su molteplici piani purtroppo

Come ho scritto tante volte, ma come ripeto so che non è possibile capire cosa significa concretamente fin ché ciò che deve accadere poi non accade, nessuno verrà accontentato. Tutti ne usciranno con un compromesso di fatto perché i limiti sono stati superati ed è questo che accade quando i limiti vengono superati.

Ma c'è un ma di cui forse parlerò. Per ora il mio demone non pretende e quindi preferisco limitarmi all'accenno: chi di spada ferisce... E non varrà solo per il drago.

 

Mi piace sempre leggere le sue parole così chiare. Senza dubbio i limiti sono stati superati e senza dubbio tutti ne usciranno/usciremo con un compromesso di fatto. Questa fase interlocutoria mi pone, onestamente, qualche difficoltà di analisi forse e se non altro per prudenza, per timore di spingermi in previsioni coraggiose. Tuttavia se anch'io per questa volta volessi ascoltare il mio "demone" ( ma perché chiamarlo così, diciamo quell'intuito che in questi tempi è tanto sollecitato dalle mie domande e mi parla in un continuo e faticoso dialogo interiore ), vedrei i giorni contati per la furia di costoro e la debolezza della loro spropositata volontà. Li vedrei di fronte alle loro menzogne intenti a negare ed affermare contemporaneamente in una confusione che potrebbe significare la loro fine politica e non solo, forse... Ma di questi tempi è difficile sperare quindi spesso mi limito a riflettere su quale "compromesso", in soldoni, potrebbe caratterizzare il tempo prossimo futuro. 

Mi tornano in mente le parole dello scrittore inglese William Somerset Maugham, nel suo racconto Rain ambientato nelle lontane isole Samoa. Ad un certo punto egli ( abile indagatore delle emozioni umane e freddo pessimista ) afferma che quando la gente si chiede con insistenza come andrà a finire una certa storia e sembra non attendere altro immaginando un finale eclatante, netto e chiarificatore a favore dell'una o dell'altra parte, spesso rimane delusa o addirittura non percepisce nemmeno la fine della storia. Essa, con tutto il suo carico di significato, semplicemente svanisce. Dobbiamo credergli?


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 1842
Topic starter  

Mi piace sempre leggere le sue parole così chiare. [...]

Mi tornano in mente le parole dello scrittore inglese William Somerset Maugham, nel suo racconto Rain ambientato nelle lontane isole Samoa. Ad un certo punto egli ( abile indagatore delle emozioni umane e freddo pessimista ) afferma che quando la gente si chiede con insistenza come andrà a finire una certa storia e sembra non attendere altro immaginando un finale eclatante, netto e chiarificatore a favore dell'una o dell'altra parte, spesso rimane delusa o addirittura non percepisce nemmeno la fine della storia. Essa, con tutto il suo carico di significato, semplicemente svanisce. Dobbiamo credergli?

A me piacerebbe davvero molto avere pensieri limpidi, molto più limpidi, cioé stabili, ma non vengo che accontentato per lampi fugaci che cumulo come un bimbetto farebbe con belle conchiglie in riva al mare. Viviamo tempi strani, caotici e di rivolgimenti epocali e persino così poco è già tanto. Si sente nell'aria, si vede negli occhi e nel cuore della gente, si percepisce quando andiamo a dormire. E' come l'ansia, come quando si trattiene il respiro e qualcosa ti rimane in gola senza andare ne su ne giù, presagisce un accadere denso e che però si fa attendere. Alla fine la gente si lascia andare e così sempre più spesso rieccheggia questa parola "basta!" che è la stessa che pronuncerebbe un vessato in un carcere come per supplicare i sui carcerieri di farla finita. E' così? Al solito si e no.

La tortura è un passaggio che occorre per liberarsi del vecchio e non importa cosa faremo, in un modo o nell'altro ce ne libereremo. Tanto più temiamo quel passaggio e la perdita che comporta, tanto più soffriremo. C'è sempre una ruota Grande e una piccola nello scorrere del tempo. Quella Grande ha tempi lunghi e in quella è scritto che le cose non faranno che migliorare per tutti. Ma noi siamo coinvolti più da quella piccola che è capricciosa e ci fa disperare.

Allo stesso modo siamo più preoccupati del perduto vicino e minuto che di quello lontano e importante. Ma per ogni cosa c'è sempre un contrappeso, è una legge a cui non sfugge nemmeno un dio, figuriamoci un governicchio di paraculi.

Questa storia è al 99,9% (ad essere buoni) invenzione, illusione, realtà ipnotica o con un tecnicismo più fruibile per le Mente che mente "propaganda". Può reggere un po' ma più prosegue, più l'epilogo diventa pericoloso per chi la sostiene ancora. In concreto c'è solo un incantesimo di massa e il suo costo in termini di sacrifici: quando gli squali odorano sangue impazziscono e si avventano in massa sulla preda. Così è nel regno animale come in quello dello Spirito.

Eppure in termini temporali è un fuoco di paglia che finché brucia pare divampare fino al cielo e non finire mai. L'inferno è eterno per chi lo subisce, certamente, ma solo finché non finisce. Questa storia finirà? Al solito, si e no.

Non finirà perché è ancora tanta la zavorra di cui dovremo liberarci e finirà, perché come ho già scritto è in questa fase che si chiude il primo ciclo, con questo ultimo periodo (da settembre '21 alla prossima estate) la "battaglia" è destinata a determinare gli assetti nel prossimo futuro in cui la guerra diverrà abitudine e quindi gli umori si stabilizzeranno, sia interni che esteri. Il GP e i sieri sono parzialmente fuori, ma non è necessariamente e del tutto una buona notizia se si inseriscono entro un quadro molto più grande e proprio della guerra che non è una guerra in cui troppi hanno troppo da perdere, nel Grande come nel piccolo @GioCo. I capitoli da affrontare sono ancora molti, l'indadeguatezza dei centri di comando (tutti e indistintamente) è una di quelle che sarà da mettere in agenda e non c'è scampo, dal momento che sarà la sopravvivenza se non altro a spingere verso quella direzione. Prevedo per ciò in tal senso molti Grandi cambiamenti (nel medio-breve periodo) e di nuovo, non necessariamente avrà un senso saperli positivi, anche se ci sembreranno tali. Stiamo in guardia.

Come ci insegna Dante, la fiera quando riesce a divorare la sua preda, dopo ha più fame di prima. Così è la finanza globale.


RispondiCitazione
Condividi: