Martedì 12 dicembre...
 
Notifiche
Cancella tutti

Martedì 12 dicembre all' Assemblea ONU discussione su Gaza, e voterà anche l' Italia


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8327
Topic starter  

5:30

Gaza: domani Assemblea generale dell'Onu dopo il veto Usa

Dopo il veto americano su una risoluzione del Consiglio di Sicurezza che chiedeva un "cessate il fuoco umanitario" a Gaza, domani prenderà il via una riunione straordinaria dell'Assemblea generale dell'ONU. L'incontro è stato richiesto dai rappresentanti dell'Organizzazione per la cooperazione islamica e del gruppo arabo. Secondo fonti diplomatiche, l'Assemblea Generale, le cui risoluzioni non sono vincolanti, potrebbe decidere un testo. La bozza di testo visionata dall'AFP riprende in gran parte la risoluzione respinta venerdì dal Consiglio di Sicurezza a causa del veto americano.

Il testo esprime preoccupazione per la "catastrofica situazione umanitaria nella Striscia di Gaza", "chiede un immediato cessate il fuoco umanitario". Chiede inoltre la protezione dei civili, l'accesso umanitario e il rilascio "immediato e incondizionato" di tutti gli ostaggi. Alla fine di ottobre, dopo quattro insuccessi in dieci giorni da parte del Consiglio di Sicurezza, l'Assemblea Generale aveva invocato, a larghissima maggioranza (120 voti favorevoli, 14 contrari e 45 astensioni), una "tregua umanitaria immediata, duratura e prolungata, che porti alla cessazione delle ostilità" tra Israele e Hamas.

Due settimane dopo il Consiglio è riuscito ad adottare una risoluzione che chiedeva "pause e corridoi umanitari" nella Striscia di Gaza, non un "cessate il fuoco" e nemmeno una tregua". La settimana scorsa, invocando per la prima volta l'articolo 99 della Carta delle Nazioni Unite che permette al Segretario generale di riunire il Consiglio su una questione che "potrebbe mettere in pericolo il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale", Antonio Guterres aveva esortato il Consiglio a spingere per un "cessate il fuoco umanitario", denunciando la "punizione collettiva" inflitta ai palestinesi.

"Purtroppo il Consiglio di Sicurezza non è riuscito a farlo", ha lamentato ieri, descrivendo un Consiglio le cui "autorità e credibilità sono state seriamente compromesse". Venerdì la risoluzione preparata dagli Emirati Arabi Uniti in risposta alla richiesta del Segretario Generale, che chiedeva un "cessate il fuoco umanitario immediato" a Gaza, è stata bloccata dagli Stati Uniti. Ha ricevuto 13 voti a favore, uno contrario e un'astensione (Regno Unito).

03:41


Citazione
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 8327
Topic starter  

"Alla fine di ottobre, dopo quattro insuccessi in dieci giorni da parte del Consiglio di Sicurezza, l'Assemblea Generale aveva invocato, a larghissima maggioranza (120 voti favorevoli, 14 contrari e 45 astensioni), una "tregua umanitaria immediata, duratura e prolungata, che porti alla cessazione delle ostilità" tra Israele e Hamas."

 

in quella occasione l' Italia si era astenuta, e Conte e Schlein avevano criticato il governo Meloni per questa astensione.

 

Domani vedremo,

 

Intanto la Schlein non ha detto niente sul veto USA al CdS ONU a proposito della tregua umanitaria, tra l' altro Schlein ha anche la cittadinanza statunitense,

 

Conte ha detto qualcosa ieri pomeriggio "Veto USA ingiustificabile"

 

Prevedo che il voto italiano sarà eventualmente commentato solo mercoledì , prima nessuno segnalerà che nell' assemblea ONU sarà espresso un voto anche a nome di tutti noi italiani,

 

Rilancio la mia petizione Online

"L' Italia sostenga Guterres..."

 

https://forum.comedonchisciotte.org/notizie/petizione-online-l-italia-sostenga-la-richiesta-di-guterres-al-consiglio-di-sicurezza-onu-di-pronunciarsi-ufficialmente-per-un-cessate-il-fuoco-a-gaza/#post-365310

 

Questo post è stato modificato 7 mesi fa da marcopa

RispondiCitazione
Falcon 120
Active Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 8
 

Non sono in ballo barili di petrolio o altre merci, per optare per un si o un no, qui sono vite umane da salvare da un genocidio, per cui l'Italia deve votare per il cessate il fuoco, ad ogni costo, perché questa é la volontà del Popolo Italiano, se la politica, per asservimento a ordini stranieri,  dovesse votare diversamente, se ne assumerà la responsabilità  per aver condannato a morte milioni  di vite umane,  andando contro il volere degli italiani,  che non si sentono in alcun modo rappresentati da questo governo, in particolare modo in questa occasione. Riflettessero bene prima di marchiare l'Italia di infamia verso un Popolo innocente, riflettessero bene perché con il voto, stanno esprimendo la volontà di un popolo che é contrario al proseguimento della distruzione della Palestina.


RispondiCitazione
Condividi: