Berlusconi non cadr...
 
Notifiche
Cancella tutti

Berlusconi non cadrà (intervista a Giovanni Sartori)


Tao
 Tao
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 33516
Topic starter  

“Il sultano Berlusconi non cadrà: è padrone di tutto il paese”. Intervista a Giovanni Sartori

di Miguel Mora, El País, traduzione di italiadallestero.info

Giovanni Sartori (Firenze, 1924) è uno dei pochi intellettuali italiani che si esprime sulla valanga di rivelazioni di feste con sesso e droga che girano intorno al primo ministro, Silvio Berlusconi.

Sartori ha pubblicato due mesi fa un libro dal titolo profetico Il Sultanato, che raccoglie i suoi articoli per Il Corriere della Sera. Lo scettico Sartori respinge la possibilità che gli scandali possano avere un costo politico per il sultano. “Si dimette, lo processano e poi non può cadere. Il partito mangia al suo desco, come la Chiesa. Gli italiani non sanno quello che succede perché guardano solo la televisione”, afferma.

Domanda: L’idea del libro è che l’Italia di Berlusconi non è una dittatura né una democrazia, ma un sultanato.

Risposta: Ho deciso il titolo prima che uscissero le notizie sulle feste e le veline e ha fatto fortuna, nonostante alcuni sultani fossero più violenti di lui. Avevano brigate di nani acrobati che assassinavano i nemici. In tutti i casi è un regime di corte, un harem.

D: E in che cosa assomiglia a una dittatura?

R: Lui non è un dittatore del secolo XX perché non ha cambiato la Costituzione, nonostante abbia tentato di svuotarla di contenuto dall’interno per togliere potere al Parlamento. Ma gli italiani che lo votano dicono: “Siamo contentissimi con il nostro dittatore” Lo definisce l’idea di corte: fa quello che vuole, ottiene quello di cui ha bisogno, non distingue fra pubblico e privato, il piacere del potere lo gratifica. È a metà strada fra il dittatore e non. È il padrone all’antica, il gallo nel pollaio.

D: È rimasto stupito dall’uso dei vari harem?

R: No, il sultano fa quello che vuole e quello che gli piace. Sappiamo che le ragazze gli sono sempre piaciute. Fa parte del personaggio: il lusso, le grandi feste, le minorenni. Non ci sono prove, ma è assolutamente verosimile, coincide con il personaggio.

D: Veronica Lario ha parlato di “vergini offerte al drago”

R: È sua moglie, ed è logico pensare che ne sia al corrente. Da allora sta zitta. Lui ha molti e forti meccanismi di pressione. Il primo sono i figli. Se Veronica parla un’altra volta li può privare dell’eredità.

D: Crede che sia questa l’obiettivo di Berlusconi?

R: Adesso sarà più cauto ed attento. Continua ad avere l’appoggio popolare e a vincere le elezioni. Dice: “ Sono così e agli italiani piaccio come sono, non cambierò”. Per proteggersi approverà la legge che limita le intercettazioni a fini giudiziari, fatto gravissimo perché danneggia l’azione della polizia contro la mafia, però a lui non sono mai importati questi danni collaterali.

D: Però la sensazione è che il fango abbia solo cominciato a uscire fuori.

R: Usciranno foto e prove di tutti i tipi, ma si dirà che sono fotomontaggi, calunnie.

D: Il suo partito non gli crederà.

R: Il Popolo della Libertà è una massa clientelare piú fedele di quella della Democrazia Cristiana. Tutti vivono di lui, il papi dà loro la pappina. Non si romperà tanto facilmente come la DC, hanno piú privilegi e piú potere locale, le regioni sono uno scandalo assoluto. È una rete feroce e vorace che conquista sempre più potere, un para-Stato che ha tutto l´interesse di continuare insieme. Tutti salgono sul carro del vincitore e lui li lascia fare. L’unica cosa che gli interessa è mantenere il suo patrimonio intatto, il resto è una grande mangiatoia.

D: E Fini?

R: Fini è silurato. Con l’accorpamento dei partiti Berlusconi ha incoronato i colonnelli, li ha fatti ministri. Non ha potere neanche sui suoi. Quando parla è distaccato ed elegante, peró la sua carriera politica è costellata di errori e di sciocchezze. Se arrivasse al potere, avrei piú fiducia nel mio gatto che in lui.

D: Ma l’immagine del paese peggiora di giorno in giorno a livello internazionale.

R: Nel 94 gli saltarono addosso, nessuno credeva che potesse durare e si abituarono a lui. Non credo che ci sia la minima pressione internazionale. Lui dice che è tutto un complotto dei nostri comunisti, di Murdoch e di El País, e con questa favola va avanti. È molto astuto, molto furbo. Va a vedere Obama e si colloca al primo posto nella lista dei suoi amici. Manda più soldati in Afganistan e accoglie tre prigionieri di Guantanamo e Obama non lo può trattare male.

D: Non sembra neanche possibile che si dimetta: perderebbe l’immunità.

R: Se si dimette, lo processano. Prima di dimettersi si farebbe garantire l’immunità come Pinochet. Guardi il suo sorriso: è genuino, autentico. Non mente. Rivela: “Sono io che vi do da mangiare”. Degli scandali il paese non sa proprio nulla. La televisione non informa, l’80% degli italiani si informa attraverso la televisione. ”Controlla sei canali su sette e il settimo ha paura. Impossibile che gli chiedano il conto. Non c’è speranza.

D: La Chiesa non può farlo cadere?

R: È molto attenta, però lui la lascia comandare sempre di più. Non ci sono relazioni Chiesa-Stato, é ma da potere a potere. Anche loro ci mangiano con la loro Italia, le scuole, la fine della vita… È comprata come gli altri. Per questo sta zitta e lascia fare. É proprio questo, la Chiesa.

Fonte: http://temi.repubblica.it
Link: http://temi.repubblica.it/micromega-online/%E2%80%9Cil-sultano-berlusconi-non-cadra-e-padrone-di-tutto-il-paese%E2%80%9D-intervista-a-giovanni-sartori/
12.07.2010


Citazione
helios
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 16537
 

Berlusconi non cadrà?
ecco mi avete rovinato le ferie 🙄

😆 😆 😆

D: Veronica Lario ha parlato di “vergini offerte al drago”

R: È sua moglie, ed è logico pensare che ne sia al corrente. Da allora sta zitta. Lui ha molti e forti meccanismi di pressione. Il primo sono i figli. Se Veronica parla un’altra volta li può privare dell’eredità.

...mah!.... l'eredità a chi potrebbe interessare?
La Lario aveva qualche sassolino nella scarpa...ha tirato fuori i più piccoli perchè sa che ai più grossi non crederebbe nessuno.OLtre ad avere tutti contro.


RispondiCitazione
Tonguessy
Membro
Registrato: 11 mesi fa
Post: 2779
 

Fini silurato? Ma che dice Sartori? Fini è l'uomo che piace a tutti, dalla chiesa alla "sinistra", è il chirurgo che ridarà la verginità a quella baldracca del partito attualmente al governo, a patto s'intende che il cavaliere che tante ire si sta attirando (e non solo da parte dei komunisti) si defili.
Staremo a vedere...


RispondiCitazione
radisol
Illustrious Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 8261
 

L'analisi di Sartori è senz'altro utile ed interessante ma è pure di un anno fa.

Credo che oggi le contraddizioni interne alla destra siano ben più pesanti ... ed anche l'oggetto del contendere non sono le "feste a luci rosse" ma ben altro ....

Vedremo .... ma la situazione mi sembra molto diversa...

L'unica cosa rimasta uguale è la totale insipienza dell' opposizione istituzionale .... insipienza che forse è l'unica vera forza rimasta al Sultano ....


RispondiCitazione
RobertoG
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 210
 

Il Sultano ha un grande potere, ma a mio parere è e rimane comunque un servo. Ed un servo anche molto utile.

Nel mentre i suoi ministri stanno devastando l'Italia con raffiche di privatizzazioni a tappeto e con il progressivo azzeramento dei diritti dei lavoratori (come impongono i dettami del Fondo Monetario Internazionale), quel poco di opposizione rimasta nella coscienza del paese viene distratta dalle performances di questo personaggio imbarazzante e della sua cricca di ladroni.

Così le puttane, le ruberie, i favoritismi sfacciati e i conflitti d'interesse volgarmente ostentati fanno da grande paravento all'eutanasia di una nazione e del suo stato sociale.


RispondiCitazione
AlbaKan
Noble Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 2015
 

Berlusconi non cadrà

Mamma mia, su CDC si legge sempre di disgrazie....mai una bella notizia!


RispondiCitazione
Condividi: