Appello per lista u...
 
Notifiche
Cancella tutti

Appello per lista unica a sinistra ? Intanto iniziamo a manifestare insieme contro l' invio di armi all' Ucraina


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8327
Topic starter  
"Il manifesto "di oggi pubblica un appello firmato da Basilio Rizzo ed Emilio Molinari dove si invita a presentare alle elezioni europee una unica lista di sinistra.

 
Non so se il testo pubblicato, che già gira in rete, aprirà una discussione visibile. Le divisioni tra le forze politiche di sinistra sembrano difficilmente ricomponibili a breve, ma quello che è più grave è che le divisioni sono anche nell' attivismo sociale e nell' associazionismo.
 
I temi che dovrebbero unire sono cruciali, dalle guerre ai cambiamenti climatici, e troppo numerosi per essere elencati tutti,
 
Come iniziare ? Le prossime settimane sarà convertito in legge il decreto per inviare armi all' Ucraina. Gli esponenti politici, tutti uomini, citati da Rizzo e Molinari si pronunceranno contro il decreto in Parlamento o sui media, ma in ordine sparso.
 
Perchè non organizzare una iniziativa unitaria contro l' invio di armi all' Ucraina ? In piazza, un presidio che unisca tutti/e coloro che sono contrari alla scelta che sarà formalizzata in Parlamento.
 
Dovrebbero partecipare forze politiche, anche quelle non citate come Potere al Popolo e PCI, forze sindacali, associazioni, singole/i attivisti o cittadini.
 
Ma questo impegno comune semplice e giusto non ha sostenitori.
 
Se qualcuno si muoverà troverà naturale che altri ambienti, anch' essi contrari alle armi all' Ucraina, non partecipino alla propria iniziativa e nessuno proporrà una iniziativa comune.
 
Marco Palombo
 
"Dobbiamo dire NO alle guerre ed essere duri come pietre"
 
Aldo Capitini,
amico della nonviolenza,
antifascista, filosofo
 
 
 
 
 
 
Questa argomento è stata modificata 5 mesi fa da marcopa

Citazione
Detrollatore II
Reputable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 460
 

🤣


RispondiCitazione
oriundo2006
Famed Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 3237
 

Lodevole intento ma temerario crederlo argomento politico proprio della sinistra. Questa da sempre ha inseguito il suo presunto contrario valendosi proprio sulla 'potenza', sul conflitto, sulla lotta contro il nemico di classe: dei poveri piccolo borghesi, ma istruiti, che non rientravano nel 'concetto'.

La scia orrenda di sangue lasciataci nel '900 testimonia l' estraneità della sinistra a queste tematiche, sostenute quando lo sono solo 'tatticamente' per brama di illudere soggetti 'buonisti' ed evitare che finiscano attratti in ipotesi ( ed ipostasi ) politiche differenti.

La sinistra si è eretta da tempo immemore sul sangue e la bandiera rossa lo testimonia assai bene. Parlare di pace ed essere creduti è oggi impossibile da quel versante, anche se lo stesso stalinismo ne fece ampia argomentazione a difesa del socialismo ( ci fu anche una sinfonia di Prokoviev se non vado errato ...).

Lasciamo perdere la sinistra ma non la pace.

 


BrunoWald hanno apprezzato
RispondiCitazione
Condividi: