Notifiche
Cancella tutti

Israele: un rapido excursus sull' ecoonomia


oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3145
Topic starter  

https://robertoiannuzzi.substack.com/p/netanyahu-la-parabola-del-capitalismo?publication_id=727180&post_id=139814150&triggerShare=true&isFreemail=true&r=b07l3

In questo articolo vengono rapidamente sunteggiati, ma non analizzati a fondo, determinati aspetti che concorrono alle dinamiche interne della società israeliana: società frammentata, con due milioni di poveri, sacche di stramiliardari internazionali, una popolazione palestino-'araba' assolutamente ai margini della società, dinamiche demografiche esplosive dei gazaui e dei palestinesi di Cisgiordania, con tutte le riflessioni che si possono fare sul caso.

Questa composizione sociale così disomogena può in parte spiegare la necessità di appropriazione delle risorse petrolifere e di gas al largo delle coste di Gaza ( ma israele ne aveva già parte maggioritaria sui sui confini ) nonchè la possibile estensione del conflitto al Libano, anch'esso in procinto di poter godere di un benessere tanto necessario per i giucimenti marini ma che l' invidia degli ebrei vorrebbe loro precludere.

Quello che condanna israele di oggi alle sue criminali azioni è la sua mentalità: che è una mentalità da ghetto invidioso del benessere altrui, anche dei propri correligionari, e desideroso sempre di fare la parte del leone contro gli 'altri': sono incapaci di collaborazione all'esterno su basi paritarie come di unione all' interno sempre su basi di reciprocità.

Una mentalità perdente.

 


BrunoWald hanno apprezzato
Citazione
Tag argomenti
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3145
Topic starter  

Per chi volesse addentrarsi nei meandri psicopatici che oggi trovano ampia dimostrazione nelle azioni criminali anche a danno dei propri correligionari ( come sempre è stato: guardate che l' uccisione dei tre militari ad opera del fuoco amico è un terribile monito sul futuro di israele ), ebbe segnalo questo scritto:

https://www.ossin.org/rubriche/206-le-schede-di-ossin/2462-pravda-statunitense-stranezze-della-religione-ebraica

Sul sito ci sono tanti articoli interessanti che vi invito a prendere in considerazione. Dimostrano pare dei nostri ragionamenti con dovizia di argomentazioni e riferimenti anche al credo dei cristiani.

Ho l' intima certezza che dopo quanto sta avvenendo a Gaza ed in Cisgiordania nulla davvero sarà come prima: è davvero iniziato un nuovo percorso nella nostra umanità attuale. Questo sarà un percorso tragico per tutti. Tanto vale dunque esserne preparati.


BrunoWald hanno apprezzato
RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3145
Topic starter  

Ed in questo ordine di idee, sicuramente 'apocalittico', ci sta pure capire i complessi legami tra ebraismo, talmudico o meno, e cristianesimo, cattolico o meno, sotto l'aspetto DAVVERO PRIORITARIO del legame tra individualità e comunità: in che cosa differisce in modo netto il mondo dei 'fratelli maggiori', particole individuali unite dal e nell' israele eterno', inteso come proiezione sovraindividuale della sua 'missione' chiaramente 'escatologica', dalla sua copia cristiana attraverso la 'comunione' e le altre ritualità ( che non hanno equivalenti nella religione originaria ?

Qui: https://www.unz.com/article/israel-as-one-man/ la complessa delucidazione dei nessi sotterranei fra versione 'maggiore' e quella 'eretica' 'in minore' ( del sito esiste la versione in italiano ).

Di fatto corrobora la mia tesi assai provocatoria del cristianesimo come ebraismo 'formato export' per popoli goy da 'intortare' con la mentalità giudaica dopo averli privati della propria storia, storia sia culturale ( attraverso le note distruzioni che furono operate del mondo antico da parte di sacerdoti cristiani ) sia individuale, cosa assai più segreta nei metodi ed oggi reiterata attraverso 'vaccini' che hanno come scopo quello di atrofizzare ogni resistenza interna a quanto viene propalato dall' 'autorità', e sia storia come giudizio intellettuale che si da alle proprie ed altrui sofferenze: si cancellano le proprie a vantaggio di quelle altrui.

Quale autorità impone ciò ? Non fate gli ingenui...vi prego.

In ogni caso questi contributi che vado segnalando paiono indispensabili per capire davvero quello che ci sta succedendo. 


BrunoWald hanno apprezzato
RispondiCitazione
Condividi: