Notifiche
Cancella tutti

Chi è il consigliere economico dei M5S


comedonchisciotte
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 634
Topic starter  

CHI È L’ECONOMISTA DI M5G (QUANDO BAGNAI, RINALDI, GALLONI E BARRA CARACCIOLO ERANO ANCORA LIBERISSIMI)

Chi è il consigliere economico dei M5S
(Rilanciamo la ricerca pubblicata dal bravissimo Nicolas Micheletti)

VABBEH RAGA CIAO.

Ho cercato per giorni di capire da dove cavolo fosse spuntato fuori il punto programmatico del M5S di tagliare il rapporto debito/PIL del 40% in 10 anni.

Ho chiesto in giro. Ovunque. C’è anche un post di qualche giorno fa sulla pagina se lo cercate.

I grillini dicono sempre che il programma è tutto scelto dagli attivisti, ma io non ho trovato da nessuna parte alcuna prova (e so cercare bene le info).

Non sembra essere esistita alcuna votazione al riguardo di questo punto del programma.

E’ chiaramente un punto preso e messo lì dall’alto. Non molto nello stile democratico di cui parlano tanto.

Ma finalmente l’ho scoperto.
L’ha messo lì… Lorenzo Fioramonti. Chi?

http://www.affaritaliani.it/economia/m5s-giu-del-40-il-rapporto-debito-pil-la-ricetta-dell-economista-di-di-maio-521864.html?refresh_ce

Ebbene sì. Tra tutti gli economisti italiani che il Movimento 5 Stelle poteva scegliere, ha scelto proprio lui. Chi è?

Fioramonti è un simpatico personaggio con un passato molto interessante.

E’ professore in una università il cui capo è Wiseman Nkuhlu, chairman dei Rothshild:
www.up.ac.za/en/about-up/article/271179/chancellor
(il cognome è pertinente alla nostra situazione politica)

E’ presidente ed unico professore del progetto JEAN MONNET, con specializzazione in studi sull’UE, in Africa.
www.vanityfair.it/news/politica/2018/01/24/lorenzo-fioramonti-economista-movimento-5-stelle

La prefazione dei suoi libri è a cura di Enrico Giovannini.
http://www.huffingtonpost.it/2018/01/23/chi-e-lorenzo-fioramonti-leconomista-nemico-numero-uno-del-pil-che-si-candida-con-m5s-e-sara-uno-dei-consiglieri-economici-di-di-maio_a_23341287/

Sì, Giovannini. Quello del Club di Roma e l’Aspen Institute. Proprio quello.
https://it.wikipedia.org/wiki/Enrico_Giovannini

I suoi libri sono recensiti dalla London School (Evelyn Rothschild).

Book Review: How Numbers Rule the World: The Use and Abuse of Statistics in Global Politics by Lorenzo Fioramonti

Scrive articoli per la Open Democracy (Soros).
https://www.opendemocracy.net/openeconomy/lorenzo-fioramonti/gdp-turns-80-time-to-retire-0

E per far felici anche gli immigrazionisti, ha una cattedra in “Integrazione regionale, Migrazione e libera circolazione delle persone”.
http://regionswithoutborders.org/2014/09/meetthenewchairholder-lorenzofioramonti/

Ed è presidente della EU Studies Association of Sub-Saharan Africa.
http://governanceinnovation.org/wordpress/theeuropeanstudiesassociation-ofsubsaharanafricaesassa/

E per chiudere in bellezza ha lavorato anche per la Fondazione Rockefeller.
http://up-za.academia.edu/LorenzoFioramonti/CurriculumVitae

Insomma, un personaggio libero e indipendente da ogni vincolo ed intrallazzo con il Potere. Ottima scelta ragazzi!!!

!!”

OVVIO!….IN FONDO BAGNAI, RINALDI, BARRA CARACCIOLO E GALLONI NON HANNO LE PIRREVIU DE STO BEL TOMO!

fonte: https://scenarieconomici.it/chi-e-leconomista-di-m5g-quando-bagnai-rinaldi-galloni-e-barra-caracciolo-erano-ancora-liberissimi/


Citazione
Rosanna
Famed Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 3536
 

Visione leghista e faziosa della realtà ... :p


RispondiCitazione
Hito
 Hito
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 599
 

Rosanna;237030 wrote: Visione leghista e faziosa della realtà ... :p

Visione religiosa, in assoluta negazione della realtà... Dov'è finito "il movimento che viene dal basso"?... Ah no niente, l'han cambiato dall'alto...
Dov'è finito "ognuno vale uno"? Ah no niente, comanda Di Maio...
Per non dire poi che all'interno del M5S stanno gli unici complottisti che si fidano del voto digitale... 😀 😀 😀


RispondiCitazione
Arcadia
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1704
 

Per quello che ho visto e sentito nella rubrica della Gruber "8 e mezzo", il programma 5***** è in linea con la volontà della sua base elettorale a partire dal primo punto quale il RdC .
Il livore delle due interlocutrici che lo incalzavano così paranoicamente
mi si spieghi cos'è allora se non il timore fondato che la "loro" pacchia vedrà il giusto e doveroso ridimensionamento.


RispondiCitazione
Arcadia
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1704
 

Su qst link può rivedere il dibattito:
http://www.la7.it/otto-e-mezzo/rivedila7/il-ministro-5-stelle-03-02-2018-233113


RispondiCitazione
mazzam
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 743
 

Rosanna;237030 wrote: Visione leghista e faziosa della realtà ... :p

potresti argomentare un cicinè di più magari?
in home fai articoli fiume su ogniargomentogni e mai ci fai mancare la tua versione e qui? qui che c'è un'onta infamante da lavare, qui niente da dire?
è vero?
non è vero?
non si sa?
barrare casella se proprio non ti sovvien favella...


RispondiCitazione
[Utente Cancellato]
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 194
 

@Arcadia
Nell'accezione odierna di chi lo propone, l'RdC è misura non Hayekiana ma nazistoide, dato che gli stessi propugnatori hanno parlato esplicitamente di "costrizione ad accettare ogni offerta di lavoro".

Questo tra l'altro spiega meglio di ogni altra cosa l'indole schifosamente subdola di quel movimento, che ogni giorno che passa rivela con maggiore precisione le sue origini e i suoi scopi.
Proprio l'RdC, nella forma che intende attribuirgli il movimento pentastallatico, a tale riguardo è illuminante.

Prima si presenta una misura che in considerazione della realtà attuale del mondo del lavoro e delle relazioni industriali si lascia credere abbia una finalità commendevole, ossia il non abbandonare al loro destino le vittime di precarizzazione e disoccupazione di massa, imposte per decreto dalla Comunità Europea, per poi al momento opportuno svelarne la logica del tutto opposta.
Quella di mero ricatto all'accettazione delle condizioni oggi imposte dal padronato, in conseguenza del quale oltretutto viene abolita qualsiasi altra forma di ammortizzatore sociale.

Quindi, o vai a spalare merda, o peggio a uccidere nella maniera più crudele esseri senzienti, come avviene oggi in qualsiasi mattatoio, oppure per legge puoi anche morire di fame.

Dato questo, ciò che è andato in scena nella trasmissione cui fai riferimento è solo un capitolo minore della faida in corso tra chi aspira a completare l'opera di devastazione del paese in conto terzi eseguita finora e chi ambisce a subentrargli.

Chi è determinato a subentrare, logicamente, come in ogni asta che si rispetti deve offrire di più.

Di qui i discorsi del taglio del 40% del debito in 10 anni, roba che neppure a Monti, l'automa troikaguidato, sarebbe mai venuta in mente.

Finora non lo ha detto nessuno, ma quel programma va persino oltre il Fiscal Compact, che infatti "si limita" a voler riportare in 20 anni sotto al 100% il rapporto debito/PIL.
Si tratta oltretutto, significativamente, di una misura minacciata dalle stesse oligarchie europoidi che però non hanno il coraggio di attuarla, proprio in quanto consapevoli delle sue conseguenze devastanti.

Il che pone nella sua concreta evidenza il livello di farneticazione inverosimile cui è arrivato il propagandismo pentastallatico.

Se già con quello che ha fatto Monti c'è stato un appesantirsi della crisi al punto di renderla irreversibile, con il crollo conseguente del sistema bancario nazionale, chi conserva il minimo di raziocinio non ha difficoltà a comprendere cosa accadrebbe con le ricette di Giggino messe in pratica da Fioramonti, l'ultimo coniglio saltato fuori dal cappello della prestidigitazione oligarchica.

Costui, come tutti i tecnocrati e politici che ne condividono le origini, ossia il comparire dal nulla per salire alla ribalta delle cronache, sta li apposta per mettere in pratica i desideri di lorsignori.

Anche le gesta più recenti di Giggino sono indicative riguardo alle intenzioni dei pentastallatici.
Giorni fa nella sua intervista a Bloomberg TV ha cercato di rendersi ancora più benvoluto proprio da quegli stessi poteri, dichiarando che vuole facilitare gli espropri nei confronti dei debitori insolventi.
https://scenarieconomici.it/m5g-siryza/
Che lo sono esclusivamente a causa dell'Austerità Che Rende Liberi.

Di essa il leader (ma si legge lader) pentastallatico si candida a essere il più feroce e sanguinario continuatore. Dissimulando i suoi propositi dietro la sua faccia ingannevolmente pulita, nel perfetto stile-Macron, ma nello stesso tempo mostrando a chi di dovere di essere pronto ad andare persino oltre i desideri del peggiore oltranzismo europeista, sempre al grido di onestà, onestà.

Slogan che va decodificato secondo il suo vero significato, che è il seguente.
Chiunque si opponga alla carneficina sociale dei programmi gigginiani è disonesto. Ossia la condizione socialmente più infamante nella neolingua pentastallatica, quindi meritevole della pena più spietata.

Sempre Giggino ha riconfermato che il referendum sull'euro non è nei programmi del Movimento.
https://scenarieconomici.it/di-maio-m5g-nessun-referendum-su-uscita-da-euro/

Quindi l'idea che vada votato solo perché tutti gli altri gli danno addosso, in quanto corrotti e disonesti, è solo l'ennesimo, grossolano, pretesto.
Conseguenza e insieme giustificazione della lotta furibonda che ha ingaggiato con le altre forze politiche collaborazioniste al fine di subentrare ad esse per compiere la devastazione finale dell'Italia e la macelleria sociale che ne è la prima conseguenza.
Meglio, si tratta di un'idea pericolosa, nella sua apparente semplicità.

Conclusione, il M5S è diventato una cosa talmente vomitevole che provoca forze di stomaco persino nei suo fondatore.
dagospia.com/rubrica-3/politica/dagoelezioni-grillo-disgustato-m5s-ndash-maio-casaleggio-sono-166182.htm
Non so se il link allegato sia credibile. Dal filmato cui si accede sembrerebbe di si, se quanto riporta è vero non ci sarebbe assolutamente da stupirsi.

Dato che nel momento in cui ha finalmente iniziato a trapelare la loro vera faccia, i 5S hanno dimostrato di essere come il PD. Anzi peggio, dato che sono ancora più cinici e profittatori.

Proprio perché intendono trarre vantaggio, oltretutto estremizzandole, dalle condizioni instaurate dall'azione di quello che fino a ieri è stato il partito collaborazionista per eccellenza, ma proprio su quel terreno oggi trova chi gli dà un giro di pista.

A questo proposito do un suggerimento aggratis per il prossimo articolo della Spadini.
Parli della "Metamorfosi" di Kafka, il noto romanzo che descrive l'autoriduzione dell'essere umano a scarafaggio.
Ne ha tutte le competenze.


RispondiCitazione
azul
 azul
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 157
 

A proposito della vera essenza mutevole e volatile del simpatico Gigino, alias Gigetto, ecco un breve video che spiega meglio di qualsiasi articolo:
https://www.youtube.com/watch?v=zWsrJi9hS24

Attenti al trucco!


RispondiCitazione
Arcadia
Noble Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 1704
 

da Facebook

Lorenzo Fioramonti
2 h ·

Una nota di chiarimento.
Da qualche giorno girano sui social delle informazioni false a mio carico, secondo cui sarei al soldo di fondi d'investimento legati a Soros o alla famiglia Rothschild.
Solo il fatto che questa storia esista mi fa ridere.
La fantasia di alcuni ovviamente non ha limiti.
La tesi complottista sembra scaturire da una foto mia presso la residenza di Bellagio della Fondazione Rockefeller fatta nel 2013. In quel periodo, infatti, mi venne chiesto di partecipare ad una serie di incontri e ad un convegno su Nuovi Modelli di Sviluppo, con altri studiosi di tutto il mondo ed alcuni premi Nobel.
Il mio contributo al convegno è stato proprio quello di discutere indicatori di benessere post-PIL per la creazione di nuove economie sostenibili.
A seguito del convegno, la Fondazione ha poi deciso di cancellare ogni suo investimento nelle fonti energetiche inquinanti, passando massicciamente alle rinnovabili. Soltanto un'occasione di studio che ha portato a qualche risultato benefico per il resto del mondo.
Come si arrivi a Soros o Rothschild non mi è chiaro.
Per alcuni è un problema il fatto che abbia scritto per anni per la piattaforma www.opendemocracy.net, insieme a colleghi come Mary Kaldor e Yanis Varoufakis.
La piattaforma raccoglie le voci di molti studiosi autorevoli e le pubblica. Il signor Soros non c'entra nulla.
Tutto qui. Nessun complotto e nessun finanziamento.
Spero di essere stato chiaro.
Abbiamo un compito importante da assolvere.
Non perdiamo tempo con queste stupidaggini per favore.


RispondiCitazione
Hito
 Hito
Honorable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 599
 

Arcadia;237060 wrote: da Facebook

Lorenzo Fioramonti
2 h ·

Una nota di chiarimento. Yanis Varoufakis
La piattaforma raccoglie le voci di molti studiosi autorevoli
Non perdiamo tempo con queste stupidaggini per favore.

@Arcadia
Yanis Varoufakis studioso autorevole?
Mentre lui metteva a punto DIEM25, pur di non mollare l'euro, gli hanno privatizzato tutta la Grecia e i suoi concittadini muoiono di fame, freddo e senza medicine.
Ma non ci si preoccupi per Varoufakis, lui due spiccioli da parte li ha.
Li leggi mai gli articoli di Panagiotis in Homepage???
Io non voglio che il mio paese faccia la stessa fine, perchè qualche c-g-i-ne (consigliato da qualcuno, penso lo stesso Fioramonti) pensa "che non sia più il momento di uscire dall'euro".
O a mali estremi abbia in programma un rovinoso referendum a mercati aperti (penso anche questo consiglisto da qualcuno).
Ma la vuoi sapere qual è la cosa più grave: non fare chiarezza nel proprio elettorato; lasciare che ognuno pensi quel che vuole pur di prendere una manciata di voti in più.
Io non lo prendo un treno la cui destinazione viene decisa con un referendum tra i viaggiatori, so dove voglio andare e prendo solo treni che mi promettano di portarmi lì.
Un paese è libero solo con la sua moneta sovrana ed il controllo dei propri confini!
Evidentemente il M5S non vuole governare un paese libero.


RispondiCitazione
azul
 azul
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 157
 

Al di là delle influenze malefiche vere o presunte del suo curriculum, appare assai deboluccio questo giovinastro del Fioramonti. Bene avrebbe fatto Gigino a scegliersi qualcuno più agguerrito e più preparato. Qui per esempio fa la figura del salame fresco preso nel sandwich di quella vecchia arpia della Gruber e della renziana Miss Austerity Beauty Veronica De Romanis. D'altra parte quando si fanno delle scelte proleuropa, si possono solo accettare e difendere politiche pro cicliche oppure finire per condividere il destino dell'amico-tonno Varoufakis e prendersi le lezioncine da nullità fake accademiche.

https://www.youtube.com/watch?v=zdeBtOtbmNI


RispondiCitazione
Condividi: