Notifiche
Cancella tutti

Massoni

Pagina 3 / 3

DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1029
 

quale sarebbe questa realtà?

Brava Deborah, questo é il giusto atteggiamento da avere, per una ragazzina vivace e curiosa.

Va da sé che stiamo parlando di massoneria.

Da parte mia la risposta é: te la cerchi, se ti interessa, questa realtà, come dovrai cercarti tante altre cose, se non vuoi fare la fine dei tanti banalotti che scambiano la vita per un centro commerciale con i prodotti in vetrina, in attesa del loro ispirato e fondamentale giudizio.

La ricerca serve, tra l'altro, a maturare e ad essere sicuri di quello che si vuol cercare, così potrai anche farti un'idea di cosa vuol dire fuorviante ed anche insider in queste cose, per esempio.

Se ti dessi le indicazioni al proposito ti farei un grande torto. Credo che te ne possa rendere conto.

da cosa deduci che mi sia fermata nelle mie ricerche?
sinceramente avrei apprezzato un consiglio più mirato ma se questo è il tuo parere, ok, ti ringrazio e ti assicuro che la mi sete di conoscenza non ha alcuna voglia di placarsi

saluti


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 4888
Topic starter  

da cosa deduci che mi sia fermata nelle mie ricerche?...

Cosa ti fa pensare che io deduca che tu...?

Tutt'altro.

(So bene che quando si é fatti in un certo modo non si ha scelta, quando si comincia a cercare).


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1029
 

da cosa deduci che mi sia fermata nelle mie ricerche?...

Cosa ti fa pensare che io deduca che tu...?

Tutt'altro.

(So bene che quando si é fatti in un certo modo non si ha scelta, quando si comincia a cercare).

non so se sono i miei limiti ma non riesco proprio a comprendere il tuo modo di scrivere...


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 4888
Topic starter  

non so se sono i miei limiti ma non riesco proprio a comprendere il tuo modo di scrivere...

Anch'io non mi spiego, se non come un'abitudine contemporanea, questo tuo ritmico dichiarare di non capire.

Pazienza! Il mondo é pieno di persone che dicono o scrivono cose. Ce ne sono per tutti.


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1029
 

non so se sono i miei limiti ma non riesco proprio a comprendere il tuo modo di scrivere...

Anch'io non mi spiego, se non come un'abitudine contemporanea, questo tuo ritmico dichiarare di non capire.

Pazienza! Il mondo é pieno di persone che dicono o scrivono cose. Ce ne sono per tutti.

bisognerebbe chiedersi se altri utenti hanno come me difficoltà nel comprendere il tuo insolito modo di scrivere...


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 4888
Topic starter  

bisognerebbe chiedersi se altri utenti hanno come me difficoltà nel comprendere il tuo insolito modo di scrivere...

La cosa mi incuriosisce, cara: a che scopo?


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1029
 

bisognerebbe chiedersi se altri utenti hanno come me difficoltà nel comprendere il tuo insolito modo di scrivere...

La cosa mi incuriosisce, cara: a che scopo?

per rendermi conto se sono l'unica a non comprendere il tuo modo di esprimerti dannatamente ermetico


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 4888
Topic starter  

dove vuole arrivare il tuo ragionamento?
sii più chiaro per favore

continuo a non capire, non so se per miei limiti o per la tua eccessiva ermeticità

...ti dispiace così tanto essere semplicemente meno ermetico?

non riesco a comprendere la tua di tesi…

…se non ha voglia di darmi spiegazioni non ermetiche a riguardo…

non so se sono i miei limiti ma non riesco proprio a comprendere il tuo modo di scrivere...

bisognerebbe chiedersi se altri utenti hanno come me difficoltà nel comprendere il tuo insolito modo di scrivere...

per rendermi conto se sono l'unica a non comprendere il tuo modo di esprimerti dannatamente ermetico

“Questo solo conosco bene del dio e della sua natura: ed é che per i saggi egli propone sempre enigmi, con le sue profezie, mentre per gli sciocchi é un maestro semplice ed esplicito”
(Sofocle).

Buona notte.


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1029
 

dove vuole arrivare il tuo ragionamento?
sii più chiaro per favore

continuo a non capire, non so se per miei limiti o per la tua eccessiva ermeticità

...ti dispiace così tanto essere semplicemente meno ermetico?

non riesco a comprendere la tua di tesi…

…se non ha voglia di darmi spiegazioni non ermetiche a riguardo…

non so se sono i miei limiti ma non riesco proprio a comprendere il tuo modo di scrivere...

bisognerebbe chiedersi se altri utenti hanno come me difficoltà nel comprendere il tuo insolito modo di scrivere...

per rendermi conto se sono l'unica a non comprendere il tuo modo di esprimerti dannatamente ermetico

“Questo solo conosco bene del dio e della sua natura: ed é che per i saggi egli propone sempre enigmi, con le sue profezie, mentre per gli sciocchi é un maestro semplice ed esplicito”
(Sofocle).

Buona notte.

una volta tanto riesco a capire
ciao PDS


RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 4888
Topic starter  

Ne dubito (e non mi si chieda perché).


RispondiCitazione
DeborahLevi
Noble Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 1029
 

Ne dubito (e non mi si chieda perché).

nessuno te lo chiederà


RispondiCitazione
Franz-CVM
Eminent Member Redazione
Registrato: 9 mesi fa
Post: 27
 

Ho visto che il libro è stato già segnalato, ma la discussione che ne era seguita era più un battibecco a due che una riflessione. Poi più niente.
Una disattenzione inversamente proporzionale alla rilevanza di quello che dice questo libro, qui, come sui media mainstream. Ne ha parlato solo Il Fatto Quotidiano, e gli altri (Lerner, Huffington post, non certo grossi calibri tipo la TV) hanno ripreso la notizia per dire che IFQ ne parlava solo perchè l'editore de libro è socio del giornale (il che è cmq vero).

Propongo un riassunto ragionato

Premessa necessaria: Magaldi, l'autore del libro, è un massone, di orientamento progressista. E inizia dichiarandoci che il libro (o meglio, la serie di libri, perchè ne annuncia altri quattro dopo questo) è un'arma che lui e le Logge progressiste vogliono usare per reagire alle numerose batoste che hanno preso dalle loro consorelle conservatrici, più o meno dalla fine degli anni '60 in poi. Il senso dell'opera è "adesso racconto ai quattro venti quello che avete combinato, e vediamo se avete il coraggio di continuare". Quindi quello che ci racconta è palesemente orientato, ma non è questo il punto. In questo libro non conta tanto che lui ci presenti gli avversari in modo demoniaco e gli amici come angeli del bene, conta di più stabilire se i fatti che racconta siano veri oppure no. In sostanza, l'autore ci dice che dietro a tutti i principali avvenimenti degli ultimi settanta anni c'è sempre la mano di qualche organizzazione massonica, ed in particolare di una o più superlogge (chiamate UR-Lodges, d'ora in poi UL) tese ad affermare i propri progetti in un "cortile di casa" coincidente all'incirca col mondo intero. Reincarnazione seria del famoso personaggio di Guzzanti ()? Un caso di megalomania? Personalmente - e parlo di un'impressione "a pelle" - non credo, ma Magaldi ci chiede di credergli quasi sulla parola, dato che di documenti non se ne vede neanche uno. Da un lato, mette le mani avanti spiegandoci l'importanza della trasmissione di conoscenza "bocca ad orecchio" nel mondo massonico, dall'altro, invece, afferma di avere copia di tutta la documentazione disponibile e di essere pronto ad esibirla, "se necessario". Va aggiunto che molti dei racconti riportati nel libro derivano dalla testimonianza diretta di quattro "pentiti" di altissimo livello delle UL che, con motivazioni diametralmente opposte, prestano la propria memoria (e, dice Magaldi, aprono i rispettivi archivi) per consentire la realizzazione dell'opera e aiutare il GOD (inquietante acronimo del Grande Oriente Democratico, di cui Magaldi è espressione) a fargliela pagare ai cattivoni. I quattro appaiono nel gustoso capitolo finale e, con un espediente letterario, vengono fatti dialogare apertamente tra di loro, come fossero seduti allo stesso tavolo e commentassero l'ultimo campionato di calcio. Peccato che parlino della vita e del sangue di miliardi di persone, ma, come dice uno di loro, il conservatore Frater K, gli uomini non sono tutti uguali e ci sono individui (loro stessi) che non solo possono, ma devono decidere anche per conto degli altri come è meglio che vadano le cose. Quello che dicono è spaventoso, ma anche speventosamente credibile, per la ricchezza di dettagli e quindi di riscontri con il corso effettivo degli avvenimenti in questione. A questo si aggiunge che pure loro si dicono pronti "qualora necessario" ad uscire allo scoperto, mostrandosi con le rispettive vere identità. E' abbastanza per credergli?

Per aiutarvi, vi racconto il succo del succo del succo. Secondo Massoni la storia dal dopoguerra in poi altro non è che l'evoluzione a livello visibile di una lotta sotterranea tra cricche di uomini eruditi e potentissimi che, disponendo di leve fuori dal comune (potere/soldi/forza/relazioni) sono in grado di orientare gli avvenimenti decisivi della storia in varie parti del mondo. Quello che differenzia questa narrazione da quelle smaccatamente complottiste è la constatazione, realistica, che non esiste UN COMPLOTTO, ma VARI TENTATI COMPLOTTI che si contrappongono l'uno all'altro. Che poi è il sottotitolo del nuovo blog, ovvero "Il Grande Fratello tiene famiglia". Questa lotta, fin dai tempi lontani della Rivoluzione Francese, è quella tra progresso e conservazione, cioè tra forze che in un modo o nell'altro cercano di diffondere ricchezza e conoscenze tra la fascia più ampia possibile di popolazione (compatibilmente con i tempi) e forze che mirano a perpetuare lo status quo o a peggiorarlo, concentrando nelle mani delle elites di turno la maggior quantità possibile di risorse (potere/soldi/forza etc). Secondo il libro, le cricche più potenti degli ultimi due-trecento anni hanno tendenzialmente coinciso, per una serie di ragioni intuibili ma non spiegate compiutamente, con le logge massoniche e, più in particolare, con aggregazioni sovranazionali delle logge stesse, le già citate Ur-Lodges (UL). Queste hanno via via raggruppato gli uomini più potenti e decisi dei rispettivi schieramenti ed hanno portato avanti progetti di ampio respiro riguardanti le sorti del mondo, che, nei diversi luoghi e tempi della storia, hanno visto l'affermazione ora dell'uno ora dell'altro schieramento. I dettagli sono moltissimi e li racconterò in una infografica che sto preparando per una prossima pubblicazione, ma credo non sia difficile indovinare come sta andando la partita, cioè chi stia prevalendo adesso, senonchè la realtà è anche peggiore di quello che sembra. La partita ha visto inizialmente prevalere le UL progressiste, che avevano avuto un ruolo determinante nel vincere la guerra, fino all'incirca agli anni '60, quando gli omicidi Kennedy (John nel '63 e Robert nel '68) da un lato e la fine di Krushev dall'altro hanno fermato l'onda politica, lanciando l'epoca dei golpe militari (riusciti o tentati, come in Italia) e, anche ad est, dei regimi autoritari. Il progresso materiale è andato cmq avanti sotto la minaccia (vera o presunta) di rivoluzioni dal basso ispirate dal blocco sovietico fino a quando, verso la fine degli anni settanta, la wage share tocca il massimo in tutti i paesi democratici. Da lì in poi l'inizio della dissoluzione dell'URSS (provocata da nuove UL conservatrici) e l'ascesa al potere degli antisociali Reagan e Thatcher ha aperto la lunga epoca di regresso, tuttora in corso, portata avanti anche da personaggi all'apparenza provenienti dall'altro schieramento (un esempio tra i tanti: il Glass-Steagall Act padre di tutte le speculazioni finanziarie, l'ha abolito Clinton, non un repubblicano, ma pure in Italia, tanto per dirne una, la scala mobile l'ha abolita un socialista…). Ciò è stato possibile in base a un patto trasversale, in dodici punti, concluso nel 1981 tra UL di tutti gli orientamenti, chiamato United Fremanson for Globalization (UFG) che mise fine ad una fase di vendette violente tra UL (attentato a Reagan e, subito dopo, attentato al Papa) e copre il ventennio successivo, fino al 2001 circa. Dei dodici punti, undici sono stati realizzati (chi vuole sapere qual è stato l'obiettivo mancato o si legge il libro, o aspetta l'infografica). UFG è stato poi superato e disconosciuto da una nuova UL ultracons, fondata dal clan Bush, che ha prima foraggiato i terroristi arabi, reduci dalla guerra contro l'URSS, che hanno causato l'11/9, poi gestito e lucrato sulla conseguente, decennale, reazione. Oggi, dopo un periodo di relativo stallo con l'amministrazione Obama (massone prog, ma chino ai voleri di Wall Street), la stessa UL sta preparando - sempre al di fuori di qualunque schema o accordo inframassonico - un nuovo decennio di guerra continua, con l'ascesa dell'ISIS da un lato e, dall'altro, con la candidatura del terzo Bush alla Casa Bianca per il 2016, mentre l'Europa è diventata (non per caso) il più avanzato esperimento di trasformazione regressista antidemocratica di una zona un tempo progredita in un regime neofeudale, sostanzialmente sganciato dal controllo democratico e pronto a firmare la propria capi
tolazione definitiva aderendo ai famigerati patti TTIP () e TISA ().

La pianto qui: nel libro c'è molto di più, anche sull'Italia, ma non voglio farvi il riassunto, solo darvi un'idea.

Prendete fiato e ragioniamo.
Vi sembra credibile tutto ciò? Il libro di Magaldi molte volte dà l'idea di essere un po' come le raccolte delle figurine: lunghi elenchi di personalità appartenenti a questa UL o a quell'altra, che escono e rientrano da istituzioni, governi, etc organismi sovranazionali etc.. Ed altrettanto corposi elenchi di fatti causati questa UL, o contrastati da quell'altra in questo o quell'altro angolo del mondo. Elenchi che, come le raccolte di figurine, danno conto delle formazioni in campo, ma dicono poco o nulla di come sono andate le partite. Fuor di metafora: dal racconto si può solo intuire come hanno fatto a fare quel popò di casino, perchè, tranne alcune eccezioni, le catene causali sono per lo più omesse. Solo in rari casi Magaldi dice qualcosa sul COME (ad es. sulle elezioni USA del '68, raccontate dettagliatamente) ma per la maggior parte dei casi abbiamo solo rimandi ai prossimi libri nei quali si racconterà più in dettaglio come si è fatto ad ottenere quel determinato risultato nel caso X o nella circostanza Y. Strategia commerciale per tenere avvinghiati i lettori? Può essere, ma per ora il lettore ne esce spesso più irritato che convinto (o non convinto). Il lettore vorrebbe sapere COME FECERO? C'entrano le UL con il lungo sciopero dei camionisti che mise in ginocchio Allende nel '73? E come fu che venne scritto UFG? Come avvennero le trattative? Ci furono riunioni? Dove? Chi voleva i singoli punti? Perchè? Già poter vedere una qualche bozza di questo accordo darebbe molta più credibilità al racconto, ma le prove sono disponibili "all'occorrenza" e, guarda caso, a dieci mesi dall'uscita del libro, questa occorrenza non si è verificata. Principalmente perchè quel libro non se l'è filato nessuno, o meglio, non se l'è filato nessuno nel mainstream e quindi nessuno ha sentito il bisogno di smentire alcunchè.
Per quanto mi riguarda, giudizio sospeso, per ora e, se posso fare una previsione sull'esito della lotta inframassonica (che potrebbe riguardarci molto da vicino) mi pare che l'obiettivo sia stato mancato, visto che nessuno pare essersi particolarmente preoccupato, finora. L'ISIS impazza sui media, così come gli sbarchi di migranti a metterci paura ed a spingerci nelle braccia dei "grandi" protettori, cioè l'Europa e gli USA, dove Jeb Bush corre veloce verso la presidenza. Sarà per questo che l'editore è già in ritardo sull'uscita del secondo volume? Starà ancora aspettando "per vedere l'effetto che fa"?


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3719
 

Grazie, già fatto......hai ragione quando dici che ti si è aperta una nuova visuale. D'altra parte insieme a qualcun'altro da anni sostengo che destra e sinistra sono un inganno....Sia benvenuto chiunque lo capisce. Ho condiviso con tutti quelli che mi hanno ascoltato l'informazione che Napolitano era massone e non comunista, che D'Alema era iscritto alla P2 etc etc. Certo che non è facile buttare a mare decenni di propaganda.

Abbia la cortesia di illuminarmi sul passaggio rivelatore, dal momento che per la sottoscritta pds è un enigma.
Vede mio nonno è nato nel 1842 e nei primi decenni del '900 continuava a ripetermi che la destra in Italia non esiste ma solo la sinistra, sia essotericamente che esotericamente e che tutti, sottolineo tutti, appartenevano ad altre organizzazioni che non quelle ufficiali, magari al club delle giovani marmotte. Mi saluti "Mimmo"


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 3719
 

Sono tutte lì, in chiaro le risposte ai luoghi comuni che hai ritenutomi ti sottopormi.
... su questo e su mille altri argomenti costituiscono la minestra che viene distribuita fin da bambini da queste parti. Ma che ti invito a risolvere da te stessa per farti delle idee sulle cose, in un senso o nell'altro.

ha ragione debora, ... non sei per niente chiaro nelle tue esposizioni/argomentazioni.
per parte mia ti invito a:
se hai/vuoi esporre argomentazioni comprensibili tralascia di essere sibillino, non serve ad argomentare utilmente.
absit iniuria verbis 8)

Scusi, ma lei è la prima volta che legge pds?


RispondiCitazione
Pagina 3 / 3
Condividi: