Notifiche
Cancella tutti

Siria: cade anche l'ultima roccaforte dei terroristi


Ryuzakero
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 521
Topic starter  

Syrian army captures Idlib: Last rebel stronghold
DEBKAfile March 13, 2012, 3:19 PM (GMT+02:00)

Bashar Assad’s forces have captured the last rebel stronghold of Idlib, the northern Syrian town on the Turkish border (pop. 200,000), delivering the opposition a resounding defeat. The last holdouts in Idlib retreated or fled into Turkey to escape the atrocities Assad’s forces typically inflict on subjugated areas. DEBKAfile: The Syrian ruler has crushed the opposition’s military strength without however completely suppressing the revolt against his rule - although that rule no longer faces an immediate threat.

http://www.debka.com/newsupdate/253/

Ora che anche il confine con la Turchia è nuovamente sotto il controllo dell'Esercito i ratti faranno molta fatica ad entrare in Siria.

ALLAH, SOURIA, BASHAR OU BAS!


Citazione
viviana
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 646
 

❓ Speriamo!!!
ieri mi sono vista la "seduta" presso l'UN e oggi ho approfondito e sinceramente non ho trovato che le posizioni si siano ammorbidite, specialmente i francesi, Alain Juppe - trascrizione non ufficiale, molto sprezzante con i russi ma tenendo d'occhio i cinesi. L'unica nota positiva e che si percepisce un certo coordinamento tra russi, cinesi e l'India che si era presentata a Tunisi, "Amicii della Siria", senza strafalcioni da "blocco" in guerra fredda.

Tuesday, March 13, 2012
On Syria at UN, Libya Echoes in Speeches, Of Who Could Impartially Monitor & Transition... in Paris?
By Matthew Russell Lee

... Inner City Press told India's Permanent Representative Hardeep Singh Puri what Alain Juppe had said about political transition. "Where?" Hardeep Singh Puri asked. "In France?" Another Council diplomat called France the most interested, given Sarkozy's electoral campaign. 😆

e a proposito di Juppe sono andata a vedere da dove si è partiti

Three to Five Killed in Deraa Demonstration; Unrest Spreads
By Joshua Landis
Friday, March 18th, 2011

The three to five demonstrators killed in Deraa. This is a turning point – to what, one cannot say. 5 protesters killed in Syria, activist says; amateur video shows unrest.
VIDEO
Syrian security forces launched a harsh crackdown Friday on protesters calling for political freedoms, [...]

Joshua Landis’s Syria Comment
Archive for March, 2011
http://www.joshualandis.com/blog/?m=201103
http://www.joshualandis.com/blog/?m=201103&paged=2
...

Hanno fatto una ... lunga strada questi, chiedo scusa, stronzi.


RispondiCitazione
antiUsrael
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1519
 

Ryu te lo avevo detto che non ce l'avrebbero fatta
😉


RispondiCitazione
vimana2
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2528
 

ALLAH, SOURIA, BASHAR OU BAS!


RispondiCitazione
Anonymous
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 30947
 

Sono tornati i naziskin che infestano questo sito.
Il problema è che in certi cervelli non devi mettere troppa carne al fuoco: fumano.
Se gli parli di empatia, o di vedere le cose dal punto di vista razionale e distaccato, gridano al complotto usraeliano.
A chi è cresciuto a latte e propaganda, a smargiassate e tirapugni,
a braccio destro teso e orizzonte offuscato, chiedergli di pensare è una violenza inaudita.
Meglio non insistere, altrimenti finisce che i fascisti siamo noi.


RispondiCitazione
vimana2
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2528
 

Sono tornati i naziskin che infestano questo sito.
Il problema è che in certi cervelli non devi mettere troppa carne al fuoco: fumano.
Se gli parli di empatia, o di vedere le cose dal punto di vista razionale e distaccato, gridano al complotto usraeliano.
A chi è cresciuto a latte e propaganda, a smargiassate e tirapugni,
a braccio destro teso e orizzonte offuscato, chiedergli di pensare è una violenza inaudita.
Meglio non insistere, altrimenti finisce che i fascisti siamo noi.

Appppppppeeeeeelllllloooooo a CDC

Qui c'è uno che offende ad ogni post.....


RispondiCitazione
yakoviev
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1671
 

Sarebbe interessante una analisi sui vari personaggi catturati: chi sono, da dove vengono, in che misura ci sono "consiglieri militari" stranieri (Nato, sauditi, qatarioti etc.) o mercenari addestrati all'estero...


RispondiCitazione
dana74
Illustrious Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 14212
 

i sanguinari assassini che piacciono a ricbo, il superiore dai buoni sentimenti che intende affidare l'umanità a dei criminali e chi non pensa sia una buona cosa è "nazista".

Parola del portavoce dei nobili gendarmi del mondo Ricbo...applausi arriva la santa cavalleria dei giusti

Dal Video Collateral Murder ai morti di Kandahar: le insensate stragi dell’esercito americano.

Di Stefano Consiglio | 13.03.2012
Sono passati appena due giorni da quanto un soldato americano, stanziato nella provincia afgana di Kandahar, ha aperto il fuoco contro la popolazione del distretto di Panjwai uccidendo 16 civili. Il Presidente Obama, venuto a conoscenza dell’accaduto, si è affrettato a telefonare al Presidente Afghano Karzai per chiedergli scusa e assicuragli che la giustizia americana punirà l’autore di questo efferato crimine.

Il dispiacere, mostrato dal Presidente americano, non ha tuttavia convinto i Talebani che tramite il loro portavoce hanno trasmesso un preoccupante messaggio: “l'Emirato Islamico avverte ancora una volta gli animali americani che i mujaheddin si vendicheranno, e con l'aiuto di Allah uccideranno e decapiteranno i vostri sadici soldati assassini".
Alle minacce dei Talebani hanno fatto eco questa mattina le urla di 400 studenti afghani che, manifestando per le vie di Jalalabad, hanno accompagnato la loro marcia con un macabro coro: “morte all'America, morte a Obama”.

Questa strage rappresenta un vero disastro per la diplomazia americana. Pochi giorni prima dell’attacco, infatti, l’amministrazione Usa aveva posto le basi per la stipulazione con Kabul di un Accordo di Partnership strategica: una convenzione che avrebbe permesso ai consiglieri e alle forze speciali americane di rimane in Afghanistan anche dopo il ritiro delle truppe, previsto per il 2014. Dopo questa sparatoria i diplomatici a stelle e strisce avranno molte più difficolta a convincere l’amministrazione afghana della positività della presenza americana

Non è la prima volta che un soldato degli Stati Uniti oltrepassa quella linea sottile che separa una missione in un territorio ostile da un massacro di civili innocenti. Queste sono le principali stragi perpetrate dai soldati americani dopo la fine della Seconda guerra mondiale:
-)Il Massacro compiuto durante la guerra di Corea a No Gun Ri, un piccolo villaggio situato a 100 miglia da Seoul. In quell’occasione i militari Usa spararono alla popolazione con il pretesto che i soldati nord coreani potevano nascondersi fra i civili. Queste le parole utilizzate dal Comandante del 25° regimento di Cavalleria per giustificare un gesto che portò alla morte di 400 innocenti: “Tutti i civili visti in questo settore sono da considerarsi come nemico e le azioni devono essere intraprese di conseguenza”.
-)Durante la guerra del Vietnam i soldati americani si macchiarono le mani con il sangue di molti innocenti. Fra tutte le stragi forse quella più eclatante è il massacro di Song My. In quell’occasione i soldati della compagnia Charlie, agli ordini del tenente William Calley, non solo uccisero 347 civili ma si diedero anche a stupri e a deplorevoli atti di tortura. Il tenente Calley, principale responsabile di questa strage, scontò solamente 3 anni e mezzo di arresti domiciliari per un massacro che costò la vita ad oltre 300 persone.
-)Il bombardamento al rifugio di Amiriyah, deciso dall’amministrazione Usa durante la prima guerra del Golfo. Gli Stati uniti bombardarono il rifugio ritenendo che al suo interno operasse l’intelligence irachena. L’edificio venne bombardato alle 4:30 del 13 febbraio da due F-117 mentre al suo interno si trovavano 408 civili, principalmente donne e bambini. Tutti loro morirono nell’esplosione.
-)L’uccisione durante la seconda guerra del Golfo di una dozzina di civili iracheni, da parte dei militari Usa, nel quartiere di Nuova Baghdad. Questo massacro è stato reso noto da Wikileaks tramite il video Collateral Murder. Ascoltando le conversazioni dei soldati coinvolti in questo tragico episodio, sembra di assistere ad una scena del film Apocalypse Now; le riprese mostrano un militare che dice ad un altro: “guardate quei bastardi morti”, e questi gli risponde: “Beh, è colpa loro se portano i figli sul campo di battaglia.

Questo breve elenco delle stragi compiute dall’esercito americano, dovrebbe far pensare al ruolo che gli Stati Uniti hanno deciso di assumere dopo la fine della seconda guerra mondiale. Dal 1945 ad oggi, questa superpotenza ha preso parte, direttamente o indirettamente, a tutti i principali conflitti. Le sue motivazioni non sono poi cambiate molto nel corso degli anni: un tempo scendeva in campo per “difendere” l’occidente dal nemico comunista; oggi schiera in campo i suoi soldati per difendere i valori occidentali dall’attacco dei terroristi.

Senza entrare nel merito delle reali motivazioni che si celano dietro la politica militare americana, il numero delle vittime e le ingiustificate stragi compiute negli anni fanno sorgere spontaneamente una domanda: l’esercito americano è un esercito di salvezza o di invasione? Ha senso per l’Europa continuare ad appoggiare una politica estera che si è dimostrata decisamente improduttiva?
Dal 2008 tutti i paesi occidentali sono caduti in una gravissima crisi economica a causa dei titoli tossici immessi sul mercato dalle Banche americane. La smania dei cittadini Usa di avere un tenore di vita superiore alle proprie capacità, ha dimostrato definitivamente il fallimento del modello economico americano. Molti economisti della vecchia Europa da tempo sostengono la necessità di impostare le scelte comunitarie su modelli diversi; un consiglio che forse dovrebbe essere seguito anche nelle scelte di politica estera.
http://it.ibtimes.com/articles/27937/20120313/afghanistan-stragi.htm

CI sono assassini ed asssasini vero Ricbo?
Poveretto è che offendendo gli altri si sente superiore lui.


RispondiCitazione
antiUsrael
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1519
 

ahaha!!
razzisti siamo noi che difendiamo i popoli che no si allineano ai dikatat del bilderberg e non chi difende istericamente i NATO-razzisti e i loro mercenari coprendosi di ridicolo!
naziskin non lo dice neanche più mia nonna
questa zitella acida mi sa che è stagionata anzichenò!! 😆


RispondiCitazione
Giancarlo54
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 2622
 

Sono tornati i naziskin che infestano questo sito.
Il problema è che in certi cervelli non devi mettere troppa carne al fuoco: fumano.
Se gli parli di empatia, o di vedere le cose dal punto di vista razionale e distaccato, gridano al complotto usraeliano.
A chi è cresciuto a latte e propaganda, a smargiassate e tirapugni,
a braccio destro teso e orizzonte offuscato, chiedergli di pensare è una violenza inaudita.
Meglio non insistere, altrimenti finisce che i fascisti siamo noi.

Ricbo è uno spasso ma le offese ad altri forumisti non sono accettabili. Andare fuori dalle righe, sopratutto quando si è infervorati nella discussione può capitare (anche a me), perseverare in modo sistematico come fa Ricbo è una evidente provocazione. Lungi da me la richiesta di censura nei confronti di chiunque, mi appello a tutti perchè si evitino gli insulti e le provocazioni. Grazie


RispondiCitazione
Andrea85
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 61
 

Siria: Italia chiude ambasciata
Rimpatriato staff da sede diplomatica
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2012/03/14/visualizza_new.html_131934044.html

E da fidi cagnolini, ora aspettiamo il biscottino.


RispondiCitazione
MM
 MM
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1555
 

Personalmente ritengo che RicBo abbia formule espressive, diciamo così, un pò forti, potendo certamente apparire sgradevole ma, pur trovandomi frequentemente in disaccordo col suo pensiero, spogliate le sue parole di queste vesti "rudi", nell'analisi e nella valutazione dei fatti che accadono nel mondo e di cui in CDC si discute normalmente, quotidianamente, a volte trovo nel suo esprimere anche buone ragioni, altre volte non appare completamente in torto, comunque può meritare più attenzione anche per il semplice fatto che una visione assoluta, intera e diciamo integra di queste vicende nessuno può averla, neppure se si trovasse sul campo, per così dire, ed alcuni pericoli si corrono sempre nel ricercare soluzioni e motivazioni poiché si possono sbagliare le cause, si può sbagliare l'obiettivo, si può colpire a casaccio.
Le voci in "opposizione" è sempre bene averle, occorrono voci in "disaccordo", utili a volte a correggere la traiettoria, perché no. Certamente non sono utili a nessuno l'offesa gratuita e l'insulto pesante ma si può reggere anche a questi, via.

Un impavido e temerario tentativo di mediazione, lo definirei questo 😆


RispondiCitazione
viviana
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 646
 

Dopo Homs, Idlib al Nord, oggi sono tornati (l'esercito siriano) nel Sud: a Dara'a (o come si scrive).
Blog Guardian, Matthew Weaver, online Siria:

1.48 pm Today's raid on the southern city Syrian city of Dera'a is the biggest since last April, an activist told the New York Times

Anwar Fares said: "It is the most violent military raid on Dera'a since April 25. It seems they want to have a situation similar to Idlib and Homs."

Tanks were filmed manoeuvring near the al-Balad district this morning (see 9.28am) amid reports of heavy gunfire.

Povero Annan ... 😉 serve solo a guadagnare tempo... a tutti.
Due articoli di Sami Moubayed, editor-in-chief of Forward Magazine in Damascus, Syria

If Annan decides to walk out on the Syrian Mission, who would care?
Mar 12, 2012

Will there be a Kremlin U-turn on Syria?
Mar 06, 2012


RispondiCitazione
Ryuzakero
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 521
Topic starter  

Sono tornati i naziskin che infestano questo sito.
Il problema è che in certi cervelli non devi mettere troppa carne al fuoco: fumano.

Stai forse parlando di te?

Comunque ti ringrazio sia perchè i tuoi commenti sono sempre uno spasso sia perchè hai dato tantissima visibilità al mio post.
Continua così perchè sarebbe davvero un peccato se venissero a mancare i tuoi show di puro intrattenimento 🙂


RispondiCitazione
Condividi: