Notifiche
Cancella tutti

JAMES RICKARDS: QUANDO LA PROSSIMA CRISI FINANZIARIA COLPIRÀ, LE ÉLITE HANNO PIANIFICATO DI CONGELARE IL SISTEMA FINANZIARIO, IN TUTTO IL MONDO

   RSS

1
Topic starter

James Rickards: Quando la prossima crisi finanziaria colpirà, le élite hanno pianificato di congelare il sistema finanziario, in tutto il mondo

The Exposé

26 novembre 2023

https://expose-news.com/2023/11/26/when-the-next-crisis-hits-the-elites-are-planning/

 

Durante un'intervista nel 2017, James Rickards ha rivelato che esiste una rete di 189 persone in posizione di potere nei sistemi finanziari mondiali che hanno nelle loro mani il destino del sistema finanziario globale. Condividono una visione – Un ordine mondiale, Una tassazione mondiale e Una moneta mondiale – e hanno lavorato dietro le quinte per prepararsi a trasformare quella visione in realtà.

 

James “Jim” Rickards [1] è Chief Global Strategist per Meraglim [2], una società di investimento; è l'editore di Strategic Intelligence, una newsletter finanziaria, e direttore del James Rickards Project [3], un'indagine sulle complesse dinamiche della geopolitica e del capitale globale. È autore di ' The New Case for Gold ' (aprile 2016) e di due bestseller del New York Times: 'The Death of Money' (2014) e 'Current Wars' (2011). Nel 2016 ha pubblicato un altro libro 'La strada verso la rovina' [4].

Fin dall’antichità le élite finanziarie hanno sognato il dominio, il controllo totale. Sebbene il piano sia passato di mano innumerevoli volte, il suo obiettivo principale è rimasto invariato. L’attuale generazione di élite è la prima a disporre della tecnologia per realizzare il piano. In un’intervista con The Daily Reckoning [5] nel novembre 2017, Rickards ha rivelato in pieno i piani delle élite. In questo articolo ci concentriamo su una breve clip tratta da questa intervista.

Presentando la sezione dell'intervista da cui è stata tratta la clip, John Burke di The Daily Reckoning ha esordito citando il libro di Rickards "The Road to Ruin":

La prossima crisi finanziaria non sarà semplicemente una versione più ampia delle crisi del 1998 e del 2008, ma sarà qualitativamente diversa. Comprenderà più livelli di azione su scala globale. Mostrerà un’inflazione che non si vedeva dagli anni ’70, un’insolvenza che non si vedeva dagli anni ’30 e chiusure di borse che non si vedevano dal 1914. Il potere statale sarà chiamato in causa per contenere il panico. Il capitalismo sarà screditato una volta per tutte.

Non solo la prossima crisi distruggerà più ricchezza degli investitori rispetto al 2008 e durerà molto più a lungo della Grande Depressione, ha spiegato Burke, ma questa crisi sarà storica per un altro motivo. Una rete di élite utilizzerà la prossima crisi come copertura e lancerà il suo attacco. Il sistema finanziario diventerà oscuro, in tutto il mondo. Trilioni di dollari svaniranno all’istante e, in molti casi, in modo permanente. Centinaia di milioni di persone saranno tagliate fuori dal proprio denaro per mesi o addirittura anni. Sarà la più grande confisca di ricchezza della storia.

Una sera, durante una cena, un consulente senior del CEO di BlackRock disse a Rickards: "Vogliono dirci che non possiamo vendere". Questo commento sfuggente ha suscitato la curiosità di Rickards: “Di cosa stava parlando? Di chi stava parlando?" Così ha fatto alcune telefonate ai suoi contatti a Washington e a Wall Street. Poco dopo partecipò ad una serie di incontri a Londra, Ginevra, New York e in Sud America. E cominciò a unire i punti. "È emerso uno schema", ha detto Rickards.

“Ha rivelato una rete di oltre 189 persone posizionate all'interno delle principali istituzioni finanziarie del mondo. Alcuni di loro ricoprono posizioni di rilievo all’interno del FMI, della Banca Mondiale e di tutte le banche centrali del G20, compresa la nostra Federal Reserve”.

Più avanti nell’intervista, Rickards ha affermato che queste 189 persone controllano anche gran parte di ciò che accade nelle banche centrali di Cina, Russia, India, Brasile, Canada ed Europa. “Queste istituzioni formano una sorta di sovrastruttura globale. Costituisce una sorta di rete che circonda tutte le nazioni”, ha detto Rickards. "I loro leader non sono eletti democraticamente, non sono responsabili nei miei confronti, sono fuori dalla portata del governo [e] dei cittadini e tuttavia hanno nelle loro mani il destino del sistema finanziario globale", ha aggiunto.

La sovrastruttura globale comprende organizzazioni come la Federal Reserve, i Bilderberger, le banche centrali, le agenzie di intelligence e i media. “Le élite controllano tutte queste sfere”, ha detto.

“Queste élite condividono una visione e stanno per trasformarla in realtà. Quella visione è Un ordine mondiale, Una tassazione mondiale e Una moneta mondiale… Tutte le loro azioni sono orientate a far avanzare tale agenda. Hanno lavorato per anni dietro le quinte preparandosi a realizzare quella visione. Hanno letteralmente manipolato le leggi della finanza internazionale; tutto è sostanzialmente a posto in questo momento e sostanzialmente non c'è modo di impedire che ciò accada. Quando la crisi colpirà, gireranno l’interruttore congelando il sistema finanziario globale. Ciò darà loro il tempo di reimpostare l’economia mondiale secondo la loro visione”.

Questo è il piano Ice-Nine.

Ice-Nine è una frase presa in prestito da un libro intitolato "Cat's Cradle" di Kurt Vonnegut. Rickards usa questo termine come metafora per spiegare cosa accadrà al sistema finanziario e alla prossima crisi finanziaria. In breve, il piano Ice-Nine è quello di congelare il sistema finanziario, in tutto il mondo, e poi sostituirlo con un nuovo sistema che non sia basato sul dollaro statunitense.

Lettura di approfondimento: The Ice-Nine Lockdown [6], James Rickards, 23 gennaio 2017

In molti casi, le 189 persone identificate come parte di questa rete si nascondono in bella vista, ha detto Rickards. Ne ha nominati alcuni dicendo che questa lista è solo la punta dell'iceberg:

  • Christine Lagarde [7], ex direttore generale del Fondo monetario internazionale (“FMI”) e attualmente presidente della Banca centrale europea.
  • Mark Carney [7], ex governatore della Banca d'Inghilterra e attualmente presidente di Impact Investing presso Brookfield Asset Management e Bloomberg Inc.
  • Raghuram G. Rajan [9], ex governatore della Reserve Bank of India, ex vicepresidente del consiglio della Banca dei regolamenti internazionali e attualmente professore di finanza al Chicago Booth.
  • Haruhiko Kuroda [10], ex governatore della Banca del Giappone e attualmente professore presso il National Graduate Institute for Policy Studies (“GRIPS”).
  • William C. Dudley [11], ex presidente della Federal Reserve Bank di New York. È entrato a far parte della Federal Reserve alla vigilia della crisi finanziaria del 2008 [12].
  • Agustín Carstens [13], ex governatore della Banca del Messico e attualmente direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali (“BRI”).
  • Janet Yellen [14], ex presidente del Federal Reserve System e attualmente segretario al Tesoro sotto Joe Biden.
  • Mario Draghi [15], ex presidente della Banca Centrale Europea ed ex primo ministro italiano.
  • Zhu Min [16], ex vicedirettore generale del FMI e attualmente vicepresidente del China Center for International Economic Exchanges (“CCIEE”).
  • Zhou Xiaochuan [17], ex governatore della Banca popolare cinese e attualmente [18] presidente della Società Cinese per le Finanze e le Banche, vicepresidente del Forum Boao per l'Asia e rappresentante principale della Cina presso il Forum Boao.

Puoi guardare l' intervista completa del Daily Reckoning con Rickards intitolata "The Coming Big Freeze "QUI [21].

La clip qui sotto, oggetto di questo articolo, inizia al minuto 6:17.

Jim Rickards spiega il progetto Ice Nine che è il codice per il ripristino finanziario (10 minuti)

https://rumble.com/v22ksh8-jim-rickards-explains-how-project-ice-nine-which-is-code-for-the-financial-.html

 

  1. http://www.jamesrickardsproject.com/about/
  2. https://www.meraglim.com/
  3. http://www.jamesrickardsproject.com/
  4. http://www.jamesrickardsproject.com/product/the-road-to-ruin/
  5. https://dailyreckoning.com/
  6. https://dailyreckoning.com/ice-nine-lockdown/
  7. https://wikispooks.com/wiki/Christine_Lagarde
  8. https://wikispooks.com/wiki/Mark_Carney
  9. https://faculty.chicagobooth.edu/raghuram-rajan
  10. https://www.weforum.org/people/haruhiko-kuroda/
  11. https://wikispooks.com/wiki/William_Dudley
  12. https://www.wsb.com/speakers/william-dudley/
  13. https://wikispooks.com/wiki/Agust%C3%ADn_Carstens
  14. https://wikispooks.com/wiki/Janet_Yellen
  15. https://wikispooks.com/wiki/Mario_Draghi
  16. https://www.weforum.org/agenda/authors/min-zhu/
  17. https://wikispooks.com/wiki/Zhou_Xiaochuan
  18. https://www.bruegel.org/people/xiaochuan-zhou
  19. https://wikispooks.com/wiki/Robert_Rubin
  20. https://www.cfr.org/expert/robert-e-rubin
  21. https://www.youtube.com/watch?v=qA-ietqepWA

 

 

 

Questa argomento è stata modificata 7 mesi fa 2 volte da oldhunter
2 risposte
0

Compratevi dell'oro. Fisico, non oro di carta. Quello non sparirà e vi permetterà di sopravvivere, alla faccia dei figli di putt....che ci vogliono schiavi .

Questo post è stato modificato 7 mesi fa da Roberto Rey

La questione e' che se gli americani saranno in condizione di dettare le regole, non ci staranno i cinesi. E viceversa. A questa teoria che sono tutti d'accordo, non ci ho mai creduto.,

0

I personaggi citati alla fine dell'articolo sono funzionari esecutivi, sicuramente potenti, ma non sono loro a decidere i destini del mondo: come dice il termine, svolgono semplicemente la funzione che viene loro assegnata dal Sovrano, da cui derivano il loro potere e di cui sono al servizio. Chi sia il Sovrano non è chiaro, perché al contrario dei re del passato esso si cela alla vista dei sudditi, ma deve evidentemente trattarsi di un gruppo di famiglie che possiedono mezzo pianeta e controllano il sistema finanziario. Esistono diverse teorie circa questa entità, e le forme in cui si organizza; potrebbe trattarsi di una specie di cupola mafiosa, in cui sono rappresentate diverse fazioni, tra cui la cosiddetta Nobiltà Nera, e molto altro. Ma questi sono dettagli, l'essenziale per quanto ci riguarda è che esiste un potere occulto che decide i destini del mondo: se non si capisce questo, e si ragiona a partire dai vari Putin, Xi, Biden, o anche Gates e Schwab, si è del tutto fuori strada a mio parere.

Come afferma lo stesso Rickards, "queste 189 persone (ossia, i loro padroni...) controllano anche gran parte di ciò che accade nelle banche centrali di Cina, Russia, India, Brasile, Canada ed Europa." Questa cosa è evidente di per sé, non perché lo dica Rickards, e spiega le dinamiche del mondo. Per cui non è questione di credere o non credere, caro @Cachafaz, o che siano tutti d'accordo... Non riusciamo ad andare d'accordo neppure in famiglie di tre o quattro persone, figuriamoci a quei livelli... Il fatto è che - cito - "esiste una visione – Un ordine mondiale, Una tassazione mondiale e Una moneta mondiale", che costituisce evidentemente la base comune che ispira e disciplina il loro agire. Quando Rickards afferma che questa entità controlla anche le banche centrali dei BRICS (e non solo quelle), afferma una palese ovvietà: se poi vogliamo abbandonarci al wishful thinking delle "Potenze Libere", come fanno alcuni, è una questione di scelta personale.

Forse non sono "tutti d'accordo", ma la storia mondiale degli ultimi cinquecento anni ci mostra la palese coerenza degli accadimenti storici con una specifica agenda, uno spartito, un piano generale - chiamatelo come volete - che presuppone una continuità, e dunque l'esistenza di strutture occulte che si perpetuano attraverso i secoli, e che ritengo essere società segrete di natura esoterica, società che René Guenon definiva "contro-iniziatiche". Chi non ci crede ha tutto il diritto di pensarla altrimenti, e amici come prima.

Questo post è stato modificato 7 mesi fa 2 volte da BrunoWald
Condividi: