VACCINO PFIZER: EFF...
 
Notifiche
Cancella tutti

VACCINO PFIZER: EFFETTI COLLATERALI


mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1474
Topic starter  

Le persone che si sono ammalate a causa del vaccino hanno intentato una causa contro il laboratorio BioNTech

Il laboratorio BioNTech, partner di Pfizer nello sviluppo del vaccino contro il covid-19, sta ricevendo centinaia di richieste di risarcimento da due studi legali in Germania. Le persone vaccinate avrebbero sofferto di effetti collaterali presumibilmente associati all'immunizzante anti-coronavirus.

Sommate, le cause possono raggiungere 1 milione di euro.

Nella prossima settimana, il laboratorio della Pfizer affronterà la prima udienza presso il tribunale di Amburgo, sul caso di una donna di 50 anni. La richiesta di risarcimento è di € 150 mila euro, per sintomi come aritmia cardiaca e “annebbiamento cerebrale”. Questi problemi sarebbero stati causati dal vaccino. Ci sono altre segnalazioni di pazienti nelle stesse condizioni.

Per ora, non è ancora chiaro chi dovrebbe pagare i danni, in caso di vittoria delle persone che hanno intentato le cause. Gli accordi di acquisto tra l'Unione europea e le società produttrici di vaccini, tra cui BioNTech-Pfizer, contengono esclusioni di responsabilità totali o parziali per le spese legali e l'eventuale risarcimento da parte dei produttori, per cui potrebbero costringere i governi dell'Unione Europea a sostenere parte dei costi e al pagamento dei danni.

La BioNTech si è dichiarata fiduciosa sul fatto che i processi in corso saranno tutti archiviati.

Prima della pandemia, nessuno ha mai chiesto la marca dell'immunizzante, il paese di produzione e altre informazioni di questo tipo. Le persone si vaccinavano. Ma durante la pandemia le cose sono cambiate.

Mai nella storia i vaccini hanno attraversato tutte le fasi richieste dalla scienza per essere considerati validi in un tempo così breve. Tra il gennaio 2020, quando gli scienziati hanno pubblicato la sequenza del coronavirus, e il dicembre dello stesso anno, quando i primi vaccini sono stati applicati alla popolazione, sono passati solo 11 mesi. Inoltre, è la prima volta che la tecnologia dell'RNA ms, impiegata nella produzione di vaccini (caso di Pfizer e Moderna), è stata utilizzata su larga scala sul pianeta. Finora sono state somministrate circa 10 miliardi di iniezioni in tutto il mondo.

Tuttavia, si parla di un'altra ondata di contaminazione, questa volta dovuta alla variante Omicron. E poiché anche le persone vaccinate si stanno infettando, è naturale la diffidenza di una larga parte della popolazione, soprattutto dopo che laboratori come Pfizer non sono stati considerati responsabili dei possibili effetti collaterali. Non si tratta di negare la scienza. Ma di mettere in discussione e soprattutto conoscere, con trasparenza, i fatti. Senza trucchi. Senza politica. Senza interessi finanziari.

Come ogni farmaco, i vaccini di qualsiasi tipo possono provocare effetti collaterali negativi: in rari casi, possono causare danni permanenti o addirittura la morte. Ciononostante, sono ancora raccomandati e rappresentano il modo migliore per prevenire e ridurre alcune malattie infettive. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che le vaccinazioni evitino ogni anno 3 milioni di morti.

Tuttavia, durante la pandemia e ancora adesso, parlare delle possibili reazioni avverse causate dai vaccini è diventato un tabù per la stampa e persino per la comunità medica di diversi Paesi. Questo comportamento della classe politica e del mondo della sanità non solo ha insospettito moltissima gente, ma ha creato un clima di sfiducia nei confronti di coloro i quali dovrebbero curarsi della salute degli ammalati e non del lucro della multinazionale del farmaco.

https://medias.revistaoeste.com/qa-staging/wp-

 


Citazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 950
 

https://youtu.be/ETduVJygmCE

Intervista (in tedesco) all'avvocato della signora, medico, menzionata nell'articolo.

Lunedi il tribunale di Amburgo ha sorprendentemente cancellato la data del processo. 

Questo post è stato modificato 1 anno fa da Pfefferminz

RispondiCitazione
mystes
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1474
Topic starter  

La BioNTech si è dichiarata fiduciosa sul fatto che i processi in corso saranno tutti archivia

Ipse dixit: saranno tutti archiviati.


RispondiCitazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 950
 

Questi sono processi civili, non possono venire "archiviati". Caso mai ci saranno sentenze negative per i ricorrenti, o cosa ancora più probabile, ci saranno sentenze alternativamente negative e positive, così si percorrono tutte le  istanze e si fanno aumentare i costi. C'è da dire però che chi promuove queste cause è coperto da assicurazione privata per l'assistenza giuridica e non corre nessun rischio. Ne ha parlato una volta l'avvocato Ulbricht. Ai  danneggiati da vaccino che si rivolgono al suo studio legale viene sconsigliata la causa civile, se non sono coperti da assicurazione, perché i costi sono enormi, se si percorrono tutte le istanze giuridiche. Successivamente, l'avvocato contatta l'assicurazione e si fa confermare l'assunzione delle spese legali, cosa che viene concessa dopo "l'esame di successo". L'assicurazione valuta cioè se la causa ha probabilità di successo oppure no. Nel primo caso l'assicurazione si assume le spese per la prima istanza di giudizio. L'esame di successo si compie ad ogni istanza. Poiché lo studio legale Ulbricht ha già molte cause civili nella pipeline, se ne deve desumere che le assicurazioni per la protezione legale vedono probabilità di successo per il risarcimento danni da vaccino. 

I 150.000 euro richiesti dalla signora in questione sono "Schmerzensgeld" (pretium doloris). A questo importo si aggiungono le spese per trattamenti medici, ecc. 

C'è da tener presente che in Germania non esistono i risarcimenti milionari a cui ci hanno abituato le notizie provenienti dagli USA. I risarcimenti per danni alla salute sono relativamente modesti, come si evince dal caso del medico cinquantenne in questione, una signora che praticava sport, godeva di ottima salute e ora soffre di dolori al torace, stanchezza cronica e insonnia. 

 

 

Questo post è stato modificato 1 anno fa da Pfefferminz

RispondiCitazione
BrunoWald
Reputable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 484
 

Non vorrei infierire, ma una cinquantenne che pratica sport e gode di ottima salute, la quale si fa inoculare un misterioso "vaccino" genico sviluppato in ben undici mesi, per proteggersi da un morbo che mette in pericolo ottuagenari, obesi e diabetici, mi sembra che sia un pò causa del suo mal... specialmente se è un medico (ho capito bene?) e queste cose dovrebbe saperle assai meglio di me.

Questo nulla toglie alla responsabilità dei criminali di cui sopra, è ovvio.

Non voglio giudicare nessuno, anche perché nella vita di cavolate ne ho fatte a mia volta... Ma questa no, per fortuna, e continua a sorprendermi la leggerezza con cui tante persone intelligenti hanno assunto un farmaco più che sospetto, di cui non si sapeva letteralmente nulla, come se non si trattasse del loro corpo, ma di qualcos'altro. Lo sanno tutti che la prima edizione di qualsiasi prodotto è sempre piena di difetti, che vengono corretti strada facendo... È appunto per questo che nel caso dei farmaci esiste la fase della sperimentazione.

Il mio discorso si riferisce a quello che dovrebbe pur essere il normale istinto di conservazione della maggioranza degli individui ragionevoli, che danno per scontata la buona fede delle istituzioni, senza pretendere che percepiscano fin dall'inizio, come alcuni di noi, gli intenti criminali a monte. 


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 950
 

"... specialmente se è un medico (ho capito bene?)..."

Sì, si tratta di un medico di Amburgo che lavora in ospedale, dato confermato anche dal portavoce del tribunale distrettuale. Era prevista un'udienza per ieri mattina, ma è saltata perché l'avvocato della signora venerdì pomeriggio aveva inoltrato la richiesta che fossero tre i giudici designati, e non uno soltanto, come era previsto, per condurre il processo, considerata l'importanza del procedimento per tutta la Germania. 

La signora desidera mantenere l'anonimato.

Negli ospedali in Germania era richiesta la vaccinazione al personale sanitario. Da altre fonti (Tom Lausen), ho appreso che nel più grande ospedale di Amburgo più del 90% degli addetti si è sottoposto alla vaccinazione anti-Covid. Quelli che hanno opposto resistenza, alla fine, hanno avuto la meglio, perché la vaccinazione obbligatoria non è passata.

Condivido le tue riflessioni su quello che dovrebbe essere il "normale istinto di conservazione", ma la realtà ci lascia sgomenti.

C'è anche un altro dato interessante che avrebbe dovuto suggerire di non inocularsi: quando sono iniziate le vaccinazioni (fine dicembre 2020/inizio 2021), i ricoveri negli ospedali per Covid 19, che inizialmente* era una malattia grave con polmonite interstiziale, sono crollati al 3%. Nel corso del 2020 invece c'erano stati molti ricoveri per Covid 19 grave.

* La definizione di Covid 19 è cambiata nel tempo. Agli inizi si intendeva per Covid 19 solo la malattia grave con polmonite, poi l'OMS ha cambiato la definizione e da allora anche solo un po' di tosse (più tampone positivo!) veniva classificato come Covid. 


sarah hanno apprezzato
RispondiCitazione
Petrus
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1037
 
Pubblicato da: @mystes

...Sommate, le cause possono raggiungere 1 milione di euro...

Capirai, andranno falliti per tutti quei soldi, che sono piu o meno il loro budget mensile per l'acquisto di carta igienica...


RispondiCitazione
Pfefferminz
Prominent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 950
 

Una buona notizia.

Nel suo ultimo video, il Prof. Bhakdi ha comunicato che in Tailandia è stata inoltrata una denuncia contro un produttore di "vaccini" anti-Covid e che questa denuncia sarebbe stata "accettata". L'accento di Bhakdi sul termine "accettata" sta a significare che la denuncia non è stata archiviata come quella di Pascal Najadi in Svizzera. Inoltre in Tailandia l'élite sarebbe contraria alle vaccinazioni Covid.

Fonte: https://youtu.be/heobHOaayxY (video in tedesco in cui il Prof. Bhakdi commemora il Prof. Arne Burkhardt, presenta il suo nuovo libro, una biografia, e parla della Tailandia) 

 

Questo post è stato modificato 1 anno fa da Pfefferminz

RispondiCitazione
Condividi: