Quasi quasi mi vacc...
 
Notifiche
Cancella tutti

Quasi quasi mi vaccino


Tao
 Tao
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 33516
Topic starter  

Quasi quasi mi faccio un vaccino. L’ho pensato a Perugia, avevo un’ora di tempo e con la mia amica dottoressa stavo parlando di vaccini, delle polemiche sui vaccini, del fatto che gli italiani dimostrino la loro voglia di estinguersi non solo omaggiando il Grande Maltusiano Pannella ma pure mostrando una crescente ostilità verso le vaccinazioni. Ciò che resta del nostro popolo è passato dalla religione alla superstizione e pertanto si affida all’omeopatia e diffida dei vaccini.

E perché tanti medici non si vaccinano contro l’influenza? Perché sono ignoranti e non credono nella scienza, mi risponde, e non ci trovo niente di strano: tanti preti, vescovi e cardinali non credono in Dio, tanti cuochi non mangiano e conosco dei produttori di vino astemi. Ho voluto dare l’esempio: che vaccino mi puoi fare oggi? Aveva in frigo il Prevenar 13, mi ha detto che mi avrebbe evitato di morire di polmonite, o almeno non di polmonite causata da pneumococco. Io trovo giusto morire però di polmonite facilmente si muore in ospedale e morire in ospedale non mi sembra dignitoso (bisognerebbe morire in casa, patriarcalmente, o dove capita, eroicamente). Quindi ho denudato il deltoide.

Camilla Langone
Fonte: www.ilfoglio.it
24.06.2016


Citazione
mediterraneo
Estimable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 204
 

" E perché tanti medici non si vaccinano contro l’influenza? "
Una bella domanda te la sei fatta anche tu , ma visto che sei un intelligentona ,come la tua amica dottoressa , fatti pure tutte le vaccinazioni che vuoi , sei proprio la persona che merita di non estinguerti , anzi perche' non te ne fai uno bello concentrato con per esempio 6-7 vaccini diversi in una volta sola ,cosi' non ti rovini in tuo bel deltoide? E pure se dovesi avere una bella bimba appena nata o una nipotina ,subito una bella punturina concentrata ,vorrai mica rovinargi il suo bel deltoide ?


RispondiCitazione
Denisio
Estimable Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 194
 

Il foglio non va più bene nemmeno per pulirsi il cuo.


RispondiCitazione
Capra
Trusted Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 71
 

Interessante... Non l'articolo però!


RispondiCitazione
esca
 esca
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1074
 

L'azione dimostrativa lascia un po' il tempo che trova. Con riferimento ai vaccini definiti "antinfluenzali", più che dalla singola dose, che pur può provocare effetti indesiderati collaterali, il timore è correlato alle conseguenze dopo anni e anni di inoculazione di additivi misti a metalli. Infatti al quinto, settimo, decimo anno quale sarà lo stato di salute del sistema nervoso in generale? Senza considerare che poi, puntualmente, moltissimi tra i vaccinati l'influenza se la pigliano lo stesso. E quindi??
La signora intende ripetere la dimostrazione sulla sua pelle ogni anno? Se è così, auguri.


RispondiCitazione
venezia63jr
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 1229
 

Un fondo di verita' c'e'.
I complottisti dicevano che la fondazione melinda & bill gates
sponsorizzavano la vaccinazione nei paesi del terzo mondo per
contrastare la prolificazione.
Dai risultati che vediamo sulle nostre coste sembra invece che le
vaccinazioni hanno dato un risultato insperato.
Camilla deve essere informata.


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 2218
 

E perché tanti medici non si vaccinano contro l’influenza?

Perché vivendo dall'interno la struttura sanitaria imparano meglio di altri come funziona e diffidano.
Come dire: perché un politico non si fida di quello che dice un altro politico? Perché un avvocato non da per contato che un giudice abbia "ragione" o che non sia un deliquente? Perché un fruttivendolo non comprerà mai frutta da un altro fruttivendolo?

Beh, possiamo andare avanti all'infinito, ma di certo banalizzare un fenomeno che ha molte sfaccettature come questo, non aiuta.
Tanto per cominciare l'effettivo contributo delle vaccinazioni è in forte discussione e non solo in medicina, ma un po' in ogni sede civile, scientifica e istituzionale, perché in genere è preso come sostitutivo per una sana alimentazione, come d'altrone la farmacologia è presa come soluzione a problemi di natura sociale. Il modello sottostante con cui si giunge all'abuso e all'esagerazione in ogni senso (pro e contro) è sempre il medesimo.ù

Anche l'assunto che migliori le difese immunitarie non è così scientificamente rigoroso e dimostrabile, soprattutto in vista dei potenziali effetti collaterali.
Non è chiaro sempre in termini di costi-benefici quale sia il contrappeso, per esempio ci si immunizza per un certo virus e solo quello (che poi in effetti avremmo una percentuale ridicola di probabilità di contrarre) ma ci si espone x volte di più ad altri patogeni, oppure si crea un danno da qualche altra parte per un eccipiente sbagliato. In generale il sistema immunatario umano, forgiato da millenni di evoluzione, funziona abbastanza bene da solo, a patto però che non ci siano situazioni di particolare disagio. Ad esempio non funziona bene senza igene, senza vitto e alloggio, senza una rete minima di rapporti umani decenti.

Molti altri fattori oggi poi contribuiscono pesantemente a minacciare le nostre difese immunitarie: molecol chimiche di sintesi che ammorbano l'acqua, l'aria e il cibo, radiazioni, nano polveri ...
Noi stiamo lavorando alacremente per scavare la nostra tomba, con tanto d'epitaffio: "Qui si estinse l'Uomo, una strana specie semi-senziente che credeva di migliorare quando peggiorava e di peggiorare quando migliorava".

Eeh però la Sig.ra Camilla ha pure ragione: perché lottare per una dimensione medica più onesta se ci si può vaccinare dal pneumococco e "stare più tranquilli"? Lei vuole solo dormire. Così si evita di fare gli stronzi e pretendere un mondo migliore che in fondo, non interessa a nessuno.


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3719
 

funziona abbastanza bene da solo

❓ ❓ 😯 😯


RispondiCitazione
gingers
Active Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 13
 

Molto molto interessante. Non l'articolo però, l'autore.

..è un'evidente (almeno per me) dimostrazione che la cultura è un parassita del culto, che le mostre sono un inerte surrogato delle messe, che gli operatori culturali sono larve di mosche dentro la carne di Dio

Camillo Langone

http://www.ilfoglio.it/preghiera/2016/05/27/perch-non-riesco-pi-a-entrare-nelle-chiese-sconsacrate___1-vr-142543-rubriche_c119.htm


RispondiCitazione
Condividi: