Gli agricoltori ola...
 
Notifiche
Cancella tutti

Gli agricoltori olandesi protestano contro le acquisizioni forzate di Rutte


ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 282
Topic starter  
Gli agricoltori olandesi hanno lanciato un'altra protesta, bloccando le strade, dopo aver appreso che Rutte sta costringendo fino a 3000 fattorie a chiudere definitivamente.

“Sono i Paesi Bassi o la Cina? Le democrazie liberali si stanno trasformando in stati di polizia neoliberali. Non c'è da stupirsi che Mark Rutte sia amico di @JustinTrudeau ”, ha twittato il politico canadese Roman Baber. 

 

https://twitter.com/TheRealKeean/status/1598353919394054147

 

Gli agricoltori stanno guidando i loro trattori nelle città e li parcheggiano sulle strade per protestare contro l'annuncio. Il governo ha le proprie attrezzature per contrastare i trattori, compresi gli escavatori per ribaltare e rimuovere i trattori dalle strade.

Un uomo si è fermato davanti all'escavatore gestito dal governo con le braccia spalancate per impedirne il movimento. Tuttavia, la polizia ha rapidamente afferrato l'uomo e lo ha gettato in un veicolo senza contrassegni.

Un altro uomo ha provato a fare la stessa cosa e l'escavatore si è lentamente avvicinato a lui, colpendolo finché non si è arreso e si è fatto da parte.

Per conformarsi alle radicali leggi sul clima dell'Unione Europea, il governo olandese dell'accolito del World Economic Forum Mark Rutte chiuderà con la forza queste fattorie per sempre.

Gli agricoltori non hanno voce in capitolo. Riceveranno un'offerta per le loro fattorie, che secondo il governo è "ben oltre" il valore di mercato. 

Secondo il ministro dell'azoto Christianne van der Wal, l'acquisto da parte del governo sarà obbligatorio. 

"Non c'è offerta migliore in arrivo", ha affermato van der Wal. 

https://thecountersignal.com/dutch-farmers-protest-ruttes-forced-farm-buyouts/


Citazione
emilyever
Estimable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 185
 

Scusa, c'è qualche spiegazione in italiano del perchè lo Stato si comporti così?

Questo post è stato modificato 7 giorni fa da emilyever

RispondiCitazione
ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 282
Topic starter  

in italiano non so, ma questi sono i piani dell'Agenda 2030 del WEF, a cui aderiscono sia l'ONU che l'Unione Europea.    L'Agenda 2030 è un'agenda transumanista, con una vaga tinta Green zero carbonio, che l'UE ha dato da gestire a BalckRock, senza nemmeno passare attraverso il voto dei singoli stati, nessuna democrazia, nessuna informazione da parte dei media comprati da Big Tech. 

Questi piani prevedono, fra l'altro, l'espropriazione delle terre degli agricoltori sia nell'UE, che negli USA, in Canada, e in Australia, e la fine dell'allevamento, soprattutto bovino, che viene accusato di inquinare producendo azoto.  Ma anche la fine dell'agricoltura come mezzo fondamentale per nutrire gli abitanti della terra: sono globalisti e pianificano sempre in grande....

Questo è il pretesto ufficiale...Il Governo olandese è un governo strettamente controllato dal WEF (come più o meno tutti, in Europa e nel mondo).

In realtà un gruppo di investitori istituzionali sta pianificando la costruzione di Tristate City, una megalopoli con una popolazione intorno ai 45 milioni, che comprenderà parte dell'Olanda, della Germania e del Belgio.  Per fare questo, ovviamente devono espropriare o acquistare grandi estensioni di terreni agricoli.  Lo stanno facendo adesso, fa parte dell'Agenda 2030.

https://www.tristatecity.nl/

https://twitter.com/Gershon64932392/status/1598425642084737033

https://twitter.com/rubic3n/status/1598454404516319232

https://twitter.com/pagodaW113/status/1598781517941313536

 

 

Questo post è stato modificato 7 giorni fa 4 volte da ekain3

Brule e emilyever hanno apprezzato
RispondiCitazione
ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 282
Topic starter  

ne ho parlato anche nel mio post precedente, sempre qui, nella sezione notizie del forum. Ovvero, ho raccolto alcune informazioni, alcune tradotte dall' olandese, altre dall' inglese.

Non se ne sa molto, non sono decisioni democratiche, non vengono messe ai voti, sono decise dall''alto, ma riguardano la vita e la sopravvivenza di tutti noi... In pratica noi siamo costretti ad accettarle.

 

''I contadini olandesi stanno per impazzire. Questo non finirà bene per il WEF ei suoi alleati. Gli agricoltori non stanno scherzando.''

https://twitter.com/TheRealKeean/status/1597800317059760128

Questo post è stato modificato 7 giorni fa da ekain3

Brule hanno apprezzato
RispondiCitazione
Brule
Active Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 8
 

La tragedia è che lo hanno votato ancora. 


ducadiGrumello e ekain3 hanno apprezzato
RispondiCitazione
ducadiGrumello
Trusted Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 97
 

certo che se vuoi ridurre la popolazione ad una sorgente di dati, rinchiudendola in città-panopticon dove la raccolta degli stessi è molto agevolata, i primi pilastri da colpire sono l'autonomia alimentare e quella energetica. Mi pare che si stiano attrezzando bene per ambedue le cose, al momento la sola speranza è che la corda si spezzi


Brule hanno apprezzato
RispondiCitazione
ekain3
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 282
Topic starter  

 ducadiGrumello: sono d'accordo con te, bisogna fermarli finché si è in tempo. Ma come?


RispondiCitazione
ducadiGrumello
Trusted Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 97
 

caro Ekain, non ho una soluzione, la questione è enorme. Io da anni cerco di fare rete solidale, autoproduzione e baratto ecc., senza vagheggiare comunità che fra l'altro sono facilmente individuabili e perseguibili, ma restando formalmente nella società, sottotraccia. Sono agevolato dal fatto di vivere in una zona in fondo ancora rurale. Come si vede, nulla che possa resistere a strette autoritarie vere, condotte con mano più pesante di quanto visto finora


Brule e ekain3 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Brule
Active Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 8
 

Penso che le opinioni della massa siano importanti, altrimenti non passerebbero la giornata a sparar panzane alla TV per orientare il consenso.

Il fatto è che al momento di questo fatto gravissimo in Olanda i nostri media se ne sono occupati con un insabbiamento che lascia la firma di quanto siano credibili (zero, a momenti manco per il meteo).

Più passano le informazioni, più se ne discute in famiglia e fuori, e meglio è. Non è molto, ma inevitabilmente ve ne sarebbe traccia sui social, che vengono monitorati continuamente per capire fino a che punto possono arrivare.

Il mio timore è che colpiscano ora, perchè hanno ancora un parco buoi di persone che guardano la televisione e credono davvero a quello che viene detto, e tutto quello che non è citato o menzionato in TV, per queste persone, non esiste.

 


ducadiGrumello e ekain3 hanno apprezzato
RispondiCitazione
Condividi: