Notifiche
Cancella tutti

QUIRINALE: L’OMBRA SINISTRA DI DRAGHI


mystes
Prominent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 795
Topic starter  

Totale impasse a Roma e dietro le quinte l’ombra criminosa del Drago.

Un impasse alla votazione del Presidente dello Stato, impasse che io attribuisco (e non solo io) alla presenza illecita sulla scena politica di questo Nosferatu sinistro e assassino che ha gettato l’Italia nella disperazione e nella crisi morale più totali. A un primo ministro non è difficile, ma lui ci è riuscito benissimo.

Non è un caso che al termine di ogni elezione presidenziale andata in buca riappare sempre il suo nome come un joker beffardo e com ghigno facile che parrebbe dire: buoni, ci son sempre io, il vostro paparino che vi ama e giù un altro ghigno.

Dopo le numerose denunce penali contro costui presentate soprattutto da comuni cittadini, (vedi un nostro precedente post) è ora che i Carabinieri bussino alla sua porta e gli mettano le manette ai polsi.

Se non si procede così, quegli idioti di deputati, senatori, delegati grandi elettori, si troveranno presto il vampiro assetato di più sangue, come un demonio goethiano, così di tutto punto insediato sul seggio del Quirinale e per l’Italia sarà la fine.

Il giorno dopo quel poco che resta dell’Italia sarà tutto trasferito nelle mani della Trilaterale del crimine mondiale (usa-alta finanza-grandi farmaceutiche), quest’ultima responsabile della vendite nel mondo di un vaccino sperimentale e mortale che ha prodotto lacrime e morti.


Citazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 2652
 

Notizie dell' ultimo minuto darebbero il fratello di Matterella inquisito per presunte tangenti ( fonte: blog di Cesare Sacchetti ). Questo spianerebbe la strada a Draghi ma sopratutto indebolirebbe in modo drammatico il nostro sistema democratico, già malato di suo. La magistratura in Italia è la longa manus del deep, ovvero di chi vuole levare ad Edom quel poco di scelta libera che oggi ha. 

Aspettiamo gli eventi per capire meglio.


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 3823
 

Bisogna capire il perché dell'impasse totale sul voto  per il PdR e a me sembra che le analisi che vedo in qualche canale televisivo siano appositamente lacunose e di parte. Si discute su chi vince chi perde, il king maker e simili scemenze per non dire che l'intera elezione del PdR è marcia e non può andare avanti così. È talmente marcia che si prevede la processione verso Mattarella per pregarlo di accettare un 'prolungamento' dell'incarico che sarebbe pure anticostituzionale. Cosa sta succedendo nella realtà politica dei fatti :

  • È iniziata la campagna elettorale per le prossime politiche e ognuno pensa al possibile tornaconto per il proprio partito. Per i cespugli centristi, ma anche per FI, viste le condizioni di salute di Berlusconi, si tratta di vita o di morte politica. Casini come candidato è solo il primo passo, poi il passo fondamentale è la legge elettorale proporzionale perché sanno benissimo che la destra e la sinistra spingeranno in campagna elettorale per il voto utile, e per loro, con il Parlamento ridotto sarà la fine. A guardar bene tutte le mosse politiche dei partiti mirano a posizionarsi per questo evento.
  • IL PdR ha troppo potere e non ha una legittimazione democratica diretta. Per questo sia la destra sia la sinistra non vogliono avere un PdR sostanzialmente di parte. Anche Mattarella è stato di parte, ad esempio non concedendo elezioni anticipate per non far vincere la destra. Non si può continuare così. Se il PdR deve avere poteri, moral suasion o simili, deve essere eletto dal popolo e allora deve fare politica ed essere anche capo del governo oppure avere il governo alle sue dipendenze come in Francia. Altrimenti deve aver solo un ruolo di rappresentanza ma allora il capo del governo deve essere eletto dal popolo. Se non c'è una riforma costituzionale di questo tipo non si va da nessuna parte, i veti incrociati e la paralisi sono la logica conseguenza di questo andazzo.
  • La sinistra si è sempre opposta al presidenzialismo per una ragione essenziale : il popolo italiano è in maggioranza di centro destra e la sinistra può continuare a governare solo con i meccanismi  di potere odierni.
  • Si vuole modernizzare la vita politica italiana? Allora : abolizione del Senato, premierato o presidenzialismo, diminuzione del numero delle regioni amministrate (cioè macroregioni amministrative) accorpamento dei Comuni più piccoli, abolizione degli enti inutili tipo CNEL ecc. ecc.

 


RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 795
Topic starter  

In poche parole bisogna abbandonare la repubblica parlamentarista e passare a quella Presidenziale. Ma occorre una riforma della Costituzione, dare poteri forti al Presidente con patti chiari altrimenti i banditi troveranno il modo di mettere in difficoltà anche un Presidente eletto dal popolo. Vi sono esemplari esempi all'estero, se sarà utile li racconterò.


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 2652
 

Le riforme importanti poteva e doveva farle chi ad un certo punto aveva in mano parlamento e governo, godendo di un indiscusso appoggio plebiscitario: ma preferi' le cene eleganti con uno stuolo di donnette, consigliato da nani da circo equestre.

Una occasione mancata di cui oggi persino lui si mangerebbe le mani. Ma non aveva veramente a cuore l' Italia ma il suo portafoglio. Lo dimostra l'aver spostato tutto all'estero in Olanda e altrove quando poteva, con il centro dx, 'spingere' davvero per una riforma della tassazione.

Un cialtrone. Un vile opportunista, gran compagno di merende massoniche con l' affarista. Un laido impresario da vaudeville. Solo da noi poteva trovare un simile spazio nell'arena politica. E ci ha fatto perdere trent'anni di vita politica questo miserabile infingardo. Il demone che regola le cose in questo sfortunato Paese sara' contento di questo suo massonico adepto. Ha rovinato il meglio ed ha preparato il peggio.

Un marchio di fabbrica.


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 3823
 

E pensare che voleva diventare anche PdR. Il suo partito è ormai una accozzaglia di peones pronti a tutto pur di salvare la poltrona. Poi c'è lo spettacolo da circo equestre di quelli che volevano aprire il parlamento come una scatoletta di tonno e si sono rivelati peggio dei peggiori democristiani di prima repubblica memoria. Questa settimana è stato offerto al Paese uno spettacolo disgustoso. E chi ha veramente vinto?  dal sito di Libero :

Bruxelles e mercati hanno ottenuto il massimo ipotizzabile. Draghi, forte del loro sostegno e di quello di Mattarella, ora potrà mettere in atto le ultime tappe del percorso di "risanamento" finanziario per cui era stato chiamato un anno fa a Palazzo Chigi..


RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 795
Topic starter  

Mattarella resta presidente. A prendere in mano la trattativa è stato Mario Draghi. (L'ombra sinistra ha dato la zampata mortale!) E Mattarella cosa farà? Darà la fiducia a un Draghi-bis. Povera Italia finita nella m...


RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 795
Topic starter  

Gaber Io non mi sento italiano

https://www.youtube.com/watch?v=PngM-mUFa_g


RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 795
Topic starter  
Pubblicato da: @pietroge

E pensare che voleva diventare anche PdR. Il suo partito è ormai una accozzaglia di peones pronti a tutto pur di salvare la poltrona. Poi c'è lo spettacolo da circo equestre di quelli che volevano aprire il parlamento come una scatoletta di tonno e si sono rivelati peggio dei peggiori democristiani di prima repubblica memoria. Questa settimana è stato offerto al Paese uno spettacolo disgustoso. E chi ha veramente vinto?  dal sito di Libero :

Bruxelles e mercati hanno ottenuto il massimo ipotizzabile. Draghi, forte del loro sostegno e di quello di Mattarella, ora potrà mettere in atto le ultime tappe del percorso di "risanamento" finanziario per cui era stato chiamato un anno fa a Palazzo Chigi..

Sai, in fondo credo che agli italiani stia bene così visto che in questo momento stanno tutti di fronte alla TV in attesa di Sanremo. Agli italiani non interessa nulla delle "ultime tappe del percorso di "risanamento" programmate da Draghi il quale invece di programmare la distruzione del paese dovrebbe essere appeso in una piazza romana come criminale di guerra.

 

Questo post è stato modificato 3 mesi fa da mystes

RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 795
Topic starter  
Pubblicato da: @oriundo2006

Le riforme importanti poteva e doveva farle chi ad un certo punto aveva in mano parlamento e governo, godendo di un indiscusso appoggio plebiscitario: ma preferi' le cene eleganti con uno stuolo di donnette, consigliato da nani da circo equestre.

Una occasione mancata di cui oggi persino lui si mangerebbe le mani. Ma non aveva veramente a cuore l' Italia ma il suo portafoglio. Lo dimostra l'aver spostato tutto all'estero in Olanda e altrove quando poteva, con il centro dx, 'spingere' davvero per una riforma della tassazione.

Un cialtrone. Un vile opportunista, gran compagno di merende massoniche con l' affarista. Un laido impresario da vaudeville. Solo da noi poteva trovare un simile spazio nell'arena politica. E ci ha fatto perdere trent'anni di vita politica questo miserabile infingardo. Il demone che regola le cose in questo sfortunato Paese sara' contento di questo suo massonico adepto. Ha rovinato il meglio ed ha preparato il peggio.

Un marchio di fabbrica.

Cosa aspettarti da un traditore come lui che vendette Gheddafi, un vero amico dell'Italia, ai francesi e agli americani che lo uccisero col pretesto di farci un favore? Cosa ti aspettavi che avrebbe tirato le castagne dal fuoco a un presentuoso imbonitore di piazza come Salvini?

 

Questo post è stato modificato 3 mesi fa 2 volte da mystes

RispondiCitazione
mystes
Prominent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 795
Topic starter  
Pubblicato da: @mystes
Pubblicato da: @oriundo2006

Le riforme importanti poteva e doveva farle chi ad un certo punto aveva in mano parlamento e governo, godendo di un indiscusso appoggio plebiscitario: ma preferi' le cene eleganti con uno stuolo di donnette, consigliato da nani da circo equestre.

Una occasione mancata di cui oggi persino lui si mangerebbe le mani. Ma non aveva veramente a cuore l' Italia ma il suo portafoglio. Lo dimostra l'aver spostato tutto all'estero in Olanda e altrove quando poteva, con il centro dx, 'spingere' davvero per una riforma della tassazione.

Un cialtrone. Un vile opportunista, gran compagno di merende massoniche con l' affarista. Un laido impresario da vaudeville. Solo da noi poteva trovare un simile spazio nell'arena politica. E ci ha fatto perdere trent'anni di vita politica questo miserabile infingardo. Il demone che regola le cose in questo sfortunato Paese sara' contento di questo suo massonico adepto. Ha rovinato il meglio ed ha preparato il peggio.

Un marchio di fabbrica.

Cosa aspettarti da un traditore come lui che vendette Gheddafi, un vero amico dell'Italia, ai francesi e agli americani che lo uccisero col pretesto di farci un favore? Cosa ti aspettavi che avrebbe tirato le castagne dal fuoco a un presentuoso imbonitore di piazza come Salvini?

 

Scusatemi, ma trattengo a stento il vomito nel leggere o vedere vari commenti come questo di Sgarbi: Mattarella e' la vittoria di Berlusconi e del M5. Se Berlusconi continua ancora a vincere in Italia, allora è meglio andare a fare un bagno a mare

 


RispondiCitazione
Condividi: