Notifiche
Cancella tutti

Grecia,"emorragia"di deputati social. dissidenti ?


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8310
Topic starter  

Notizia di agenzia di quasi un ora fa, da queste poche righe metto in evidenza

"Intanto il governo cerca di bloccare l'emorragia di deputati socialisti dissidenti che intendono schierarsi in Parlamento contro le nuove misure di austerita' richieste dalla troika (Ue, Bce e Fmi) per garantire la sostenibilita' del debito. ."

Agi24oreAtene 12:44

GRECIA: OGGI NUOVI SCIOPERI E PROSEGUONO PROTESTE

Oggi in Grecia gli addetti delle imprese pubbliche che rischiano di essere privatizzate incrociano le braccia per 24 ore, mentre migliaia di impiegati delle aziende pubbliche protestano nelle strade contro le misure di austerita'. Intanto il governo cerca di bloccare l'emorragia di deputati socialisti dissidenti che intendono schierarsi in Parlamento contro le nuove misure di austerita' richieste dalla troika (Ue, Bce e Fmi) per garantire la sostenibilita' del debito. .

Fonte www.repubblica.it

Riporto quindi un post di qualche giorno fa che avevo pubblicato ma di cui non sapevo verificare l' attendibilita'.

martedì 7 giugno 2011

GUERRA FRATRICIDA DENTRO IL GOVERNO: accuse e insulti ai vertici...un Governo all'altezza...deve saper portare i pantaloni...

...alcuni deputati si preparano ad un’uscita eroica dalla compagine governativa?
Pubblicato da comites popolare grecia a 07:14

E i poveri greci pagheranno con gli stracci, i 360 miliardi di buco nero lasciato dai passati Governi, di cui 300 sono interessi!

Ma qualche ministro, coraggiosamente!... si dichiara contrario alla proposta del ministero delle Finanze di ridurre l'imponibile a 6.000 euro all'anno!

Papandreou ha parlato anche delle manifestazioni degli ''indignati'' puntando il dito contro il sistema politico degli ultimi anni come la causa dei problemi attuali del Paese!
Altri capi di dicastero hanno sostenuto che le misure dei tagli generali degli stipendi e delle pensioni sono ingiuste.

E' stata cambiata anche la data della votazione del programma economico a medio termine: verrà approvato dal Parlamento greco... (la costituzione prevede i 3/5 dei deputati!)... dopo il Vertice Europeo di giugno per dare il tempo necessario al ministro delle Finanze di fare alcune delle modifiche richieste dai ministri...
Pubblicato da comites popolare grecia a 01:16

Ora questa nota di agenzia conferma il dissenso di qualche esponente del Partito Socialista Greco sulle misure chieste ( o imposte ?)alla Grecia da Ue e FMI. Chissa' se ,prima o poi, si discutera' con un po' di serieta' nella sinistra europea e tra gli intellettuali ,della grave situazione economica europea , di quanto venga scaricata sui piu' deboli e di quanto questa sia aggravata dalla politica economica liberista su cui si basa tutta l' Unione Europea.


Citazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8310
Topic starter  

giovedì 9 giugno 2011
The most important lesson we learned from the Greek case study, is the definition of the limit between market speculation and financial crime.

The crime consists in a double financial scam, committed under consecutive actions by the persons identified as fraudulent speculators....

http://fritenk.wordpress.com/2011/06/06/militara-och-finansiella-krig/

Un crimine economico consiste di una doppia truffa finanziaria, commessa con azioni consecutive da persone identificate come speculatori fraudolenti.
In primo luogo, con transazioni di Naked azioni commerciali più CD greci a fronte di obbligazioni Governative, al fine di manipolare spread e tassi di CDS.

Questo commercio fraudolento fa' aumentare vertiginosamente il debito sovrano greco con conseguenti prestiti a tassi di interesse a livelli inaccettabili, superiore al 15%.

In secondo luogo, con più azioni Naked Short Selling(operazioni) in Titoli di Stato greci, al fine di manipolare il mercato obbligazionario stesso.

Queste vendite fraudolenti allo scoperto hanno creato false e artificiali obbligazioni in mercati internazionali, con l'intento di deprezzare Titoli di Stato greco fino al 30% -40%.
In entrambi le circostanze, alcune delle persone fisiche direttamente interessate sono responsabili penalmente, come rappresentanti di Dealer governativi,o di alti funzionari delegati a operare sul debito greco con le Banche internazionali .

Αποτελείται έγκλημα μια διπλή απάτη Financial,διαπράττονται υπό Διαδοχική δράσεις από τα πρόσωπα που προσδιορίζεται ως Απατηλή κερδοσκόπους.

Πρώτον, με γυμνό συναλλαγών CDS πολλαπλές δράσεις(Συναλλαγές) ελληνικά έναντι Govt ομολόγων, ώστε να χειραγωγηθεί spreads και CDS ποσοστά......

..e Theodorakis terra' un comizio a Salonicco,nonostante il divieto del sindaco Boutaris!

I ribelli del Pasok chiedono elezioni anticipate...e Papandreou perde la calma:sono pronto a mettere un ipoteca anche sulla mia casa a Kastri!

''No, non vendiamo''. Scandendo questo slogan migliaia di lavoratori greci oggi nelle piazze delle grandi citta' per protestare contro..i ricatti. .
...della TROIKA!
"Stiamo combattendo il piano fiscale a medio termine del governo, che distrugge il sistema sociale e rende le persone povere e insicure", ha detto a Reuters il segretario generale del sindacato del settore privato (Gsee), Nikos Kioutsoukis.
Allo sciopero odierno aderiscono,anche molte altre organizzazioni,oltre i lavoratori delle banche e delle imprese a partecipazione statale, la Deh, l'azienda elettrica, l'Ote, la ormai privatizzata compagnia telefonica e l'Eydap, l'impresa statale delle acque, fra le prime nella lista delle societa' da privatizzare.
Le mobilitazioni andranno avanti fino il 15 giugno, giorno dello sciopero generale proclamato da entrambi i grandi sindacati del Paese.

Pubblicato da comites popolare grecia a 04:29 0 commenti

Fonte http://letteradaatene.blogspot.com


RispondiCitazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8310
Topic starter  

A Valencia 5 arresti e vari feriti in un sit-in degli Indignatos represso dalla polizia, questo il video

http://www.youtube.com/watch?v=e_B0wPJPnqo&feature=player_embedded

Spagna. Gli indignados cambiano il piano d'azione. Sotto tiro le istituzioni
di Redazione Contropiano

Stanno cambiando strategia gli indignados spagnoli, che dopo la stagione degli accampamenti nelle piazze iniziano la contestazione delle nuove assemblee regionali e comunali elette il 22 maggio. Protesta anche davanti al Parlamento di Madrid.

A Valencia i giovani del movimento 'Democracia Real Ya!' hanno trascorso la notte davanti alla sede delle Corts Valencianas, il parlamento regionale, dove oggi si costituisce la nuova assemblea. Fra gli eletti c'è anche il governatore uscente Francisco Camps (Partido Popular) indagato per corruzione. Ma la polizia è intervenuta questa mattina per allontanare i giovani indignados e una ragazza è stata fermata per «resistenza» agli agenti. Altre manifestazioni analoghe sono previste nei prossimi giorni in diverse città spagnole per le cerimonie di insediamento di consigli comunali e parlamenti regionali eletti il 22 maggio.

A Madrid la notte scorsa centinaia di giovani indignados si sono invece concentrati davanti alla sede del Congresso dei Deputati per protestare contro la riforma del mercato del lavoro che il governo socialista del premier Josè Luis Zapatero dovrebbe approvare domani. Pochi giorni fa a Madrid è stata approvata una piattaforma comune del movimento, un risultato ottenuto dopo un dibattito estremamente arduo per un movimento tanto eteregeneo: eliminazione dei privilegi della classe politica, contrastare la disoccupazione, diritto alla casa, servizio pubblico di qualità, controllo degli enti bancari e delle imposte, garantire la democrazia partecipativa ai cittadini e diminuire le spese militari.

Otto punti con una forte impronta sociale, in cui il sistema politico ed economico dominante è messo duramente in discussione. Emblematico il passaggio che riguarda il diritto alla casa in cui il movimento 15-M chiede l’espropriazione da parte dello Stato delle case costruite durante la bolla speculativa e rimaste vuote, in modo da affittarle a prezzi accessibili per le famiglie e i giovani precari. Negli ultimi giorni gli indignados hanno deciso di porre fine all'occupazione di Puerta del Sol a Madrid e di Plaza Catalunya a Barcellona per avviare nuove forme di contestazione.

Fonte www.contropiano.org


RispondiCitazione
MicheleMorini
Eminent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 41
 

COme si può constatare l'Europa ha una tradizione socialdemocratica fondata sullo Stato Sociale che nel continente americano storicamente non è esistita.
Sarebbe stato meglio che i poteri atlantici avessero valutato questo aspetto prima di impostare il loro golpe neoliberista. (destinato ad abortire sul nascere)


RispondiCitazione
Condividi: