Notifiche
Cancella tutti

Il pasticcio ucraino inizia nel 2004 con tre protagonisti: Julija Tymošenko, Viktor Juščenko e sua moglie Kateryna Claire Chumachenko


GioCo
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2213
Topic starter  

Qualcuno sa chi è Theodor Oberländer? No? Date un occhiata a wikicopiedi inglese (QUI).

Nemmeno io fino a 2 ore fa. Poi ho indagato un poco sulla moglie di quello che fu un presidente ucraino (Viktor Juščenko) messo forse su dalla prima rivoluzione colorata (detta arancione) cappeggiata dalla bella quanto statuaria Julija Tymošenko (QUI) poi divenuta primo ministro del governo Juščenko nel 2004.

L'ex first lady Kateryna Yushchenko, all'anagrafe Kateryna Claire Chumachenko è strettamente legata agli ambienti neonazisti statunitensi nonché alla CIA.

Ma anche la Tymošenko non scherza, fu arrestata nel 2011 in Ucraina (QUI) e poi rilasciata per effetto dell'euromaidan nel 2014.

Bene, ma cosa collega Oberländer alla ex first lady?

Kateryna partecipa, insieme con l’ex-capo del battaglione “Nachtigall” Theodore Oberländer, alla Conferenza mondiale della Anti-Communist League “Pace, libertà e sicurezza” (vedi WACL di Tchang Kai-shek QUI, capo del Kuomintang e presidente di Taiwan - ogni riferimento è "puramente" casuale!?!). Oberlander nella materia è un esperto. Il suo battaglione è diventato famoso nel 1941 a Lviv (Ucraina) dove ha partecipato ai massacri di polacchi ed ebrei locali. Uno dei combattenti “Nachtigal” scriverà: “Abbiamo sparato a tutti i Giudei che abbiamo incontrato. E a tutti russi e russofoni incontrati sulla strada”. Un odio condiviso poi col marito Victor. Russi e russofoni, non potendo più perseguitare gli ebrei. Padre spirituale di Caterina, l’Oberst Tenente Theodore Oberlanderg era collaboratore della Cia dal 1946 (fonte: remocontro.it QUI)

Che aggiungere? Una tenera famigliuola di quartiere non c'è che dire.

A proposito, per gli estimatori di Q faccio notare che il logo della WACL connessa al maccartismo americano, oltre che al neonazismo praticamente ricalca una Q. Ma può essere un caso... Anzi, sicuramente è un caso. 🧐 


Hospiton e Primadellesabbie hanno apprezzato
Citazione
Hospiton
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 146
 

Ma chi lo spiega agli europeisti "democratici" filo-Zelensky, gente grosso modo riconducibile all'area PD, che la UE, presunto pilastro della libertà, sta appoggiando dei neonazisti? Che estremisti sanguinari di destra vengono considerati un baluardo della democrazia stellata? I suddetti europeisti rischiano un bel corto circuito mentale, roba da rimanerci secchi...oggi stiamo capendo quanto i lupi conservatori siano stati bravi a travestirsi da agnelli, appropriandosi della vecchia sinistra, rendendola innocua dopo averla svuotata di ogni contenuto pericoloso (istanze sociali, lotta di classe, critica al capitalismo senza freni) e utilizzandola per veicolare un'ideologia malata, distorta, ipocrita, doppiopesista, la stessa che oggi impedisce a milioni di persone di comprendere la reale natura della "democratica" Unione europea. Orwell ci aveva avvisato, e il riferimento a lupi travestiti da agnelli non è casuale (pare che anche il buon Speranza sia stato educato da quelle parti)...in Europa non se ne esce se qualcuno non fa pulizia ai piani alti, per quanto noti parecchie persone sempre più consapevoli ora come ora non siamo in grado di  costringere determinati poteri ad arretrare, quantomeno a scendere a compromessi.


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2213
Topic starter  
Pubblicato da: @hospiton

Ma chi lo spiega agli europeisti "democratici" filo-Zelensky, gente grosso modo riconducibile all'area PD, che la UE, presunto pilastro della libertà, sta appoggiando dei neonazisti? Che estremisti sanguinari di destra vengono considerati un baluardo della democrazia stellata? I suddetti europeisti rischiano un bel corto circuito mentale, roba da rimanerci secchi...oggi stiamo capendo quanto i lupi conservatori siano stati bravi a travestirsi da agnelli, appropriandosi della vecchia sinistra, rendendola innocua dopo averla svuotata di ogni contenuto pericoloso (istanze sociali, lotta di classe, critica al capitalismo senza freni) e utilizzandola per veicolare un'ideologia malata, distorta, ipocrita, doppiopesista, la stessa che oggi impedisce a milioni di persone di comprendere la reale natura della "democratica" Unione europea. Orwell ci aveva avvisato, e il riferimento a lupi travestiti da agnelli non è casuale (pare che anche il buon Speranza sia stato educato da quelle parti)...in Europa non se ne esce se qualcuno non fa pulizia ai piani alti, per quanto noti parecchie persone sempre più consapevoli ora come ora non siamo in grado di  costringere determinati poteri ad arretrare, quantomeno a scendere a compromessi.

Ho soltanto due risposte che poi sono più che altro considerazioni. La prima riguarda la sinistra: Mussolini era di sinistra e fu lui di fatto a "portare" il fascismo nel Mondo. Se non si scioglie questo nodo ci ricascheremo ogni volta.

Vorrei poi che si tenesse separata la considerazione degli scarponi e chi li muove sul terreno. Un conto è l'oligarchia, occidentale o russa poco importa e gli interessi che questi difendono (=il loro predominio "indipendente" che poi significa la proiezione di una visione del futuro che questi hanno) un altro è chi ne subisce le iniziative "per la difesa" dei loro culi e dei loro pensieri. A me non interessa considerare ciò che è giusto o sbagliato, non che non lo sappia, ma una cosa è ciò che giudico e un altra è quello che avviene che se avviene è giusto a prescindere e questo non lo vogliamo accettare.

Certo, st'accidente di occidente ha colpe immense e inenarrabili. Una è avere eletto la depravazione a guida cosmica dagli anni '90 circa e per poter marcire dentro meglio metterla a comando di ogni apparato governativo su cui ha messo le mani, ridicolizzando il concetto stesso di governo. Ma noi non possiamo tirarci fuori dalla faccenda e dire che non c'eravamo e se c'eravamo stavamo dormendo. Anche se di fatto abbiamo dormino per trent'anni.

Quel che mi interessa è solo sottilineare in ogni sede come la conquista dei cuori passi sempre e solo per slogan e ha l'effetto più o meno diretto di mettere il tuo culo al servizio di chi non se lo giocherà mai in una partita che sa benissimo essere persa in partenza. Giocando il tuo di culo, se vinci "per miracolo" (tipo sopravvivi al siero?!) vince lui se perdi perdi solo tu. In ogni caso sei fottuto. Da trent'anni questo è il concetto di potere e il drago semplicemente ne è il campione assoluto.

Da questo punto di vista è indubbiamente il Governo dei Migliori, peccato sia anche il più inadatto ad affrontare il momento storico e per un motivo molto semplice: sono sbagliati i tempi. Così come la pandemichia è stata un fuoco di paglia allo stesso modo lo è il resto ma il drago non è stato preparato per affrontare questo caos.

Per affrontare questo caos ci vuole qualcuno con due coglioni così che lo ammetta pubblicamente, ma nessuno lo vuole perché la prima cosa che farebbe è togliere di mezzo i depravati. Lo deve fare per forza e siccome sono in troppi ad aver profittato se non si passa a una specie di "mea culpa" collettiva nessun giubileo ci salverà...

L'unica alternativa che può "salvare il salvabile" contenendo il danno generale è una nuova cortina di ferro e l'Ucraina divisa in due come già fu per la Germania.


Hospiton hanno apprezzato
RispondiCitazione
Hospiton
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 146
 

La mia era una domanda quasi retorica Gioco, disperata ("chi lo spiegherà agli europeisti...) ma non rivolta a te o qualcuno in particolare, non sono stato chiaro...era tesa solo a evidenziare l'assoluta incapacità di far fronte a una propaganda ben organizzata, infarcita di slogan, frasi preconfezionate, retorica martellante. Nessuno potrà spiegarlo loro, sono prigionieri di una gabbia e non possiamo farci praticamente nulla. Non dormivamo, forse non abbiamo fatto abbastanza ma non siamo neppure rimasti inerti, almeno questo riconosciamocelo (commento da poco più di 2 anni ma leggo i tuoi commenti su CDC da forse 15, ed erano significativi anche nel 2010 o giù di lì) ma quante persone possiamo invitare al ragionamento? Pochissime, la gran parte se le accaparra chi controlla i mezzi di informazione e il risultato lo vediamo. A me di destra e sinistra importa ormai poco, sono concetti che han fatto il loro tempo e non sono più recuperabili, utilizzabili, siamo andati troppo oltre con la distorsione dei significati, però continuano ad ingannare milioni di persone (che si professano democratiche, eredi della sinistra, e poi tifano per il Battaglione Azov senza vedervi contraddizioni) ancorate ad un sistema teorico che non ha più riscontri nella realtà da 30 o 40 anni. C'è chi rimane fedele a certi valori e un certo linguaggio ma quantomeno è consapevole dei cambiamenti sostanziali, rappresenta però una minoranza...a ogni modo nel giro di qualche decennio non se ne parlerà più se non in sede accademica, le generazioni under 25 vedono destra-sinistra come noi potremmo pensare a sanculotti e monarchici, roba da libro di storia; il punto non riguarda tanto questi due schieramenti che han segnato il '900, piuttosto un tema universale e senza tempo: l'inganno, il lupo travestito da agnello, e il tanto progredito uomo moderno ("progredito" nella sua convinzione) ne è vittima quanto e forse più dell'uomo antico o medievale.

 

ps ho visto alcune tue aggiunte, capisco il discorso del "mea culpa" ma credo che un passo indietro collettivo sia impossibile, se ai "piani alti" non hanno in mente di giocare in modalità "scontro totale" penso che si realizzerà ciò che indichi in conclusione, Ucraina divisa e riedizione 2.0 della Guerra Fredda.


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2213
Topic starter  
Pubblicato da: @hospiton

La mia era una domanda quasi retorica Gioco, [...]

Certo, lo so @hospiton, ma a parte il mio vizio inguaribile di considerare le domande sempre come spunto per riflettere, so che è essenziale per noi stessi farlo. Perché dove non domina il ragionamento impera l'emozione.

Tutto qui.

[...] disperata ("chi lo spiegherà agli europeisti...) ma non rivolta a te o qualcuno in particolare, non sono stato chiaro...era tesa solo a evidenziare l'assoluta incapacità di far fronte a una propaganda ben organizzata, infarcita di slogan, frasi preconfezionate, retorica martellante.

Se vivi dentro un tubo non puoi sapere ciò che c'è fuori se non da due stretti pertugi. Arduo certamente ricavarne alcunché. Però stai sereno che almeno una cosa è certa: se era veramente così pervasiva, strisciante e potente la propaganda, non ci sarebbe stato alcun bisogno di tenertene all'oscuro... O no?

Nessuno potrà spiegarlo loro, sono prigionieri di una gabbia e non possiamo farci praticamente nulla. Non dormivamo, forse non abbiamo fatto abbastanza ma non siamo neppure rimasti inerti, almeno questo riconosciamocelo (commento da poco più di 2 anni ma leggo i tuoi commenti su CDC da forse 15, ed erano significativi anche nel 2010 o giù di lì) ma quante persone possiamo invitare al ragionamento?

Premetto che sento bene quanto te la pressione della propaganda. La temo e la vivo male anche io e non ho una prospettiva migliore per il futuro e non vivo su un altro pianeta. Mi limito però a ribadire sempre e solo gli stessi identici concetti a cui mi aggrappo forse per identica disperazione (usata in coscienza): se domina in te l'emozione e non il buon senso, la propaganda avrà ragione di te e non importa quanto sei intelligente o astuto, ne verrai posseduto e non sarai più padrone di te. Tanto basta.

"Loro" è un evidente riferimento generico che so benissimo per te è ben circoscritto alle persone che sai essere vittima di questo stato di cose, ma anche qui, respira, perché più la tenebra è fitta, più brillano le luci che rimangono e sta a te decidere se vuoi rimanere tra queste. Se ti convincono che la tenebra può diversamente (modello buco nero) "assorbire luce" e spegnerti dentro è solo perché glielo hai permesso. Sta a te capire perché ci sono riusciti, qual'era la crepa che ti ha fatto cedere, ma è tutto quel che succede. Fuori il Mondo rimane immutato e immutabile e ciclico. Chi ha ceduto ritornerà a combattere, come nei videogame e sarà più forte di prima nell'affrontare le stesse sfide.

Pochissime, la gran parte se le accaparra chi controlla i mezzi di informazione e il risultato lo vediamo. A me di destra e sinistra importa ormai poco, sono concetti che han fatto il loro tempo e non sono più recuperabili, utilizzabili, siamo andati troppo oltre con la distorsione dei significati, però continuano ad ingannare milioni di persone (che si professano democratiche, eredi della sinistra, e poi tifano per il Battaglione Azov senza vedervi contraddizioni) ancorate ad un sistema teorico che non ha più riscontri nella realtà da 30 o 40 anni.

Si e in un certo senso questo è anche meraviglioso. Pensa se continuavano invece a ingannare sottilmente come prima. L'unica vera differenza è che adesso giocano allo scoperto e tutti possono vedere. Poi è ovvio, se i gendarmi del Re ti comandano di guardare da un altra parte e ripetere "quanto è ben vestito il Re", lo fai. Ma da qui a dire che "il Re non è nudo" e crederci, beh, ne corre. Chiaro che se credi di poter influire sui sogni (con la tecnologia) e sulla realtà (con il metaverso) ricostruendo la realtà come preferisci secondo i tuoi desiderata, ti senti poi anche libero di agire allo scoperto (esagerando) e una buona parte di ingenui può anche seguirti e credere in te. Ma non lo farà perché crede nella tua sincerità è impossibile!

Non sai quante persone sono rimaste zitte dopo che gli ho detto con gelida tranquillità che pagheranno per ciò in cui hanno deciso di credere. Lo sanno dentro di sbagliare e per un motivo semplice: siamo tutti collegati e non c'è scampo, la tecnologia che ci unisce viene infinitamente prima di quella che sta dividendo e non può essere elusa. Ci vuol poco per vederelo, basta volerlo.

C'è chi rimane fedele a certi valori e un certo linguaggio ma quantomeno è consapevole dei cambiamenti sostanziali, rappresenta però una minoranza...a ogni modo nel giro di qualche decennio non se ne parlerà più se non in sede accademica, le generazioni under 25 vedono destra-sinistra come noi potremmo pensare a sanculotti e monarchici, roba da libro di storia; il punto non riguarda tanto questi due schieramenti che han segnato il '900, piuttosto un tema universale e senza tempo: l'inganno, il lupo travestito da agnello, e il tanto progredito uomo moderno ("progredito" nella sua convinzione) ne è vittima quanto e forse più dell'uomo antico o medievale.

Le divisioni però rimangono. Possono cambiare nome ma rimangono come rimane il dominio della realtà sui sogni almeno finché stai nel corpo e ancorato per tramite di esso alla materia. Ieri erano destra e sinistra, oggi demoniocrazia e multipolarismo (che non disconosce la demoniocrazia, semplicemente vuole il Mondo digitale diviso in feudi che poi ripropongono il modello medievale). Non importa quale nome dai alle cose, se accandono rimarranno quelle e alla fine il significato di ciò che rappresentano per te prevale sempre perché la realtà prevale sempre sulle ideologie. Puoi infilarti un casco e dormire finché vuoi ma se salti in aria te e la tua casa perché la guerra è arrivata nel tuo cortile, c'è poco che tu possa fare col metaverso o il bitcoin. Questo non lo dico a te ovviamente, ma al drago che è incapace di gestire questa situazione, non è suo compito ne ha gli strumenti per riuscire a fare altro che danni per tutti.

ps ho visto alcune tue aggiunte, capisco il discorso del "mea culpa" ma credo che un passo indietro collettivo sia impossibile, se ai "piani alti" non hanno in mente di giocare in modalità "scontro totale" penso che si realizzerà ciò che indichi in conclusione, Ucraina divisa e riedizione 2.0 della Guerra Fredda.

Il Mondo non è pronto per essere unito sotto un unica rete globale come è nei sogni sia delle tenebre che di chi la combatte. Il motivo di nuovo è semplice: la tenebra ha voluto dettare le regole e siccome per lei il fondamento è la divisione, ciò che ha inteso unire alla fine porterà divisione ovunque questa è stata lasciata agire. Questo significa che la prima sede in cui il dominio della divisione avrà effetto sarà nel vicino e poi solo dopo e per riflesso ce l'avrà anche nel Mondo. Tra l'altro indipendentemente da ciò che accadrà, nel senso che una guerra globale con le testate atomiche, non cambierà questo fatto, lo esacerberà è basta.

Per quanto riguarda ciò che accadrà temo che "i piani alti" abbiano altre intenzioni e quella che ho aggiunto era solo un augurio, al momento la "soluzione" auspicabile date le premesse. Ma il fronte che la sostiene è debole. Da quel che scorgo si profila una "guerra atomica in scala". Cioè regionale. In altre parole al solito una guerra combattuta con il culo degli altri e senza idea di ciò che significhi realmente. Siamo pilotati da gente che non ha proprio idea di quel che sta facendo e lo fa solo perché gli viene permesso da noi e perché crediamo che invece siano in grado e sappiano quel che fanno.

Il drago (occidentale) messo alla guida del Mondo è cieco, sordo e muto. Non è nelle condizioni di fare nulla se non agitarsi e fare danni anche ai suoi amichetti e per assoluto paradosso chi di dovere lo sa benissimo. Ma per ignavia e pavidità non si agisce nell'unico modo che sbloccherebbe la situazione e sono in tanti ad essere coinvolti. Per ciò mi riferivo al giubileo, ma forse sarebbe stato meglio ricordare il Sud Africa...


Hospiton hanno apprezzato
RispondiCitazione
Condividi: