Notifiche
Cancella tutti

Colonia:violenza contro donne non c'entra con immigrazi

Pagina 1 / 2

helios
Illustrious Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 16537
Topic starter  

La violenza contro le donne a Colonia non c’entra con l’immigrazione
Dinah Riese, Die Tageszeitung, Germania

È come se un meteorite si fosse abbattuto su Colonia. Come se fosse successo qualcosa di inaudito. Dopo che oltre novanta donne sono state aggredite durante i festeggiamenti per il capodanno da uomini ubriachi e apparentemente di origine nordafricana e mediorientale, molti tedeschi ritengono che nel paese le donne siano alla mercé di orde di immigrati. Il ministro della giustizia Heiko Maas ha parlato di una “dimensione completamente nuova per la criminalità organizzata”. Ma non è così semplice. L’obiettivo delle aggressioni era il furto, le violenze sessuali erano solo un diversivo. Questo non rende meno grave l’episodio: si è pur sempre trattato di violazioni dell’integrità fisica delle donne.

Ma le molestie sessuali su vasta scala non sono una novità. Anche se molti non se ne vogliono rendere conto, in tutte le grandi manifestazioni in cui l’alcol abbonda le donne devono affrontare una triste realtà: essere toccate contro la loro volontà. Nell’Unione europea una donna su due è stata vittima di violenze fisiche o sessuali.

Chi vuole cambiare la situazione deve pensare alla società nella sua interezza. Per certi maschi tedeschi, il carnevale o l’Oktoberfest non sono divertenti senza qualche palpatina. Fin troppo spesso la colpa viene data alle vittime: la gonna troppo corta, lo sguardo troppo invitante.

Succede a Colonia come in piazza Tahrir al Cairo o al parco Gezi di Istanbul. Gli uomini che molestano le donne sono uguali in tutto il mondo. Ma molti tedeschi la pensano diversamente. Mentre alcuni già chiamano alle armi, il partito Alternative für Deutschland vuole chiudere le frontiere ed espellere i “richiedenti asilo che hanno commesso reati”.

Per i populisti di destra la colpa è degli stranieri. Ma la loro idea della donna non è affatto migliore di quella dei molestatori. “Peccato che non sia toccato a voi”, si sentono rispondere su Twitter le donne che si oppongono al razzismo. Episodi come quello di Colonia devono essere scongiurati. Ma gli esagitati con la bava alla bocca non possono contribuire alla soluzione: con la loro retorica antifemminista sono parte del problema.

(Traduzione di Floriana Pagano)

http://www.internazionale.it/opinione/dinah-riese/2016/01/06/germania-colonia-violenze-donne-razzismo


Citazione
spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 12 mesi fa
Post: 10314
 

tutto fa brodo pur di difendere la crociata per la costruzione della babele 2.0

ne pagheremo presto le conseguenze, anzi già ora non riconosco più la mia città...

a onor del vero Bari non è mai stata un granché ma ora grazie ai nostri "ospiti" è diventata a dir poco squallida

negarlo è indice di malafede o di cecità


RispondiCitazione
Kovacs
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 463
 

mah.....la violenza sulle donne di colonia c'entra con l'immigrazione se i violenti son immigrati....non mi sembra un concetto difficile.....come invitare degli zingari in casa per poi trovarsela svaligiata e dire, tutti gli uomini rubano, non solo gli zingari......


RispondiCitazione
Nieuport
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 307
 

Addirittura 'espellere i richiedenti asilo che hanno commesso reati'! Questi di Alternative fur Deutschland sono proprio dei razzisti! Se un richiedente asilo commette reati, e che sarà mai? Tutti commettono reati. Anche qui a Firenze, il senegalese che ha ammazzato l'americana, mica è colpa sua, e men che meno colpa di lei, è colpa della società maschilista.


RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 3053
 

La violenza contro le donne a Colonia non c’entra con l’immigrazione
Dinah Riese, Die Tageszeitung, Germania

È come se un meteorite si fosse abbattuto su Colonia. Come se fosse successo qualcosa di inaudito. Dopo che oltre novanta donne sono state aggredite durante i festeggiamenti per il capodanno da uomini ubriachi e apparentemente di origine nordafricana e mediorientale, molti tedeschi ritengono che nel paese le donne siano alla mercé di orde di immigrati. Il ministro della giustizia Heiko Maas ha parlato di una “dimensione completamente nuova per la criminalità organizzata”. Ma non è così semplice. L’obiettivo delle aggressioni era il furto, le violenze sessuali erano solo un diversivo. Questo non rende meno grave l’episodio: si è pur sempre trattato di violazioni dell’integrità fisica delle donne.

Ma le molestie sessuali su vasta scala non sono una novità. Anche se molti non se ne vogliono rendere conto, in tutte le grandi manifestazioni in cui l’alcol abbonda le donne devono affrontare una triste realtà: essere toccate contro la loro volontà. Nell’Unione europea una donna su due è stata vittima di violenze fisiche o sessuali.

Chi vuole cambiare la situazione deve pensare alla società nella sua interezza. Per certi maschi tedeschi, il carnevale o l’Oktoberfest non sono divertenti senza qualche palpatina. Fin troppo spesso la colpa viene data alle vittime: la gonna troppo corta, lo sguardo troppo invitante.

Succede a Colonia come in piazza Tahrir al Cairo o al parco Gezi di Istanbul. Gli uomini che molestano le donne sono uguali in tutto il mondo. Ma molti tedeschi la pensano diversamente. Mentre alcuni già chiamano alle armi, il partito Alternative für Deutschland vuole chiudere le frontiere ed espellere i “richiedenti asilo che hanno commesso reati”.

Per i populisti di destra la colpa è degli stranieri. Ma la loro idea della donna non è affatto migliore di quella dei molestatori. “Peccato che non sia toccato a voi”, si sentono rispondere su Twitter le donne che si oppongono al razzismo. Episodi come quello di Colonia devono essere scongiurati. Ma gli esagitati con la bava alla bocca non possono contribuire alla soluzione: con la loro retorica antifemminista sono parte del problema.

(Traduzione di Floriana Pagano)

http://www.internazionale.it/opinione/dinah-riese/2016/01/06/germania-colonia-violenze-donne-razzismo

Ormai non si capisce piu' che diavolo e' successo a Colonia:

e' stato un " TAHARRUSH"?
sono state violenze organizzate da soggetti criminali o meno pagati per destabilizzare...
OPPURE
non e' successo praticamente nulla, niente di piu' che una Oktober fest!
(simpatica questa Dinah Riese!)

E difatti, 1 donna su due e' stata vittima di violenze sessuali o fisiche (pregevole informazione, di grande precisione! Io, anzi, sono convinto che il 99% e' stato almeno una volta in vita sua, dalla culla alla tomba, vittima di "violenze sessuali o fisiche"...)

Queste sono proprio gli opinionisti che ti aprono gli occhi sul mondo!

In conclusione, complimenti a Helios per aver aggiunto un altro contributo di spessore!


RispondiCitazione
PietroGE
Famed Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 3899
 

A gente come questa Dinah Riese dovrebbero impedire di pubblicare qualsiasi articolo. È evidente che ha la segatura al posto della materia cerebrale.
E pensare che questa scemenza la si sente anche in qualche talk show :ci sono tanti stupratori in Europa perché prendersela con gli immigrati? Quasi quasi ti accusano anche di razzismo, tanto per cambiare


RispondiCitazione
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 2484
 

Addirittura 'espellere i richiedenti asilo che hanno commesso reati'! Questi di Alternative fur Deutschland sono proprio dei razzisti! Se un richiedente asilo commette reati, e che sarà mai? Tutti commettono reati. Anche qui a Firenze, il senegalese che ha ammazzato l'americana, mica è colpa sua, e men che meno colpa di lei, è colpa della società maschilista.

Con altre parole, stavo per scivere la stessa cosa.

Che scherziamo. Sei qui a richiedere asilo e il tuo "debutto" nel paese inizia con il furto, lo spaccio, lo stupro?

Te ne torni da dove sei venuto, ma prima prendi un secchio di scapaccioni come "nodo al fazzoletto" che ti ricordi di non comparire mai più in qua.


RispondiCitazione
ws
 ws
Honorable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 551
 

mah.....la violenza sulle donne di colonia c'entra con l'immigrazione se i violenti son immigrati....non mi sembra un concetto difficile.....come invitare degli zingari in casa per poi trovarsela svaligiata e dire, tutti gli uomini rubano, non solo gli zingari......

troppo buonsenso ... meglio le illusioni ideologiche 8)


RispondiCitazione
dana74
Illustrious Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 14023
 

no son stati gli alieni travestiti da immigrati

ma come mai una censura durata 10gg ed oltre?

Perché non depenalizzare lo stupro se a commetterlo è uno straniero?
Lo stupro rientra nei doveri dell'accoglienza, anche a giudicare dalle parole spese per difendere le vittime, no, per il regime politically correct la vittima è lo straniero.

A parte che stupisce la coordinazione di quest'operazione, ma personalmente da donna mi ripugna che questi migranti si siano PRESTATI DI BUON GRADO ad abusare-

Ma alle femministe a quanto pare la cosa piace, mica possono passare per razziste no?


RispondiCitazione
illupodeicieli
Prominent Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 760
 

PietroGe @ A gente come questa Dinah Riese dovrebbero impedire di pubblicare qualsiasi articolo. È evidente che ha la segatura al posto della materia cerebrale.
E pensare che questa scemenza la si sente anche in qualche talk show :ci sono tanti stupratori in Europa perché prendersela con gli immigrati? Quasi quasi ti accusano anche di razzismo, tanto per cambiare

Non sono d'accordo Pietro: o meglio, quando sento i commenti ,come pure ieri a Virus, e poco prima da Del Debbio, mi incazzo e , se non resisto,cambio canale. Sai perché? Perché non si trova uno che sia uno capace di replicare alle parole, ai concetti, alle idee di persone come Dinah Riese e simili. Per dirti che l'altro giorno a L'aria che tira, quando parlavano di contanti e dei pos e delle carte di credito, non sapevo chi scegliere tra Chicco Testa e quell'altro antipatico de La Zanzara: oltre a quella maga Merlina che sembra non capisca un tubo. Per cui, anche in quel talk show,come in altri, non c'è gente preparata che,con la dovuta calma ma con precisione riesce a ribattere e a spiegare posizioni e idee diverse.


RispondiCitazione
sankara
Honorable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 546
 

Ormai non si capisce piu' che diavolo e' successo a Colonia:
e' stato un " TAHARRUSH"?
sono state violenze organizzate da soggetti criminali o meno pagati per destabilizzare...
OPPURE
non e' successo praticamente nulla, niente di piu' che una Oktober fest!
(simpatica questa Dinah Riese!)

Hai perfettamente ragione MarioG (se non ti disturba darti del tu); da che non se ne parlava proprio di Colonia ad una sfilza di articoli che dicono tutto ed il contrario di tutto...che bella informazione e "controinformazione"...


RispondiCitazione
patrocloo
Honorable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 567
 

Insomma, alla fine queste tedescone sono state molestate da Babbo Natale!


RispondiCitazione
ws
 ws
Honorable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 551
 

Insomma, alla fine queste tedescone sono state molestate da Babbo Natale!

no sono" 'ste stronze" che hanno "molestato" il bel quadretto immigrazionista 8)
daltronde a questo milione di maschi allupati e nullafacenti glielo vogliamo dare un po' di " conforto sessuale" o no ? 😈


RispondiCitazione
rossland
Reputable Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 318
 

Mettiamoci anche la versione di Giulietto Chiesa, che forse ha un suo perché anche se mi spiace non aver sentito la diretta per capire se e come Chiesa pensa abbiano assoldato le migliaia di comparse necessarie alla sceneggiata.
E in ogni caso, rimane ancora da spiegare:
1. come mai migliaia di immigrati (nel caso fosse come sostiene Chiesa) abbiano accettato di partecipare alla "marocchinata" senza che nessuno di loro si sia chiesto se era lecita, etica, rispettosa fosse anche del loro personale "sentire"
2. come hanno fatto a convincere migliaia di donne a sottoporsi a una simile "marocchinata" senza che nessuna abbia fin qui smentito, dichiarato di essere solo una comparsa o fatto uscire un solo dubbio sui fatti denunciati

Storia pesante e bruttissima comunqe la si guardi e comunque la si pensi...Vera o finta che sia, sceneggiata o realtà che sia, reality o invenzione totale che sia
http://www.ilgiornale.it/news/politica/delirio-giulietto-chiesa-colonia-colpa-isreale-e-usa-1213716.html


RispondiCitazione
mincuo
Illustrious Member
Registrato: 12 mesi fa
Post: 6059
 

Il fatto è che non ti parlano di Svezia, Norvegia, Danimarca, Olanda... come stupri. E anche come criminalità.
E il teleutente mica se le può sognare.

E anche Italia, se è per quello.
I dati sulla criminalità sono del "razzista" Ministero degli Interni.
Forse per quello non ci fanno il titolo nè alla TV nè sui "social" nè sui "blog". Altrimenti uno vede che gli immgrati delinquono 10-20-30-50-100 volte rispetto agli Italiani, a seconda del tipo di reato.

In compenso costano 50 - 60 - 70 miliardi l'anno.

Su quello invece al teleutente raccontano non solo che non costano, ma che gli immigrati pagheranno le pensioni degli Italiani perchè loro sono in stragrande parte giovani e l'Italia invece invecchia.
Più ne arrivano e più pensioni ci pagheranno.
E il teleutente: GIUSTO.
Poi il giorno dopo il teleutente vede scritto: la disoccupazione giovaniile è il 40% cioè c'è quasi un giovane Italiano su 2 disoccupato. Circa 2 milioni.
Bisogna fare qualcosa.
E il teleutente: GIUSTO

Mettere insieme le due cose e capire che se ci sono già 40% di giovani disoccupati Italiani non era e non è una grande idea imbarcare milioni di giovani immigrati, pure in parte mezzi analfabeti e senza conoscenza della lingua, è però oltre le capacità del teleutente.
Gli fuma il cervello (si fa per dire).
Lui una alla volta, così vanno bene entrambe.
E così può cliccare tutto contento ben due "mi piace"


RispondiCitazione
Pagina 1 / 2
Condividi: